Donald Trump si è arreso o ha messo a segno la più geniale delle trappole contro il mondialismo?

di Cesare Sacchetti

La prima reazione che ha investito molte persone il giorno in cui Donald Trump ha salito i gradini dell’Air Force One è stata quella di amara delusione e cocente frustrazione.

Non sono stati in pochi a pensare, e ancora non sono in pochi a pensarlo, che il presidente degli Stati Uniti si sia in qualche modo arreso.

Altri ancora sono arrivati a pensare che Trump non sia stato altro che un uomo del sistema fin dal principio piazzato lì dalle grandi élite per impedire un qualche tipo di cambiamento.

Sostanzialmente, al momento ci sono tre ipotesi principali: la prima già citata descrive Trump come un cosiddetto gatekeeper, il termine anglosassone con il quale si definisce una falsa opposizione costruita dal sistema stesso, come in Italia lo sono stati il M5S prima e la Lega di Salvini poi; la seconda è che Trump si sia consegnato e abbia in qualche modo trattato una sorta di resa segreta con le élite mondialiste che lo hanno perseguitato prima ancora dell’inizio del suo mandato; la terza è quella che invece ritiene che Trump abbia congegnato una trappola ancora più sofisticata e letale di quello che si poteva immaginare allo stato profondo di Washington.

Prima di tutto, è necessario soffermarsi un momento sulla prima ipotesi.

Chi sostiene questa opzione sostanzialmente crede che Trump sia stato un uomo del sistema sin dal principio.



Se si guarda a quanto accaduto negli ultimi quattro anni, si può facilmente scartare del tutto questa ipotesi.

Non c’è mai stato infatti nella storia degli Stati Uniti una guerra come quella che il potere di Washington ha dichiarato a Donald Trump.

La guerra era già iniziata prima ancora che Trump mettesse piede alla Casa Bianca, quando nel 2016 l’allora presidente Obama autorizzò lo spionaggio illegale nei confronti dell’allora candidato repubblicano nel tentativo di associarlo falsamente alla Russia.

La bufala del Russiagate, nota poi con il nome più appropriato di Obamagate o Spygate, è stata di fatto la più grande operazione di sabotaggio politico mai realizzata dall’apparato di potere eversivo di Washington contro un candidato alle presidenziali.

È stata una operazione che avrebbe visto anche il coinvolgimento dell’Italia, sotto i governi Renzi e Gentiloni, che avrebbe messo a disposizione il suo apparato di intelligence pur di accostare falsamente Trump alla Russia.

La guerra a Trump del sistema non si è fermata qui. Per quattro lunghi anni l’establishment ha cercato di rovesciare la sua presidenza in ogni modo.

Nancy Pelosi, la presidente democratica della Camera dei Rappresentanti, ha dato vita ad una messa in stato di accusa – naufragata poi rovinosamente al Senato – completamente infondata e ben oltre il perimetro della Costituzione americana.




Sono stati poi messi in atto almeno due attentati contro la vita del Presidente, quando prima un misterioso cecchino ha sparato contro la squadra di elicotteri che scorta il comandante in capo, e poi un drone che è riuscito inspiegabilmente ad avvicinarsi all’aereo presidenziale che per poco non è stato colpito.

La guerra è andata avanti. A novembre si è consumata la più grande frode elettorale della storia d’America e del mondo. Il 6 gennaio il Congresso invece di rifiutarsi di certificare una elezione illegale ha posto il suo marchio d’infamia nella partecipazione al colpo di Stato contro il presidente in carica.

Il cosiddetto gatekeeper non riceve mai un trattamento del genere. La falsa opposizione viene aiutata dal sistema ad entrare nella scena politica. Non le viene fatta la guerra né tantomeno si cerca di eliminarla in ogni modo, politicamente e fisicamente.

Dunque, no. L’ipotesi del falso movimento antisistema va eliminata anche alla luce delle politiche fatte da Trump fondate sulla dottrina di “Prima l’America” che ha separato gli Stati Uniti dal globalismo.

Trump ha tradito oppure ha messo a segno un colpo da maestro contro il mondialismo?

Restano due opzioni. La seconda che vede Trump nei panni di un traditore che ha rinunciato alla sua battaglia contro il Nuovo Ordine Mondiale, e che in qualche modo appare certamente più coerente della prima, seppure anche questa seconda ipotesi presenta delle incongruenze sostanziali.

Se Trump ha effettivamente abbandonato la partita e firmato la resa al globalismo, perché prima di andare via ha declassificato dei documenti micidiali che delegittimano completamente il suo avversario Biden, descritto come un fantoccio della Cina e di altre lobby straniere?

Soprattutto perché il presidente dichiara lo stato di emergenza in alcuni stati per calamità atmosferiche avvenute mesi prima per poi ordinare, come confermato da diverse fonti vicini ai militari, la militarizzazione di Washington DC?

E infine, se Trump è davvero un traditore che si è arreso al mondialismo e non è più in grado di nuocere, perché il sistema politico cerca incredibilmente di procedere ad una messa in stato di accusa contro di lui, quando ormai Trump ufficialmente si sarebbe ritirato in Florida a godersi la sua vita da pensionato?

Prima di analizzare questo scenario, occorre però prendere in considerazione il cosiddetto kraken, il mostro mitologico citato più volte dall’avvocato Powell nei mesi scorsi.

Questa metafora è stata utilizzata più volte ampiamente da uomini che sono molto vicini al Presidente, tra i quali la stessa Powell e l’avvocato Lin Wood, per descrivere la presentazione delle prove sulla frode elettorale, così rilevanti e decisive da mettere fine una volta per tutte al broglio.

Tutti quanti, compreso chi scrive, si aspettavano un qualche colpo di scena clamoroso che portasse alla fine definitiva della frode elettorale in corso.

In un certo senso, il kraken è stato rilasciato ma nessuna corte negli USA ha voluto prenderlo in esame.

Allo stesso modo, anche l’ingerenza straniera, soprattutto quella della Cina e dell’Italia, nelle elezioni americane era ed è tuttora un kraken devastante in grado di smascherare definitivamente la frode.

Questa opzione però, come è stato già raccontato in precedenza, è stata disinnescata dalla comunità dell’intelligence americana che non ha presentato un rapporto chiaro ed univoco sulle manipolazioni dei governi stranieri nelle elezioni USA.

Scartata anche questa soluzione, non sembravano che restare altre due vie: l’attivazione della legge contro le insurrezioni e l’esecuzione della legge marziale.

Entrambe queste soluzioni prevedevano il passaggio di poteri alle forze armate e l’instaurazione di un governo militare che avrebbe avuto il potere ad interim fino a quando non sarebbe stato sventato il piano eversivo per rovesciare il vero vincitore delle elezioni, il presidente Donald Trump.

Ora però si provi ad immaginare cosa avrebbe comportato la dichiarazione ufficiale di Trump di queste decisioni.

I media di regime nelle mani dei grandi gruppi finanziari e industriali avrebbero definito Trump come un golpista e avrebbero apertamente incoraggiato la sua rimozione o eliminazione fisica.

Il partito democratico avrebbe con ogni probabilità messo in atto la secessione dello stato di New York e della California, e i disordini per le strade sarebbero stati incontenibili.

L’America sarebbe piombata in una spirale di violenza e caos devastante tale da scatenare una guerra civile potenzialmente ancora più devastante di quella combattuta ai tempi di Lincoln, un altro presidente che si oppose strenuamente alla famiglia dei Rothschild che voleva già allora il controllo totale degli Stati Uniti.

Se si guarda all’infiltrazione della massoneria e dei poteri mondialisti in ogni singola istituzione americana questa strada sembrava essere l’unica percorribile.

Il conflitto armato appariva in effetti l’unico modo per sradicare in qualche modo l’eversione penetrata ad ogni livello negli Stati Uniti.

Trump però potrebbe aver elaborato una strategia ancora più raffinata e persino più efficace. Fare ciò che era necessario fare senza però alcun annuncio ufficiale ricorrendo ad una tecnica molto utilizzata dai suoi stessi nemici.

Una delle strategie preferite del Nuovo Ordine Mondiale infatti è quella di mettere sotto gli occhi del pubblico inconsapevole ciò che è l’obbiettivo finale di questa cabala, ovvero il governo unico mondiale.

Per poter preparare e indottrinare l’opinione pubblica a questo scenario, le élite globaliste hanno finanziato una quantità sterminata di seminari, libri, film, riviste e giornali per presentare il governo mondiale come l’unica soluzione per il futuro del mondo e dell’umanità.

In altre parole, il mondialismo negli ultimi decenni ha praticamente messo in bella vista ciò che aveva intenzione di fare.

Le masse o non se ne sono minimamente accorte oppure non hanno preso minimamente sul serio ciò che il sistema gli stava annunciando, probabilmente perché tutti quanti pensano che ciò che accadrà non riguarderà in qualche modo direttamente loro, ma le generazioni che verranno molto dopo.

