Trump sicuro di vincere, bonifica il Pentagono e si prepara allo scontro finale contro il deep state

This post is also available in English

di Cesare Sacchetti

Sono passati ormai dieci giorni dalla notte elettorale del 3 novembre e gli Stati Uniti non hanno ancora ufficialmente un presidente.

I media hanno assegnato la vittoria al candidato democratico Joe Biden quando questi non ha vinto ufficialmente nulla.

La CNN e l’Associated Press hanno consegnato, ad esempio, a Joe Biden il decisivo stato della Pennsylvania, nonostante qui, e anche negli altri stati chiave, siano pendenti dei ricorsi giudiziari che potrebbero smentire completamente la decisione dei media più vicini ai democratici e al deep state di Washington.

In questo lasso di tempo è invece emersa quella che si può definire tranquillamente la più grossa macchina di frode elettorale mai vista nella storia d’America e probabilmente del mondo intero.

I media stanno letteralmente facendo di tutto per affermare che non c’è stata alcuna irregolarità nel processo elettorale, quando invece le prove del broglio sono semplicemente esorbitanti.



Rudolph Giuliani, uno degli avvocati di Trump, ha già affermato pubblicamente che solamente in Pennsylvania sono stati conteggiati nello scrutinio elettorale almeno 650mila voti che non andavano nemmeno considerati.

Giuliani ha dichiarato che si sono fatti avanti già degli informatori dell’USPS, il servizio postale americano, che hanno confermato come gli impiegati postali abbiano ricevuto istruzioni di retrodatare diversi scatoloni di voti postali arrivati dopo il termine ultimo previsto.

Sono stati in pratica contati voti la cui provenienza è dubbia quando le urne erano già chiuse.

La versione dell’ex sindaco di New York è confermata pienamente da un altro dipendente delle poste americane, Richard Hopkins, che ha dichiarato al sito americano Project Veritas che gli impiegati dell’USPS hanno ricevuto istruzioni di falsificare la data sugli scatoloni e così commettere a tutti gli effetti un reato federale.

Le prove comunque non riguardano solamente le dichiarazioni dei testimoni, tantomeno quelle dell’avvocato Giuliani.

Le prove sono contenute anche nell’analisi dei dati elettorali che praticamente nessun media americano e italiano sta mostrando al pubblico internazionale.

La missione dei media è infatti quella di nascondere la verità e di sorreggere la falsa narrazione di una elezione senza alcuna macchia.




Il New York Times, uno dei quotidiani più vicini al circuito mondialista, ha già emesso la sua sentenza al riguardo.

Nella sua prima pagina di due giorni fa, il quotidiano newyorchese dedica un titolo a caratteri cubitali nel quale si riporta il parere degli ufficiali elettorali di diversi stati che confermerebbero l’assoluta “regolarità” delle ultime elezioni.

Non importa se ci sono prove documentali che smentiscono clamorosamente tali affermazioni.

I media devono continuare ad ogni costo ad affermare che Joe Biden è il presidente nonostante il candidato democratico per la legge e la Costituzione americana non sia nulla.

Dominion, il software che ha contato i voti, è legato a Soros e Clinton

Le prove documentali che in un’aula di tribunale possono provare il broglio al di là di ogni ragionevole dubbio sono quelle mostrate da un’analisi informatica pubblicata dal sito americano NOQReport.

Qui emerge la frode alla sua massima portata. Se si guarda ai dati riportati in questa analisi, si vede chiaramente che il software incaricato del conteggio elettorale in trenta diversi stati americani ha spostato milioni di voti da Donald Trump a Joe Biden.

Il server in questione è il Dominion Voting System sul quale è interessante soffermarsi un istante per comprendere meglio quali siano gli interessi che ruotano attorno a questa società.

Dominion infatti si serve di una società sussidiaria chiamata Smartmatic il cui presidente è Mark Malloch Brown.

Si dà il caso che Malloch Brown sia anche un membro di spicco della Open Society, la società fondata e finanziata da George Soros, il finanziere americano di origini ebraiche, già noto in Italia per il famigerato attacco speculatorio praticato contro la lira nel lontano 1992, e più noto nel mondo per il suo incessante supporto ad ogni movimento e organizzazione politica volte a promuovere la visione della società aperta del mondialismo senza confini.

I legami di Dominion con gli esponenti più noti del mondialismo non si limitano a questa circostanza.

Nadeam Elshami, un lobbista che lavora per Dominion, è stato capo dello staff di Nancy Pelosi, presidente democratica, probabilmente uscente, della Camera dei Rappresentanti che già aveva dichiarato che indipendentemente dal conteggio dei voti, Joe Biden sarebbe entrato alla Casa Bianca.

Una dichiarazione interessante specialmente alla luce di quanto sta accadendo e che conferma che l’apparato del partito democratico e del deep state vuole che il presidente da loro designato giuri il 20 gennaio anche, se necessario, in aperta violazione delle leggi e della Costituzione americane.

I legami di questa società con gli elementi del potere di Washington non sono finiti. Dominion infatti aveva ricevuto in passato gli elogi della Clinton Foundation, la fondazione dei coniugi Clinton che è stata finanziata, tra gli altri, da stati che hanno sostenuto, e sostengono tuttora, il terrorismo islamico, quali l’Arabia Saudita e il Qatar.

Questa società è dunque responsabile della più grossa frode elettorale della storia. I numeri pubblicati nell’analisi citata precedentemente dimostrano come centinaia di migliaia di voti siano migrati da Trump a Biden.

Un “glitch”, il termine informatico per descrivere l’errore del sistema informatico, ha spostato i voti dal presidente in carica al candidato democratico.

