L’America e il mondo al bivio: o Trump sventa il colpo di Stato o sarà l’ascesa definitiva del Nuovo Ordine Mondiale

di Cesare Sacchetti

L’amministratore delegato della società My Pillow, Mike Lindell, è stato avvistato lo scorso venerdì nei pressi della Casa Bianca.

Lindell portava con sé una serie di fogli di appunti che sostanzialmente indicano a Trump la strada migliore per attivare il cosiddetto Insurrection Act , la legge contro le insurrezioni firmata nel 1807, e la conseguente gestione dei poteri emergenziali che sarebbero assegnati al presidente in uno scenario del genere.

Si tratta di una legge che di fatto stabilirebbe il ricorso ai tribunali militari per processare tutti coloro che hanno preso parte a delle rivolte tali da attentare all’integrità e alla stabilità dello Stato.

A quanto pare, l’imprenditore americano avrebbe avuto un breve colloquio con Trump dove avrebbe presentato a Trump la strada migliore per ricorrere a questi poteri emergenziali, ma non è noto se il presidente abbia preso in considerazione la proposta dell’amministratore di My Pillow.

Dopo l’incontro, Lindell ha riferito di essere stato solo un tramite per trasmettere al presidente un messaggio da parte di un avvocato americano di cui non ha voluto fare il nome.

Sugli appunti compariva anche il nome dell’avvocato Sidney Powell, impegnata in prima linea da mesi nei ricorsi contro la frode elettorale.



E’ probabile che Lindell abbia proposto a Trump di assegnare un ruolo alla Powell soprattutto nell’ambito delle inchieste sulle irregolarità avvenute nelle elezioni.

Queste sono certamente ore decisive per il destino dell’America e del mondo intero.

Sono stati in molti a chiedersi perché Trump non abbia agito prima per sventare il colpo di Stato in atto, e sono ancora in molti a chiedersi se a questo punto il presidente sia disposto a prendere la decisione risolutiva per arrestare coloro che hanno cercato di sovvertirlo con la frode elettorale.

Prima di prendere in considerazione quali potrebbero essere gli scenari a disposizione di Trump per poter fermare l’instaurazione alla Casa Bianca di un fantoccio da anni sul libro paga della Cina comunista, occorre ricostruire le fasi del colpo di Stato.

Storia di un colpo di Stato contro l’America

Tutto è infatti iniziato la notte del 3 novembre. E’ stato lì che l’operazione è partita, quando il sistema si è reso conto che Trump stava andando incontro ad una facile riconferma del suo mandato.

L’ordine è stato trasmesso negli stati chiave e tutti quanti allo stesso tempo hanno smesso di contare.




In quel momento, sono stati scaricati nelle urne migliaia di voti postali illegali giunti ben oltre la scadenza della mezzanotte e tutti stranamente sono stati assegnati a Joe Biden.

I seggi sono stati sbarrati ed è stato impedito l’accesso ai rappresentanti di lista del partito repubblicano.

Solamente questa circostanza sarebbe bastata a rendere invalide le intere elezioni perché sono state violate in maniera flagrante le leggi elettorali dei vari stati, come ha spiegato lo stesso presidente della commissione elettorale federale, Trey Trainor.

Il broglio però non si è limitato solamente all’uso di schede falsificate o di voti postali illegali.

C’è stato un livello esterno dell’operazione che si è svolto al di fuori dei confini americani e che ha visto il ruolo decisivo di un team di hacker informatici che ha avuto il compito preciso di spostare i voti da Trump a Biden.

L’attacco informatico, secondo quando rivelato dall’ex agente della CIA Bradley Johnson, era già in corso a Francoforte presso la stazione CIA locale nella quale sono custoditi i server di Dominion, la società legata a Soros e ai Clinton che è stata decisiva per eseguire il broglio elettronico.

A quel punto, un altro Paese sarebbe entrato in scena e si tratterebbe proprio dell’Italia, come già si è spiegato nei contributi precedenti.

Una volta che il gruppo informatico di Francoforte si sarebbe reso conto che Trump stava vincendo lo stesso nonostante il broglio in corso, si è deciso di coinvolgere il governo italiano nell’operazione.

All’ambasciata USA a Via Veneto, secondo la versione di Maria Zack e dello stesso Johnson, il generale Graziano avrebbe coordinato l’hackeraggio realizzato attraverso la tecnologia militare messa a disposizione da Leonardo, la società leader nel settore della Difesa partecipata a maggioranza dal governo italiano.

A questo proposito, è interessante notare che i media ordinari si sono interessati a questo blog, tra i quali La Stampa, La Repubblica e Il Giornale, e si sono subito affrettati a dire che tutto questo non sarebbe vero, ma gli stessi media in questione non hanno minimamente fatto notare che nessuno dei protagonisti chiamati in causa, tranne il generale Graziano e Renzi ma in maniera insolitamente timida, ha smentito la versione di Zack e Johnson.

Ha taciuto l’ambasciata americana a Roma e l’uscente governo Conte,  così come non ha proferito parola Leonardo, che invece ha visto arrestati dieci dei suoi dirigenti nei giorni scorsi per riciclaggio e corruzione, a pochi giorni di distanza dallo scandalo dell’Italiagate che appunto coinvolgerebbe la società leader nelle tecnologie aerospaziali.

Una strana “coincidenza” davvero.

L’Italia quindi e il suo apparato istituzionale nelle mani del globalismo potrebbero avere davvero avuto un ruolo fondamentale nel broglio informatico, nell’ambito comunque di una operazione che ha visto coinvolti diversi esecutivi di tutto il mondo impegnati in un attacco senza precedenti agli Stati Uniti.

I Paesi che hanno partecipato in maniera principale direttamente e indirettamente sono stati in primo luogo la Svizzera, in quanto detentrice del software collegato a Dominion, ovvero Scytl, già noto al governo elvetico per sua elevata inaffidabilità nel conteggio dei voti; la Cina in quanto finanziatrice attiva di una società sussidiaria della Dominion stessa; il Canada, in quanto sede di Dominion stessa; la Germania come Paese che ha eseguito parte dell’hackeraggio, e infine l’Italia stessa per il ruolo che si è già spiegato sopra.

E’ stato, in altre parole, un colpo di Stato internazionale ai danni della sovranità degli Stati Uniti e di Donald Trump eseguito da dei governi che sono tutti saldamente nelle mani del grande potere mondialista finanziario internazionale.

Quello che ci si è chiesto in diverse occasioni è perché Trump abbia permesso ai governi che gli sono nemici tutto questo senza cercare di prendere le dovute contromisure.

Il presidente era di sicuro perfettamente informato che avrebbero cercato di spodestarlo illegalmente, e aveva a questo proposito preparato nel 2018 un ordine esecutivo molto preciso contro le ingerenze straniere nelle elezioni americane.

L’ordine non è mai stato attivato perché con ogni probabilità la comunità dell’intelligence che ha redatto il rapporto su queste ingerenze ha consegnato al presidente un rapporto contraddittorio e non univoco sulle palesi interferenze straniere nelle elezioni americane.

Il sistema ha sabotato il presidente togliendogli quindi fino ad ora la possibilità di ricorrere a questa arma.

L’ordine esecutivo potrebbe essere ancora attivato all’ultimo istante se Trump fosse già in possesso di un elemento decisivo e incontrovertibile proprio riguardo all’eventuale ingerenza dell’Italia nella frode elettronica.

Nel frattempo, i tribunali che sono stati aditi per i ricorsi si sono praticamente tutti rifiutati di prendere in considerazione tutte le altre prove mostrate dai legali di Trump.

Le prove c’erano e ci sono, ma non si è trovata una corte che fosse stata disponibile a prenderle effettivamente in considerazione.

L’assalto al Congresso: l’atto eversivo finale contro Trump

Il colpo di Stato dunque è continuato fino ad arrivare il 6 gennaio, il giorno nel quale il Congresso ha difatti certificato delle elezioni illegali macchiandosi dunque a sua volta di complicità nei brogli elettorali.

Prima di questa atto eversivo e incostituzionale ci sono stati i famigerati moti del Campidoglio che hanno visto orde di sostenitori definiti “pro – Trump” dalla stampa italiana (compresi i cosiddetti trumpiani di facciata) e internazionale, invadere il Congresso.

Nell’ultima settimana è emerso chiaramente come quegli attivisti non erano in alcun modo riconducibili al campo di Trump.

Al contrario, sono stati già arrestati diversi partecipanti dell’assalto al Campidoglio che si sono rivelati essere null’altro che operativi del gruppo terroristico Antifà, finanziato largamente dallo speculatore americano di origini ebraiche, George Soros.

Si è trattato dunque di un cosiddetto “false flag”, espressione che nel gergo dei servizi significa “falsa bandiera”, e con la quale si identifica la preparazione di un evento preparato da gruppi di intelligence la cui colpa o responsabilità viene poi addossata ai nemici di questi gruppi nel tentativo di screditare questi agli occhi dell’opinione pubblica.

L’insurrezione dunque c’è stata, ma non è opera in alcun modo di Trump, piuttosto dei suoi nemici che l’hanno falsamente accusato di aver preparato l’assedio.

Questa operazione è stata fondamentale per giustificare la seconda messa in stato di accusa da parte della Camera dei Rappresentanti presieduta da Nancy Pelosi contro il presidente.

E’ la prima volta nella storia che un presidente viene sottoposto a “impeachment” due volte nel corso del suo mandato.

Nella prima occasione, le false accuse erano fondate sulla bufala del Russiagate, il tentativo di accostare Trump al Cremlino.

Tra l’altro, i documenti recentemente declassificati da Trump su questo confermano come l’intera indagine nei suoi confronti non sia stata null’altro che una strumentalizzazione politica dell’FBI diretta da Comey che sotto l’egida dell’ex presidente Obama ha dato vita a questa operazione di spionaggio illegale.

In entrambi i casi, la regista dell’operazione è stata Nancy Pelosi che ormai è ampiamente al di fuori del perimetro costituzionale e già colpevole di eversione.

Trump a questo punto avrebbe tutti gli elementi per accusare il Congresso di aver certificato una elezione illegale e la Pelosi di alto tradimento vista la sua reiterazione nel voler ricorrere alla messa in stato di accusa come mezzo politico per rimuovere il presidente.

Un altro aspetto che lascia molto perplessi in questa storia è la fretta forsennata del sistema di voler procedere alla messa in stato di accusa di un presidente sulla carta uscente.

L’argomento che viene proposto di impedire a Trump di ricandidarsi nel 2024 non ha senso, perché Trump non avrebbe comunque più alcuna possibilità reale di vittoria.

Il deep state, il potere dello stato profondo delle lobby militari e finanziarie, non gli consentirà più comunque di vincere legalmente le elezioni in alcun modo, come ha già dimostrato nel 2020.

Le ragioni sembrano essere diverse apparentemente. Il sistema sembra in qualche modo rivelare un timore che il presidente possa fare qualcosa, altrimenti non si spiegherebbe tutta questa fretta.

Non appena è partita l’atto eversivo della Pelosi contro Trump, i social, tutti allo stesso tempo, hanno tagliato le comunicazioni del presidente in carica.

Per la prima volta da quando esistono queste piattaforme, un capo dello Stato è stato espulso da ognuna di esse.

La sensazione è che il sistema abbia voluto tagliare tutte le comunicazioni del presidente allo stesso tempo.