Trump ha dato il potere ai militari in bella vista senza annunci ufficiali

Trump dunque potrebbe aver paradossalmente usato la strategia del mondialismo contro il mondialismo stesso.

Ha consegnato il potere ai militari in bella vista, facendo circondare Washington dalla Guardia Nazionale prima di andare via, ma il sistema non può dirgli nulla perché ufficialmente questo non è avvenuto, e Trump ormai vive in Florida nella sua villa a Mar-a-Lago.

È un capolavoro di strategia scacchistica che può apparire difficile da credere in un primo momento, ma non lo è se si prendono in considerazione alcuni altri importanti elementi che si vedranno successivamente.

Per comprendere meglio i piani sui quali si sta combattendo questa battaglia, è utile ricordare una metafora citata in un libro di Daniel Estulin, “Il Gruppo Bilderberg”, nel quale l’autore descriveva come esistano due mondi sostanzialmente.

In un mondo, quello della superficie, vive la quasi totalità della popolazione che considera realtà solo la falsa realtà dei media.

In profondità, esiste un altro mondo che è quello sotterraneo dove poteri come i servizi segreti dei vari governi fedeli all’agenda globalista si scontrano con altri poteri di governi che si oppongono e si sono opposti a questa agenda.

È esattamente la stessa metafora del film “Matrix” che mostra appunto come le dinamiche del mondo sotterraneo influenzino e governino inevitabilmente la realtà del mondo superficiale.

Il secondo esiste per preservare l’esistenza del primo. Le masse dunque devono continuare a non sapere.

Trump e l’apparato militare che lo sostiene sono perfettamente consci di queste dinamiche e combattono la battaglia sui due livelli.

Il colpo da maestro è stato quello di applicare l’arte della guerra che è tutta basata sull’inganno come insegna Sun Tzu.

Occorreva, in altre parole, recitare pubblicamente la parte del perdente per poter ingannare il sistema e far apparire  Trump come qualcuno che si è arreso prima di salire sull’Air Force One, quando consegnava di fatto il potere ai militari esattamente come era necessario fare.

In superficie si mostrava una illusione, mentre sotto nella profondità si assestava un colpo devastante, forse letale, al sistema.

Nei documenti del Congresso si trovano già potenziali riscontri di un’effettiva attivazione della legge contro le insurrezioni.

Se non si crede nemmeno a questi documenti, si guardi allora alla crescente militarizzazione di Washington DC che invece di arrestarsi, continua.

Alcuni senatori repubblicani si sono chiesti il perché di questa decisione, così com’è è lecito chiedersi perché mai Joe Biden, se è davvero il comandante in capo, non ordini il ritiro di questi militari la cui presenza non ha alcun senso se davvero Biden è diventato presidente.

Allo stesso modo, se Biden ha il pieno controllo dell’apparato militare perché il Pentagono si rifiuta di mostrargli documenti riservati sulle missioni militari in corso degli USA?

Lo stesso Pentagono ieri è tornato di nuovo incredibilmente a disapplicare le disposizioni del suo presunto comandante in capo riguardo alla somministrazione dei vaccini ai terroristi di Guantánamo.

Sono anche altre le anomalie che circondano questa cosiddetta amministrazione Biden. È stato accertato da immagini e video autentici che nelle ultime dieci notti la Casa Bianca è rimasta al buio.

L’edificio più sicuro al mondo e che in base a protocolli minimi di sicurezza non può restare senza luce, è avvolto dall’oscurità, anche di giorno.

Tutto questo è senza precedenti e nessuno ha fornito una spiegazione ufficiale al riguardo. Le anomalie però non sono finite.

Quando diverse persone hanno chiamato la Casa Bianca per informazioni in orario d’ufficio ha risposto loro una voce registrata che riferiva che l’edificio era chiuso.

In altre occasioni, qualcuno ha risposto e ha invece detto che non c’era personale a disposizione per prendere in esame delle normali pratiche amministrative.

La Casa del presidente degli Stati Uniti dunque non sembra funzionare. Ad oggi, Joe Biden non si è ancora nemmeno presentato nella sala stampa ufficiale della Casa Bianca e l’addetto stampa Jen Psaki, non ha idea di dove sia il presidente né quando si presenterà a rispondere alle domande dei giornalisti.

A questo punto, ci si chiede se Biden sia davvero il presidente degli Stati Uniti oppure solo un fantoccio che sta recitando una parte per il semplice fatto che non può fare altrimenti vista la quantità enorme di prove che Trump ha contro di lui e la sua famiglia invischiata in giri di pedofilia e nelle mani della Cina comunista.

Più passano i giorni, e più sembra prendere sostanza questa seconda ipotesi.

In altre parole, la cosiddetta amministrazione Biden non sarebbe altro che una enorme messinscena, una operazione di demolizione controllata del deep state che durerebbe poco tempo per poter poi riconsegnare ufficialmente a Trump la presidenza degli Stati Uniti.

Se questo scenario fosse confermato, si sarebbe messa in essere una strategia persino più letale di quelle partorite da Sun Tzu. Trump starebbe usando i suoi stessi nemici per arrivare al suo scopo finale.

Tornare presidente degli Stati Uniti senza però sparare un singolo colpo né tantomeno scatenare una guerra civile che avrebbe trascinato l’America nel caos e nella violenza completa.

Ha circondato i suoi avversari a Washington DC mettendogli intorno delle recinzioni sorvegliate dai militari giorno e notte.

In pratica, Trump avrebbe in qualche modo chiuso dentro il cosiddetto deep state.

I suoi avversari sembrano averlo capito perfettamente e danno chiari segni di panico. Pam Keith, già candidata democratica e fanatica globalista ha chiesto apertamente di arrestare il presidente perché nella sua residenza di Mar-a-Lago ci sarebbe di fatto un governo ombra in grado di controllare davvero l’America.

Ed è effettivamente così, perché Trump ha già allestito in Florida un governo parallelo a tutti gli effetti dando vita all’ufficio dell’ex presidente.

Una volta giunta a conclusione l’operazione militare e con la conseguente caduta dell’amministrazione fantoccio di Biden che verrebbe dichiarata ufficialmente illegittima, non ci sono virtualmente più ostacoli per Trump per tornare presidente.

GameStop fa parte dell’operazione di demolizione controllata del sistema

Se si hanno dei dubbi riguardo a questo scenario, si prenda in considerazione anche questo altro elemento.

Se davvero Biden è presidente e non c’è più nulla che possa fermarlo, perché non appena è iniziata la sua amministrazione è partito un attacco senza precedenti ad uno dei pilastri portanti delle lobby globaliste e del potere di Washington, ovvero la finanza di Wall Street.

Il caso GameStop appare infatti difficilmente essere solamente il risultato di pochi piccoli investitori che si riuniscono su Reddit e decidono di assestare un colpo tremendo alla finanza di New York, senza qualcuno che abbia dato loro delle informazioni dall’interno su come e quando colpire.

Il massacro di Wall Street appare essere infatti un’operazione congegnata per mandare in bancarotta la finanza speculativa che da sempre finanzia la politica di Washington.

L’attacco ai fondi speculativi di New York è anche un attacco alla Cina comunista che ha investito miliardi di dollari negli ultimi anni in queste società.

Nessuno però può ufficialmente imputare a Trump tutto questo perché l’ex (?) presidente se ne sta tranquillo in Florida.

Il colpo di genio di questa strategia pertanto è quello di portare al fallimento il sistema standone fuori e servendosi di un’amministrazione nemica non riconosciuta dai militari per arrivare all’obbiettivo.

Una volta portata a termine la demolizione dell’apparato eversivo di Washington, allora si può tornare al potere in veste ufficiale.

Tutto questo senza nessun rumore. Senza nemmeno uno sparo.

Quella che sembrava essere una tremenda sconfitta potrebbe rivelarsi la più grande vittoria di tutti i tempi.

Quello che sembrava il trionfo del mondialismo potrebbe rivelarsi il suo definitivo fallimento.

Questo blog si sostiene con il contributo dei lettori. Se vuoi aiutare anche tu la libera informazione, clicca qui sotto.

https://www.paypal.me/CesareSacchetti

133 thoughts on “Donald Trump si è arreso o ha messo a segno la più geniale delle trappole contro il mondialismo?

  • 1 Febbraio 2021 in 11:47
    Permalink

    Bravo, gran bell’articolo, ottimi spunti di riflessione e descrizioni da best seller, pur tenendo rilassato il lettore su una trama frenetica e misteriosa. Ottimo.

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 12:26
      Permalink

      La realtà in questo caso supera la fantasia. Sempre viva Trump.

      Risposta
        • 3 Febbraio 2021 in 8:18
          Permalink

          Grazie di questo articolo 1 approfondimento d’ ispirazione.

