La fonte militare: “Trump ha firmato la legge contro le insurrezioni”. Il colpo da maestro di Trump contro il deep state

di Cesare Sacchetti

L’ultimo articolo che ha pubblicato la giornalista americana Laurie Roth potrebbe essere davvero la chiave di tutto.

Potrebbe essere in pratica la chiave di lettura per spiegare quanto accaduto negli ultimi sei mesi negli Stati Uniti.

La Roth scrive che ha avuto una conversazione telefonica con un alto ufficiale delle forze armate degli Stati Uniti che le avrebbe fatto una rivelazione clamorosa.

Pochi giorni prima di lasciare la presidenza, il 14 gennaio per la precisione, Donald Trump avrebbe firmato la legge che negli Stati Uniti è nota come “atto contro le insurrezioni” e che assegna poteri speciali emergenziali al presidente degli Stati Uniti per sedare ribellioni e azioni che minino direttamente la sovranità degli Stati Uniti.

La giornalista nel suo articolo intitolato I militari e Trump sono in controllo?”  afferma che “a proposito delle speculazioni e della confusione se il Presidente Trump abbia firmato la legge contro le insurrezioni o meno, lo ha fatto.” La Roth afferma chiaramente che la firma sarebbe avvenuta il 14 gennaio 2021 e che “l’atto gli ha accordato due mesi in più come Presidente secondo le stesse direttive della legge.”

Al momento della fine della proroga dei poteri presidenziali estesi per due mesi, le forze armate americane, aggiunge la Roth, hanno “dato due mesi in più a Trump come Presidente.” Questa seconda estensione dei poteri presidenziali di Trump sarebbe terminata lo scorso 20 maggio e “probabilmente estesa ancora dai militari che sono in controllo di fatto secondo quanto prevende la legge contro le insurrezioni.”



A questo punto, la prima obiezione naturale e spontanea che si potrebbe fare riguardo a quanto affermato dalla giornalista americana è che tutto questo non è possibile in quanto una simile dichiarazione richiede una promulgazione ufficiale dell’atto da parte del Presidente degli Stati Uniti.

L’atto, in altre parole, deve essere reso pubblico e non può restare privato. In realtà, non è affatto così ed è il testo stesso della legge a dirlo.

L’atto contro le insurrezioni è stato originariamente inserito nell’ordinamento americano nel 1807 e ratificato dall’allora presidente Thomas Jefferson.

Successivamente, le disposizioni previste da questa legge sono state inserite nella legge nota come “Posse Comitatus Act” del 1878.

Una parte di queste disposizioni in questione prevede che per ciò che attiene la sfera della “difesa nazionale” da minacce esterne non si segue la stessa procedura prevista per l’attivazione della legge contro le insurrezioni.

Secondo alcune interpretazioni giuridiche, questo vale a dire che in questa circostanza il Presidente degli Stati Uniti non è tenuto a informare il Congresso e a fare una proclamazione ufficiale dell’atto.

Se la sicurezza stessa del Paese si trova messa a rischio da delle minacce in grado di rovesciare il Presidente e la Costituzione, allora il Comandante in capo può firmare la legge senza fare alcun annuncio ufficiale.




Il Presidente poi in situazioni di emergenza del genere può ricorrere anche ad altri poteri straordinari pienamente in linea con la costituzione e leggi federali americane.

Probabilmente molti non hanno sentito parlare dei cosiddetti PEAD, acronimo che sta per “presidential emergency action documents”, ovvero documenti presidenziali per azioni di emergenza.

La creazione dei PEAD risale ai tempi dell’amministrazione Eisenhower durante i primi anni’50 e sono degli atti pensati specificamente per fronteggiare delle situazioni di emergenza e garantire la cosiddetta “continuità di governo”.

All’epoca, la preoccupazione principale era quella di assicurare che ci fosse un governo pienamente funzionale in caso scoppiasse un conflitto nucleare.

I poteri dei PEAD si sono andati poi progressivamente estendendo fino ad includere altre situazioni di pericolo o emergenza per la sicurezza degli Stati Uniti.

Questi atti hanno una caratteristica particolare. Sono segreti e non sono sottoposti alla ratifica del Congresso degli Stati Uniti, quindi non c’è modo che qualcuno lo venga a sapere salvo i vertici delle forze armate ai massimi livelli della catena di comando che vengono informati dal Presidente stesso che è stato dichiarato uno stato di emergenza, e che il comandante in capo assume poteri straordinari per fare fronte a questa situazione.

La strategia di Trump per colpire al cuore il deep state

Questo potrebbe essere davvero l’iter legislativo che spiega cosa è accaduto negli ultimi mesi. Questa potrebbe essere stata in pratica la mossa del cavallo di Trump per giocare il deep state che ha a tutti gli effetti architettato un colpo di Stato per rovesciare il Presidente degli Stati Uniti.

A questo punto però occorre fare un breve passo indietro e tornare a quei mesi di grande subbuglio dopo la famigerata notte del 3 novembre, quando ebbe luogo il più grosso broglio elettorale della storia, fino al 20 gennaio, nel giorno della inaugurazione, a questo punto finta, di Joe Biden.

Tutti sapevano che le elezioni erano state truccate. Le prove di grosse irregolarità erano già evidenti all’epoca, quando per la prima volta nella storia delle elezioni si sono verificati dei veri e propri “miracoli” mai visti, quali morti che sono tornati in vita per poter dare il loro voto a Joe Biden oppure voti postali che venivano tutti assegnati al 100% a Joe Biden.

Tutto era noto e Trump sapeva perfettamente che questo era il piano al quale stava lavorando il mondialismo già due anni prima, quando nel 2018 firmò un ordine esecutivo intitolato “Imposizione di determinate sanzioni in caso di ingerenza elettorale straniera nelle elezioni USA” nel quale appunto parlava dell’attivazione di uno stato di emergenza qualora si fossero verificate delle ingerenze straniere indirizzate a manipolare il risultato delle elezioni americane.