Solamente in Pennsylvania, ad esempio, 200mila voti sono volati da Trump a Biden per incanto. Lo stesso server ha fatto sparire nello stesso stato in questione 900mila voti che erano del presidente. Non sono passati da una parte all’altra.

Il software li ha letteralmente cancellati. Quanto accaduto in Pennsylvania da solo dovrebbe essere sufficiente a dimostrare quanto la truffa sia stata semplicemente clamorosa.

Trump qui la notte elettorale stava conducendo la partita senza troppe difficoltà. Il presidente era in vantaggio di 700mila voti quando nel cuore della notte americana e nella prima mattina italiana, è stato dato il segnale.

Gli scrutatori hanno smesso di contare. I server di Dominion si sono messi in azione e il “prodigio” è accaduto.

Biden ha preso dal nulla un milione di voti ed è stata la società che ha legami con il suo stesso partito a darglieli.

In Michigan, un altro degli stati contesi, i voti spostati sono 20mila circa e quelli “perduti” 21mila.

In Georgia, altro stato chiave ancora in bilico, 17mila voti passati da Trump a Biden e altri 33mila sono spariti nel nulla.

Ognuno di questi “errori tecnici” ha sempre e solo favorito il candidato democratico. Nemmeno in un’occasione Trump si è ritrovato ad avere più voti del dovuto.

Questo elemento già da solo dovrebbe essere sufficiente a scartare un semplice malfunzionamento del sistema.

C’è stata una precisa volontà di manipolare le macchine per fare in modo che Biden guadagnasse i voti che gli elettori in carne e ossa non gli hanno dato.

Un piccolo aiuto è giunto anche dai morti che in questa elezione sono stati riportati in vita pur di dare una mano al candidato democratico.

Trump sicuro di vincere ha già ordinato il repulisti al Pentagono per sventare il golpe

Le dimensioni di questa frode dunque sono colossali e più passano i giorni più aumenta la sensazione che Donald Trump in tribunale riuscirà a vincere le elezioni.

Gli uomini dell’amministrazione presidenziale sembrano estremamente sicuri che non lasceranno la Casa Bianca.

Mike Pompeo, segretario di Stato, quando gli è stato chiesto come sarà la transizione da questa amministrazione a quella Biden, ha risposto che non ci sarà alcuna difficoltà nel passaggio, perché non ci sarà una amministrazione Biden, ma un altro mandato per Trump.

Lo stesso presidente degli Stati Uniti nei suoi tweet si dimostra sicuro che tutti gli stati indebitamente assegnati a Biden dai media andranno alla fine a lui.

La portata del broglio è troppo enorme, e anche se le corti federali degli stati competenti dovessero dare torto al presidente, c’è sempre in ultima istanza il giudizio definitivo della corte Suprema, presso la quale c’è una netta maggioranza conservatrice.

Trump è sicuro che alla fine vincerà e che le prove portate in tribunale smaschereranno definitivamente la truffa elettorale.

Le prime conferme giungono anche dalle sentenze dei tribunali. Nella giornata di ieri infatti un giudice della Pennsylvania ha emesso una sentenza che prevede l’esclusione dei voti giunti in ritardo.

Questo stabilisce un precedente giurisprudenziale fondamentale che appunto vieta di includere nel conteggio voti di fatto illegali.

La paura che Trump possa farcela sembra diffondersi anche tra i media mainstream che continuano a rappresentare Biden come vincitore indiscusso,  ma che iniziano a mostrare meno sicurezza che questo candidato alla fine possa farcela.

Il regime mediatico già sembrava comunque temere che Trump sarebbe riuscito alla fine a vincere in tribunale.

La rivista Rolling Stone, sulla cui versione italiana era apparso un elogio alla Chiesa di Satana, aveva scritto che attraverso la suprema Corte il presidente alla fine avrebbe potuto “rubare” il voto.

Nel gergo del mondo alla rovescia del pensiero mondialista, significa semplicemente che il potere che comanda i media già temeva che la frode avrebbe potuto essere provata in tribunale.

Ecco perché il deep state inizia a mostrare sempre più paura.

La prova di questo viene in particolare dall’ultima intervista rilasciata da Joseph Brennan, ex capo della CIA, sotto l’amministrazione Obama.

Brennan è già noto per essere stato uno degli uomini che ha consentito durante il suo periodo alla guida della CIA lo spionaggio illegale contro Trump e il tentativo di sabotaggio della prima campagna del presidente nel 2016.

In altre parole, Brennan è uno degli uomini chiave coinvolti nel famigerato Spygate.

Ora l’ex capo della CIA è tornato a parlare per esternare tutte le sue preoccupazioni riguardo alla possibilità che Trump declassifichi tutti i documenti relativi allo Spygate e agli altri scandali di questi anni, tra i quali le email della Clinton.

Sarebbe uno tsunami di proporzioni devastanti contro il deep state e Brennan ha proposto senza mezzi termini che per fermare l’intenzione del presidente di rivelare la verità al pubblico americano sugli scandali nei quali sono coinvolti gli uomini più in vista del potere di Washington, occorre rimuoverlo con la forza dalla Casa Bianca ora.

Brennan, in altre parole, ha proposto il colpo di Stato. Questa sembra essere la vera intenzione della palude di interessi militari, economici e industriali che abita Washington e che da sempre è una fedele alleata delle grandi élite globaliste che aspirano ad un governo mondiale.

Sin da prima delle elezioni il sistema aveva già manifestato chiaramente i suoi piani per riprendersi la Casa Bianca.