          Massimiliano

          Risposta
          • 10 Febbraio 2021 in 9:57
            Permalink

            Sono d’accordo al 99%, il Deep state ci lascia usare internet e ci lascia, o non riesce ad impedire, che un Trump in probabile buona fede metta i bastoni fra le ruote. Perché? Ora lo sappiamo che sono disposti e attrezzati per ogni genere di truffa. Invece di rubare le elezioni, con le stesse risorse, potevano sparare fango e montare processi su Trump finché il tarlo del dubbio non avesse intaccato tutti. E a quel punto far uscire un giovane repubblicano. Game over per Trump.

            Il problema è che nel gioco delle parti:
            1. Rimaniamo comunque pecore perché in perenne attesa dell’uomo forte che risolva i problemi
            2. Rimaniamo comunque a discutere su chi comanda senza soffermarci sul come riguadagnare indipendenza. Signoraggio, credito come cancro dell’economia, interdipendenza economica e proprietà delle infrastrutture, influenza di attori potentissimi come Cina e Islam sui non proprio angioletti angloamericani… Il mio consiglio è, indipendentemente da come sta sceneggiata va a finire, fare rete e imparare a vivere con meno Stato possibile.

        • 3 Febbraio 2021 in 23:32
          Permalink

          Il Presidente TRUMP E Geniale Ricordate ??❤️?❤️

          Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 15:18
        Permalink

        La tua analisi é brillante! E resto in attesa degli sviluppi di questo maestro degli scacchi!!
        Grandissimo Trump!!!

        Risposta
        • 2 Febbraio 2021 in 17:23
          Permalink

          Splendido articolo!! La conferma è molto vicina , attendiamo l’esito di una guerra epocale … anche se tutto apparentemente celato da tutti i mass media. Bravo !

          Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 19:44
        Permalink

        Tutto molto bello e ben scritto, come sempre. Mi chiedo però, come si spiega l’assidua frequentazione di Epstein da parte di Trump?

        Risposta
        • 1 Febbraio 2021 in 19:56
          Permalink

          Trump buttò fuori Epstein da uno dei suoi locali in Florida quando lo sorprese a molestare una minorenne. Ha anche successivamente aiutato la magistratura nelle inchieste contro Epstein.

          Risposta
        • 2 Febbraio 2021 in 2:17
          Permalink

          credo puoi avere amici senza conoscerli a fondo, d’altronde al mondo non esiste persona che sa completamente tutto dell’altra ??‍♂️

          Risposta
        • 2 Febbraio 2021 in 9:39
          Permalink

          Perché il nemico va tenuto ancora più vicino ?

          Risposta
        • 2 Febbraio 2021 in 22:57
          Permalink

          Uno SPLENDIDO articolo dell’ottimo Cesare Sacchetti, che secondo me aiuta a dirimere la matassa!! Mi sembra evidente che la realtà, in questo caso, supera la fantasia!!!

          Risposta
      • 2 Febbraio 2021 in 1:02
        Permalink

        Bravo analisi perfetta, la terza ipotesi assolutamente plausibile visti la passione e il carattere combattivo di Trump. Appariva sereno e sicuro. Avanti tutta con Trump
        L’ho sempre pensato seguendo il suo operato coerente e coraggioso.

        Risposta
      • 4 Febbraio 2021 in 22:25
        Permalink

        Salve per primo mi complimento per gli articoli..ho solo due domande(direttamente all’autore):ma Putin??non mi è chiaro il suo ruolo,la seconda:ma in Italia chi rema contro l’elité di “famoso”??Grazie per la vostra luce!!!

        Risposta
      • 10 Febbraio 2021 in 17:55
        Permalink

        Semplicemente chiaro e meraviglioso.

        Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 13:32
      Permalink

      Bellissimo articolo bravoooooo

      Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 15:40
        Permalink

        Donald Trump ha messo a segno la più geniale strategia delle trappole contro il mondialismo.

        Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 19:10
        Permalink

        Sun Tzu e l’Arte della Guerra, certamente Trump lo ha letto.
        Biden no di sicuro ?

        Risposta
    • 2 Febbraio 2021 in 10:08
      Permalink

      Grazie mille per questo articolo, speriamo si avveri tutto questo.

      Risposta
    • 2 Febbraio 2021 in 11:24
      Permalink

      Si… Ma senza la bancarotta della U. S. Corporation attivata nel maggio scorso non potrebbe fare niente…

      Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 12:36
    Permalink

    Prof. Sacchetti,
    ancora una volta uno splendido articolo!
    Complimenti per la sua capacità di analisi e per l’abilità di mettere insieme i pezzi di un puzzle alquanto complesso.
    Mais tout se tient. Bravo!

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 12:45
    Permalink

    Ottimo articolo. Aspettiamo con fiducia.

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 14:39
      Permalink

      Articolo chiaro ed equilibrato, complimenti!

      Risposta
      • 2 Febbraio 2021 in 1:31
        Permalink

        Grande articolo, grande lavoro.

        Geniale Trump ! Resto in attesa degli sviluppi
        Gloria a Dio ?❤ e a Trump.❤

        Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 13:18
    Permalink

    C’è stata anche la mossa straordinaria di mettere in liquidazione la Corporazione degli Stati Uniti che è stata, secondo me il vero colpo al Deep State di Trump e poi anche le rivolte che ogni notte vengono inscenata dai vari gruppi pagati per fare casino se prima erano utili per affossare l’amministrazione Trump ora aiutano lo stesso Trump a dimostrare che la colpa di quei movimenti fuori controllo non era la sua.

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 13:25
    Permalink

    I prossimi eventi diranno se Lei ha ragione. Gli states hanno un presidente ed un vicepresidente, se salta biden per scandali subentra la vice. E cosi’ a catena. Vedo difficile che Trump possa riprendersi il potere senza nuove elezioni, invalidando le ultime farlocche. Spero riesca a farlo ed a distruggere il deep state americano. In tutti i casi dovranno fare i conti con lui ancora per un po’ di tempo..

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 18:02
      Permalink

      Ma basta suvvia. Basta aspettare il salvatore Trump, se avesse potuto e voluto avrebbe già parlato. Basta parliamo invece di come difenderci quando imporranno il reddito universale di base, cose pratiche e reali.

      Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 18:32
        Permalink

        Ok. Dicci tu come fare.

        Risposta
        • 3 Febbraio 2021 in 12:28
          Permalink

          @ Cesare Sacchetti

          Scusa, puoi confermare che i militari americani usano andare in giro con mezzi civili anziché militari?
          Per quale motivo?
          Non vogliono spaventare i cittadini?
          Non sono ironico, devo capire questa cosa perché altrimenti vale tutto e il contrario di tutto quando uno spera ardentemente nel ribaltamento della situazione.

          In quanto all’hotel Hyatt la costruzione è uguale in tutte le città d’America e nel video la sagoma del Campidoglio non si vede, almeno io non la vedo, e ho zoomato parecchio.

          Poi fate come vi pare, ma a questo punto per me è tutto uno show, attendo smentite corpose e questo video non lo è affatto.

          Risposta
          • 3 Febbraio 2021 in 14:40
            Permalink

            Quasi tutta la guardia nazionale che vedi a Washington è stata portata lì con i pullman. Evidentemente è più pratico così perché trasportano più persone. Per il resto, quel video è stato girato a Washington, come già detto.

      • 1 Febbraio 2021 in 19:45
        Permalink

        OK Andrea sali su quella cassetta di legno ed elencaci il tuo piano, sembra che tu abbia capito come stanno le cose, mettici al corrente.

        Risposta
        • 2 Febbraio 2021 in 21:26
          Permalink

          Buonasera … sono stato multato ..per il momento… perche’ non porto al mascherina c’e’ un Avvocato che prende le mie difese? .Grazie

          Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 13:34
    Permalink

    La Lega di Salvini sarebbe una finta opposizione? Quindi il Prof. Bagnai farebbe parte di un partito messo in piedi dal sistema?
    E per curiosità, quale sarebbe la vera opposizione?

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 13:50
      Permalink

      Non c’è una vera opposizione. E la risposta è sì. La Lega è chiaramente un partito di sistema. Invece di fare opposizione ha aiutato la dittatura che si è instaurata in Italia. Le prove sono lampanti, per chi vuole vederle.

      Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 17:30
        Permalink

        Infatti il deep state non ha fatto nulla per ostacolarne l’ascesa: non ha condannato il partito per i 49 milioni, non ha messo sotto inchiesta Salvini, ha favorito le elezioni quando la Lega è stata in vantaggio…siete una contraddizione unica

        Risposta
        • 1 Febbraio 2021 in 18:24
          Permalink

          Il processo a Salvini è una buffonata e lo sanno tutti. Persino il PM ha chiesto l’archiviazione perché non esiste reato. Serve per continuare a vendere la balla di Salvini in lotta contro il sistema. Che vuol dire “ha favorito le elezioni”? Se la magistratura avesse voluto davvero tagliare le gambe a Salvini, stai tranquillo che lo avrebbero già fatto anni fa. Il sistema lo ha lasciato tranquillo perché appunto serviva una falsa opposizione che sostituisce il M5S. Tra l’altro, la Lega vuole Draghi. L’evidenza è lì, per chi la vuole vedere.

          Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 14:44
      Permalink

      Si, è una finta opposizione, e i fatti degli ultimi mesi lo confermano in pieno.

      Bagnai e Borghi costituiscono all’interno della Lega una componente politicamente insignificante. Qualche bel discorso accorato in Parlamento non vuol dire niente.
      la Lega è fondamentalmente un partito europeista e liberista.

      Spero che se ne convinca quando la Lega voterà la fiducia ad un governo “tecnico” o di “unità nazionale” diretto in prima persona, o dietro le quinte, da Mario Draghi.

      Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 15:03
        Permalink

        Bagnai e Borghi sono serviti solo a raccogliere il consenso dei sovranisti. La Lega li ha candidati per questo. Sono degli specchietti per le allodole. Si sono già ampiamente allineati alla linea europeista e anti-Trump del partito.

        Risposta
        • 1 Febbraio 2021 in 20:54
          Permalink

          esiste un’opposizione vera in Italia, oppure è inutile andare a votare.

          Risposta
          • 1 Febbraio 2021 in 21:05
            Permalink

            La seconda, al momento.

    • 1 Febbraio 2021 in 22:33
      Permalink

      Mi permetto di aggiungere che il prof. Bagnai, entrato in parlamento, ha smesso di parlare. Prima lo si vedeva impegnato si vari fronti ad occupare il ruolo dell’economista keinesiano e contrario all’euro. Sistematosi sullo scranno ha chiuso la sua partita. Lo stesso ruolo ha tenuto Borghi. No ci si può fidare di nessuno.

      Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 22:44
        Permalink

        Hanno raggiunto il loro obiettivo. Sciocchi quelli che ancora gli vanno dietro e cbe continuano a farsi usare. La Lega ha già detto sì a Draghi.

        Risposta
    • 2 Febbraio 2021 in 10:54
      Permalink

      Si, la Lega è finta opposizione. E’ un partito europeista, l’ha già dimostrato ampiamente.

      Essendo un partito di gatekeepers si accontenta di dare ill minimo fastidio possibile all’UE in modo da abbindolare i propri oppositori.

      Borghi e Bagnai fanno un lavoro meraviglioso. Possono dire tutto quello che realmente pensano del sistema: a patto di non infastidirlo mai troppo. A patto di non mettere a segno nessun colpo sostanziale.

      Ricordate, ad esempio, il video di Borghi dove sosteneva che che in commissione bilancio lui poteva dare solo il “colore”? Comodo, no? Li sputtano a parole ma ne copro le strategie in ufficio.

      Per finire sopra il 2% la vera opposizione non esiste. Non arrivi proprio al 2% se non sei ricattabile dal sistema.

      Mi dispiace infrangere i sogni di chi pensa che qualcosa possa cambiare in fututo, ma no. Non può. Perchè il sistema è disegnato perchè non sia possibile. L’ingovernabilità dell’Italia ad esempio, non è casuale. E’ by design.

      Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 13:54
    Permalink

    Grazie infinite per queste spiegazioni.. avevo perso le speranze ma ora gioisco per il ritorno di Trump. Dio lo protegga !

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 14:14
    Permalink

    Uno dei tuoi migliori articoli, complimenti!

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 14:57
    Permalink

    Volesse il Cielo che la sua terza ipotesi fosse confermata.
    Sicuramente ci sono delle evidenti incongruenze in questo immediato periodo post-elettorale USA, e le considerazioni esposte sono del tutto plausibili.
    Tuttavia non credo, purtroppo, che anche un rientro in pista di Trump realizzato in questa raffinatissima (forse un po’ troppo…) maniera potrebbe esentare gli USA, ma anche il resto del mondo, da conflitti violenti. In termini “aeronautici”, il deep state è andato oramai oltre la velocità entro cui si può arrestare il decollo: ormai devono andare avanti e cercare di completare il grande reset.

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 15:01
    Permalink

    Dunque…non mi sono mai addentrata nel mondo politico. Non sono giornalista. Non ho contatti con l’estero se non con la Bielorussia ma contatti con famiglie che fanno fatica a tirare su 28 dollari per comprare un farmaco contro l’artrite! Quindi non ho certo contatti importanti.
    In Bielorussia sono convinti che in USA ci siano stati dei brogli. In agosto Lukashenko ha rischiato di essere spodestato tramite “rivolte per la democrazia”. È interessante sapere però che mesi prima delle elezioni di Agosto, Lukashenko rifiutò i soldi del FMI che gli erano stati offerti per mettere…in lockdown il Paese!!!!! Mesi prima Putin disse che l’Occidente è governato e controllato da pedofili satanisti. Nel dopo elezioni Bielorusse…caos. Un caso? In Bielorussia molti manifestanti giovani pro UE sono stati trovati con cifre consistenti addosso o in casa…Un caso?!?
    Su Salvini: fonti attendibili lo danno amico dei Rothschild. Pranza con loro. E notate: i siti cattolici molto affidabili con giornalisti degni di tale nome NON sostengono Salvini bensì la MELONI.
    La Meloni pare sia supportata e finanziata dalla destra destra cattolica multimiliardaria vicina a Trump. Tempo fa la D’Urso cercò di influenzare la Meloni sulla legge Zan. Guarda caso in redazione Mediaset arrivarono una marea di proteste scritte da gruppi cristiani…protestanti! Gli USA sono la Patria del Protestantesimo. Un Protestantesimo ben diverso da quello svedese o olandese perché il Protestantesimo americano è, per certi versi, più in linea col Cattolicesimo tradizionalista che non con il Protestantesimo nord europeo…
    Per finire: Salvini disse che, qualora fosse andato al Governo, avrebbe reso lo Stato di Israele capitale della Palestina. E i Mussulmani dove avrebbe voluto metterli?!? Vi invito ad ascoltare un sacerdote: don Curzio NITOGLIA. Non è un mostro di simpatia ma è molto istruito. E spiega benissimo i motivi per i quali vogliono portare l’Occidente cristiano allo scontro con l’Islam…che sono assai diversi da quelli che racconta Salvini…

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 15:34
      Permalink

      La Meloni è sostenuta dagli stessi poteri mondialisti che sostengono la Lega. Dietro ci sono le stesse lobby. Fdi è piena di fanatici sionisti, europeisti e anti-Trump. Crosetto è solo un esempio a questo proposito. Lo standard del partito è quello.

      Risposta
      • 7 Febbraio 2021 in 11:37
        Permalink

        Ivan,

        Purtroppo non ci si può isolare completamente se non per un certo periodo per dimostrare che non si è veramente d’accordo su certe posizioni o su certe persone. La vita è quella che è con zone che vanno dal poco bianco, molto grigio e nero. Non siamo in paradiso. Detto questo, bisogna conoscere anche il nemico per comprendere ed a volte anticiparne le mosse per potersi difendere. L’errore di Salvini in passato è stato quello di chiudersi troppo e di non accettare di combattere il nemico sul campo in Europa. La Meloni ha da sempre un approccio più internazionale. Il fatto che sia stata presente ad Aspen per sua scelta o su invito NON SIGNIFICA che ne condivida i contenuti al 100%. È una donna intelligente e come tale non si sottrae dalla scena pubblica. Non mi stupirebbe che alla fine – dopo aver dimostrato la sua ritrosità a Draghi – decida di dare il suo appoggio da sentinella come detto fin’ora o fare un passo avanti. Tieni conto se conosci la lingua inglese che ci sono anche molti “white hats” fazione per cosi dire favorevole a Trump che hanno infiltrato le fila dei “black hats” fazione contraria a Trump. Ci sono vari livelli di lotta. Chi lotta dall’esterno e chi lotta dall’interno. La vita su questo pianeta è cosi, per quanto sia difficile accettarne la realtà.

        Risposta
        • 8 Febbraio 2021 in 1:13
          Permalink

          Invece è quello che invito tutti a fare. Isolarsi completamente dai grandi partiti: emissari dei voleri dei poteri forti. Tutti. Anche se un partito avesse all’interno un 1% di white hats, cosa mai potrebbe cambiare per il popolo italiano? Nulla.

          La speranza di uscirne, che vi sia del buono, è del tutto fuori luogo. Una sorta sindrome di Stoccolma applicata alla politica.

          Perpetrare all’infinito lo stesso errore, non porterà, mai, a risultati differenti. E’ l’ora che il popolo italiano lo capisca, oppure sarà la fine.

          I grandi partiti non fanno gli interessi degli italiani. Lo sguardo va volto altrove.