Le ingerenze si sono a tutti gli effetti verificate, in particolar modo da Paesi quali Cina, Italia, Spagna, Svizzera, Canada e Germania.

Soprattutto un ruolo chiave in questo vero e proprio attacco alla sovranità degli Stati Uniti lo avrebbe avuto l’Italia, in quanto la parte decisiva del broglio sarebbe avvenuta proprio in Italia, nell’ambasciata americana, attraverso la partecipazione di Leonardo, società partecipata dal governo italiano, e dell’allora governo Conte che avrebbe autorizzato questa operazione.

L’attacco contro la sovranità degli Stati Uniti era effettivamente partito e si era messo in moto un evidente golpe elettorale per poter rovesciare il Presidente Trump.

Il deep state stava cercando di rimediare a quello che per loro era stato un grave incidente di percorso avvenuto nel 2016, quando Trump divenne presidente.

All’epoca, il sistema decise di architettare il falso scandalo del Russiagate nel tentativo di raffigurare Trump come uomo al soldo dei russi.

Anche in quell’occasione, l’Italia ebbe un ruolo fondamentale perché l’operazione sarebbe avvenuta su due sponde. Dal lato americano, l’allora presidente Obama che avrebbe coordinato lo spionaggio illegale contro Trump e l’apertura dell’inchiesta dell’FBI “Crossfire Hurricane” per indagare l’inesistente collusione di Trump con la Russia.

Dal lato italiano, l’allora primo ministro italiano Renzi che avrebbe messo a disposizione i servizi italiani per permettere la riuscita di questa operazione.

L’asse tra il deep state americano e quello italiano è stato dunque il minimo comun denominatore degli ultimi quattro anni che ha cercato di rovesciare costantemente di rovesciare Trump.

L’operazione fallì perché Trump divenne ugualmente Presidente. Nel 2020, la cabala mondialista sapeva perfettamente che sarebbe servito un golpe di proporzioni ancora maggiori per spodestare Trump.

È per questo che tutto l’establishment americano, sotto la diretta supervisione del ramo britannico della famiglia Rothschild, banchieri di origini askenazite, ha dato l’ordine di eseguire la più grossa frode elettorale della storia.

Trump sapeva perfettamente quali erano i piani dell’altra parte. Non era affatto impreparato. Sapeva che il mondialismo doveva arrivare a concepire un golpe di una enorme portata per poterlo effettivamente rovesciare.

I tentativi contro la vita del Presidente erano del resto tutti falliti. Nell’agosto del 2020, un misterioso cecchino ha sparato contro la scorta degli elicotteri presidenziali ferendo un agente. Ad oggi, ancora non si è saputo chi sparò quel colpo.

Subito dopo, un drone è riuscito incredibilmente ad avvicinarsi all’aereo del Presidente e per poco la collisione è stata sfiorata.

All’arco delle frecce del deep state, restava la frode elettorale che è stata eseguita su larga scala in tutti gli Stati chiave americani, e ha coinvolto anche i vari governi europei, su tutti quello italiano, nelle mani del mondialismo e ferocemente nemico del Presidente americano.

Trump ha aspettato sulla riva del fiume e ha atteso l’attacco dei suoi nemici che era stato ampiamente preventivato.

Ha lasciato che portassero avanti il broglio e a gennaio attraverso la firma della legge contro le insurrezioni ha di fatto reso l’amministrazione Biden un’amministrazione fantoccio.

Tutto questo senza fare il minimo rumore. Senza dare la possibilità ai media americani e mondiali nelle mani di corporation e finanza internazionale di definirlo come “dittatore” per aver ordinato l’esecuzione di un atto necessario per sventare il colpo di Stato in atto contro la sua presidenza.

La beffa più grande di Trump nei confronti del sistema è stata proprio questa.

Sono troppi gli indizi e le prove che stanno dimostrando come l’amministrazione Biden non abbia mai veramente assunto i pieni poteri.

Il deep state aveva dato a Biden il compito di portare avanti il Grande Reset. Gli aveva dato, in altre parole, il compito di trascinare l’America e il mondo verso l’ultimo passo del Nuovo Ordine Mondiale.

Gli era stato dato anche il compito di alzare le tensioni con la Russia fino ad arrivare ad un possibile scontro armato.

Nulla di questo è accaduto. Al contrario, si stanno verificando scenari di segno opposto. A questo punto, tutto assumerebbe un senso. Se Trump ha davvero firmato l’atto contro le insurrezioni si comprenderebbe perfettamente perché Biden non ha fatto nulla di tutto quello che avrebbe dovuto fare, ma al contrario sta persino portando avanti delle politiche che lo stesso Trump avrebbe potuto intraprendere, quali la distensione dei rapporti con la Russia.

A questo si capirebbero diverse cose che forse sei mesi fa non erano del tutto chiare. Molti probabilmente ricorderanno già a gennaio il primo video di Biden nell’ufficio ovale. Ad un certo punto del video, si intravede dietro Biden una sagoma che assomiglia moltissimo a quella di Trump.

Se era veramente Trump, allora il messaggio che il Presidente stava mandando ai suoi nemici era fin troppo chiaro.

Si stava prendendo gioco di loro. Trump ha permesso l’inaugurazione di un’amministrazione fantoccio e si è servito di questa per raggiungere meglio i suoi scopi.

Negli ultimi sei mesi, è stata data vita ad una vera e propria demolizione controllata dei cardini del mondialismo.