La ragione potrebbe essere in uno degli ultimi tweet di Trump nel quale scrive a lettere maiuscole che gli americani avranno una “VOCE GIGANTE ” nel futuro.

President Trump Asserts The 75 Million People Who Voted ...

Questo termine è utilizzato nel gergo militare per identificare le trasmissioni di emergenza che vengono fatte dalle forze armate qualora dovessero verificarsi degli eventi di straordinaria gravità tali da richiedere di attivare questo sistema di comunicazioni per avvisare la popolazione civile.

Il presidente dunque ha voluto mandare un messaggio in codice ai suoi sostenitori riguardo ad una possibile attivazione della legge marziale o dell’atto contro le insurrezioni?

Un altro aspetto che non torna in tutto questo è il massiccio dispiegamento di forze a Washington DC che ad oggi è la città più presidiata militarmente al mondo.

Ci sono ben 25mila effettivi della guardia nazionale in città ed è stata eretta una rete non scalabile alta più di due metri intorno al Congresso, che questa volta le forze di sicurezza vogliono proteggere efficacemente a differenza di quanto accaduto il 6 gennaio.

Per le strade ci sono anche diversi posti di blocco militari. Tutto questo per una inaugurazione che non ci sarà, ma sarà tenuta solo in forma virtuale.

Nella giornata di oggi era anche prevista una prova tecnica dell’inaugurazione di Biden che è stata misteriosamente rimandata per preoccupazioni relative alla sicurezza.

Quali possono essere queste preoccupazioni in una città dove praticamente ogni angolo è presidiato dai militari, non è stato reso noto.

In tutto questo, Kamala Harris non ha ancora lasciato il suo seggio al Senato e mancano solo tre giorni al suo insediamento da vice-presidente.

E’ la prima volta nella storia degli USA che un deputato o senatore attende l’ultimo istante per dimettersi, e questo fa pensare che la stessa Harris voglia aspettare fino all’ultimo prima di lasciare il suo seggio, nel timore forse che qualcosa di imprevisto possa accadere.

Ora però si deve tornare al punto di partenza di questa analisi ed è quello relativo al perché il presidente non abbia fermato il meccanismo che si è messo in moto prima.

L’idea è che Trump abbia cercato fino all’ultimo una risoluzione pacifica del broglio ma semplicemente ha dovuto riscontrare che ogni singola parte del sistema è infetta.

Sono infette le corti, sono infetti i ministeri, sono infetti i partiti ed è persino infetta la sua stessa vice-presidenza che non ha esercitato le prerogative che la Costituzione le assegna in materia di controllo della regolarità del voto.

Ora ogni via pacifica sembra essere fallita e sarà in queste ore che si scoprirà se Trump vuole andare fino in fondo oppure no.

Qualcuno sostiene che tutto questo era stato previsto e che il presidente sapeva che si sarebbe giunti comunque a questo punto nel quale Trump avrebbe già preso la decisione di usare i militari per fare pulizia in un sistema profondamente marcio e corrotto.

Se si guarda alla decisione presa da Trump lo scorso novembre quando il presidente ha deciso di rinnovare i vertici della Difesa e allontanare dal consiglio di difesa falchi militaristi del gruppo globalista Bilderberg come Henry Kissinger e Madeleine Albright, tutto questo sembra avere un senso.

Queste mosse non assomigliano a quelle di un presidente in uscita. Il rinnovo del Pentagono dà l’aria di una scelta fatta per avere il controllo di un ganglio vitale della macchina militare senza il quale non c’è alcuna possibilità di eseguire eventualmente un provvedimento contro la repressione del golpe in atto che prevedrebbe appunto l’inevitabile coinvolgimento delle forze armate.

Questa elezione ha comunque dimostrato una evidenza incontrovertibile. E’ impossibile cambiare lo status quo con sistemi democratici, perché la democrazia non è stata fatta per consegnare il potere al popolo, ma piuttosto per assicurare il dominio assoluto della élite finanziaria del globalismo.

In democrazia domina chi ha il capitale che è il mezzo per avere il controllo dei media e dei partiti.

Trump è riuscito a rompere il falso duopolio democratico/repubblicano con il quale le lobby di Washington controllano il Paese da decenni, solamente perché lui stesso aveva il potere di finanziarsi e partecipare alla contesa.

E’ stato un bug del sistema che il sistema stesso ha provato ad eliminare disperatamente e forsennatamente sin dall’inizio della sua campagna.

Fare di nuovo grande l’America è del tutto incompatibile con l’agenda del mondialismo che invece vuole fare grande la dittatura globale auspicata ormai da lungo tempo.

Non si può vincere con vie pacifiche burocratiche un gioco truccato. Vince sempre inevitabilmente il banco.

Se si vuole battere il banco, occorre spostare la partita su un altro piano e arrestare coloro che hanno violato le regole e si sono macchiati di gravissimi reati.

Nella democrazia liberale voluta dal mondialismo, non c’è alcun’altra possibilità di farcela.

Trump ha un’occasione storica per poterlo fare e se non lo farà ora, consegnerà l’America nelle mani di quel potere che la renderà una provincia della Cina comunista, e spianerà così definitivamente la strada al Nuovo Ordine Mondiale.

Il Grande Reset non avrà più alcun ostacolo e andrà incontro ad un’accelerazione fortissima come ha detto John Kerry, ex segretario di Stato USA e membro della società segreta occulta Teschi e Ossa.

Il tempo quindi sta per scadere. Sulle spalle di Trump grava una responsabilità enorme. Non solo ciò che farà lui cambierà il destino dell’America, ma segnerà anche quello del mondo intero.

Se gli USA torneranno sotto l’ala del mondialismo, il Nuovo Ordine Mondiale non avrà virtualmente più ostacoli.

A quel punto, resterà solo la Russia di Putin circondata dalla Cina comunista e dal ricomposto blocco euro-atlantico.

Trump non solo se non farà nulla aprirà la strada alla dittatura mondiale che renderà schiava l’America e il mondo, ma distruggerà anche se stesso.

Non esiste un futuro da imprenditore per Trump e la sua famiglia. La mafia finanziaria globalista gli sta facendo terra bruciata intorno, e il procuratore di Washington DC minaccia di arrestare lui e suo figlio.

Se non si ferma il meccanismo ora, il Grande Reset si attiverà e travolgerà tutto e tutti.

Sono ore tremende e decisive. Forse Trump può trovare la risposta a cosa fare nelle lettere che monsignor Viganò gli ha inviato in più di un’occasione.

Lì dentro il presidente può cogliere di nuovo l’importanza di cosa c’è in ballo.

Lì dentro il presidente può trovare l’ispirazione per schiacciare la testa del serpente una volta per tutte.

Questo blog si sostiene con i contributi dei lettori. Se vuoi aiutare la libera informazione, clicca qui sotto.

https://www.paypal.me/CesareSacchetti

162 thoughts on “L’America e il mondo al bivio: o Trump sventa il colpo di Stato o sarà l’ascesa definitiva del Nuovo Ordine Mondiale

  • 17 Gennaio 2021 in 11:18
    Permalink

    Il diavolo fa le pentole…ma non i coperchi… con questo voglio dire che sicuramente succederà qualcosa di imprevisto e il risveglio del popolo americano quindi mondiale si riprenderà. Ovvio non bisogna mollare la presa..e fare muro ai brogli quindi nwo

    Risposta
      • 19 Gennaio 2021 in 15:57
        Permalink

        Poll Dio benedica e protegga il presidente Trump è lo aiuti a liberare il mondo o da questi esseri Diabolici! ?La sinistra è il cancro del mondo intero e devono essere spazzati via! ?Forza presidente Trump! ?❤️Il mondo intero fa il tifo e prega per te! ?❤️?????

        Risposta
      • 21 Gennaio 2021 in 9:26
        Permalink

        Scusi ma ho impressione che sul canale Telegram suo e di tanti altri collegati a lei non si faccia altro che suscitare speranze che puntualmente vengono disattese. Occupatevi della realtà vi prego

        Risposta
        • 21 Gennaio 2021 in 16:19
          Permalink

          Io non sto suscitando nessuna speranza. Condivido le notizie, che i media spesso ignorano, e dò il mio punto di vista. Se qualcuno non le vuole vedere, non è obbligato a restare.

          Risposta
          • 23 Gennaio 2021 in 21:30
            Permalink

            Concordo con il Dott. Sacchetti.
            Ci sono tanti elementi che dimostrano che la storia non è finita qui.
            Non è normale schierare migliaia di militari per un giuramento a porte chiuse. Inoltre ci sono foto e video nei quali si vede uno studio ovale diverso da quello dei precedenti presidenti.
            A questo si aggiungono foto e video nei quali sembra che Biden firmi dei fogli bianchi, difatti nel Federal Register degli USA non risulta che ad oggi Biden abbia firmato alcun ordine esecutivo.
            La verità è che bisogna aspettare e vedere ciò che succede nelle prossime settimane prima di trarre conclusioni definitive.

    • 19 Gennaio 2021 in 12:27
      Permalink

      In questa fase storica la Cina sta vincendo. Stiamo entrando nel suo dominio. È inevitabile. Forse emigrare in Russia sarebbe una soluzione. Putin ora é solo. Trump ha perso. Il Craken non si è visto. Sono giochi più grandi di noi. Resistere e pregare.

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 11:26
    Permalink

    Già! Una responsabilità enorme! Sono giorni pieni di ansia e purtroppo molte molte persone non se ne rendono conto. Grazie per tutto.

    Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 23:25
      Permalink

      Si’ la gente se ne rende conto, ma che cazzo puoi fare? Che facciamo, andiamo a Washington di nuove con tutti, e cosi’ ci uccidono a tutti?

      Noialtri pensiamo ogni giorno che cosa succeddera’ a noialtri. Avevamo TRUMP, e ora non abbiamo nessuno che ci proteggera’.

      Risposta
      • 18 Gennaio 2021 in 18:00
        Permalink

        Grande responsabilità grava sulle sue spalle. La libertà di tutta la terra dipende da lui. Se esiste qualcosa speriamo che gli dia , forza, coraggio e che lo illumini in questo triste e pericoloso momento.
        Che lo spirito Santo scenda su di te e ti indichi la migliore strada da percorrere. Questa terra è divenuta una giungla. L’umanità onesta è con te. Forza sei il nostro leone.

        Risposta
        • 21 Gennaio 2021 in 23:57
          Permalink

          Ma siamo sicuri che il giuramento fosse in diretta?
          Il giuramento è avvenuto alle ore 11.48 quando per Costituzione dovrebbe avvenire alle ore 12.00
          Inoltre sembra che ieri a Washington fosse una giornata ventosa e con il cielo completamente nuvoloso.
          Qualcosa non quadra

          Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 11:57
      Permalink

      Io voglio ancora sperare…?, prevalentemente per i miei figli e i miei nipoti!

      Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 18:20
      Permalink

      Complimenti articolo spettacolare

      Risposta
    • 19 Gennaio 2021 in 21:13
      Permalink

      UN PUNTO DI VISTA INTERESSANTE SUL TRUMPISMO

      Il Deep state, il sistema, è uno solo. Ma, come ben dici, ha bisogno di un finto movimento antisistema che tenga a bada gli scontenti. Ogni causa ha bisogno di una controcausa per essere sposata.