          Risposta
          • 8 Febbraio 2021 in 10:48
            Permalink

            Ivan, rispetto il tuo pensiero ma non condivido. Rivolgere lo sguardo altrova equivale ad astenersi completamente dalla politica e su questo potrei anche essere in principio d’accordo visto che nella nostra devoluzione presente la politica non porta nulla di buono e quasi tutti i politici fanno principalmente i LORO interessi, come i sindacati, le chiese ed ogni istituzione che appartiene alla 3 dimensione. Tuttavia, per chi vuole servire qualche tipo di ideale anche in questa dimensione e quando si ha ormai i piedi nella m….come l’Italia ha, in questo caso reputo sia meglio stare al gioco. Si può essere all’interno ed opporre le cose se non sono a favore dell’Italia. Pensa al corpo umano, è in lotta continua tra buona salute e malattie, virus, batteri, funghi, per non parlare delle grandi malattie croniche o terminali. Questa è la natura di questa vita, una continua lotta per sopravvivere. C’è chi gioca da fuori come medici e chi gioca dall’interno come i malati. In questo momento il nostro governo è MOLTO malato. Le persone coinvolte si passano letteralmente le poltrone per mantenere il loro stipendio e basta. Ci vuole un taglio di questo sistema per un certo periodo. I politici devono vergognarsi e chi vale poter ripartire con la vera politica, non con lo scempio al quale stiamo assistendo da troppi anni.

  • 1 Febbraio 2021 in 15:16
    Permalink

    Grazie Sacchetti, il suo documentato articolo ispira grande speranza. Una domanda, per favore, si sa qualcosa della valigetta con i codici che Trump portò con sé?

    Risposta
    • 5 Febbraio 2021 in 7:32
      Permalink

      Una fonte ben informata che conosco in Florida mi ha comunicato che

      Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 16:21
    Permalink

    io vi seguo sempre, però se scrivete cose come queste:

    Se non si crede nemmeno a questi documenti, si guardi allora alla crescente militarizzazione di Washington DC che invece di arrestarsi, continua.”

    mio cugino vive a Washington e non esiste alcuna militarizzazione, anzi han tolto tutti i militari dalle strade e tutto è tornato come prima. Se scrivete cose non vere perdete di credibilità….

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 16:28
      Permalink

      Ma guarda Andrea io non so tuo cugino cosa veda e cosa faccia, ma ci sono i video e le immagini di un giornalista (Richard citizen) che vive a Washington. I militari sono ancora lì. Ci va tutti i giorni e li riprende ogni giorno.

      Risposta
        • 2 Febbraio 2021 in 22:26
          Permalink

          Ho visto il video, e 1. Non si capisce da nulla che è veramente Washington DC, lo dice il tizio ma potrebbe essere una qualunque città americana, e 2. Militari che arrivano con un pullman civile da gran turismo?
          Che fine hanno fatto i mezzi militari? Li hanno dovuti rivendere per raccattare due spicci?

          Ma non sarà che è il solito show americano per i fan di QAnon?

          Risposta
          • 2 Febbraio 2021 in 23:06
            Permalink

            Il tizio vive a Washington DC. Tutti i video sono fatti a Washington e anche gli altri militari sono arrivati con i pullmam. Come dovevano arrivare? Con i carri armati? Informatevi meglio prima di scrivere.

          • 3 Febbraio 2021 in 0:15
            Permalink

            basterebbe ragionare sul video, riflettere e fare qualche ricerca per trovare una risposta. Io l’ho fatto:
            si nota un hotel, è lo “HYATT REGENCY WASHINGTON ON CAPITOL HILL”, si trova al 400 New Jersey Avenue, NW, Washington, D.C., quindi come minimo il posto è esattamente quello! al massimo possiamo mettere in dubbio la data (volendo per forza pensare male.. ma sinceramente non mi pare il caso di dubitare oltre)

            qui c’è il sito ufficiale dell’hotel:
            https://www.hyatt.com/en-US/hotel/washington-dc/hyatt-regency-washington-on-capitol-hill/wasrw

        • 3 Febbraio 2021 in 15:54
          Permalink

          Beh…se anche la Meloni è nel Deep State…di chi possiamo fidarci?!?! Bah

          Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 17:31
    Permalink

    Speriamo. Effettivamente tutto sembra collegarsi, ma vorrei fare una precisazione: a Guantanamo non ci sono terroristi, ma persone detenute illegalmente, spesso innocenti e anche minorenni al momento del sequestro. Terroristi sono quelli che li hanno sequestrati con la scusa di combattere il terrorismo, come oggi cercano di farci ammalare con la scusa della salute.

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 17:48
    Permalink

    Infatti, non ero persuaso dell’ arresto di Biden e soci pochi giorni prima della cerimonia, o addirittura in diretta – come alcuni ventilavano giorni prima – proprio perchè avrebbe fatto passare Trump e i militari per i cattivi della situazione. Non tutti quelli che votano o simpatizzano dall’ estero per lui sono necessariamente a conoscenza di tutta la trama che si snoda da mesi riguardo ai brogli, anzi dubito persino che siano una maggioranza. I media avrebbero avuto gioco facile nel portare anche loro alla conclusione che Trump e la sua cerchia – oltrechè i militari – fossero proprio come li si dipingeva da tempo.

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 17:49
    Permalink

    La fortuna o volontà di abbattere il nuovo schiavismo è una ricorrenza storica mondiale. Tuttii popoli liberi nelle loro tradizione e usi ,grazie ai PATTRIOTI AMERICANI E MONDIALI CONTRO L’EFFERATEZZA DELLA CABALA DI CFR E LOBBY ECONOFINANZIABANCHEBORSAGENOCÌDE.PEDOSATANISTA COLLUSA CON TUTTI I TRADITORI STATALI PAGATI DAL POPOLO E DALLA CABALA CHE HA PROGETTANO E FABBRICATO POVERI .
    TUTTO IL SACCO BARBARICO NON VALE LA DIGNITÀ DI UN MORTO ( RAPSODIA GIÀ SUONATA NELLE DITTATURE TEDESCA E COMUNISTA E ALTRE MONDIALI COSTRUITE )

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 18:52
    Permalink

    Grazie per questo magnifico articolo: ci riempie di speranza!

    Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 19:27
    Permalink

    Mi è piaciuto il suo articolo. Dà un barlume di speranza mentre io sono arrivata alla conclusione che Trump è stato messo al muro e costretto a ritirarsi. Non oso neanche immaginare la posta in gioco “in ripercussione”. Infatti come si spiega che Trump abbia dato fiducia A G.A. Bill Barr per gestire le indagini dell Obamagate, della Clinton etc fondamentali per debellare, o cercare di, il deep state??? E il tradimento di Mich McConnell davanti alla più grande frode elettorale mai perpetrata nella storia degli Stati Uniti??? Se fosse uno stratega così raffinato non sarebbe incappato in questi errori drammatici. Spero tanto di sbagliarmi.

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 20:03
      Permalink

      Anna mettiamola cosi: per far venire allo scoperto i traditori bisogna che ti circondi di …traditori! Non credi?

      Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 20:16
    Permalink

    vorrei essere anch’io così ottimista ma vedo parecchie analogie nella reductio ad unum di salvini e di trump, compresa la magistratura avversa, la frode elettorale, il mainstream contro… L’unico esito evidente di questo finale trumpiano è il depotenziamento dell’afflato patriottico e cattolico americano, così come da noi salvini contribuisce a placare i moti di ribellione dei cittadini italiani. L’unica speranza che ci rimane è nel risveglio di qualche alto ufficiale dell’esercito americano che dichiara guerra al deep state

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 21:06
      Permalink

      Salvini non c’entra veramente nulla con Trump per le ragioni già spiegate nel pezzo.

      Risposta
      • 2 Febbraio 2021 in 11:47
        Permalink

        ovviamente, ma all’apparenza sembrano aver condiviso una medesima parabola politica; che poi salvini sia incardinato al sistema mondialista è dovuto a mio giudizio più al poco coraggio e al quieto vivere che ad una sua ipocrisia più o meno volontaria. Trump invece ha provato a costruirsi alleanze (lgs conte o bojo) ma è stato tradito anche da quelli di cui si fidava. Entrambi hanno dovuto piegare la testa, almeno finora

        Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 21:38
    Permalink

    Articolo fantastico, se ci fossero più persone come lei, l’Italia sarebbe un paese migliore

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 23:09
      Permalink

      Pregate per Trump e per noi .
      Altre armi qui nella penisola non ne abbiamo.