I quattro passaggi per colpire al cuore il Nuovo Ordine Mondiale

Il primo passaggio che Trump e i militari alleati con lui hanno colpito è stata la finanza internazionale che è il portafoglio di tutte le lobby di Washington.

L’operazione GameStop non appare affatto il risultato di un incontro casuale di quattro investitori dilettanti che si sono messi d’accordo per comprare le azioni di questa società facendo perdere sommi enormi ai fondi di investimento di Wall Street che avevano invece scommesso che le azioni sarebbero scese e hanno dovuto pagare miliardi di dollari ai piccoli azionisti americani.

GameStop è stato l’inizio di una demolizione controllata. È stato l’inizio di un attacco al cuore del sistema del mondialismo.

Il secondo passaggio è stato rimuovere le restrizioni inutili e dannose del coronavirus. Se si guarda alla progressione degli ultimi sei mesi delle misure Covid negli USA, si può vedere facilmente come ormai 46 Stati su 50 abbiano tolto l’obbligo di indossare le mascherine.

Gli Stati Uniti non sono entrati nel Grande Reset. Al contrario, se ne sono completamente allontanati.

Il terzo passaggio è stata l’operazione della nave Evergreen nel canale di Suez. Diversi esperti navali hanno rilevato una circostanza molto semplice. Il posizionamento di una nave di proporzioni così enormi in uno spazio così stretto come il canale di Suez non è stato affatto casuale.

Quella nave è stata messa lì appositamente. Una fonte militare americana di primo livello ha rivelato al giornalista americano Scott McKay che sui container di quella nave effettivamente c’erano bambini rapiti in vari luoghi del mondo destinati a finire tra le braccia della rete pedofila internazionale.

I bambini sarebbero stati recuperati poi dalle forze speciali americane e russe.

Prima di definire frettolosamente come “complottista”, neologismo privo di senso logico tanto caro al regime, questa ipotesi è necessario ricordare che non è affatto la prima volta che esseri umani vengono trasportati in questo modo.

Lo scorso anno, la polizia olandese ha arrestato un giro di trafficanti che aveva preparato proprio dei container per trasportare delle persone finite nella rete dei trafficanti.

Al tempo stesso, questa operazione ha assunto un rilievo più prettamente geopolitico ed economico.

Attraverso la chiusura temporanea del canale di Suez, Trump ha assestato un duro colpo al motore economico della globalizzazione, ovvero la Cina comunista.

Quel tratto di mare è infatti diventato il passaggio principale di scambio delle merci cinesi. Tramite la sua ostruzione, la parte di Trump ha mandato un messaggio inequivocabile ai piani alti del mondialismo.

La globalizzazione è costruita sulle sabbie mobili e può essere affondata in ogni momento attraverso la chiusura dei passaggi navali commerciali sui quali viaggiano le merci.

Ora c’è il quarto passaggio, quello definitivo. L’annullamento del golpe elettorale e il ritorno ufficiale di Trump al potere.

Se si dà uno sguardo al sito di Trump “Dalla scrivania di Donald Trump” si vede che Trump non sta parlando altro che delle perizie legali in corso sui voti nei vari Stati che stanno dimostrando tutti come l’elezione sia stata rubata.

Un meccanismo irreversibile è stato messo in moto. I “giornalisti” al soldo del sistema quali Rachel Maddow lo hanno compreso perfettamente. Una volta che partono i riconteggi, altri ancora ne seguiranno e il broglio uscirà definitivamente alla luce.

Maricopa è stato l’inizio di un processo pressoché irreversibile. Il risultato di questo processo è quello di riportare Trump al potere molto prima del 2024. Gli uomini più vicini a lui, quali Mike Lindell, Sidney Powell e Lin Wood lo dichiarano apertamente.

Il ritorno di Trump è alle porte. La storia del 2024 è solo un modo per depistare i media che ignorano disperatamente la realtà dei fatti nella sciocca illusione che la realtà vada via.

Q non è una psy-op

In pratica, si sta assistendo ad una operazione che è stata militarmente e scientificamente pianificata.

Personalmente, chi scrive non aveva una opinione specifica di Q, il gruppo di intelligence militare che si ritiene essere dietro Trump. Negli ultimi mesi però sono emersi dei fatti incontestabili. L’operazione terroristica del coronavirus non è stata in grado di trascinare il mondo verso l’ultima fase del Nuovo Ordine Mondiale.

Soprattutto, il sistema non è stato in grado di riprendersi il controllo degli Stati Uniti, senza i quali è impossibile qualsiasi governo mondiale.

Al lettore non si chiede nessuna cieca adesione a “credere nel piano”. Si chiede soltanto di mettere insieme i fatti e arrivare alle proprie conclusioni.

I fatti però stanno dicendo che sullo scacchiere globale, il mondialismo sta perdendo la partita.

Gli Stati Uniti non stanno marciando verso la società totalitaria desiderata dalle élite né tantomeno lo sta facendo la Russia, la seconda superpotenza mondiale.

Soltanto la debole UE sta provando a forzare la mano, ma senza la partecipazione delle due superpotenze qualsiasi Grande Reset è impossibile.

Per tutte queste ragioni si è portati a pensare che Q non sia affatto una psy-op come, ad esempio hanno sostenuto il giornalista americano Alex Jones e lo scrittore inglese David Icke.

A questo proposito, è importante ricordare che il primo, Jones, ha dichiarato già due anni fa di non volere avere più nulla a che fare con Trump.

Il secondo invece è un divulgatore della teoria che i rettiliani, presunti esseri extraterrestri, sarebbero in controllo della Terra, e la teoria degli alieni è strettamente legata ad ambienti massonici e New Age di ispirazione satanica e esoterica, in quanto funzionale a negare l’esistenza di Dio.