      Ti spiego: senza l’antisemitismo il mondo non avrebbe mai accettato la nascita dello stato di Israele. Ergo: l’antisemitismo è funzionale alla causa ebraica. Ora: c’è un gruppo di persone etichettate dall’altra parte della società come “ignoranti, complottari, violenti, ecc”. Il sistema semplicemente prende un paio dei suoi e li mette prima nelle condizioni di catalizzare questi gruppi, poi per rafforzare se stessi, li fanno sputtanare agli occhi del mondo così che chiunque osi ancora andare dietro determinate teorie risulterà imbecille e pure potenzialmente pericoloso.

      Trump non ha fatto un favore a una parte del sistema, Trump ha fatto un favore al sistema. E più insiste più gli fa un favore. Hitler con buone probabilità era ebreo. I suoi maggiori finanziatori erano ebrei. L’olocausto, letteralmente, vuol dire “sacrificio a Dio”. Ergo, tutta quella storia è stata ideata, finanziata, portata avanti da ebrei per favorire la causa ebraica. Immoliamo qualcuno dei nostri per il bene di tutti gli altri. Ecco, questo accadde all’epoca, questo sta accadendo oggi.

      Trump non è altro che l’Hitler dei nostri giorni (ovviamente non per l’ideologia, ma per la funzione di burattino apparentemente antisistema).
      Uno che dal 4 novembre dice che gli hanno rubato le elezioni, che dice di avere le prove delle frodi ma non riesce a dimostrarle da nessuna parte, pur essendo uno tra gli uomini più potenti al mondo, pur essendo colui che ha nominato la maggioranza dei membri della corte suprema, che ha avuto il sostegno di una ventina di stati che a loro volta hanno nominato buona parte dei membri delle loro corti federali, che non riesce a dimostrare quello che dice e, in ultima analisi, non le sputtana nemmeno sui media, significa semplicemente che dal 4 novembre spara cazzate.

      Quando questa farsa finirà, dei sostenitori della causa rimarrà solo un branco di delusi che si renderà conto di essere stata presa per il culo mentre verrà punita moralmente, socialmente e penalmente dal resto della società. Verranno bollati come cazzari, boccaloni. Saranno licenziati perché potenzialmente pericolosi, non verranno tenuti in considerazione e, se hanno partecipato alle proteste di Capitol Hill, verranno pure arrestati e condannati.

      L’annientamento del dissenso sta per essere raggiunto, è questione di giorni. Dopo l’insediamento di Biden la narrazione pian piano cambierà: il virus sarà sconfitto, l’economia si riprenderà, la libertà (un po’ diversa) tornerà e sarà dimostrato che è grazie ai responsabili, non ai pericolosi cazzari, se gli Usa e il resto del mondo sono riusciti a riprendersi.

      Angelo Sapienza

      Risposta
      • 19 Gennaio 2021 in 21:50
        Permalink

        Hitler dal sistema è stato finanziato, mentre Trump si è autofinanziato e hanno cercato di sbarrargli la strada fin dal primo momento, fino a dei tentativi di eliminazione fisica veri e propri. Con Biden, non ci sarà nessun ritorno alla normalità. Ci sarà al contrario un’accelerazione impressionante verso il Grande Reset. L’uomo più potente al mondo non è il presidente USA, ma il sistema che ha creato una falsa pandemia e controlla ogni singolo anfratto della società.

        Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 11:38
    Permalink

    Mah….
    Io credo che ormai occorra bere l’amaro calice fino alla feccia.

    Ormai, purtroppo, tutto questo mi ricorda i soldati giapponesi ritrovati nelle isole del Pacifico fino agli anni ’70.

    Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 12:26
      Permalink

      Trump sara riconfermato e forse ci sara un governo militare per un paio di mesi per portare avanti I processi prima di.riprendere normalmente il mandato. Tra poco lo sapremo. Credo che Insurrection Act sia gia stato attivato tanto I media non lo annuncerebbero in ogni caso!!!! Trump (o un portavoce)
      annuncera a breve la situazione attraverso un canale di emergenza. I mainstream media dovranno essere disconessi non vedo altra soluzione. Tranquilli e relax Trump ha vinto questa battaglia.

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 12:06
    Permalink

    Preghiamo per lui e la vittoria del Bene e della Luce. Prego per la libertà degli Americani popolo fiero e di tutti gli Uomini dagli intrighi di Satana

    Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 12:24
    Permalink

    Concordo totalmente parola per parola. Comunque credo che sarà utile ora la rivolta perchè potrebbe salvare la vita di molti americani. Perchè la rivolta ci sarà e sarà un’altra volta una guerra civile. Se Trump ha le carte in mano le usi fino in fondo. Ora.

    Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 23:30
      Permalink

      E’ impossibile una rivolta e una guerra civile, perche’ non sappiamo se il militare e’ con noi si’ o no.

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 12:39
    Permalink

    Il punto è: trump ha l’appoggio dei militari?

    Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 21:46
      Permalink

      Bisognava esporre tutto il male, adesso come è stato evidenziato in questo splendido articolo verrà estirpato come il chirurgo fa con un tumore. Un maligno che ha radici profonde e rami ovunque in tutto il mondo.

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 12:44
    Permalink

    l’ultimo uomo contro il tempo!

    Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 18:21
      Permalink

      Secondo me Trump aspetterà con i Militari, la messa all’insediamento di Biden davanti al mondo vision , sarà lì che i militare faranno l’intervento per alto tradimento di Biden e tutti quelli vicino a lui che sarebbero i democratici; Obama, i Clinton ecc. perlomeno lo spero per me, mia famiglia, il mondo intero, soprattutto quelli che hanno molto sofferto. Che la Luce di Dio sia con tutti noi per liberarci.

      Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 16:35
      Permalink

      …così facendo si salverà il mondo intero,Trump non esitare …….!!!!

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 14:32
    Permalink

    Grandiosa ricostruzione, lucida, logica… Impeccabile come al solito. Grazie Cesare sei davvero il numero uno.

    Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 14:35
    Permalink

    Ma perchè Trump non ha cambiato i vertici del pentagono e dei servizi ad esempio solo che un anno fa ?Perchè ha fatto tutto l’ultimo mese? Come ha potuto accorgersi dell’infedetà di Pence suo vice solo il giorno della certificazione dei voti? Come ha potuto inscenare quel comizio, lo stesso giorno che pence ha rinuciato alle sue prerogative tra le quali un pronunciamento, qualsiasi che portasse alla non certificazione dei grandi elettori? Come ha potuto cadere in una trappola così enorme e grottesca tesa dai Dem a da chi altro contro di lui? Ma è possibile che convochi un milione e mezzo di persone senza un adeguato servizio d’ordine? Anche le manifestazioni studentesche attivano un servizio d’ordine per isolari i provocatori nelle piazze! Ora mi venite a dire che in due giorni lui attiva l’esercito? Ci vediamo il 21. Peccato sarebbe stato troppo bello…

    Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 18:43
      Permalink

      Può essere che aspettasse che tutte le mele marce si palesassero! e spero che anche lui non lo sia!

      Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 18:52
      Permalink

      Una frase del testo ci dà la chiave della situazione. “In democrazia domina chi ha il capitale che è il mezzo per avere il controllo dei media e dei partiti”.- Non è che Trump non avesse capitale… ma molto meno delle corporations globaliste!! Puoi essere il Re Mida dei palazzinari, ma, come Presidente USA, devi passare per la Canossa di Facebook. Se non hai neppure il Washington Post, come Bezos, sei finito. Twitter gli ha lasciato sfogare i capricci.. fino al 5 Gennaio. Il suo vice e il suo partito l’hanno piantato in asso il 6 Gennaio. – FBI e CIA sempre contro…ecc.. Gli rimangono le rivolte di piazza, ma suppongono la guerra civile. – Mi ricorda, al suo meglio, Savonarola: profeta (del MAGA) ma sempre disarmato (contro il GLOBAL, che è armatissimo). – Non finirà sul rogo, ma lo metteranno in convento (a giocare a golf).

      Risposta
      • 19 Gennaio 2021 in 8:33
        Permalink

        Che brutto post rende inutile tutto ciò che TRUMP ha fatto.

        Risposta
        • 21 Gennaio 2021 in 17:31
          Permalink

          Eclissi definitiva di uno pseudo-condottiero disarmato. – Eclissi provvisoria dei suoi fans e del loro “wishful thinking”.. Provvisoria, perché il messianismo trova sempre reincarnazioni. Alla prossima, dunque! Ricordate però che i messia doc o strippano i nemici (Mosé, Maometto) o finiscono strippati (da Cristo a Che Guevara). Quelli che sopravvivono alla loro sconfitta sono riconosciuti, a posteriori, come falsi messia,…. alcuni son stati un incentivo per farci cliccare un po’. Perciò ringrazio Trump.

          Risposta
          • 22 Gennaio 2021 in 16:17
            Permalink

            Io non mi sono “eclissato” affatto. Sono sempre qui e resto convinto di quello che ho scritto e detto. Non ho mai definito Trump come un “messia.” Uno che mette sullo stesso piano Cristo e Che Guevara dovrebbe studiare un po’ di più, prima di commentare.

    • 18 Gennaio 2021 in 10:43
      Permalink

      Aldo, anche io non ci vedo chiaro.
      Molti trascurano il fatto che per giungere al trono degli zoppi, devi essere bravo a zoppicare altrimenti non ci arrivi.
      A pensar male spesso non si sbaglia.
      Mr Pillow ad esempio mi fà pensar male…in un contesto critico come questo, se voglio aiutare il mio presidente accerchiato e lo vado a trovare alla Casa Bianca con dei documenti che ne possono risollevarne le sorti, come minimo li tengo in una valigetta e sicuramente non mi metto nelle condizioni di ostentarle all’aperto…
      Il Campidoglio è stato volutamente lasciato scoperto nonostante la manifestazione? Io dico di si…ed è un fatto che inficia tutto ciò che ne è susseguito a danno di Trump.
      Adesso la zona attorno al Congresso è esageratamente protetta, Trump sembra essere in ginocchio, ma Loro mostrano una apparente preoccupazione che esternano pubblicamente attraverso i media.
      Ma se hanno bleffato il 6 gennaio, è ragionevole pensare che si stia preparando la chiusura del bluff, e ciò a maggior ragione se le sorti di Trump pendono da un Mr Pillow qualsiasi?

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 15:06
    Permalink

    Grazie per l’analisi terribilmente veritiera. Miliardi di persone nel mondo stanno pregando e sperando che Trump abbia la forza e il coraggio e il sostegno spirituale per andare fino in fondo, io compresa.

    Risposta
    • 18 Gennaio 2021 in 23:40
      Permalink

      Elisa, speriamo. Pero’ senza l’appoggio del militare non si puo’’ fare niente. Purtroppo, USA, in mano dei democratici e’ diventata una selva.

      Sento morire nel cuore. Chi lo sa’ che succedera’ a noialtri poveretti che abbiamo votato per TRUMP?

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 17:10
    Permalink

    Si dice che tra quelli entrati nel capitolo c’erano infiltrati delle forze speciali (parole di un generale americano) e che sia stato rubato il laptop della pelosi, forse da questo risulta la fretta di allontanare Trump, ma il generale a cui si rivolse per cercare di farlo è osso duro…

    Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 17:58
    Permalink

    Voglio fare un appello a cesare e a tutti i lettori di questo articolo: recitate il rosario per trump e recitate la preghiera a san michele arcangelo per proteggere gli USA dalle insidie del male.

    Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 20:30
      Permalink

      lo facciamo tt i giorni…continuiamo l’assalto al Cielo con la preghiera …Dio ha in mano le redini del mondo…lucifero lo sa bene…noi gestiamo questa attesa con la preghiera e fidiamoci di Dio.

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 18:31
    Permalink

    Non cadiamo nella disperazione perchè non è ancora finita, biden avrà brutte sorprese il 20 gennaio perchè trump farà di tutto per non consegnare gli stati uniti d’ america al deep state e i poteri forti non lo possono controllarlo perchè è imprevedibile.
    Rinnovo l’ appello alla preghiera del rosario per trump e all’ invocazione a san arcangelo michele per la protezione degli USA perchè la preghiera è un’ arma invincibile.
    I poteri forti se vogliono la presidenza degli USA hanno solo una soluzione ossia uccidere trump come hanno fatto a kennedy nel 1963 e spero che non lo uccideranno.

    Risposta
    • 17 Gennaio 2021 in 22:56
      Permalink

      Reitero il commento di Maya…con Standing Ovation!! Nonostante la responsibilita’ che giace su di Trump sia davvero ingente…ha le spalle larghe, le idee chiarissime, il corraggio delle sue convinzioni e le strategie di Sun Tzu ben salde…i militari Q che contano con uomini forti tutti di un pezzo come Flynn e McInerny, e, anche se i contatti con loro sono stati temporaneamente interrotti dai poteri in essere, i suoi 80 ml. di supporters (solo quelli americani). Eppoi…T.I.N.A…(There Is No Alternative). Do or Die. Inoltre, il suo Tweet che parla (in codice) della Great Voice dovrebbe stare per “luce verde” che tutto procede secondo programma. Ringraziamo tutti l Universo che cio’ avvenga e che le Tenebri cedino alla Luce.
      In God (e Trump) we trust. We must.

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 21:05
    Permalink

    Sono d’accordo con Filippo. Facciamo una bella catena di preghiera e non disperiamo!

    Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 22:10
    Permalink

    grazie Cesare per le tue lucide e chiare analisi. Torna presto

    Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 22:13
    Permalink

    Forza Trump per l’ America e per il mondo libero. L’ articolo di cesare spiega tutto in modo eccellente. Spero vivamente che Trump non molli e prego costantemente per lui e per la libertà futura…..

    Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 22:38
    Permalink

    Non ci sarà alcun tentativo da parte di Trump di sventare alcunché.

    Nel frattempo possiamo goderci i calzini di Kamala, eccoli qui in tutta la loro bellezza:

    https://www.instagram.com/p/CJ_0w6YJ5SO/

    Il titolo del video è, simpaticamente, “Happy Impeachment day”, dove una ragazza, credo la nipote le porta delle pesche che si traducono in inglese appunto, in peaches. Un chiaro richiamo al processo di impeachment incombente su Trump che pare possa mettere fine alla sua carriera politica.

    Tra l’altro Kamala è pure femminista e manco lo sapevo l’ho scoperto qui:

    https://www.vanityfair.it/fashion/starlook/2021/01/15/kamala-harris-femminista-look-calzini-future-is-female

    Il futuro è donna, scrive. Curiosi anche i riferimenti sui calzini e tutto quanto vi sta dietro:

    I calzini, in vendita a soli 13 dollari da Gumball Poodle, non solo riportano un vero e proprio mantra per Kamala Harris, ma sostengono un’iniziativa che non poteva che stare a cuore alla Vicepresidente. Una parte dei proventi ricavati dalle vendite infatti, andrà alla PFLAG, un’organizzazione che sostiene le persone gay, lesbiche, bisessuali e transgender e i loro cari. Un amore per i calzini con messaggio che non ci è affatto nuovo nella scena politica.

    Mettiamoci il cuore in pace ed assistiamo ai quattro lunghi anni di Presidenza Biden / Kamala.

    Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 22:45
    Permalink

    complimenti per l’analisi fine e precisa, di tutto quanto è accaduto ed è successo. Condivido lettera per lettera , incluso il fatto che forse Trump non ha ancora in mano la prova della pistola fumante delle interferenze straniere che lui vorrebbe per non passare alla storia come tiranno. Ho paura che anche l’entourage che lo circonda (non tutti) lo stiano demotivando … ma è in gioco la libertà del mondo. Preghiamo.

    Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 22:55
    Permalink

    Come accadde per Berlusconi, che combattè lo stesso avversario di Trump. Magistratura, mass media, mondo politico, parte dell’opinione pubblica incitata all’odio, nonché l’equivalente anche negli altri paesi europei.
    E, dulcis in fundo, il Traditore per eccellenza: il proprio vice.
    Fini come Pence.
    Quindi un copione già visto.
    Oggi Trump sulle spalle ha il mondo
    Ieri Berlusconi l’Italia.
    Oggi Trump ha l’esercito
    Ieri Berlusconi i ….separatisti veneti…
    Questa differenza ci concede tre giorni di speranza.
    Dopodiché o la Setta religiosa, il neonazismo eugenetico, avrà mano libera nello sterminio o la guerra.
    Se vincono i primi sarà l’inferno in terra per il resto dei Tempi.
    Se vice il secondo non ci saranno sconti ma alla fine sarà la Vita che avrà vinto.
    Ma su tutto questo incombe l’incoscienza di una grande massa di individui terrorizzati.

    Risposta
    • 18 Gennaio 2021 in 10:21
      Permalink

      Concordo. Analisi giusta! Ma non è finita qua in italia…in america invece …

      Risposta
    • 21 Gennaio 2021 in 0:17
      Permalink

      Roberto su’! Tra Berlusconi e Trump una piccola differenza forse c’e’?
      Dai a Cesare quel che e’ di Cesare , Berlusconi forse dava a un altro cesare.

      Risposta
  • 17 Gennaio 2021 in 23:49
    Permalink

    Il problema che sta sorgendo è un altro: Trump può veramente contare sulle forze armate per attuare
    “Insurrection Act”??
    Quelle 25.000 truppe schierate a Washington a chi obbediscono? Al Capo di Stato Maggiore o a qualcun altro e soprattutto solo le “sole” o è soltanto un “avanguardia” al servizio del Deep State??
    Ammesso e non concesso che l’attuale presidente decidesse effettivamente di attuare lo “stato di emergenza” con l’appoggio delle “forze armate” intese come i “generali” come risponderebbero le truppe?? Sarebbero pronte ad uno scontro armato contro altri commilitoni?? Sul territorio
    americano?? E’ ovvio che tale conflitto non si limiterebbe esclusivamente a Washington DC ma coinvolgerebbe tutti gli stati americani almeno perciò che concerne la scelta dei vari reparti su da che parte schierarsi…qui non si sta parlando dell’esercito italiano allo sbando dopo l’armistizio del’43,ma del più potente esercito del mondo eventualmente in guerra con se stesso!!
    E le forze dell’ordine civili, FBI, NSA,CIA ecc ecc a chi dovrebbero fare riferimento??? Al vecchio o al nuovo presidente??
    Siamo poi così certi che la scelta ipotizzata di Trump di sventare il colpo di stato non tornerebbe comunque sempre a vantaggio per l’instaurazione del NWO??
    La “guerra civile” ma oserei dire militare che si scatenerebbe negli States sarebbe, magari di breve durata, ma senza dubbio catastrofica e porrebbe comunque le basi per dover comunque subito dopo costruire “qualcosa di nuovo”!
    Ma distruggere l’ordine “vecchio” per sostituirlo con uno “nuovo” non è sempre stata la base della teoria del caos amata dal sionismo massonico(vedi Deep State)?E non è forse vero che tutte le guerre e rivoluzioni che si sono succedute nella storia(almeno quelle avvenute negli ultimi secoli) sono sempre state alimentate dai suddetti “signori” per costituire un “nuovo ordine”?

    Risposta
  • 18 Gennaio 2021 in 0:28
    Permalink

    Per concludere il mio commento precedente, quello che io temo è che il sionismo massonico, che vuole instaurare il NWO, abbia deciso di “sacrificare “sull’altare del Nuovo Mondo proprio gli Stati Uniti come potenza politica, economica e militare, come noi fino ad oggi l’abbiamo conosciuta!
    Questo verrebbe confermato dal fatto che tali “signori” hanno volto tutti i loro interessi economici ed ideologici verso la Cina che, guarda il caso, è l’unico paese al mondo che ha visto crescere la propria economia con la pandemia del COVID, a differenza di tutti gli altri che sono in recessione se non in bancarotta! Non vorrei quindi che comunque vada il 20 gennaio, ciò torni sempre a “vantaggio”dei suddetti signori!

    Risposta
  • 18 Gennaio 2021 in 14:08
    Permalink

    Portare una divisa per me significa servire la propria patria quindi il popolo … chi serve superiori traditori diventa egli stesso traditore e ne risponde davanti a Dio (e non sarà perdonato perché cosciente di essere complice di criminali) … ma tradisce anche se stesso e i propri familiari, regalando ai propri figli l’inferno …non varranno tutti i soldi del mondo nè le “protezioni” promesse dai malvagi … il mondo grida giustizia … l’Italia è il perno e per me anche la soluzione … oltre gli Usa …

    Risposta
  • 18 Gennaio 2021 in 16:44
    Permalink

    200 MILHÕES DE BRASILEIROS ORANDO PELO TRUMP !!!!!

    Risposta
  • 18 Gennaio 2021 in 16:53
    Permalink

    ORAR, ORAR , ORAR , ORAR !!!!! DEUS NO COMANDO !!! O IMPONDERÁVEL É A AÇÃO DE DEUS . É NO IMPONDERÁVEL QUE DEUS AGE SEMPRE !!!! ORAI E CONFIAI !!!

    Risposta
  • 18 Gennaio 2021 in 18:29
    Permalink

    Una interessante e perfettamente documentata, come sempre, analisi degli storici avvenimenti che stiamo vivendo; questi sono gli articoli che servono.

    Entrando nel merito, si rilevano alcune aspetti da chiarire, mi sembra: Trump non è il primo dei grandi ricchi americani, estranei alla politica, con velleità da presidente, ma nessuno di loro è stato eletto; se Trump è stato nient’ altro che un “bug del sistema”, ovvero un momentaneo errore nel delirante progetto del deep state, non c’è motivo di supporre che possa ora agire; ma contro un bug del sistema, però, bastava una delle azioni, anche tragiche come sappiamo, che sono già state attuate contro gli altri presidenti che uscivano dagli schemi: perchè contro Trump nulla ha funzionato, a cominciare dalle elezioni 2016?

    Questo vuol dire che Trump sarà ancora presidente? Significa…che non finisce qui: Reagan – insieme a Wojtyla – ha distrutto la “creazione” del deep state ante litteram, ovvero l’ URSS; dopodichè, quello che noi chiameremmo l’ antistato, si è riorganizzato, passando dall’ 11 settembre a sostenere la Cina, che Trump – e chi sta dietro a lui – sta provando a distruggere. La battaglia continuerà, comunque.