      Risposta
      • 10 Febbraio 2021 in 12:05
        Permalink

        La più grande arma, la più efficace invece c’è. È il popolo unito, la volontà del popolo di non sottostare più alla dittatura perpetrata da secoli, oserei dire. La volontà di un popolo che vuole veramente cambiare il suo status di “prigioniero” dei poteri forti, di volersi riappropriare dei propri diritti,della propria dignità e della propria libertà. Il Popolo, di qualunque Stato esso sia, ha dalla propria parte la “Costituzione”, e se volesse veramente, potrebbe farla applicare. Tutti i Popoli del Mondo, sono i “datori” di lavoro dei politici, ed hanno più potere di loro. Però, purtroppo, l’ignoranza la fa da sovrana così come anche la strafottenza. Perché mi devo sbattere e rischiare di perdere il mio orticello, se ci sono dei fessi che lo faranno per me? Questo è sempre stato il pensiero della massa ed il potere gioca proprio su questo, perciò non ne verremo mai fuori. Solo quando almeno il 70% del Popolo sarà letteralmente alla fame, allora si ribellera’, però, in quel caso, sarà troppo debole, reso tale da tutti i veleni che gli sono stati inoculati, attraverso i vaccini, i cibi Ogm, il 5G ecc… Io sono a favore di Trump e, come molti, spero che possa farcela a distruggere veramente il marcio del Pianeta, però cerco di ragionare su diversi parametri, poi ognuno può trarre le proprie conclusioni. – nel 2020, viene fuori la finta pandemia, nello stesso anno le elezioni presidenziali americane subiscono un broglio. Alla fine dello stesso anno, comincia la campagna vaccinale in quasi tutto il Globo. Moltissimi sono quelli che non vogliono vaccinarsi, molti medici e scienziati, virologi e professionisti, avvisano dei pericoli relativi alla vaccinazione con mRNA. I lookdown si fanno sempre più serrati, i media ci martellano giornalmente, incutendo terrore nel popolo, il quale, non avendo la forza e la voglia di ribellarsi, spera in un Salvatore che annuncia la liberazione dei Popoli da tutte le ingiustizie finora subite, da élite oscure che vogliono la distruzione dell’essere umano o di buona parte di esso. Intanto passa del tempo perché si cerca di provare i brogli elettorali
        Così si adagia (il Popolo) e si mette “comodo” ad aspettare che ciò avvenga, senza muoversi dalle poltrone e dai social. Intanto i politici mondiali annunciano che entro luglio 2021 tutto il Mondo dovrà essere vaccinato, per scongiurare moria di massa.(Sappiamo bene però , purtroppo perché vogliono vaccinarci tutti). L’ultimo mio pensiero, in chiusura
        Intanto, per quanto riguarda Trump, si vede che le cose non procedono così speditamente di come annunciato inizialmente. Prima il 6 gennaio in cui avrebbe dovuto esserci un ribaltamento delle elezioni, con documenti alla mano, (stranissimo anche il fatto che nessuna Corte abbia voluto visionarne ALMENO 1), Pence che fa l’opposto di ciò che ci annunciavano le varie fonti pro Trump. Popolo deluso e pronto a mollare. Ecco che arrivano notizie di un piano ben congegnato e stabilito, che però non può essere rivelato, ma che dà motivo al popolo di sperare, soprattutto alla luce di documentazione desecretata, resa accessibile nel web. (Stranamente nessun blocco e nessuna censura per questo) Arresti di pedofili, di membri dell’élite ecc.. Attendere Marzo, però non è sicuro che tutto quanto possa essere svelato, per motivi di tempistica del plan. Intanto le vaccinazioni vanno avanti insieme al piano di distruzione dell’essere umano e delle finanze Mondiali. Quando tutto ciò sarà completato, si scoprirà che “the plan” era lo stesso specchio delle allodole, usato magistralmente dai 5S. Ho sintetizzato, perché le cose su cui ragionarci sarebbero tante. Vorrei sbagliarmi di tutto cuore. L’articolo che Lei ha scritto, sig. Sacchetti, è molto bello, molto ben fatto e lascia ben sperare, però io credo che il Popolo non si debba adagiare ed aspettare il salvataggio da altri che non sia se stesso, e questi articoli però portano proprio in quella direzione.

        Risposta
        • 10 Febbraio 2021 in 13:02
          Permalink

          Rosalba, le masse non faranno mai quello che tu vorresti facessero. È la storia stessa a dirlo. Le masse seguono sempre i leader. Non è mai accaduto il contrario. Ne abbiamo avuto l’ennesima prova con la crisi terroristica del Covid.

          Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 22:15
    Permalink

    Grazie grazie grzie sacchettiiii finalmente mi é passata l’ ansia avevo un groppone allo stomaco la terza opzione mi da speranza trump tornerá da sacchista vero qualé e i malpensanti non avranno piu niente d dire mio marito ora mi sente mi raccomando non faccia passare piu cosi tanto tempo senza un articolo ci aggiorni prsto potessi andrei washingtton ad aspettare il ritorno

    Risposta
    • 2 Febbraio 2021 in 19:51
      Permalink

      E che ne dite della meloni e del suo partit0

      Risposta
  • 1 Febbraio 2021 in 23:34
    Permalink

    E’ vecchia quanto ”il cucco”la storia……fritta,rifritta e rimaneggiata,ma in fondo sempre quella è.Una volta due ladri di polli si misero d’accordo per entrare nel pollaio e fare piazza pulita delle galline che dormivano.Fecero alla conta a chi dovesse entrare per primo. Il contadino aveva intuito come tutte le notti che aveva subito furti di polli che anche quella notte non sarebbe stata diversa.Si mise dietro la porta del pollaio con un randello poderoso. Uno dei due malfattori entra ed il contadino non lo risparmia.Al buio pesto gli dà una botta nei denti buttandoglieli tutti in gola.Il malcapitato dolorante esce con la mano davanti alla bocca sanguinante e dice al collega:”.Vai avanti tu che a me viene da ridere”…. Ecco consiglio a molti di coloro che hanno gioito e che amano fantasticare sui voli pindarici dell’economia e della politica di leggersi il libro di Paul Sweezy e Leo Hubermann scritto oltre 50 anni fa dal titolo ”La Controrivoluzione Globale”.Einaudi 1968.Può darsi che qualcuno che voglia mettere ancora i piedi in terra lo comprenda,ma dati i tempi non ne sarei così sicuro….gli OGM oggi sono una realtà soprattutto dentro i cervelli delle persone.

    Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 2:26
    Permalink

    Cosa dire….mi sembra un soggetto da film Hollywoodiano dove mi manca Jason Bourne…se questa figura fosse Trump, farei i salti di gioia, nel vedere strisciare a terra la Pelosi e Schumer, nonchè Romney, la Liz Cheney e quei 10 anti Trumper…tutti da mandare a Guantanamo College….Di certo le due cose incomprensibili sono i silenzi della Corte Suprema, che Sacchetti non accenna, facendo capire che ne sarebbe fuori o che assista solamente dall’esterno già sapendo, o che i Militari o meglio il Deep State del Pentagono, pensavo fossero contro Trump visti i litigi furibondi con alcuni Generali in Afghanistan che hanno disubbidito a Trump per il ritiro dei Militari dai teatri di guerra. Altra cosa strana è che il Gen. Michael Flynn pur essendo andato in pensione, non sia stato seguito dai Commilitoni. Ma l’altra cosa che non si comprende è la vicenda brogli, Leonardo-satellite-algoritmo-ambasciata USA Roma-Svizzera- Dominion…..secosì è andata può essere stata piltotata solo sotto controllo del Pentagono..o ci sono due fazioni al suo interno….?????

    Risposta
    • 2 Febbraio 2021 in 10:26
      Permalink

      Roberto, non si capisce esattamente il senso delle tue domande..Sicuramente sono contro Trump le lobby militari, ma non le truppe che rappresentano la stragrande maggioranza delle forze armate. La vicenda Leonardo sarebbe stata orchestrata da CIA e dipartimento di Stato. Non tanto il Pentagono.

      Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 2:30
    Permalink

    si anch’io la penso così o perlomeno ci spero vivamente, la seconda è da scartare sicuramente, quindi la terza opzione anche a mio parere e quella più credibile, anche se non scarterei la prima…quelli che governano l’umanità da sempre, sono in grado di cose allucinanti, per cui la prima credo non sia da scartare al 100% ad ogni modo il futuro ce lo svelerà presto, pk se tra due mesi non succede niente ci troveremo in un tunnel senza via di uscita.

    Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 4:06
    Permalink

    Certamente l’articolo colpisce per aver suggerito uno scenario imminente favorevole ai piú; la speranza é l’ultima a morire!
    Tuttavia vi é anche molta fantapolitica…
    Lo sapremo a breve come andrá a finire; ad oggi possiamo solo illuderci che accada.
    Saluti a tutti.

    Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 7:20
    Permalink

    Cesare, i tuoi articoli sono inconfutabili ma con tutto quello che scrivi (operazione terroristica covid,nuovo ordine mondiale,elezioni usa pilotate dal deep state, colpo di stato negli usa a danno del presidente Trump e del paese intero ) non temi che ti faranno il trattamento sanitario obbligatorio illegale come hanno subito don gianluca loda e dario musso?
    Per me il trattamento sanitario obbligatorio illegale è una forma di violenza simile allo stupro e i responsabili di questa violenza (il sindaco e due medici) sono persone crudeli simili agli strupratori.