Se Donald Trump si rifiuterà di concedere il broglio architettato per consegnare la vittoria al candidato fantoccio Joe Biden, allora partirà il piano eversivo contro il presidente.

Trump però sembrava già essere perfettamente al corrente della strategia eversiva elaborata nei suoi confronti.

Nel 2018, aveva già firmato un ordine esecutivo per sanzionare i tentativi di ingerenze straniere nel processo elettorale americano, che in questa occasione c’è sicuramente stato, ma non certo da parte del Cremlino, quanto dalla Cina comunista e dalla Germania della Merkel, se si considera che i server della Dominion si trovano sul territorio tedesco.

Questo ordine esecutivo assume particolare importanza anche alla luce dei riconoscimenti dei capi di Stato e governo stranieri, quali Angela Merkel, Macron e Conte, che hanno rivolto a Biden le loro congratulazioni nonostante l’elezione sia ancora lontana dall’essere ufficialmente assegnata.

Se dovesse restare alla Casa Bianca, Trump potrebbe riversare pesanti sanzioni economiche su quei Paesi che di fatto hanno indebitamente commesso una ingerenza dando il loro riconoscimento ad un candidato che non ha ancora vinto nulla.

Il presidente era anche perfettamente al corrente delle frodi pianificate sul voto postale, e aveva lanciato l’allarme in un tweet a questo proposito diversi mesi fa su come i voti postali fossero a rischio di essere manipolati per assegnare a Biden voti di persone che non hanno mai votato, o che sono passate a miglior vita.

Trump dunque ha atteso che il nemico facesse le sue mosse, e ora si prepara a rispondere per poter lanciare la sua definitiva controffensiva contro questo sistema che vuole riconsegnare l’America tra le spire mortali del deep state.

E’ questa una battaglia in corso per l’anima stessa dell’America che si trova ad un bivio fondamentale della sua storia.

I poteri che governano gli Stati Uniti da molti decenni non sono più disposti a tollerare che ci sia un presidente che non si conformi più all’agenda mondialista.

Il deep state, braccio armato del potere del Nuovo Ordine Mondiale, vuole ripristinare l’ordine che gli ha consentito di utilizzare gli Stati Uniti come superpotenza a difesa del disegno globalista.

Questa piovra eversiva è pronta a fare ciò che fece nel lontano 1963 quando giustiziò pubblicamente il presidente Kennedy che si stava rivelando un intralcio per i loro piani.

E’ lo stesso potere che l’11 settembre 2001 spense d’incanto tutte le difese aeree degli Stati Uniti e consentì a dei boeing indisturbati di abbattersi sulle torri gemelle.

E’ lo stesso potere che mentì al mondo  quando parlò, per giustificare l’invasione dell’Iraq, delle armi di distruzione di massa di Saddam Hussein che in realtà non sono mai esistite.

La guerra tra Trump e il Nuovo Ordine Mondiale deciderà le sorti dell’umanità

Il Nuovo Ordine Mondiale vuole riprendersi l’America ma sulla sua strada questa volta c’è un presidente che sembra pronto a rispondere colpo su colpo.

Trump ha già messo in essere un vero e proprio repulisti al Pentagono dopo che ha licenziato prima il segretario alla Difesa, Esper, e poi a ruota sono giunte le dimissioni di James Anderson, sottosegretario alla Difesa, di Joseph Kernan, sottosegretario all’intelligence e di Jen Stewart, capo dello staff di Esper.

Esper è l’uomo che si oppose all’uso dell’esercito per reprimere le rivolte di Black Lives Matter, il gruppo terroristico finanziato dall’ineffabile George Soros.

Trump sta allontanando tutti gli uomini del deep state presenti nei ruoli chiave del Pentagono perché avrà bisogno dell’assoluta fedeltà dei massimi vertici della Difesa nelle prossime settimane.

Il presidente sa già che vincerà legittimamente le elezioni in tribunale, e il sistema che negava l’esistenza dei brogli fino a ieri, avrà l’ardire di accusare il comandante in capo di aver rubato le elezioni.

A quel punto, verranno attivate le cellule terroristiche di Antifa e Black Lives Matter che daranno vita ad un tentativo di guerra civile nel Paese.

E’ per questa ragione che Trump deve avere il controllo dei vertici militari per sopprimere le rivolte nella maniera più rapida possibile.

Il Nuovo Ordine Mondiale sta per tentate il suo ultimo e disperato colpo di coda.

Le élite del mondialismo sono pronte a tutto perché la crisi del coronavirus che loro stesse hanno concepito deve portare al Grande Reset, il piano operativo che darà vita nella loro idea alla definitiva realizzazione del totalitarismo globale.

Il tempo però sta stringendo, come gli stessi portavoce del globalismo affermano, tra i quali Klaus Schwab del forum di Davos.

La “finestra di opportunità” potrebbe richiudersi presto se gli Stati Uniti non daranno vita a lockdown e costruiranno campi di concentramento per coloro che non accetteranno di sottoporsi alle condizioni imposte dal Grande Reset.

Il Grande Reset è stato concepito espressamente per trascinare il mondo verso il Nuovo Ordine Mondiale, ma servono gli USA.

Senza l’America non c’è alcun modo di instaurare un unico governo mondiale.

Questa quindi è una battaglia per l’esistenza dell’America stessa come nazione, ma è anche una battaglia che avrà ripercussioni sul mondo intero.

I figli delle tenebre sono scatenati e pronti a qualsiasi aberrazione pur di farcela.

Le settimane che stanno per arrivare saranno le più importanti di questo secolo e di quello passato.