    Q sarà anche una finzione, secondo alcuni, ma è semplicemente pazzesco che il famoso post del 4 giugno 2020, che descrive le fasi della reazione di Trump, si sta verificando puntualmente: anche il preciso riferimento alla 10 divisione da montagna: secondo quanto si apprende, è appena rientrata dall’ Afghanistan…mah! Sembra incredibile, ma non illogico, i militari prenderanno il controllo del situazione?

    Risposta
    • 18 Gennaio 2021 in 21:52
      Permalink

      Esatto tecnicamente sembrerebbe tutto già scritto……

      Ma non possono calcolare ne i tempi di risveglio e né il fato .il caso. Gli imprevisti.
      Perché è così……la Vita ! Reale.

      Risposta
  • 18 Gennaio 2021 in 23:39
    Permalink

    Da ricerche effettuate, è stato la volontà di Trump ad accettare la presidenza dei Stati Uniti d’America chiesto dai Militari nel 2015, per togliere questa falsa demo crazia demoniaca. E stata studiata da molto tempo. Trump ha fatto il suo dovere, scoprire chi è dalla sua parte, chi non lo è. Tutto questi anni era per far vedere alla gente che tutto il sistema è corrotto, compreso i giudici dei tribunali, i demo cratici, con qualche repubblicani.
    Girano video di questa gente, satanismo, pedofilia, tratta di persone, uccisione, cannibalismo, corruzioni ecc.
    Trump non sarà all’insediamento di Biden, perché lui sarà con i Militari per l’insediamento alla nuova Repubblica Americana (di lui oppure di una sorpresa che nessuno se l’aspetterà, JJK ? ), nel contempo si vedrà in piccolo, in diretta mondo vision, l’arresto di Biden con tutta la sua clicca satanica del deep state. Nessuno potrà uscire dal congresso blindato per sfuggire.
    Si dice che il Papa Bergoglio è già in stato d’arresto. Il barone Benjamin de Rothschild morto da crisi cardiaca e vero o suicidato ? Effetto agenda Epstein ?
    La LUCE fa sempre più Forte, altre persone cadranno nel mondo per queste chiarezze.

    Risposta
    • 21 Gennaio 2021 in 0:39
      Permalink

      Sono dello stesso avviso Corrado.
      Intanto aspettiamoci alcuni annunci dal Generale Hyten ai cittadini, tribunali militari e forse agli inizi di Marzo il ritorno di Trump in Ufficio. (da Simon Parkes & Charlie Ward updates).

      Risposta
  • 19 Gennaio 2021 in 12:46
    Permalink

    Trump è l’altra faccia della stessa medaglia, se prenderà il potere militare allora potrebbe essere il cavallo di Troia per imporre la legge marziale e iniziare la linea violenta contro i dissidenti
    L’unica nostra salvezza ormai è Gesù ed un suo intervento diretto, anche perchè la sua Chiesa è oramai occupata dal massone Bergoglio, il vero Papa è prigioniero ed il gregge si è disperso.

    Risposta
    • 19 Gennaio 2021 in 20:59
      Permalink

      Il vero Papa che è prigioniero intendi Papa Benedetto XVI?

      Risposta
  • 19 Gennaio 2021 in 16:31
    Permalink

    Gli USA non cadranno in questo miserabile modo. Prima si manifesteranno degli eventi che ancora non sono avvenuti. Nei suoi territori e nei paesi che godono della protezione militare USA, non vi sarà l’oppressione sanitaria, che andrà avanti nel resto del BRICS ED EUROPA. Questo sistema attaccherà ancora gli USA, ma perderanno miseramente poiché non avranno più il sostegno di coloro che hanno tradito il governo americano. Nel resto del mondo domineranno con sempre più violenza. Sarà tale che ad un certo punto gli USA gli dichiareranno guerra. Verranno coinvolti tutti i paesi del globo, escluso la Giordania…..!

    Risposta
  • 19 Gennaio 2021 in 18:02
    Permalink

    Eppure ho idea che Trump è stato circondato prima dai RINO e dal Deep State dei Militari quelli del Pentagono. I Democratici hanno assistito dicendo cheper loro si poteva continuare come prima (great reset). Non si può organizzare una truffa dei voti coinvolgendo Paesi come la Svizzera e l’Italia e chiedendo un uso di satelliti all’Italia (della Leonardo) per aumentare i brogli. C’è un Colpo di Stato che si vede in queste ore anche il CEO di Pillow i cui prodotti iniziano ad essere boicottati. A Trump non rimane altro che emettere ancora dei pardon, ma per il resto è finita. Cerchi di coprire l’intera sua famiglia e lui stesso. Mi dispiace che non lo abbia fatto per Bannon e Assange. Per il resto come il Conte di Montecristo bisognerà studiare la Vendetta ma mi sa che potrà esserci solo con le armi. Purtroppo gli USA sono sempre stati l’inizio di qualcosa di fondamentale per la democrazia Mondiale. Oggi hanno vinto i Guerrafondai del Pentagono e i Fabbricanti di armi. L’insurrezione degli americani deve iniziare da qui. Il grave è che se succede negli USA immaginiamo in Italia. Mi fanno tenerezza i Tre dell’Ave Maria di CDX che credono ancora che il voto sia imparziale. Si informino per bene se al Viminale hanno già installato le Dominion.

    Risposta
  • 19 Gennaio 2021 in 19:43
    Permalink

    Cesare, quando riprenderà la tua chat sul Gruppo La Cruna Dell’Ago su Telegram? È da tantissimi giorni che non si può più scrivere. Ci manca tanto. Perché l’hai chiusa da così tanto tempo? Hai avuto pressioni per farla chiudere? Questi giorni li aspettiamo da mesi e mesi ed è un peccato non poter scrivere e condividere sul gruppo proprio in questi giorni. Almeno domani che è il 20 gennaio, potresti riaprirla la chat? Un caro saluto con stima

    Risposta
    • 19 Gennaio 2021 in 21:47
      Permalink

      Ciao Simone, nessuna pressione. È un periodo che ho poco tempo per gestirla.

      Risposta
  • 19 Gennaio 2021 in 20:00
    Permalink

    Trump sarebbe il meno peggio, ma anche lui cura gli interessi degli investimenti degli “ultra high-net-worth individuals” di cui fa parte. Il benessere del popolo non c’entra nulla. La democrazia non è mai esistita, tutto gira intorno a soldi, mercati e potere.

    Risposta
  • 19 Gennaio 2021 in 20:31
    Permalink

    Per me ormai tutto è perduto…. Trump si è fatto fregare come un pollo e i polli finiscono sempre allo spiedo e noi con lui. Non credo ai miracoli in estremis …. non più

    Risposta
  • 19 Gennaio 2021 in 22:22
    Permalink

    Non è ancora arrivato il 20 gennaio e molti già emettono le loro sentenze. Fino ad un minuto prima del giuramento di Biden il POTUS resta TRUMP.
    I militari non riconosceranno MAI Biden

    Risposta
  • 19 Gennaio 2021 in 23:32
    Permalink

    Cesare, secondo te cosa accadrà domani 20 gennaio e nei prossimi giorni? Sabato 23 c’è anche sentenza Corte Suprema. Grazie

    Risposta
    • 20 Gennaio 2021 in 9:03
      Permalink

      Stiamo a vedere, Giuliano. Dall’altra parte arrivano segnali che qualcosa sta per succedere. Molto presto capiremo se è solo fuffa o se c’è qualcosa di concreto.

      Risposta
    • 20 Gennaio 2021 in 13:18
      Permalink

      Scusa Giuliano puoi gentilmente dirmi di quale sentenza dovra pronunciarsi la Corte Suprema. Sto seguendo tutto da anni ma questa mi e sfuggita. Grazie. E importante.

      Risposta
  • 20 Gennaio 2021 in 7:34
    Permalink

    L’Inno Nazionale cantato da Lady Gaga….ne vogliamo parlare?

    Risposta
  • 20 Gennaio 2021 in 8:44
    Permalink

    Tanto per non lasciare nulla.. è comunque davvero interessante, a dimostrazione del fatto che Q è di fatto reale, che sia un qualcosa di positivo oppure controllato da chissà chi: in questo breve filmato si può notare lo stemma sulla divisa del soldato di guardia al parlamento:

    https://t.me/mgshowchannel/706

    è proprio quello della celebre decima divisione truppe da montagna. Ora non si sa perché abbia questa importanza questa e non altre divisioni, clamorosa però è la conferma di quello che disse Q: “10th Mountain…First Marine…to central locations under guise of citizens riot control” Allora che senso ha tutta questa precisione se poi bidet va alla casa bianca? Boh!

    Risposta
  • 20 Gennaio 2021 in 12:38
    Permalink

    Cominciai a leggere articoli riguardanti Q un paio di anni fa.
    Era un articolo scritto da chi (coloro) probabilmente ha contribuito in gran parte alla creazione di questo “mito”. Probabilmente di parte, ma onestamente esaustivo.
    Già a suo tempo però era chiaro come ci fosse in atto una mistificazione, certo suggestiva, ma surreale.
    Ottima per fare breccia in quegli elementi più lontani dalle “Cities” e relegati nell’America rurale.
    Ottima per quelli che non si sarebbero chiesti “Perchè” , ma avrebbero solo affermato “Ecco”.
    Invece ora ,complice l’instabilità politica, le limitazioni della libertà e la depressione dilagante, questi argomenti raggiungono anche l’Europa e l’Italia.
    Basta guardare il numero dei commenti agli articoli di questo blog….fino alla metà del 2020 avevano pochissimo seguito.Dopo il primo lockdown c’è stato un aumento progressivo….
    Ma la cosa che mi meraviglia maggiormente è il potere affidato agli USA (ed a Trump????) di salvare il mondo,….mondo che essa stessa sta contribuendo a rovinare.
    E quando non ci sono argomenti per giustificare qualcosa, ecco la comparsa del volere di Dio o degli attacchi di Satana.
    Sono un agnostico….non un negazionista…. vorrei apprendere…vorrei conoscere…. ma servono elementi concreti….non mistificazioni.
    E a tempo perso provate a leggere cosa scriveva il collettivo Wu Ming nel 2018 sulle teorie del complotto…..

    Risposta
    • 20 Gennaio 2021 in 16:07
      Permalink

      Questo blog non ha mai parlato di Q, ma del ruolo di Trump contro il mondialismo e molti altri argomenti e punti di vista che non trovano spazio nell’informazione di regime. La ragione per la quale è cresciuto molto è perché i lettori evidentemente apprezzano molto delle analisi che altrove non trovano. Essere un agnostico non vuol dire avere una versione più lucida e oggettiva di un credente. Al contrario, l’agnostico non vede oltre il lato materiale e nega il lato spirituale del mondialismo che è presente e predominante perché questa ideologia è una religione esoterica, come spiegano i suoi stessi sostenitori. In conclusione, non credere è rispettabile, ma non dà assolutamente una patente di maggiore lucidità come presuntuosamente credono diversi agnostici e atei.

      Risposta
    • 20 Gennaio 2021 in 19:16
      Permalink

      Infatti, dici bene, pare palese che la narrazione Qanonista sia stata funzionale ad un certo tipo di manipolazione che ha creato una certa figura che ora ne paga le amare conseguenze. Non so se questa “operazione” sia stata voluta solo per prendersi gioco di chi mette la propria capacità critica in cantina, e quindi afferibile alla pura e semplice goliardata un po’ sfuggita di mano, oppure se dietro si sia nascosto un disegno più profondo: fatto sta che il risultato non cambia.