    Risposta
    • 2 Febbraio 2021 in 11:50
      Permalink

      Cesare ti avevo fatto una domanda perché non mi rispondi?

      Risposta
      • 2 Febbraio 2021 in 12:17
        Permalink

        Filippo, non vivo dietro al PC o al telefono..Comunque la risposta è no. Vado avanti e faccio quello che ritengo giusto fare.

        Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 8:14
    Permalink

    Salve vorrei essere informata sui prossimi articoli grazie

    Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 10:21
    Permalink

    Ma è possibile trovare una strada per uscire dall’euro secondo le informazioni in suo possesso?

    Se sì, di chi possiamo fidarci per questa strategia che a mio modestissimo avviso potrebbe essere l’unica
    via d’uscita per salvarci dal cappio al collo che ci vogliono mettere con il Recovery Fund e con il MES?

    Vi sono politici che stanno cavalcando questa idea come Paragone, filosofi come Fusaro, senza dirlo apertamente anche economisti come Malvezzi, sono persone affidabili secondo le sue informazioni?
    Grazie.

    Risposta
    • 2 Febbraio 2021 in 18:53
      Permalink

      Se posso darti anche il mio parere (che non conta nulla) … no.
      Nessuno dei firmacarte in Parlamento ha abbastanza onestà intellettuale, coraggio e capacità per sottrarci a questa trappola mortifera. Aggiungo anche, che l’opinione pubblica non sarebbe d’accordo e che il meccanismo di svilimento delle sovranità è come la colla per topi: più ti dimeni, prima ci resti secco… ma… il carrozzone è talmente mal costruito che (speriamo!!) cadrà a pezzi da solo.

      Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 18:59
    Permalink

    Bell’articolo. Molto interessante.
    Comunque, visto come sono andate le cose fin’ora, non mi farò illusioni.
    Tuttavia il silenzio che è calato è davvero inquietante… mhh…

    Un ot (forse neanche tanto) con domanda agli utenti:
    da questo autunno ho notato un via vai di mezzi aerei, di esercito e forze dell’ordine che non avevo mai visto prima. Qualcun’altro lo ha notato? Ripeto: da questo autunno… non prima…

    Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 20:14
    Permalink

    Eccezionale articolo, i miei complimenti al Dott. Cesare Sacchetti, devo dire che condivido in pieno questa analisi. Forza TRUMP, il mondo ? ha bisogno di un grande cambiamento ❤️

    Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 21:52
    Permalink

    Come avevi previsto a dicembre 2019 sta arrivando Draghi…

    Risposta
    • 2 Febbraio 2021 in 21:57
      Permalink

      Pensa Giuliana che qualcuno ha scritto che io “non ci prendo mai”.

      Risposta
      • 4 Febbraio 2021 in 19:50
        Permalink

        Sembra quasi impossibile secondo me che un uomo solo per quanto potente possa fare la guerra a quella gente lì e portare il bene nel mondo, sembra quasi che siamo destinati a fare quella fine terribile già decisa negli anni passati. Forse solo DIO può aiutarci..

        Risposta
    • 3 Febbraio 2021 in 18:01
      Permalink

      Lo aveva previsto già il 20 ottobre con un articolo a dir poco eclatante, da fare rabbrividire Nostradamus. Mi auguro che che certe previsioni non di avverino… povera Italia.

      Risposta
  • 2 Febbraio 2021 in 23:24
    Permalink

    Penso che alcuni non abbiano compreso la profondità della tua visione in senso lato, cultura conoscenza e competenza sia professionale che umana e la serietà e l’impegno totale che ci stai mettendo ma oltre ciò secondo me hanno male interpretato i tuoi articoli, ossia ti vivono come un guru non perché tu ti sei posto come tale bensì perché si sono “abituati” all’idea che arrivi un salvatore come potrebbe essere Trump (o Putin aggiungo io) che possa salvarli. Certamente nei tuoi articoli hai sempre detto che Trump potrebbe mettere fine al mondialismo ed è vero, ma non possiamo ragionevolmente basare la nostra salvezza solo su uno o due uomini al mondo seppur potentissimi perché potrebbe accadere di tutto aldilà di previsioni accurate e della purezza delle persone, possiamo sperarci questo sì, ma dobbiamo sempre ragionare su quanto può dare ognuno di noi senza aspettative o pretese … nel piccolo certo, ma se ci guardiamo intorno, sono tante le persone che stanno lottando anche per noi, certamente la tv non ne parla e non lo farà mai … ma le piccole vittorie ci sono e comunque oltre il fatto che ognuno debba trovare e fare la propria parte, possiamo a mio parere iniziare a considerare che con le nostre personali scelte già stiamo determinando la separazione del grano dalla zizzania … adesso con Draghi inizierà una nuova fase ancora più dura … sono i tempi più brutti ma c’è tanto da fare nella preghiera e nell’azione … poi se Trump riuscirà in quello che hai detto benissimo ma … se non ce la farà, non sarà certo colpa tua. Grazie sempre per tutto quello che stai facendo

    Risposta
    • 3 Febbraio 2021 in 9:25
      Permalink

      Giuliana perchè con draghi inizierà una nuova fase ancora più dura?

      Risposta
  • 3 Febbraio 2021 in 9:34
    Permalink

    Dott. Sacchetti spero che prenda quei commenti al limite dell’imbarazzo come espressioni che non hanno nessuna riflessione alle spalle.
    Il Suo lavoro è molto apprezzato. Può essere fiero della Sua dignità di Essere Umano.
    Grazie.

    Risposta
  • 3 Febbraio 2021 in 9:40
    Permalink

    Grande Cesare. Continua così, noi ci siamo!

    Risposta
  • 3 Febbraio 2021 in 11:08
    Permalink

    Cesare allora con l’ articolo che hai scritto la tabella di marcia del grande reset non si realizzerà mai, il nuovo ordine mondiale non verrà mai alla luce, Trump ritornerà da presidente degli USA quindi l’operazione terroristica covid era tutta una truffa?

    Risposta
    • 3 Febbraio 2021 in 11:13
      Permalink

      Filippo, che la “pandemia” sia una truffa ormai è acclarato. Se Trump vince questa battaglia, tutto ciò che hai citato non si avvera. In caso contrario, ci sarà il Nuovo Ordine Mondiale. La mia personale sensazione è che le cose non stanno andando esattamente come avevano previsto le élite.

      Risposta
  • 4 Febbraio 2021 in 18:06
    Permalink

    Dott. Sacchetti buon pomeriggio,
    pur ripetendomi resto convinto che dietro un’articolo tanto esaustivo ci sono più testoline pensanti che, se così fosse, di certo NON si possono ne si debbono mettere in piazza il che equivarrebbe a “bruciarle”, per cui è ragionevole procedere così. BRAVO!
    ALTRO GIRO: a me (per onestà: a noi) risulta che in Florida attualmente c’è chi sorride allegramente e chi si dispera sempre più; appreso solo lunedì 01/02/2021, ora italiana 22 ca.
    ALTRO GIRO ALTRO REGALO (spero).
    Ognuno agisce come crede: chi ragionando e chi sclerando via etere, poi…c’è chi cerca di rendersi utile…a me subito un secchio di cenere!!
    Cosa ti combino in sordina? Stampo l’articolo (da tempo) di solito sono sei paginette e sa come procedo Dott. Sacchetti?
    Ne faccio più fotocopie, le pinzo articolo per articolo, e le distribuisco GRATIS confidando che almeno un fascicoletto su dieci centri il bersaglio!
    Il costo? Una risma 6 €, corrente, toner, graffette…OMAGGIO!!
    E così…il mio EGO smisurato è servito!!!
    Come si evince volo leggero come piuma, per non insolentire Lei ed eventuali lettori.
    Buona Salute da Daniele, che, come anticipato subito è un nome di pura fantasia.

    Risposta
    • 4 Febbraio 2021 in 20:49
      Permalink

      Salve, dopo l’invio mi sono reso conto di aver fatto un gran pasticcio! non ho specificato il SUO articolo, ho mischiato presente con congiuntivo, ecc. ecc. Me ne scuso, purtroppo poche volte ho a disposizione il tempo necessario…
      RIPROPONGO LA DOMANDA: come si può modificare/correggere articolo già postato??
      La saluto, Daniele.

      Risposta
      • 4 Febbraio 2021 in 22:17
        Permalink

        Dovrei intervenire direttamente io per modificare il commento.

        Risposta
        • 5 Febbraio 2021 in 11:24
          Permalink

          Buongiorno Dott. Sacchetti, sereno venerdì a tutti.
          Mi auguro che passata la buriana, e passerà ne sono certo, Lei trovi il tempo per apportare alcune modifica al suo Blog.
          Porto l’esempio de IL PORTICO DIPINTO che, pur essendo parecchio datato è ancora ottimo! Non lo affermo per simpatia, semplice constatazione.
          Buona Salute a chi ha fatto dell’onestà interiore la propria bandiera.
          Ciau ne’ ( in torinese )

          Risposta
  • 4 Febbraio 2021 in 20:01
    Permalink

    appreso solo lunedì 01/02/2021, ora italiana 22 ca.
    Cosa ha appreso quel giorno? Non l’ha scritto o non è chiaro.