L’America e il mondo intero sono davanti ad un crocevia storico che deciderà se l’umanità sarà condannata a vivere ridotta alla stregua di animali senza diritti e senza alcuna coscienza spirituale, oppure se ci sarà ancora la possibilità di tornare a vedere la luce del sole.

Non è ancora tutto perduto. La battaglia non è affatto persa. Le tenebre e il piano di dominio anticristiano del mondialismo può ancora essere sventato.

Questo blog si sostiene con il contributo dei lettori. Se vuoi aiutare anche tu la libera informazione, clicca qui sotto.

https://www.paypal.me/CesareSacchetti

95 pensieri riguardo “Trump sicuro di vincere, bonifica il Pentagono e si prepara allo scontro finale contro il deep state

    • 13 Novembre 2020 in 23:52
      Permalink

      Tutto corretto tranne che Soros e’ ebreo, Soros e’ luterano tedesco orientale, come Biden, come tutto il Deep state. I luterani tedeschi orientali ( Rothshild, Rockfeller, Bush, i Clinton, J.P. Morgan, Warburg, ) proprietari della Ig Farben sterminarono gli ebrei nella seconda guerra mondiale

      Rispondi
      • 16 Novembre 2020 in 9:29
        Permalink

        Errata Corrige-Soros e’ Askenazita,quindi NON Semita ma di stirpe Giudaica.Lo ”Sterminioìì non c’e’ MAI Stato,chi ha cercato con Metodo Storico/Scientifico ha trovato 300.000 Morti,io dico 600.000,non di piu’e quasi tutti Askenaziti.

        Rispondi
    • 14 Novembre 2020 in 6:33
      Permalink

      Si Trump e’ un personaggio unico e spero sia fatta chiarezza e votazioni stravolte dai democratici se così si possono chiamare. Un augurio a Trump e ai suoi collaboratori.

      Rispondi
    • 16 Novembre 2020 in 15:47
      Permalink

      Non c’è molto da commentare vista la completezza dell’articolo. la cosa certa è che quando la giustizia degli USA entra in gioco non esistano compromessi e chi sbagla paga sonoramente. Il deep state trema questo evento .

      Rispondi
    • 18 Novembre 2020 in 14:30
      Permalink

      Agostino Nobile:
      “Dopo la decisione che impone nuovi lockdown, un tipo un po’ tosto mi ha detto che le manifestazioni per le strade molto probabilmente non funzioneranno, aggiungendo: “Migliaia di manifestanti devono circondare Palazzo Chigi, possibilmente con i governanti dentro. Circondare la RAI e le sedi dei quotidiani.” Guardandomi dritto negli occhi, ha sottolineato: “Anche in Vaticano devono temere la rabbia della folla. È questione di vivere umanamente o di morire lentamente. Non ci lasciano altra scelta.”
      https://www.marcotosatti.com/2020/11/18/lideologia-di-gates-rockefeller-c-puo-essere-fermata/

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 10:55
    Permalink

    non capisco perchè Trump non abbia messo suoi uomini a capo di Dominion e, se questo non fosse stato possibile, non abbia chiuso la società che era in mano ai democratici

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 11:22
      Permalink

      Perché Dominion non è sua e ora Trump, provando la frode, avrà l’occasione di mostrare al mondo intero la frode elettorale commessa dal deep state ai suoi danni.

      Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 18:53
      Permalink

      Perché Dominion ha i server in Germania.

      Rispondi
    • 25 Novembre 2020 in 7:56
      Permalink

      PERCHÉ, DOVEVA PRENDERLI CON LE MANI NEL SACCO, DUE PICCIONI CON UNA FAVA……SPERIAMO CHE IL SISTEMA CHE DEVE RICONOSCERE I BROGLI ,NON SIA MARCIO PURE LUI….

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 10:56
    Permalink

    Grande Trump , tanti nemici tanto Onore !

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 12:01
      Permalink

      E come reagirà Putin? Potrebbe essere un aiuto che non lascerà alcun margine di vittoria al nuovo ordine mondiale.

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 11:18
    Permalink

    Cesare Sacchetti, secondo Lei, una volta che sarà accertata ufficialmente a livello giudiziario la frode elettorale premeditata e sistematica e volontaria che è un crimine un reato penale gravissimo, quali saranno le conseguenze anche giudiziarie e penali oltreché politiche? In particolare Biden potrà essere incriminato e finire in prigione? Non so se è previsto l’ergastolo o la pena di morte. E Nancy Pelosi? E Joseph Brennan, ex Capo della Cia? Grazie mille!! Con stima!!

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 11:23
      Permalink

      Anna, se il repulisti ha successo, molte persone finiranno inevitabilmente dietro le sbarre.

      Rispondi
      • 13 Novembre 2020 in 11:54
        Permalink

        Anche Biden stesso? Si può pensare che lui Biden non fosse a conoscenza della frode? Lui stesso l’ha dichiarata in un lapsus che non era un lapsus..Questa era la domanda a cui tenevo di più Grazie

        Rispondi
        • 13 Novembre 2020 in 12:04
          Permalink

          Biden ne era perfettamente a conoscenza, ma lui è solo una pedina del deep state in questo gioco.

          Rispondi
          • 15 Novembre 2020 in 10:36
            Permalink

            Trump è uno stratega x eccellenza, ha fatto finta x tutto questo tempo nonostante avesse già pianificato tutti i brogli che ci sarebbero stati nn poteva esporsi troppo perché sennò il Deep state lo avrebbe demolito con una miriade di falsità che purtroppo molti esseri umani continuano a vedere su TV e giornali sbagliati e venduti al Deep state… Ma alla fine Trump vincerà… Ne sono certo…

          • 16 Novembre 2020 in 10:23
            Permalink

            Se i voti vengono contati uno ad uno, come si manifestano i numeri da 2 a 9 di cui si parla in questa statistica?