Icke, in particolare, ha sostenuto che Q non fosse altro che una riedizione di una rete di falsi dissidenti chiamata “Operazione Fiducia” ai tempi del regime bolscevico comunista negli anni’20.

Lo scopo di questa rete era quello di costruire una falsa opposizione gestita dal regime bolscevico stesso per poter poi catturare tutti coloro che si erano opposti al regime stesso.

Se Icke avesse ragione però, a questo punto si sarebbe dovuto assistere ad una retata di dissidenti appartenenti a Q e ad un consolidamento del regime.

Al contrario, sta accadendo esattamente il contrario. È il regime globalista che si sta indebolendo sul piano globale e il gruppo di Q negli USA si sta piuttosto rafforzando.

A questo punto, sono due le cose più importanti che il lettore dovrebbe tenere a mente.

La prima è quella di guardare ai fatti. Molte persone chiedono di vedere i fatti che comprovino come Trump effettivamente abbia giocato il deep state, ma non si rendono conto che i fatti ce li hanno sotto gli occhi. Devono solo guardarli.

La seconda è quella di considerare sempre la natura spirituale della lotta in corso. Se si resta confinati strettamente sul piano materiale non si comprende la natura religiosa, apertamente satanista, che guida l’avversario.

Solo così si può davvero comprendere davvero cosa sta accadendo.

Attraverso l’uso della ragione e attraverso la fede in Dio. I due concetti non solo non sono in contraddizione come asserisce la falsa scienza, ma piuttosto sono strettamente complementari.

Per avere un’idea di quando ci sarà il redde rationem tra Trump/Q e il Nuovo Ordine Mondiale, è utile citare le parole dello stesso Trump.

“Qualcosa accadrà nei prossimi sei mesi.” I prossimi sei mesi potrebbero essere davvero quelli decisivi per comprendere il destino dell’America, del mondo e dell’umanità intera.

Questo blog si sostiene con le donazioni dei lettori. Se vuoi aiutare anche tu la libera informazione, clicca qui sotto.

https://www.paypal.me/CesareSacchetti

45 thoughts on “La fonte militare: “Trump ha firmato la legge contro le insurrezioni”. Il colpo da maestro di Trump contro il deep state

  • 1 Giugno 2021 in 10:10
    Permalink

    mah, i prossimi due mesi prima, poi i prossimi 3 mesi dopo, poi i prossimi 6 mesi dopo, mah… a me sembra che nulla stia cambiando in realtà

    Risposta
    • 1 Giugno 2021 in 10:19
      Permalink

      Come ho detto nel pezzo, se uno le cose non le vuole vedere, non c’è molto da fare. Non le vedrà mai.

      Risposta
      • 6 Giugno 2021 in 19:41
        Permalink

        Buonasera Cesare,
        mi scuso con te e anche con tutti gli altri lettori/commentatori ma non ho ho altro modo per contattarti e farti sapere dei problemi con Telegram.
        Ho provato a commentare lì ma non parte nulla, quindi ti faccio un copia/incolla di quello che avevo scritto—–

        Anche a me compare lo stesso screenshot che ti ha inviato di Davide; m’impedisce di accedere qualunque scelta spunti. Riesco ad entrare solo usando l’adds-on Firefox “Remove overlay from this page”.
        Comunque posso leggere al massimo una trentina di commenti.
        E non mi è riuscito di allegare nulla.
        Ieri ho scaricato l’aggiornamento Telegram e tutto questo succede da quel momento.
        Io navigo da PC quindi ho la versione Telegram Portable e uso Firefox.
        Mi pare sia cambiato anche l’indirizzo, ora compare questo: https://comments.app/view/D30Q4XLJ?thread_id=D30Q4XLJ.
        Anche la mia amica in Germania ha lo stesso problema…..
        Provo ad inviare, non so se mi riesce.
        Ciao.

        Nessuno potrà rispondere alla tua richiesta d’informazioni se si ritrova nella medesima situazione.

        Risposta
    • 1 Giugno 2021 in 10:57
      Permalink

      Da noi no, ma negli Stati Uniti sono cambiate molte cose, e non nella direzione auspicata dalle élites. Questo è evidente.

      Risposta
    • 1 Giugno 2021 in 14:41
      Permalink

      In risposta al lettore, vorrei dire che è sbagliato basarsi sulle date, presunte, per concludere se veramente Trump stia ritornando al potere; Q non ha mai fornito date, sono sempre stati i commentatori esterni a darle; ma qui è il problema: come si è potuto constatare, non tutti coloro che scrivono riguardo Q e/o i piani di Trump sono Patrioti, ci sono anche depistatori. Io sono un semplice lettore degli articoli di questo blog e a volte ho commentato, proprio nel senso di quanto si afferma in questo articolo, io come moltissimi altri nel mondo. Certo, poteva essere solo un auspicio, ma può anche esserci la conferma: basti pensare allo scenario che in teoria sarebbe dovuto esserci con la “vittoria” di bidet e quanto, come dice l’ articolo, in realtà sta accadendo negli USA: A proposito, tanto per riderci su, ma lo sapevate che bidet fa come secondo nome robinette? Cioè, ma l’ han fatto apposta? Il robinette del bidet? Mah…

      Risposta
    • 2 Giugno 2021 in 11:23
      Permalink

      Molto godibile il pezzo di VERO giornalismo come non se ne leggono molti sul pianeta Terra quest’anno, in particolare modo in Italia. Ti segnalo qualche piccolo refuso qua e la, roba di poco conto che non disturba affatto la lettura. (Lo spirito è costruttivo).
      I rettiliani che nomini, così per la cronaca, non sono tutti di origine extraterrestre.
      La questione di “Dio” è purtroppo limitata dalle scarse conoscenze delle leggi universali, ma tant’è A tempo debito sarà tutto più chiaro.
      Ringrazio di nuovo per l’articolo splendido e che non mancherò di raccomandare la lettura ai pochi conoscenti, ahimè Cristiano in grado di RECEPIRLO e ti auguro Amore e Luce con tutto il cuore.