      Risposta
  • 20 Gennaio 2021 in 19:26
    Permalink

    Ancora non è finita nonostante il falso presidente si è insidiato a washington, dobbiamo continuare a pregare per le elezioni a favore per trump perchè le elezioni sono pilotate dal deep state.
    Trump è imprevedibile e farà delle mosse a sorpresa per sventare il colpo di stato che ha subito gli USA,
    io non mi arrendo e spero ancora.

    Risposta
    • 20 Gennaio 2021 in 20:57
      Permalink

      Intanto Biden si è gia insediato. Dov’è il famoso computer di Biden che avrebbe dovuto incastrarlo?

      Risposta
  • 20 Gennaio 2021 in 20:12
    Permalink

    Cesare Sacchetti, le chiedo cortesemente un commento analitico (credo che interessi a tutti) per favore sull’inaugurazione e il giuramento di Biden terminati poco fa. Inoltre: Possono esserci ancora speranze per i prossimi giorni o dobbiamo arrenderci all’amarissima realtà fattuale? C’è tanta tristezza e delusione e frustrazione da parte di tutti noi.
    Grazie mille. Con stima

    Risposta
    • 21 Gennaio 2021 in 16:23
      Permalink

      Ciao Carlo, guarda alla militarizzazione di DC e ti accorgi che non c’è alcuna logica in quello che sta accadendo. E stiamo parlando di realtà fattuale, non di fantasie. Ci sono molti aspetti che non tornano in questa “amministrazione Biden”, a partire dal fatto che il Pentagono si sta rifiutando di condividere le informazioni sulle operazioni militari in corso.

      Risposta
  • 20 Gennaio 2021 in 21:34
    Permalink

    Cesare, perché Trump non ha attuato l’ordine esecutivo presidenziale del 2018 sulle interferenze straniere sul voto? E l’insurrection act? E che senso ha tutto quello che ha fatto Trump in questi anni considerando la giornata di oggi come è andata a finire? E poi cosa ci facevano oggi 30.000 militari più carrarmati a Washington per poche persone di pubblico? E poi il mandato Trump scadeva oggi alle ore 12 di Washington ma Biden ha giurato alle 11,48 (e non alle 12) quando Trump era ancora Presidente! Che ne pensi per favore?

    Risposta
    • 21 Gennaio 2021 in 16:21
      Permalink

      Ciao, sto preparando un nuovo articolo dove farò l’analisi della situazione attuale.

      Risposta
  • 20 Gennaio 2021 in 21:53
    Permalink

    Chi visse sperando morì… non si può dire.
    Ma si può dire almeno che chi di speranza vive disperato muore…

    Risposta
  • 21 Gennaio 2021 in 4:21
    Permalink

    Il 20° EMENDAMENTO della Costituzione americana specifica che il mandato di ogni Presidente eletto degli Stati Uniti inizia a MEZZOGIORNO del 20 GENNAIO dell’anno successivo alle elezioni.
    Ogni presidente deve prestare giuramento prima di assumere le funzioni della posizione.
    BIDEN HA PRESTATO GIURAMENTO ALLE ?11:48? DEL 20 GENNAIO 2021 quando il Presidente era ancora Trump (PRIMA DELLE 12,00).
    È ANTICOSTITUZIONALE ‼️
    XX EMENDAMENTO
    Sezione I
    II mandato del Presidente e il mandato del Vicepresidente avranno termine a mezzogiorno del 20 gennaio, mentre quelli dei senatori e dei rappresentanti cesseranno alle dodici del 3 gennaio degli anni in cui scadrebbero i rispettivi mandati se il presente Articolo non venisse ratificato; nello stesso momento avrà inizio il mandato dei rispettivi successori.

    Risposta
    • 22 Gennaio 2021 in 13:43
      Permalink

      Secondo me è stato registrato forse 1 o 2 giorni prima, poi l’hanno diffuso il giorno 20. Sappiamo che anche la TV è corrotta…!!! Poi quando il bidone ha iniziato ha firmare alla casa bianca guardate il filmato:
      https://www.youtube.com/watch?v=LLBbFWQPz8E
      nei suoi appunti si vede le scritte, ma quando apre e firma, non c’è scritto niente, firma su un foglio in bianco d’avanti ai giornalisti (corrotti anche loro ), per cui io non ci credo. Su dei video si vede il gruppo antifa (pagati sicuramente da Soros), per coinvolgere la folla ad entrare al Campidoglio. Adesso sono contro Biden, perché ? Non sono stati pagati ?
      Scrivete nel vostro browser “antifa.com” e scoprite cosa vedrete.
      Il bidone non durerà allungo secondo me, giusto 1 o 2 paia di settimane. Impeachment ? Poi agli arresti per alto tradimento con tutto il deep state.

      Risposta
  • 21 Gennaio 2021 in 12:03
    Permalink

    Cesare: Ma è vero che dopodomani sabato 23 come scrivono in tanti, c’è sentenza Corte Suprema degli Stati Uniti sulla frode elettorale? Sarebbe la Corte Suprema prima volta che dà un giudizio di merito e non solo di legittimità sulla frode elettorale. Però io sul sito ufficiale della Corte Suprema non vedo nulla di calendarizzato per sabato 23. P.s. Ricordo che lo stato di emergenza di Washington D.C. proclamato da Trump vale fino a questa domenica 24 gennaio compresa. Grazie

    Risposta
  • 21 Gennaio 2021 in 17:54
    Permalink

    Da un’analisi letta redatta da varie fonti ho potuto giungere ad alcune conclusioni da prendere con un grano di sale come sempre:
    1. C’è stata la minaccia alcuni giorni prima da parte dell’Iran di colpire il Capitol per vendicare la morte del capo militare ucciso di recente da Soleimani.
    2. C’è stata la minaccia di un possibile attacco da parte della Cina. Eserciti cinesi si sono addestrati in Canada di recente. Non solo ma il dispiego della marina lungo le coste della California sarebbe motivato dalla presenza di numerosi cargo cinesi che sono in grado di trasportare i più moderni lancia razzi realizzati dai cinesi.
    3. Visto il dispiego a Washington di 65,000 truppe – numero reale rilasciato dal capo dei Marshall – ritengo poco credibile la possibilità di una minaccia da parte dei bogaloo, antifa o altri gruppi ribelli di origine civile.
    4. Se effettivamente una parte dell’esercito – termine generale – ma includo ogni carica militare o legale che sia un white hat – faciliterà e continuerà a sostenere gli arresti già iniziati del deep state e permetterà a Trump di ritornare in base al documento firmato a luglio 2020 di fine della Compania della Virginia nota come gli Stati Uniti ed inizio della Repubblica degli Stati Uniti questo si verrà a sapere forse il 4 Marzo. Sembra chiaro che IL TRADIMENTO doveva essere totale e compiuto fino alla fine per poter poi applicare la pena necessaria.

    Risposta
  • 21 Gennaio 2021 in 19:19
    Permalink

    Cesare in un tuo post su twitter scrivi: un uomo misterioso cammina dietro le finestre dello studio ovale mentre biden sta parlando. Cesare ti voglio fare una domanda: chi è l’uomo misterioso?( ho l’ impressione che sia Trump)

    Risposta
  • 22 Gennaio 2021 in 1:34
    Permalink

    È da tanto che non visito il blog, ma avevo solo da recuperare quest’articolo. Inizio col dire che il caos creato in America dai “sostenitori di Trump” può anche essere nato da un VOLUTO caos escogitato per tirare palate di sterco su Trump. Basta un post, un evento, un sussulto su internet e social per scatenare la massa, chiunque può farlo partire, anche uno che sostanzialmente non se ne frega nulla, così da invogliare chi davvero ci tiene a fare dei passi per la causa, nonostante il VERO centro della causa sia fare solo caos e non risolvere nulla.

    Detto ciò, come ho sempre ribadito in ogni mio post è inutile sperare e credere che un intervento UMANO possa in qualche modo porre fine o combattere l’avvento di questo Male. Le “cose” sono scritte. E se è vero che sono scritte, sono inevitabili. Possono prolungare i tempi questo sì, ma non possono di certo cambiare il corso degli eventi, il Mondo prenderà una piega sempre più indirizzata verso la “prigionia”, la schiavitù mentale e c’è poco da fare se non attendere compiendo opere di bene all’interno della nostra cerchia, ovviamente. Chi come tanti ha scritto di non poter far nulla perché “inutile”, sbaglia. Chi si ferma è perduto. La GB che vien fuori dall’Europa, gli scontri fra Madrid e Barcellona e tanti altri che adesso non cito per non dilungarmi.. Sorgerà “regno” contro “regno” riassume a pieno, come tante altre che sono accadute e stanno accadendo, come anche le “tante nuove (ma anche vecchie) malattie” citate e che puntualmente “nascono”
    o “risorgono” nel Mondo.

    Ma chiunque può dare un aiuto nel suo piccolo, di certo non se crede che sia l’Uomo a sistemare le cose. L’unico è il Figlio di Dio e non credo che Trump o Putin siano il Figliol dell’Uomo.

    Possibile che nessun abbia guardato ADRIAN su canale 5? Dopo poche puntate è stato “bloccato” e “rivisitato”, dicendo che era stato interrotto a causa di un malessere di Adriano Celentano che poi ha dimostrato il contrario, dicendo in diretta “Non mi fanno parlare, non mi lasciano poter dire ciò che voglio ed ho solo 30 secondi per esporre quello che voglio, sono già passati. Sono così brevi, vedete? Ne sono passati 30 altri.” E cose simili. Gli Italiani hanno preferito guardare altro in quei giorni, perché non hanno compreso il suo messaggio.

    Pensate, durante sempre l’ultima diretta (prima dell’interruzione del programma), disse “A me non interessa quanti guarderanno o staranno guardando adesso, a me basta che sia UNO solo a guardarla e so che lo sta facendo, QUEST’UNO cambierà il Mondo”, non so bene a cosa o chi si riferisse.

    Come anche Jim Carrey che durante un’intervista in diretta disse “La pace va al di là della S rossa che porti sul petto e sul quale rimbalzano le pallottole” alludendo a Superman, ma… con una mente più aperta al risveglio..forse alludendo a qualcuno che sia in grado di “scegliere” (perché la Vita è una continua Scelta) come raggiungere la pace? Chissà. Vedremo.

    Saluti.

    Risposta
  • 22 Gennaio 2021 in 5:41
    Permalink

    Cesare Sacchetti, in questo suo post su Telegram (link in fondo), Lei scrive: “ Un uomo “misterioso” cammina dietro le finestre dell’ufficio ovale mentre Biden sta parlando. ” Ho riguardato le immagini al rallentatore e quell’uomo che passa misteriosamente sembra proprio Trump. Lei che ne pensa? Anche altri commentatori suggeriscono tale ipotesi. Inoltre nel video di Biden con gli ordini esecutivi, notate che è tutta una finta. Sono fogli bianchi e non intestati! E quando “firma”, si vede chiaramente che non rimane alcuna traccia di inchiostro. Perché questa sceneggiata? E il cinese con la spilla militare cinese dietro Biden all’inaugurazione? Poi a Washington a mezzogiorno il tempo era nuvoloso brutto ma l’inaugurazione fatta vedere è con pieno sole. Poi Biden che giura alle 11,48 quando Trump è ancora Presidente fino alle 12. Poi la mano quasi appoggiata sulla Bibbia massonica con la croce rovesciata. Il non saluto dei Marines a Biden, molti della Guardia Nazionale che danno le spalle a Biden mentre passa. Biden presidente degli Stati Uniti con l’auricolare. Inoltre Biden dopo il giuramento non è stato accolto col saluto dei 21 colpi di pistola. E il Pentagono non collabora con Biden. Manco gli ha fornito un aereo governativo il giorno del giuramento: Biden ha dovuto noleggiarsi un aereo privato. Ci sono troppe cose che non tornano.
    https://t.me/cesaresacchetti/2639

    Risposta
    • 22 Gennaio 2021 in 16:13
      Permalink

      La sagoma assomiglia molto a quella di Trump. Sembra davvero lui.