      • 13 Novembre 2020 in 11:59
        Permalink

        Aggiungo: oltre a chiedere se Biden in persona potrà finire in prigione, ci saranno delle conseguenze anche in Italia? Finalmente lo Spygate – Obamagate verrà fuori in tutta la sua portata e con delle conseguenze? Barr non aveva fatto nulla per lo Spygate ma ora ha autorizzato le indagini giudiziarie per le frodi elettorali, come mai questo cambio? Anche Pompeo ha cambiato atteggiamento in meglio…perché? Grazie!!

        Rispondi
        • 13 Novembre 2020 in 12:30
          Permalink

          Come dicevo già in altri articoli, se Trump declassifica tutto e riesce a restare alla Casa Bianca, il deep state italiano è in seri guai.

          Rispondi
        • 14 Novembre 2020 in 7:19
          Permalink

          Come hanno fatto a trovare tracce di quei migliaia di voti cancellati o “spostati”?
          Se è un software così all’avanguardia, tenuto sotto controllo probabilmente da programmatori hacker che lavorano per il deepstate, come ha fatto lo stuff Trump a trovare le prove di questi movimenti?

          Rispondi
          • 14 Novembre 2020 in 7:52
            Permalink

            Non sono un esperto di informatica, ma le tracce di un hackeraggio non svaniscono nel nulla. Si può risalire ai movimenti illeciti, così esattamente come fa la polizia postale o altre forze di polizia specializzate nel ramo.

    • 13 Novembre 2020 in 14:55
      Permalink

      Ho sentito un uccellino dire che Brennan è stato arreststo qualche sera fa….

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 12:15
    Permalink

    Che Dio ci aiuti🙏🙏
    Anche satana sa di essere agli sgoccioli e si scatena…

    Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 12:21
    Permalink

    Buongiorno Dottor Sacchetti,
    sono convinto Lei sappia abbastanza bene che il tutto è partito dall’Italia nel lontano 1978!
    Chi ha iniziato a far scivolare giù per terra un velo dopo l’altro divenendo il terrore degli “addetti ai lavori”, era italiano come me, parlo di CESCO CIAPANNA che, guarda caso, pochissimi abitanti dello Stivale conoscono!!
    Fu proprio Lui ad affossare il piano diabolico dell’AIDS, viceversa NON saremmo qui chini sulla tastiera… Dal momento che neanche Wiki la bisiorda (bugiarda in piemontese) ne parla NONOSTANTE SIA STATO EDITORE PER BEN 42 ANNI, proverò ad allegare almeno due link (a seguire)
    Cosa c’entra con le elezioni U.S.A.? C’entra c’entra! però è indispensabile conoscere la Sacra Bibbia, QUELLA VERA ( solo in italiano ce ne sono un centinaio), molti non comprenderanno ma…le profezie della Bibbia si avverano SEMPRE!!
    In questo caso fa fede DANIELE 8.23 – 8.24 > “Alla fine del lor regno, quando gli scellerati saran venuti al colmo…” Ecco, ora sono convinto siano venuti al colmo!!
    Sono un religioso? Ma neanche per idea! sono un semplice ricercatore di VERITÀ!!
    Buona Salute a chi ha fatto dell’onesta la propria bandiera.

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 22:03
      Permalink

      Covid-19: appena letto questo “simbolo” a chi ho pensato? Ma naturalmente a Cesco Ciapanna!!!!!!!! Appassionato di fotografia compravo la sua rivista ma le “prime” pagine che divoravo (addirittura in macchina alla mattina andando al lavoro) erano le “ultime”….

      Rispondi
      • 13 Novembre 2020 in 22:55
        Permalink

        MA BUONA SERA!!
        Salve Tizzy, finalmente qualcuno che non casca dal pero!
        Ho avuto l’onore e l’onere di avere Ceschino come maestro, per farla breve so (ma a che servirebbe spiegare il come…) che Superstivale e Lui sono MOLTO Amici e vicini con Trump! questo mi rasserena non poco!!
        Sono convinto che gli UMILI e gli SPREZZATI non molto avanti nei mesi saranno premiati…
        AugurandoLe Buona Salute La invito a tenerci in contatto…
        Uu revoir? Secondo.

        Rispondi
    • 14 Novembre 2020 in 14:19
      Permalink

      Cesco Ciapanna, semplicemente geniale, lettura abituale per molti anni…

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 12:56
    Permalink

    Buongiorno Cesare e grazie per il tuo articolo. Il fatto che in Pennsylvania ci siano state le frodi più macrospiche la dice lunga sulla proclamazione di Biden vincitore, da parte della CNN, grazie proprio alle “proiezioni” in quello stato. In linea con quanto affermi c’è un interessante studio che dimostra che i voti di Biden non seguono la legge di distribuzione naturale di Benford (legge di Benford). E’ statistica matematica, ma non la puoi postare su fb o twitter perchè “offensiva”. Ecco il link: https://gnews.org/534248/

    Rispondi
    • 17 Novembre 2020 in 0:21
      Permalink

      Buonasera Raffaello,
      mi sono letto attentamente il link e non viene spiegato assolutamente come effettuare la verifica; anche le fantomatiche istruzioni postate qui https://bit.ly/353IqUw non aggiungono i dettagli necessari a verificare i numeri. Lei per caso lo ha fatto? Mi sa dire che risultati ha ottenuto? Grazie!