      Risposta
    • 5 Giugno 2021 in 20:07
      Permalink

      Anche a me, purtroppo; sembra la replica di aspettando godot, o del deserto dei tartari, nessuna traccia di rivalsa, nessun movimento, tutto tace. Attendiamo comunque le imprevedibili ( per noi come per i nostri nemici, dell’ aria e della terra) contromosse della Divina Provvidenza, chw riescono sempre a mandare in fumo i piani di Satana & C.

      Risposta
  • 1 Giugno 2021 in 13:33
    Permalink

    Grazie trump per quello che hai fatto e ci hai impedito la tabella di marcia del grande reset che non verrà mai alla luce.
    Il deep state è ridicolo e farebbe meglio a non attuare mai il loro piano perchè il bene prevale sempre sul male e i membri del deep state sono sconfitti e farebbero meglio a fare il ravvedimento.

    Risposta
  • 1 Giugno 2021 in 14:16
    Permalink

    Non è possibile che quattro rimbambiti riescono a far soffrire un mondo intero per circa spero solo due anni. Al termine mi auguro che Trump e Putin li incarcerano per i pochi giorni di vita che gli restano.

    Risposta
    • 2 Giugno 2021 in 9:42
      Permalink

      Peccato che di riferisca a interferenze straniere nel commercio USA..

      Risposta
      • 2 Giugno 2021 in 9:48
        Permalink

        A cosa ti riferisci?

        Risposta
    • 3 Giugno 2021 in 0:11
      Permalink

      Siiiii Trump e Putin insieme…..allora si che saremo finalmente fuori da questo incubo!

      Risposta
  • 1 Giugno 2021 in 16:30
    Permalink

    Non so fin dove Trump si spingera,ma prima di celebrare falsi trionfalismi aspetterai un attimino…Le forze che il mondialismo mette in campo non sono cosi facili a cedere alla sconfitta..E poi comunque il grande reset cosa altro e’ se non l’avvento dell era dell’anticristo che profeticamente si deve adempire! E se mai Trump dovesse ritornare al potere, come dicono le profezie bibliche sara l’Europa unita il motore trainante del mondialismo e sicuramente la finanza internazionale spostera la poetnza di fuoco li da dove verra l ‘anticristo o UNO DIO come lo chiama l’ex venerabile gran maestro della massoneria Giuliano Di Bernardo .. https://youtu.be/IIcZcZ2w6hk

    Risposta
    • 1 Giugno 2021 in 17:12
      Permalink

      Si, Enzo ma quando l’Europa spingerà per l’avvento dell’Anticristo, tutto il mondo gli andrà dietro. Questa ancora non sembra essere quell’epoca.

      Risposta
    • 1 Giugno 2021 in 22:02
      Permalink

      L’Europa, tranne la Francia e lo UK, è milotarmente nulla e le Forze US possono senza sparare un colpo ribaltare tutto lo scenario fanta politico che si chiama UE.
      Che poi Biden stia attuando le linee politiche estere, milotari e, obtorto collo, anti covid di Trump lo vede anche un bambino. Inoltre proprio perche lavversario è molto forte che Trump/Q procede con astuzia e prudenza. Vuole evitare il caos che favorirebbe la Cabala.
      Ultimo ma non meno importante: la Russia e una parte di US sono i paesi più autenticamente cristiani oggi.
      I lorp leader continuamente rimandano a citazioni bibliche e invitano alla lreghiera. Si guardino i canali di L. Wood e Flynn per esempio. A Maricopa fanno veglie di preghiera per sostenere le udizioni forensi.
      Grazie Sacchetti

      Risposta
  • 1 Giugno 2021 in 17:18
    Permalink

    Se Dio non esiste, non esiste neanche Satana ed è l’universo che ha creato ogni cosa e di conseguenza anche il tempo e chi crea il tempo non ha nè inizio e nè fine. Prima o poi i popoli terrestri, dovranno essere solo terrestri, per far fronte agli extraterrestri, se non riescono ad estirparsi dall’inconscio, l’istinto di uccidere, che è nato come istinto di sopravvivenza e l’essere umano è il più bravo per questo, visto che la storia dell’umanità, non è altro che la storia delle guerre. Dunque la globalizzazione terrestre, prima o poi, meglio prima che poi, sarà un passaggio obbligato, se dovremo resistere agli extraterrestri, che vorranno fare di noi, quel che noi europei, abbiamo fatto ai nativi americani. La storia avanza come i gamberi una volta in avanti e un’altra volta all’indietro, ma alla fine va sempre avanti, a meno che si fermi per mancanza di esseri umani.

    Risposta
    • 12 Giugno 2021 in 2:29
      Permalink

      non mi è piaciuto questo intervento,mondialismo,extraterrestri ,il mondo che si è creato da solo?SVEGLIAAA!!!

      Risposta
    • 2 Giugno 2021 in 22:38
      Permalink

      Aspettiamo un articolo sulla Bielorussia. E su Putin. Inoltre, Diego Fusaro è convinto che in autunno 2021 saremo ancora in zona rossa. Daranno colpa ai non vaccinati. Probabilmente col rischio di perdere il lavoro. Se dovesse succedere, ci sarà una Rivoluzione. Dice anche che tutti i “dissidenti” saranno silenziati sui social e allontanati. Mi sento di dire che gli Italiani sono stati una grandissima delusione x me: sciocchi, privi di senso critico, volubili all’inverosimile. Mah….