    Risposta
    • 5 Febbraio 2021 in 21:46
      Permalink

      “ALTRO GIRO: a me (per onestà: a noi) risulta che in Florida attualmente c’è chi sorride allegramente e chi si dispera sempre più; appreso solo lunedì 01/02/2021, ora italiana 22 ca.”
      Sono mortificato ma non posso andare oltre senza “bruciare” alcuni collaboratori.
      Confido Lei mi comprenda. Buona Salute, Daniele.
      PS. Ieri: 04/02/2021 è stato reso pubblico da un un giornalista professionista italiano che vive in Florida…veda Lei.

      Risposta
      • 6 Febbraio 2021 in 12:57
        Permalink

        Guardi Daniele, se deve scrivere enigmi incomprensibili non chiari, non li scriva nemmeno. Crea solo confusione. O sembra che lei voglia dire ma non dire. O che lei detenga chissà quali segreti. Il giornalista italiano che vive in Florida è Roberto Mazzoni ed è molto seguito e i suoi contributi condivisi. Lei stesso dice che il contenuto è stato reso pubblico, quindi una ragione in più per parlarne liberamente, condivida il link (Rumble in questo caso) come fanno tutti. Oltretutto lei qui è coperto dall’anonimato e, come lei ha scritto, Daniele Secondo è solo un nome di fantasia. Quindi il suo atteggiamento è poco comprensibile. Riporto la sua frase incomprensibile se non a lei. Gli altri non sono nella sua testa.
        “ALTRO GIRO: a me (per onestà: a noi) risulta che in Florida attualmente c’è chi sorride allegramente e chi si dispera sempre più; appreso solo lunedì 01/02/2021, ora italiana 22 ca.”

        Risposta
  • 5 Febbraio 2021 in 6:37
    Permalink

    Triump scomparirà progressivamente dalla scena politica perchè il realtà è semplicemente un ricco che ha fatto carriera politica spingendo una narrativa che sapeva bene che avrebbe avuto seguito. Non ha alcun interesse nel continuare questa battaglia.. Molto probabilmente non ci crede neanche lui!

    Sacchetti, i tuoi articoli di qualche anni fa non solo si sono rivelati incorretti, ma soprattutto malamente sconnessi alla realtà dei fatti.

    Continuare con questo storytelling.. un capro espiatorio che è un ELITE MONDIALE DI PEDOFILI SATANISTI…
    fammi il piacere

    Risposta
    • 5 Febbraio 2021 in 10:20
      Permalink

      “Un ricco che ha fatto carriera spingendo una narrativa che sapeva bene che avrebbe avuto seguito.”
      Guarda che Trump non aveva alcun bisogno della politica per avere successo. Stava meglio prima economicamente. Per il resto, quali sarebbero gli articoli che si sarebbero rivelati “incorretti”? A marzo sono stato tra i primi a dire che sarebbe arrivato Draghi così come nello stesso mese dicevo che il Covid era una truffa, mentre gente come te magari sosteneva quarantene e restrizioni varie. Mi sembra che tu apri bocca per dargli fiato.

      Risposta
      • 5 Febbraio 2021 in 11:27
        Permalink

        Buongiorno Cesare,
        Ma perché c’è questa convinzione che Draghi sia legato a Trump?
        Perché lo voleva alla guida della Fed?
        Grazie e buon lavoro

        Risposta
        • 5 Febbraio 2021 in 12:22
          Permalink

          È una campagna di disinformazione, Alessandro. Trump disse solo che era d’accordo con la politica dei tagli al tasso di interesse di Draghi perché voleva applicarla negli USA. Detto questo, non esiste alcuna alleanza tra Trump e Draghi. Draghi è sostenuto da tutto l’establishment mondialista.

          Risposta
          • 5 Febbraio 2021 in 13:32
            Permalink

            E poi Draghi ha lavorato con il banchiere G.Soros, anche lui mondialista, globalista e satanista. Per cui dico povera Italia…!

      • 5 Febbraio 2021 in 17:38
        Permalink

        Rispondevo a m…
        Non va mai a finire dove dovrebbe il commento???

        Risposta
    • 7 Febbraio 2021 in 11:53
      Permalink

      M,

      È chiaro che 1) Non sei informato sui FATTI relativi all’ELITE MONDIALE DI PEDOFILI SATANISTI, sul loro uso dell’adrenocromo durante le loro cerimonie, sui sacrifici umani di infanti che risalgono a migliaia di anni fa e sono sempre stati perpretati da una certa casta, sullo strupro rituale di gruppi come l’O.T.O. e simili, sul coinvolgimento del Vaticano e di varie agenzie europee, sui giri di pedofilia/pornografia/snuff movie anche in Italia e politici – cosa di cui non si parla mai – ma di cui ho vari documenti – sulle indagini dell’FBI di Louis Freeh e Ted Gunderson, come i dossier su Dutroux e simili OPPURE 2) Ne sei molto informato, fai parte tu stesso di quel giro e stai facendo disinformazione. La realtà dei fatti è quella che è in bella vista ma non tutti sanno leggerla. Attenzione, sono persona informata dei FATTI e da molti anni sia in Italia sia all’estero.

      Risposta
    • 7 Febbraio 2021 in 22:51
      Permalink

      Deve continuare a leggere i romanzi, guardare la TV e leggere i giornali quotidiani.
      Qui non è una buona lettura per lei, ameno che, vuole aprirsi la mente e istruirsi diversamente.
      Detto questo, alla scelta di lasciare perdere questo sito.

      Risposta
  • 5 Febbraio 2021 in 7:29
    Permalink

    Quale sarebbe questo massacro di Wall Street? Gli indici sono ai massimi storici, S&p corre verso i 4000, nessun hedge fund è fallito e game stop sta velocemente ritornando a quotazioni più consone al suo stato patrimoniale.
    Per quale motivo un “attacco” alla finanza dovrebbe essere pubblicato su un forum con milioni di utenti, con mesi di anticipo?

    Risposta
    • 5 Febbraio 2021 in 10:21
      Permalink

      Ma infatti non è stato pubblicato con mesi di anticipo e poi Melvin Capital, grosso fondo di investimento di Wall Street, è fallito.

      Risposta
  • 5 Febbraio 2021 in 12:30
    Permalink

    Melvin Capital non è fallito e di GME si parla su reddit dal 2019

    Risposta
    • 6 Febbraio 2021 in 9:48
      Permalink

      Bloomberg ha scritto che ha iniziato la procedura di bancarotta. Se ritrovo la notizia, la metto. GameStop è ctollato dopo il marzo 2020. I fondi di investimento hanno iniziato a scommettere al ribasso dopo quel mese e soprattutto ora. Non prima.

      Risposta
  • 6 Febbraio 2021 in 11:04
    Permalink

    Buon giorno e buon fine settimana.
    Mi scuso se il commento non è inerente all’articolo.
    Stamani ho letto su uno dei miei blog preferiti, una critica all’atteggiamento condiviso da molti, e anche da Cesare Sacchetti, di scetticismo nei confronti degli esponenti della Lega che appoggiano Draghi. Tale critica ‘pressapochista’, toglierebbe il sostegno ai leader, indebolendo la loro capacità di fare scelte incisive.
    La riflessione è interessante, tuttavia credo che ad aver partorito una classe digerente (non è un errore di battitura) così pavida e inetta, non sia la facilità con cui l’elettorato critica i suoi beniamini, ma piuttosto la facilità con cui essi delegano ad altri le responsabilità, passando da una posizione all’altra.
    La BCE (la Germania) fa la guerra (economica) all’Italia? Passo indietro e avanti Monti.
    La presunta Pandemia (o piuttosto l’ingresso di una mutazione dei Coronavirus) mette il Paese nella difficile condizione di cercare soluzioni indipendenti ma rischiose, o l’obbedienza alle pressioni di organi sovranazionali, ma disastrose per il tessuto del Paese? Passo indietro e avanti il Comitato Tecnico Scientifico.
    La situazione si fa drammatica e diventano urgenti scelte coraggiose? Passo indietro e avanti Draghi.
    Facile governare così! Ed è facile anche per ‘interessi privati di alto profilo’ garantirsi la fetta!
    E la colpa sarebbe dell’elettorato che si è stufato di assistere a giri di valzer, al ritmo di una musica che non ha mai scelto? Avedere la schiena dritta nell’era dei gobbi è un difetto.

    Risposta
  • 14 Febbraio 2021 in 0:27
    Permalink

    FALLISCE LA FARSA DEM PER L’IMPEACHMENT.
    Ora vediamo cosa succederà il 04 marzo!

    Risposta

lascia un commento