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 14:40
    Permalink

    A parte la sua giusta analisi vorrei capire alcune cose che non sono chiare ancora….come mai il Russiagate, l’Obamagate e ultimi gli scandali della famiglia Biden in primis quelli del figlio Hunter non sono stati sfruttati a dovere da Trump ben prima dell’election day? Le mail della Clinton sembrava potessero far crollare tutto il castello di menzogne tirate su dal duo Obama/Clinton degli ultimi 15 anni….soprattutto in politica estera! Com’è finito il processo alla Clinton sull’uccisione dell’ambasciatore americano a Bengasi? Possibile che tutta questa montagna di prove non siano state sfruttate a dovere da Trump?

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 16:41
      Permalink

      Se si ricorda Trump ha strigliato duramente Barr perché non ha proceduto a fare i rinvii a giudizio del caso, così come Pompeo che non aveva divulgato le email della Clinton. Trump vuole ancora andare in fondo, ma prima deve assicurarsi legalmente la rielezione.

      Rispondi
      • 13 Novembre 2020 in 17:37
        Permalink

        Certo….e mi sorprende pure il fatto che non abbiano preso provvedimenti seri nei confronti dei due grandi sponsor del Deep State….Soros e Gate!! Colpendo loro avrebbero partita vinta in poco tempo. Penso ad una seria inchiesta sulle responsabilità da parte di Soros coi suoi Antifa e a Gates riguardo tutti i guai che ha già causato nel mondo (vedi India e Africa su tutte) con le sue politiche sui vaccini…in fondo sono questi i veri animatori del globalismo più stretto!

        Rispondi
        • 13 Novembre 2020 in 20:03
          Permalink

          Buonasera … interessante articolo non sapevo di questi sviluppi … grazie

          Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 15:39
    Permalink

    Il fatto che abbiano agito in maniera così spudorata e grossolana dimostra che il deep state sa di avere le ore contate. Il male perderà e l’umanità finalmente potrà vivere in pace, ma tutti dobbiamo conservare la memoria di queste terribili vicende per non permettere più a nessuno di ingannarci.

    Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 19:06
    Permalink

    sottoscrivo in pieno il post di Daniel Secondo: Cesco Ciapanna è stato un onesto e lungimirante cercatore di verità un autentico Giornalista ed un divulgatore geniale.

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 23:04
      Permalink

      Pasquale Grilli buona sera
      mi fa REALMENTE star bene leggere la sua stima per Ceschino, GRAZIE INFINITE!!
      Anche a Lei, au revoir?
      Buona Salute da Daniele Secondo (ovviamente uno pseudonimo o nickname se preferisce)

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 19:27
    Permalink

    Buona sera Cesare, scusi la domanda da profano: come mai il presidente Tramp che è uno fra i più “ricchi” al mondo non dovrebbe sostenere la realizzazione del Grande Reset ? Forse in prospettiva vedrebbe diminuire la sua fetta di ricchezza , deve acquisire nel frattempo più “forza di contrattazione” ?
    grazie per l’attenzione

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 20:04
      Permalink

      Trump è ricco, ma non appartiene al giro di Bilderberg e di Davos. Ama il suo Paese e non vuole vederlo distrutto da un governo mondiale che lo cancellerebbe economicamente e culturalmente.

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 19:34
    Permalink

    cesare sacchetti ti vorrei fare una domanda: il tampone è valido si o no per scoprire se si è contagiato da coronavirus ? se la risposta è no per favore mi spieghi in un riassunto corto senza link, video o articoli.
    congratulazioni per quello che scrivi è ottimo e continua assiduamente a scrivere perchè è illuminante

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 20:02
      Permalink

      No, non è valido perchè produce il 90% di falsi positivi e rileva parti di virus morte che producono appunto la enorme quantità di persone positive ma che in realtà non lo sono. Grazie mille per la stima, Filippo.

      Rispondi
      • 14 Novembre 2020 in 6:24
        Permalink

        il tampone produce 90 per cento di falsi positivi e rileva parti di virus morte in che senso? se possibile mi puoi spiegare per bene in un riassunto senza link, articoli, video.
        IL tampone è invalido per capire se si è contagiato da coronavirus, quali sono gli strumenti veri per capire se si è contagiato da coronavirus?

        Rispondi
        • 14 Novembre 2020 in 12:46
          Permalink

          Rispondo io, se è ragionevole, che passavo di qua a casaccio.
          Questa “cosa” del tampone è il principale pilastro su cui si è poggiata tutta questa “cosa” della “pandemia”.
          Salvatore Rainò è il medico che ha dato la spiegazione piu concisa e critica su questo metodo.
          Fabio Franchi è il medico la spiega meglio.
          Stefano Scoglio è il piu divulgativo ed esaustivo.

          in essenza, per dirla come me la spiego io, è come se uno andasse in biblioteca e dicesse al bibliotecario
          “Mi hanno dato queste 20 parole consecutive e mi hanno detto che sono tratte da un libro.
          Ora voglio trovare il libro da cui sono tratte.”
          E, il bibliotecario, risponde
          “Non c’è problema, qui ci sono 100000 libri, se quelle parole sono prese da un libro le trovi,
          e se i libri non bastano te ne portiamo altri.”