      Risposta
  • 1 Giugno 2021 in 21:41
    Permalink

    Un analisi perfetta. Niente da aggiungere……….. Credo e sono convinto che cosi finira questa storia…. Trump sara di nuovo il Presidente degli USA, no di qella coorporation, ma di Stati Uniti D’America.

    Risposta
    • 2 Giugno 2021 in 17:52
      Permalink

      Io x sensazione vedo un Presidente attuale quasi inesistente, come se nell’aria qualcosa non quadra. Non è come tutti gli altri, con questo a mio parere c’è qualcosa di diverso. Staremo a vedere.

      Risposta
  • 2 Giugno 2021 in 2:48
    Permalink

    Ho rilevato solo una cosa che mi fa sospettare che Sacchetti abbia le sue ragioni:
    relativamente al caso italiano, dove, a causa dell’ignoranza della popolazione, il Great Reset attraverso lo shock del covid-19 a cui fa seguito la campagna vaccinale, sembra un progetto in avanzamento, se indaghiamo le vicende legislative non è così, il potere ha dimostrato evidenti cedimenti. Leggendo la conversione in legge del decreto 44 del primo aprile, si scopre ad un’attenta lettura la non obbligatorietà del personale sanitario di sottoporsi al vaccino, mancanza di obbligo sia fattuale che in termini normativi. Solo il mainstream sostiene certe narrazioni che non trovano però una salda corrispondenza neppure negli atti di governo.
    In realtà, attraverso la partecipazione attiva dei media e quella passiva del cittadino ignorante, si sta spingendo per creare il maggior danno ma non per la vittoria di una guerra, anzi la guerra è già persa e per questo ci si tutela attraverso dispositivi normativi che non possono essere impugnati in giudizio.
    Non ci andranno di mezzo i nostri legislatori o i nostri governanti, bensì qualche gonzo amministratore pubblico e privato che avrà interpretato la legge come i giornalisti la vorrebbero interpretare. Eppure un conto è la interpretazione e un conto è il dettato preciso del dispositivo.
    Persino il Consiglio Europeo si è smarcato su questi temi… Siamo alla ritirata strategica sacrificando al fronte quanti hanno creduto alle promesse di un potere malato.

    Risposta
    • 2 Giugno 2021 in 14:29
      Permalink

      Art. 4

      Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del contagio da
      SARS-CoV-2 mediante previsione di obblighi vaccinali per gli
      esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse
      sanitario

      1. In considerazione della situazione di emergenza epidemiologica
      da SARS-CoV-2, fino alla completa attuazione del piano di cui
      all’articolo 1, comma 457, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, e
      comunque non oltre il 31 dicembre 2021, al fine di tutelare la salute
      pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione
      delle prestazioni di cura e assistenza, gli esercenti le professioni
      sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro
      attivita’ nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e
      socio-assistenziali, pubbliche e private, nelle farmacie,
      parafarmacie e negli studi professionali sono obbligati a sottoporsi
      a vaccinazione gratuita per la prevenzione dell’infezione da
      SARS-CoV-2. La vaccinazione costituisce requisito essenziale per
      l’esercizio della professione e per lo svolgimento delle prestazioni
      lavorative rese dai soggetti obbligati. La vaccinazione e’
      somministrata nel rispetto delle indicazioni fornite dalle regioni,
      dalle province autonome e dalle altre autorita’ sanitarie competenti,
      in conformita’ alle previsioni contenute nel piano.
      2. Solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a
      specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di
      medicina generale, la vaccinazione di cui al comma 1 non e’
      obbligatoria e puo’ essere omessa o differita.
      3. Entro cinque giorni dalla data di entrata in vigore del presente
      decreto, ciascun Ordine professionale territoriale competente
      trasmette l’elenco degli iscritti, con l’indicazione del luogo di
      rispettiva residenza, alla regione o alla provincia autonoma in cui
      ha sede. Entro il medesimo termine i datori di lavoro degli operatori
      di interesse sanitario che svolgono la loro attivita’ nelle strutture
      sanitarie, sociosanitarie, socio-assistenziali, pubbliche o private,
      nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali trasmettono
      l’elenco dei propri dipendenti con tale qualifica, con l’indicazione
      del luogo di rispettiva residenza, alla regione o alla provincia
      autonoma nel cui territorio operano.
      4. Entro dieci giorni dalla data di ricezione degli elenchi di cui
      al comma 3, le regioni e le province autonome, per il tramite dei
      servizi informativi vaccinali, verificano lo stato vaccinale di
      ciascuno dei soggetti rientranti negli elenchi. Quando dai sistemi
      informativi vaccinali a disposizione della regione e della provincia
      autonoma non risulta l’effettuazione della vaccinazione anti
      SARS-CoV-2 o la presentazione della richiesta di vaccinazione nelle
      modalita’ stabilite nell’ambito della campagna vaccinale in atto, la
      regione o la provincia autonoma, nel rispetto delle disposizioni in
      materia di protezione dei dati personali, segnala immediatamente
      all’azienda sanitaria locale di residenza i nominativi dei soggetti
      che non risultano vaccinati.
      5. Ricevuta la segnalazione di cui al comma 4, l’azienda sanitaria
      locale di residenza invita l’interessato a produrre, entro cinque
      giorni dalla ricezione dell’invito, la documentazione comprovante
      l’effettuazione della vaccinazione, l’omissione o il differimento
      della stessa ai sensi del comma 2, ovvero la presentazione della
      richiesta di vaccinazione o l’insussistenza dei presupposti per
      l’obbligo vaccinale di cui al comma 1. In caso di mancata
      presentazione della documentazione di cui al primo periodo, l’azienda
      sanitaria locale, successivamente alla scadenza del predetto termine
      di cinque giorni, senza ritardo, invita formalmente l’interessato a
      sottoporsi alla somministrazione del vaccino anti SARS-CoV-2,
      indicando le modalita’ e i termini entro i quali adempiere
      all’obbligo di cui al comma 1. In caso di presentazione di
      documentazione attestante la richiesta di vaccinazione, l’azienda
      sanitaria locale invita l’interessato a trasmettere immediatamente e
      comunque non oltre tre giorni dalla somministrazione, la
      certificazione attestante l’adempimento all’obbligo vaccinale.
      6. Decorsi i termini di cui al comma 5, l’azienda sanitaria locale
      competente accerta l’inosservanza dell’obbligo vaccinale e, previa
      acquisizione delle ulteriori eventuali informazioni presso le
      autorita’ competenti, ne da’ immediata comunicazione scritta
      all’interessato, al datore di lavoro e all’Ordine professionale di
      appartenenza. L’adozione dell’atto di accertamento da parte
      dell’azienda sanitaria locale determina la sospensione dal diritto di
      svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali
      o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del
      contagio da SARS-CoV-2.
      7. La sospensione di cui al comma 6, e’ comunicata immediatamente
      all’interessato dall’Ordine professionale di appartenenza.
      8. Ricevuta la comunicazione di cui al comma 6, il datore di lavoro
      adibisce il lavoratore, ove possibile, a mansioni, anche inferiori,
      diverse da quelle indicate al comma 6, con il trattamento
      corrispondente alle mansioni esercitate, e che, comunque, non
      implicano rischi di diffusione del contagio. Quando l’assegnazione a
      mansioni diverse non e’ possibile, per il periodo di sospensione di
      cui al comma 9, non e’ dovuta la retribuzione, altro compenso o
      emolumento, comunque denominato.
      9. La sospensione di cui al comma 6 mantiene efficacia fino
      all’assolvimento dell’obbligo vaccinale o, in mancanza, fino al
      completamento del piano vaccinale nazionale e comunque non oltre il
      31 dicembre 2021.
      10. Salvo in ogni caso il disposto dell’articolo 26, commi 2 e
      2-bis, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con
      modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, per il periodo in
      cui la vaccinazione di cui al comma 1 e’ omessa o differita e
      comunque non oltre il 31 dicembre 2021, il datore di lavoro adibisce
      i soggetti di cui al comma 2 a mansioni anche diverse, senza
      decurtazione della retribuzione, in modo da evitare il rischio di
      diffusione del contagio da SARS-CoV-2.
      11. Per il medesimo periodo di cui al comma 10, al fine di
      contenere il rischio di contagio, nell’esercizio dell’attivita’
      libero-professionale, i soggetti di cui al comma 2 adottano le misure
      di prevenzione igienico-sanitarie indicate dallo specifico protocollo
      di sicurezza adottato con decreto del Ministro della salute, di
      concerto con i Ministri della giustizia e del lavoro e delle
      politiche sociali, entro venti giorni dalla data di entrata in vigore
      del presente decreto.
      12. Dall’attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi
      o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