      Risposta
      • 30 Gennaio 2021 in 23:21
        Permalink

        Posso chiedere da dove proviene il video con la sagoma misteriosa?
        Un mio conoscente dice che si tratta di un fake e vorrei controbattere.
        Grazie

        Risposta
        • 31 Gennaio 2021 in 10:00
          Permalink

          Da qui. È un video ufficiale di Biden nell’ufficio ovale.

          Risposta
    • 23 Gennaio 2021 in 10:06
      Permalink

      E l’immagine ďi Kamala che giura fedeltà sulla sua borsetta (la interpone tra la mano e la Bibbia)? Senza parole…

      Risposta
  • 22 Gennaio 2021 in 5:44
    Permalink

    Cesare Sacchetti, in questo suo post su Telegram (link in fondo), Lei scrive: “ Un uomo “misterioso” cammina dietro le finestre dell’ufficio ovale mentre Biden sta parlando. ” Ho riguardato le immagini al rallentatore e quell’uomo che passa misteriosamente sembra proprio Trump. Lei che ne pensa? Anche altri commentatori suggeriscono tale ipotesi. Inoltre nel video di Biden con gli ordini esecutivi, notate che è tutta una finta. Sono fogli bianchi e non intestati! E quando “firma”, si vede chiaramente che non rimane alcuna traccia di inchiostro. Perché questa sceneggiata? E il cinese con la spilla militare cinese e la stella comunista dietro Biden all’inaugurazione? Poi a Washington a mezzogiorno il tempo era nuvoloso brutto ma l’inaugurazione fatta vedere è con pieno sole. Poi Biden che giura alle 11,48 quando Trump è ancora Presidente fino alle 12. Poi la mano quasi appoggiata sulla Bibbia massonica con la croce rovesciata. Il non saluto dei Marines a Biden, molti della Guardia Nazionale che danno le spalle a Biden mentre passa. Biden presidente degli Stati Uniti con l’auricolare. Inoltre Biden dopo il giuramento non è stato accolto col saluto dei 21 colpi di pistola. E il Pentagono non collabora con Biden. Manco gli ha fornito un aereo governativo il giorno del giuramento: Biden ha dovuto noleggiarsi un aereo privato. Ci sono troppe cose che non tornano.
    https://t.me/cesaresacchetti/2639

    Risposta
    • 22 Gennaio 2021 in 22:43
      Permalink

      E vero Carlo, niente registrato negli ordini esecutivi, non c’è niente di questo bidone…!
      Tutta una messa in scena. Mi chiedo se non è già in stato d’arresti questo bidone, mi sembra che fa parte di questo pezzo di teatro per far credere al mondo che sia lui il presidente. Non sarebbe per caso perché i Militari non hanno ancora finito tutti gli arresti del deep state nel Mondo ?

      Risposta
  • 23 Gennaio 2021 in 17:16
    Permalink

    7.000 guardie potrebbero rimanere a Washington fino a marzo. Questa militarizzazione non aveva senso per un’inaugurazione virtuale e ora non ha senso, a meno che non stia accadendo qualcos’altro. Trump ha consegnato il potere ai militari prima di partire?
    Cesare Il post che hai scritto oggi su twitter che ho citato con le parole di sopra cosa vuol dire? Vuol dire che ci saranno grosse sorprese? ci sarà l’atto di insurrezione?

    Risposta
    • 23 Gennaio 2021 in 18:43
      Permalink

      Filippo, ho chiesto a degli esperti legali americani di confermare se è stato attivata la legge contro le insurrezioni. Sul sito del Congresso, c’è un riferimento che sembra farlo pensare.

      Risposta
      • 23 Gennaio 2021 in 20:14
        Permalink

        Cesare, scrivi che sul sito del Congresso c’è un riferimento che sembra far pensare che sia stata attivata la legge contro le insurrezioni (insurrectional act): ci potresti riportare il riferimento preciso, il link per favore? Grazie

        Risposta
    • 23 Gennaio 2021 in 19:20
      Permalink

      cesare ti ho fatto delle domande perchè non mi rispondi?

      Risposta
      • 23 Gennaio 2021 in 21:40
        Permalink

        Ti ho risposto. Non vedi il mio commento?

        Risposta
        • 24 Gennaio 2021 in 6:20
          Permalink

          Scusa Cesare non avevo visto il tuo commento.

          Risposta
  • 23 Gennaio 2021 in 22:32
    Permalink

    Quello che non riesco a capire è perchè Trunp sia stato così tradito dai repubblicani e in primo luogo da Pence. Posso capire Bush, che ha sempre odiato Trump, come ho avuto modo di leggere diverse volte, ma anche tanti personaggio dell’establishment repubblicano, senatori, governatori, imprenditori, giornalisti anche di destra, a un certo punto gli hanno voltato le spalle e lo hanno lasciato al suo destino.
    Per questo pensoche Tump farebbe bene a fondare un proprio partito dei patrioti americani, e portare via vori a questi traditori dei repubblicani

    Risposta
    • 26 Gennaio 2021 in 16:04
      Permalink

      Ci sono delle repliche dell’ufficio ovale in altri luoghi utilizzati per le riprese di film di Hollywood. Quello al quale assisteremo nei mesi a venire non è altro che un film fino a quando Trump riuscirà a restabilire la realtà della sua vincita su Biden.

      Risposta
  • 24 Gennaio 2021 in 9:09
    Permalink

    https://ununiverso.blog/2021/01/22/dove-hanno-trovato-il-tempo-di-mettere-una-strada-dietro-allufficio-ovale/
    C’è qualcosa di strano…
    Anche Lin Wood nell’intervista di ieri ha detto che stiamo andando verso il Grande Reset e Satana si affretterà per porre il suo Marchio.

    Ha anche detto che quello che ha fatto Trump era necessario.

    Trump sembra che abbia abbandonato ma le apparenze possono essere ingannevoli, ha detto.
    2/2

    Trump ha evitato una guerra civile (che avrebbe dato ancora più leva alla Cina per prendersi il paese) senza prendere azioni che potessero infrangere la Costituzione in alcun modo, non poteva forzare la mano ancora essendo alla Presidenza.

    Alla fine la giustizia e la verità prevarranno.

    Ha detto che non sa dirci quando ci saranno gli arresti ma ci saranno.

    Ha detto anche che l’amministrazione Biden non resisterà.

    Lin Wood crede che i militari siano realmente in controllo del paese in questo momento.

    Lin Wood pensa che Trump manderà in bancarotta il paese in maniera pilotata affinchè ritorni ad essere una Repubblica e non più United States Inc. sotto i Rothschild. Questo farà implodere la Cina che trattiene la maggior parte del debito Americano.

    Alla domanda “perchè ci hai dato false speranze?”

    Lui ha risposto che ha sempre cercato di trovare informazioni accurate e fornire le sue conclusioni.

    Ha detto quindi che non voleva dare false speranze ma mantenere la speranza. Ha sempre detto che ha fatto tutto in buona fede e che se aveva delle informazioni preferiva dirle che non dirle se queste potevano rivelarsi un aiuto a proteggere le persone dagli eventi.

    Better safe than sorry.

    Dice che Flynn e Sidney avrebbero voluto che le cose si risolvessero prima ma non hanno loro in mano l’interruttore per cambiare le cose.

    Lin Comunque si aspetta qualcosa nelle prossime 2 settimane.

    https://rumble.com/vd59zz-lin-wood-fireside-chat-9-is-joe-biden-really-the-president-of-the-u.s-2-oth.html

    Risposta
  • 25 Gennaio 2021 in 20:29
    Permalink

    Queste verità possono venire alla luce ( del sole ) solo con la Cronosemantica.Gli Americani si dovrebbero meravigliare da soli per aver inconsapevolmente indicato allo stesso Tempo ” PANDEMIA e PRESIDENTE U.S.A.” esattamente nel XXI secolo – anno 21° – giorno 21°

    Risposta
    • 26 Gennaio 2021 in 19:30
      Permalink

      Anno 2021 non 21 e soprattutto il giorno 20 (non 21) è stato inaugurato Biden col giuramento

      Risposta
  • 25 Gennaio 2021 in 20:35
    Permalink

    la fine dei giorni significa la fine del vecchio corrotto / male e l’inizio della nuova età dell’oro! (rinascita)

    Il grande vecchio è Biden.

    Risposta
  • 26 Gennaio 2021 in 5:04
    Permalink

    Voglio esser d’aiuto a quegli agnostici che si sono”addentrati” in un Mondo che non può essere il loro perché agnostici.

    1-I segni, l’evidenza, la concretezza, il reale non fa parte del Piano Divino, perché? Perché mettere al mondo tanti figli (un po’ come metterli alla prova) e poi fargli sapere, vedere, che il loro Padre è lì a guardarli.. pensate che qualcuno “peccherebbe”? Pensate che vivrebbe la propria vita col libero arbitrio? No, perché sa che se sbaglia, paga!
    Invece noi siamo “istruiti” sin da NEONATI o comunque BAMBINI ad una conoscenza BASE che Dio esiste, poi inizia l’adolescenza e pensiamo a tutt’altro che con Dio non c’entra nulla, anzi lo bestemmiamo per sentirci forti e grandi. Ma una base ci è stata data..da QUALCUNO. Con tutto ‘sto satanismo massonico, perché i bambini vengono SEMPRE istruiti con la religione? Avrebbero potuto trovare appigli, ma la questione è INTOCCABILE (non ancora per molto però).

    2- Ma vi siete mai chiesti perché si bestemmia a Dio? Perché non al demonio, al diavolo? A Satana?…Suona male? Fra i due, quando ci accade un evento negativo, perché imprecare proprio a Dio, se lui in realtà ci assiste? Perché non imprechiamo al diavolo? Sulla Bibbia c’è scritto anche questo, ovviamente.
    Ma con un’analisi attenta si intuisce che la bestemmia è INCONSCIA e “VERA” perché sì, attraverso le nostre scelte poi succede quel che succede e non è mai attraverso il diavolo, ma attraverso Dio. Non è il male che entra nelle nostre vite o la nostra vita che PASSA attraverso il Male, anzi siamo noi che scegliamo di operare il male, passandoci, facendolo entrare nella nostra vita.

    Se scelgo di guidare troppo forte (opero il Male) e poi faccio incidente da solo ed esco illeso (passo attraverso Dio), ma distruggo 80.000€ di auto e maledico Dio (lascio entrare il male nella mia vita, escludo chi mi ha salvato).