          Ora, se uno è critico, li vede i problemi, e rispondono principalmente a 2 domande:
          (Suppongo che il crivello di estrazione delle parole sia perfetto,
          non ho mai sentito nessuno avanzare dubbi sull’affidabilità della tecnica in sé)
          1_ Posso essere sicuro che le 20 parole mi sono state riportate correttamente?
          2_ Posso essere sicuro che le 20 parole sono sufficenti per identificare univocamente un libro?
          Questo supponendo la piena buonafede di me, che faccio il lavoro,
          ma supponiamo che incarico un altro di fare il lavoro.
          Mi si aggiunge un altro dubbio almeno:
          3_ Posso fidarmi che chi mi trova il libro abbia usato effettivamente la sequenza che gli ho dato.

          Ora, le 20 parole, le sento chiamare sequenza genica o nucleotidica, e i libri sono frammenti di materiale genetico. Lo scenario è molto piu disperato dell’esempio che ho inventato:
          Si tratta di far corrispondere in qualche punto un tratto lungo 20, o poche decine, a un tratto lungo 10000, confrontandolo con materiale che si stima essere composto da 100000000000 (100 miliardi) di tratti diversi. Fra quei 100000000000 di tratti c’è di tutto: frammenti di materiale genetico del corpo, esosomi, virus e chissà cos’altro io non so neanche nominare.

          Che il tampone dà un TOT% di falsi positivi significa che il test ti segnala qualcosa anche se non c’è.
          Se devo essere sincero, non ho la piu pallida idea di come viene elaborata questa stima statistica.
          Agli inizi della “cosa” il test, come riportato dai cinesi, dava un 82% circa di falsi positivi, era scritto nero su bianco. 8 risultati su 10 erano quindi fasulli, erronei, sbagliati. 8 persone su 10 che sono state segnalate come malate non avevano niente.
          Esiste anche il caso opposto: persone che sono malate che risultano negative al tampone. ma di questa classe non ci sono stime.

          Si potrebbe ampliare ancora il discorso, ma la conclusione è una e ovvia, come era sin dal principio:
          I tamponi non sono uno strumento diagnostico, per dirlo cortesemente; non servono a niente.

          E come si fa a dire chi è contagiato da corona virus?
          Questo è del tutto inutile, perché siamo tutti contagiati da corona virus.
          Forse la domanda è come si fa a sapere chi ha il SARS-COV-2?
          Ma anche questa è una sciocchezza, perché, a tuttora, non è stata dimostrata una causalità fra
          SARS-COV-2 e Covid-19.
          Allora la domanda è “come si fa a sapere chi è malato”?
          E la risposta è semplice:
          Chi è malato non sta bene, ha i sintomi,
          il medico lo visita e valuta di che malattia si potrebbe trattare.
          Allora qualcuno salta su e mi dice:
          ma allora come si dovrebbe fare a fermare il contagio?
          E la risposta è
          “Signori, suvvia, un po’ di ragionevolezza!”

          [Scusate, non sono abituato a scrivere, non so se quel che ho espresso è comprensibile]

          Rispondi
      • 15 Novembre 2020 in 13:07
        Permalink

        Stamane su Rai1 hanno festeggiato l’ elezione di Biden, si può essere così ipocriti?

        Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 20:14
      Permalink

      Dovremo bere il calice fino alla feccia ho paura che questa sia l intenzione di Dio e allora che Dio aiuti ogni singolo uomo decente

      Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 23:17
      Permalink

      Buona sera Filippo,
      come le ha già confermato il dottor Sacchetti NON È VALIDO! ed allora cui prodest??
      Tralascio l’ organo NARICE, qui difficoltoso a spiegarsi ai profani di onomanzia, il tampone è mirato a distruggere L’OLFATTO in quanto MAGICO e quindi non spiegabile in termini scientifici.
      Difficile da comprendere? Lo immagino…ma in realtà è veramente così. Prova ne sia NON esistono altre spiegazioni logiche!!
      Buona Salute anche a Lei.
      Verso tempi limpidi, Daniele.

      Rispondi
      • 14 Novembre 2020 in 14:25
        Permalink

        Molto interessante 😉👍, argomento da approfondire!!

        Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 20:12
    Permalink

    E l intervento di Maria Vergine a quando non sto sbeffeggiando credo che solo un intervento soprannaturale possa dare qualche speranza ma purtroppo finirà male

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 23:24
      Permalink

      Buona sera Luigi,
      “credo che solo un intervento soprannaturale possa dare qualche speranza”
      INFATTI, INFATTI…
      Provi a leggere il mio primo commento ove accenno alla profezia di Daniele 8.23 – 8.24,
      La farà ben sperare!!
      Buona Salute anche a Lei, Daniele.

      Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 20:37
    Permalink

    da stasera, dicono che l’Arizona sia di Biden…

    Rispondi
    • 13 Novembre 2020 in 23:59
      Permalink

      A meno di prove eclatanti di brogli, che NON arrivano, la battaglia è perduta.
      Comunque sia, aspettiamo queste benedette prove!

      Rispondi
      • 14 Novembre 2020 in 7:49
        Permalink

        Le prove sono pubblicate quotidianamente. Basta guardarle e sono pure linkate nel mio articolo..

        Rispondi
  • 14 Novembre 2020 in 9:39
    Permalink

    BELLO BELLO BELLO. GRAZIE DI CUORE. MI RESTAURA IL MORALE CHE IERI ERA UN PO IN DISCESA. DOV E IL LINK DELLA VERSIONE INGLESE? VOLEVO CONDIVIDERE SULLA MIA PAGINA FB LE DUE VERSIONI.
    SURSUM CORDA⚔️❣️🇮🇹

    Rispondi
  • 14 Novembre 2020 in 11:23
    Permalink

    Gentile Sig. Cesare,
    Seguo sempre con grande coinvolgimento i suoi articoli e pure li sostengo in luogo di discussione e confronto.
    Purtroppo però e a malincuore credo che, alla luce degli ultimi eventi e dichiarazioni, la sua auspicabile ipotesi volga in pia illusione.
    Il deep state e il mondialismo sono troppo forti e ben radicati ovunque, avendo comprato tutto e tutti. L’ambito di azione nelle mani di Trump non spaventa i padroni del vapore, aimé.
    Grazie comunque per la speranza che lei ci ha trasmesso con tanta enfasi e fede.