      https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/04/01/21G00056/sg

      Risposta
    • 3 Giugno 2021 in 0:22
      Permalink

      Scusami….puoi evidenziarci il punto specifico che come dici tu necessita di un attenta lettura? Grazie mille!

      Risposta
      • 4 Giugno 2021 in 2:00
        Permalink

        “5. Ricevuta la segnalazione di cui al comma 4, l’azienda sanitaria
        locale di residenza invita l’interessato a produrre, entro cinque
        giorni dalla ricezione dell’invito, la documentazione comprovante
        l’effettuazione della vaccinazione” ci sono vari punti, ma questo mi sembra fondamentale…”l’azienda sanitaria locale di residenza invita” invita non obbliga…non possono per la legge sulla privacy..in sostanza sei “obbligato” a vaccinarti ma non possono controllare se lo hai fatto quindi ti invitano a mandare i documenti che lo dimostrano…

        Risposta
        • 6 Giugno 2021 in 15:13
          Permalink

          6. Decorsi i termini di cui al comma 5, l’azienda sanitaria locale
          competente accerta l’inosservanza dell’obbligo vaccinale e, previa
          acquisizione delle ulteriori eventuali informazioni presso le
          autorita’ competenti, ne da’ immediata comunicazione scritta
          all’interessato, al datore di lavoro e all’Ordine professionale di
          appartenenza. L’adozione dell’atto di accertamento da parte
          dell’azienda sanitaria locale determina la sospensione dal diritto di
          svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali
          o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del
          contagio da SARS-CoV-2.

          Bastava andare avanti un po’. Prima “invita”, poi “accerta” e l’adozione dell’atto di accertamento
          “determina la sospensione dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali
          o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio da SARS-CoV-2.”

          Che cosa rischi di diffondere il contagio lo decidono loro.

          Risposta
    • 10 Giugno 2021 in 7:31
      Permalink

      Pienamente d’accordo, l’obbligo vaccinale per il personale sanitario e’ presente solo nelle menti obnubilate dei conformisti ad oltranza, non certo nella forza di legge che non esiste in quanto tale in questo caso.
      Non stupisce però, vista la tenacia e persino la ferocia con cui i vaccinati insistono con tutti gli altri affinché anche loro si facciano inoculare il veleno. Costoro, il gregge della famosa finta immunità, hanno disperato bisogno di conferme alla loro idiozia e pretendono che tutti vadano loro dietro verso il macello senza fiatare.

      Hanno fatto tutti male i loro conti.
      All’appello “vaccinale” mancano ben 4 milioni di 60enni, il che vuol dire che tutti scemi non siamo, e nemmeno abbiamo tutta questa fretta di incontrare il Creatore.
      Ergo, vale il solito vecchio detto “chi è causa del suo mal pianga se stesso”.