    Un mio conoscente purtroppo ha avuto il tumore al cervello, operato con una percentuale di sopravvivenza sotto il 10%, miracolato esce vivo. Non riusciva a parlare bene, aveva “problemi”, come se avesse dimenticato come si fa a parlare. Diceva (cercava di dirlo) sempre che era colpa di Gesù Cristo se stava così e che sarebbe morto. Non sbagliava, se così si può dire, la morte non appartiene al demonio, ecco perché bisogna accettarla e sconfiggerla, perché appartiene a Dio. Il male può solo darti “fastidio” (psoriasi ed altre malattie fastidiose, irritanti, ma non mortali). Il tutto è nella Bibbia. Saluti.

    PS. La Cina si chiama anche DRAGONE, un serpente, diciamo il papà dei serpenti e sputa pure fuoco. Mi sembra logico che sia la Cina la vera minaccia. E chissà che non sia proprio la Cina a fare venir fuori il Marchio della bestia come qualcosa di innovativo, gratuito, utilissimo, alla moda, MA FACOLTATIVO. Bisogna attendere

    Risposta
    • 29 Gennaio 2021 in 4:53
      Permalink

      Credo che il marchio della bestia sia già presente e che sia il v@ccino a mRna. Possibile?

      Risposta
  • 26 Gennaio 2021 in 17:12
    Permalink

    Cesare la tabella di marcia del grande reset prevedeva che i primi mesi del 2021 ci sarebbero stati confinamenti più duri del 2020, attualmente non si vedono quindi vuol dire che era tutta menzogna?

    Risposta
  • 26 Gennaio 2021 in 19:54
    Permalink

    Giole Magaldi, convinto sostenitore di Trump e gran maestro massone, sostiene che vi sarebbe stato un avvicinamento fra una parte dei rappresentanti delle politiche di Trump e l’amministrazione di Biden, al fine di garantire che certe idee di Trump, come l’opposizione all’espansionismo cinese, una politica keynesiana e il patriottismo spinto, venissero salvaguardate anche con la Presidenza Biden. Per questo sembra che Trump abbia ammorbidito certi intenti bellicosi, di ritorno con la forza. Anche in considerazione che ampi settori repubblicani stanno facendo accordi con i democratici per piazzare loro uomini in posti chiave dell’amministrazione. Magaldi sostiene che si va ora verso una fase di pace e collaborazione fra le diverse logge massoniche che si sono combatture in nome di Trump e Biden,

    Risposta
    • 28 Gennaio 2021 in 8:25
      Permalink

      Trump non è massone e non ci sono correnti massoniche che lo sostengono. Tutta la massoneria vuole lo stesso obbiettivo, ovvero il governo mondiale, e Trump si è presentato per separare l’America e di conseguenza il mondo da questo piano. Non c’è stato nessun avvicinamento tra la cosiddetta amministrazione Biden e Trump. Biden è un fantoccio. Non è in controllo di nulla, a partire dai militari che ancora presiedono DC e sono fedeli a Trump. La mia idea è che Trump abbia trasferito il potere ai militari prima di andare via e questa amministrazione è delegittimata. Sono giorni che la Casa Bianca è al buio e quando le persone chiamano gli viene detto che non c’è personale al lavoro.

      Risposta
      • 29 Gennaio 2021 in 22:45
        Permalink

        Io ieri ho chiamato e il personale mi ha risposto

        Risposta
    • 29 Gennaio 2021 in 11:34
      Permalink

      Gioele Magaldi cerca di convincere che Mario Draghi sia il “personaggio” che dovrebbe guidare l’Italia. Credo proprio tu ti sia confusa dicendo che Magaldi sostiene Trump.

      Risposta
  • 26 Gennaio 2021 in 21:17
    Permalink

    Giole Magaldi, convinto sostenitore di Trump e Gran Maestro massone, in una recente dichiarazione asserisce che nell’ultima settimana vi sarebbe stato un avvicinamento fra una parte dei sostenitori di Trump e l’amministrazione di Biden, al fine di garantire che certe idee di Trump, come l’opposizione all’espansionismo cinese e una politica neo-keynesiana, venissero salvaguardate anche con la Presidenza Biden. Per questo sembra che Trump abbia ammorbidito certi intenti bellicosi, che miravano ad un ritorno con la forza. Occorre inoltre considerare che ampi settori repubblicani stanno facendo accordi con i democratici per piazzare loro uomini in posti chiave dell’amministrazione, e che molte nomine sono a favore di rappresentanti dell’establishment finanziario che si trovava a proprio agio sia con Trump che con Biden. Magaldi sostiene infine che si va ora verso una fase di tregua e compromesso fra le diverse logge massoniche che si sono combatture in nome di Trump e Biden. Non so se questo, se confermato, sia un fatto positivo o negativo per i supporter di Trump, che rischiano di trovarsi spiazzati. Qualcuno ha ulteriori informazioni in proposito?

    Risposta
    • 30 Gennaio 2021 in 8:59
      Permalink

      L’avvicinamento tra i sostenitori di Trump e Biden è pura fantasia. Basta vedere gli sforzi per continuare con la messa in stato di accusa contro Trump nonostante non sia più presidente. Sulla massoneria che sostiene Trump, mi sono già espresso. È una pura invenzione. Trump dietro ha i militari fedeli alla patria e un movimento cristiano. Non ha nulla a che vedere con la massoneria che invece è un’organizzazione anticattolica e anticristiana.

      Risposta
    • 30 Gennaio 2021 in 15:46
      Permalink

      Dalla Massoneria non può venire nulla di buono; è una mafia in colletti bianchi, un mezzo e una scorciatoia per ottenere posti chiave scavalcando la fila in barba alla meritocrazia. È un crogiolo di opportunisti che si autodefriniscono illuminati per nascondere a sè stessi più che agli altri, l’arrivismo e l’avidità che gli sono proprie.
      È una delle piaghe del mondo occidentale.

      P.s. Anch’io aspetto l’articolo!
      Ho letto varie cose interessanti sui tweet…

      Risposta
  • 27 Gennaio 2021 in 15:29
    Permalink

    Buongiorno Cesare,
    ad oggi la situazione negli USA sembra davvero strana, come ci fosse qualcosa in sospeso.
    Attendo il tuo prossimo articolo per avere un punto sulla situazione.
    Grazie.

    Risposta
    • 28 Gennaio 2021 in 8:18
      Permalink

      Ciao Alessandro, il prossimo articolo dovrebbe uscire già domani. Proprio su questo.

      Risposta
      • 29 Gennaio 2021 in 19:23
        Permalink

        Cesare la tua risposta al commento di alessandro del 27 gennaio in 15:29 diceva che il prossimo articolo doveva uscire già oggi, perchè non è arrivato?

        Risposta
        • 30 Gennaio 2021 in 8:51
          Permalink

          Filippo, non ho avuto il tempo di farlo ieri..Uscirà a breve

          Risposta
          • 30 Gennaio 2021 in 17:09
            Permalink

            OK, aspetto fiducioso.
            Buona Salute da Daniele.

  • 29 Gennaio 2021 in 9:39
    Permalink

    Cesaree stiamo aspettando con ansia questo articolo!!!!!!!!

    Risposta
    • 30 Gennaio 2021 in 8:52
      Permalink

      Ciao Giorgio, uscirà a breve. Già domani, credo. Non ho avuto tempo prima.

      Risposta
      • 30 Gennaio 2021 in 14:56
        Permalink

        Presto e bene non vanno mai insieme .
        Vecchio proverbio delle mie parti !

        Risposta
  • 30 Gennaio 2021 in 12:48
    Permalink

    Sacchetti se ha delle notizie nuove le condivida!!! Siamo tutti in ansia!! Mio marito é sospettoso dice che lei ci sta mettendo troppo tempo a far uscire l’articolo non é che ha finito le informazioni ora che trump se ne andato e ci ha lascioto in mano ai massoni e tutto quello che ha scritto prima non si é realizzato trump non é il salvatore ma solo uno che fa i suoi interessi ma io sono speranzosa che lei ha ancora degli assi nella manica ma per favore li tiri fuori che odio quando mio marito ha ragione

    Risposta
    • 30 Gennaio 2021 in 15:19
      Permalink

      Se lei mi segue sui social o su Telegram, può vedere benissimo che sto condividendo tutte le informazioni al riguardo. Quindi suo marito ha torto marcio.

      Risposta
      • 31 Gennaio 2021 in 0:12
        Permalink

        Guardi io sono una sua fan ma mio marito é cosi io credo nel bene e nella vitoria della luce e lui mi dice che la luce é dell ‘enel io dico che lei é un grande e lui risponde che gli unici sacchetti buoni sono quelli della differenziata ma lo amo lo stesso mi da tanto come anche questo blog di speranza i suoi articoli sonodavvero fenomenali meglio di telegram per questo chiedo. La saluto e avanti cosi lei é davvero quello di cui c’è bisogno in questo momento buio

        Risposta
    • 30 Gennaio 2021 in 19:33
      Permalink

      Usare un po’ di punteggiatura, magari…

      Risposta
  • 30 Gennaio 2021 in 14:57
    Permalink

    Per cui aspettare non è un problema 😉 .

    Risposta
  • 31 Gennaio 2021 in 16:55
    Permalink

    Marisa carissima , suo marito ha ragione e torto, la luce vero e’ che viene dall enel, ma e’la terna una e trina a distribuirla, suo marito dissimula ma condivide la sua spes, anche l uso della metafora sulla differenziata, secondo me nasconde un riferimento alle notizie sempre cernite e ben vagliate, separando loglio dal grano, che Sacchetti ci da’, non abbia fretta, non vacilli,
    Lux omnia vincit.
    Massi e massoni ruineranno, il loro babelico edifizio sara’ raso al suolo.
    Solo la pietra d angolo scartata e vilipesa dai costruttori della grande opera satanica , rimarra’ inalterabile , novello fondamento di salda e inalterabile costruzione.
    Trump vive ora la sua ora piu’ buia, lordato da basse insinuazioni su’ una sua quarantennale militanza nel kgb, ma e’ sempre l ora piu’ buia quella che precede l’ alba.

    Risposta
  • 31 Gennaio 2021 in 17:08
    Permalink

    Don Curzio Nitoglia : I Lubavich e i potenti del mondo, Edizioni Effedieffe, 2021.
    Non ho ancora letto il libro, ma soltanto una sua recensione.

    Risposta
  • 31 Gennaio 2021 in 19:15
    Permalink

    Questo articolo in pratica dovrebbe uscire da giorni ma si continua a rinviare, credo a questo punto che bisognerebbe essere più realisti oltre che con la realtà anche con i tempi! Mi dispiace all’inizio eri partito con molta serietà

    Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 12:33
      Permalink

      Dovresti essere più cauto nei giudizi. L’articolo è uscito. Non ho potuto pubblicarlo prima per degli impegni che avevo.

      Risposta
    • 1 Febbraio 2021 in 12:50
      Permalink

      Giorgio,

      Perchè non si diletta Lei stesso a scrivere un articolo?? Con quale diritto si mette a criticare qualcuno? Una persona può essere indisposta, ammalarsi, oppure semplicemente prender tempo data la complessità degli eventi, che giorno dopo giorno si sono presentati. Per caso è lei che sovvenziona finanziariamente Cesare per pretendere che certi tempi vengano rispettati??

      Risposta
      • 1 Febbraio 2021 in 16:59
        Permalink

        Già, sembra quasi che ho il principale..

        Risposta

lascia un commento