      Risposta
  • 2 Giugno 2021 in 6:35
    Permalink

    E L’AGENTE DI SATANA IN VATICANO? FINIAMO IL LAVORO E ANDIAMOLO A PRENDERE.

    Risposta
  • 4 Giugno 2021 in 9:31
    Permalink

    Caro Sig. Sacchetti, ogni tanto la perdiamo di vista, ma quando riappare ci ripaga dell’attesa

    Risposta
  • 5 Giugno 2021 in 10:50
    Permalink

    Buongiorno. L’articolo è interessante, tuttavia le persone dovrebbero rendersi conto che qui siamo alla fine dei tempi. Non si tratta più di sperare in una “restaurazione della civiltà” su questo mondo, ma di prepararsi al Giudizio di Dio: è necessario professare la tradizionale fede cattolica per conseguire la Salvezza. Stiamo assistendo alla fase finale della grande apostasia. La “chiesa” post-concilio Vaticano 2° NON è la Chiesa Cattolica ma la contro-chiesa apostata della fine dei tempi. Il seggio di San Pietro è vacante dal 1958. La vera Chiesa Cattolica è presente oggi nella forma di un remnant di cattolici tradizionalisti che professano la vera fede. Esorto a visitare il sito http://www.mostholyfamilymonastery.com che contiene informazioni cruciali sulla tradizionale e autentica fede cattolica e sulla fine dei tempi.

    Risposta
    • 5 Giugno 2021 in 20:20
      Permalink

      Bravo Andrea, concordo pienamente. Il seggio è vacante dal 1958, la gerarchia attuale è usurpatrice e abusiva, oltre che satanista fin nelle midolla. Questa controchiesa luciferina è destinata a fare una gran brutta fine; prima sarà e meglio sarà. Christus Vincit!

      Risposta
  • 5 Giugno 2021 in 22:17
    Permalink

    sono successe molte cose negli ultimi mesi e il riconteggio dei voti in Arizona ne è la prova. Solo che mi sembra che Trump abbia perso troppo tempo per riprendersi la presidenza che gli è stata grossolonamente rubata dai democratici. Spero quindi in un rush finale a breve da parte di Donald in modo che possa riprendere in mano una situazione mondiale molto deteriorata in quanto abbiamo bisogno di una mano forte per poter riprendere la vita normale che ci è stata scippata da molti mesi con la scusa del vocid

    Risposta
  • 6 Giugno 2021 in 0:44
    Permalink

    Ho mandato questo articolo a Roberto Mazzoni, suo collega che trasmette attraverso il suo sito http://www.mazzoninews.com dalla Florida. Si ha la sensazione che ci sia qualcosa che si muove. I Governatori degli Stati Repubblicani che hanno detto no al Green Pass e alle mascherine. E soprattutto la Legge dello Stato della Florida contro le Big Tech. La fuga di quasi 4 milioni di americani dagli Stati a guida democratica verso quelli Repubblicani, Florida e Texas in testa. Fuga da New York come nel film. Poi la clamorosa inversione a U sulla Cina di questi giorni con un Biden e un Fauci che hanno cambiato totalmente opinione.

    Risposta
  • 6 Giugno 2021 in 21:02
    Permalink

    Riprendo un attimo quanto detto prima a proposito di vaccinazione:….prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali…L’utilizzo dei D.P.I. ai sensi del D.lgs. 81 e successive modifiche non suggerisce nulla, per evitare i contatti? E qualora anche ci fosse la comunicazione da Ats, deve essere inoltrata all’operatore sanitario solo via pec o posta raccomandata, ma la legge parla solo di comunicazione.
    Per il resto, concordo con questo bellissimo articolo del dott. Sacchetti e aggiungo che sono andato anch’io a leggere in questi giorni il sito real raw news, che è certamente interessante, e da’ delle notizie importanti, ma anche sconcertanti: cosa ne pensa dott. Sacchetti? Grazie

    Risposta
    • 6 Giugno 2021 in 21:16
      Permalink

      Salve Giorgio, grazie per gli apprezzamenti. Su Real Raw News non ho una risposta definitiva. Sembra che abbia delle fonti vicine a Trump ma non se tutto quello che scrive dei processi a Guantanamo sia vero.

      Risposta
      • 7 Giugno 2021 in 0:08
        Permalink

        Perchè tutto quello che scrivi tu è vero?

        Risposta
        • 7 Giugno 2021 in 8:49
          Permalink

          Io metto insieme i fatti e faccio le mie analisi. Mai detto di essere il verbo. Non si capisce bene che c’entri questo commento nella mia risposta a Giorgio, ma è evidente che sei qui per provocare e disturbare. Non per discutere.

          Risposta
  • 8 Giugno 2021 in 16:09
    Permalink

    Sembra tutto un film ma purtroppo è la verità.

    Risposta
  • 10 Giugno 2021 in 22:35
    Permalink

    Cesare spero che sia giusto quello che scrivi: preferivo sicuramente Trump a Biden, nonostante fosse evidente che anche alle sue spalle ci sono grandi poteri economico-finanziari (Black Rock per dirne uno).
    Poi ho ascoltato questa intervista a Franco Fracassi (sul suo ultimo libro “I misteri di Wuan”) ed anche Trump e la sua famiglia sembra che abbiano un po’ di scheletri nell’armadio:
    https://www.youtube.com/watch?v=GIg–Wkv6Bs

    direi che o c’è un bel risveglio di coscienze collettivo, un salto evolutivo diceva Aurobindo, o siamo comunque nella m…a se continuiamo ad aspettare la soluzione da un qualunque leader.
    E’ la prima volta che capito sul tuo blog ( c’era il link su Spazio Tesla) e perdonami il “tu” ma credo che le formalità siano veramente inutili.
    Grazie comunque per le informazioni

    Risposta

lascia un commento