    Rispondi
    • 14 Novembre 2020 in 13:56
      Permalink

      Gian, la ringrazio molto, ma non si lasci andare allo sconforto. Trump non ha perso ancora nulla. L’ultima parola ce l’ha la Corte Suprema, davanti alla quale verranno presentate le prove enormi della frode. Non si lasci ingannare dai media.

      Rispondi
  • 14 Novembre 2020 in 15:29
    Permalink

    Dio benedica e protegga Donald Trump e salvi gli Usa e il mondo intero dai sicari del Principe delle tenebre; che l’Immacolata Vergine Maria, Regina delle Vittorie, scenda nel campo di battaglia e sbaragli l’armata delle tenebre che il diavolo manda in appoggio dei suoi sicari terrestri (J. Biden, G. Soros, H. Clinton, B. Obama, B. Gates, Rockfeller, Rotshild, ecc. ecc. ecc.), anime perdute con il posto già prenotato in prima fila all’inferno (così titolava un recente articolo del professor Francesco Lamnedola). cfr http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video-di-francesco-lamendola/9670-video2
    Christus Vincir ! Christus Regnat ! Chriwtus Imperat ! Vva Maria SS.ma, fortezza inespugnabile !

    Rispondi
  • 14 Novembre 2020 in 22:51
    Permalink

    Buona sera Dott. Sacchetti,
    mi permetta di inserire un’informazione sconosciuta ai più:

    “Questa piovra eversiva è pronta a fare ciò che fece nel lontano 1963 quando giustiziò pubblicamente il presidente Kennedy che si stava rivelando un intralcio per i loro piani.”

    Ufficialmente J.F.K. “sarebbe” stato ucciso con un vecchissimo fucile italiano: IL CARCANO, meglio conosciuto come
    modello 91 !!!
    In molti si domanderanno che senso può avere… È LA FIRMA !!!
    Confido questa “osservazione” NON passi sottotraccia.
    Buona Salute e buona domenica a tutti i probi. Ciao V/s Daniele.

    Rispondi
    • 15 Novembre 2020 in 15:31
      Permalink

      Riporto un mio commento scritto il primo marzo scorso su un altro blog:
      “Nei giorni scorsi leggendo il nome che hanno dato al virus, Covid-19, e leggendo ora i tuoi commenti mi è venuto in mente l’editore Cesco Ciapanna (morto nel 2014) che nel marzo 1989 ha pubblicato un volumetto intitolato “Le Carte dell’Aids” (leggo sempre più spesso accostamenti tra Hiv e coronavirus). Volumetto che si trova ancora in internet in formato pdf. Cesco Ciapanna era inoltre l’editore della rivista “fotografare” sui cui a circa metà anni ’80 nelle ultime due/tre pagine incominciarono ad apparire “strani” articoli che nulla avevano a che fare con la fotografia ma erano articoli sull’onomanzia: anagramma/predizione dei nomi, cognomi, nomi di vie stradali, di chiese e altri edifici, di simboli e di fatti accaduti. Inoltre detti articoli riguardavano anche diciamo la numerologia riguardante il numero “92” e suoi vicini e/o inversi (91-93-19-29) facendo capire negli articoli che erano simboli-indizi-messaggi su chi e a chi veramente aveva in mano il potere. Articoli che diedero seguito ad abbastanza dure prese di posizioni da parte dei lettori (chi a totale favore e chi contro). Infatti, sebbene dopo molti anni, Ciapanna fu costretto a lasciare la rivista. Poi ha aperto un blog su internet ma per un breve periodo. Naturalmente all’epoca ne ho parlato con amici e conoscenti per approfondire, per scambio di opinioni, non assolutamente come “propagatore di verità” ma sono passato per matto. Per il 99,99% la verità è quella sentita in TV: nessuno si toglie più la briga di informarsi un po’ di più su qualche altra fonte. Il lavoro di lobotomizzazione è riuscito alla grande!”

      P.S: Ora aggiungo solo questo: ben venga fame, morte, sangue per le strade: abbiamo bisogno di questo per capire veramente cosa ci stiamo a fare qui su questa terra! (incominciando da me, sia chiaro, anzi ho bisogno anch’io di “patire”!).

      Rispondi
      • 15 Novembre 2020 in 17:56
        Permalink

        Buon pomeriggio Tizzy
        il grosso guaio di questo blog è che non ci leggiamo l’un l’altro! neanche la/le risposte al proprio commento!!
        Le avevo risposto subito, sa? Riporto la mia risposta al suo commento per facilitarLa:

        MA BUONA SERA!!
        Salve Tizzy, finalmente qualcuno che non casca dal pero!
        Ho avuto l’onore e l’onere di avere Ceschino come maestro, per farla breve so (ma a che servirebbe spiegare il come…) che Superstivale e Lui sono MOLTO Amici e vicini con Trump! questo mi rasserena non poco!!
        Sono convinto che gli UMILI e gli SPREZZATI non molto avanti nei mesi saranno premiati…
        AugurandoLe Buona Salute La invito a tenerci in contatto…
        Au revoir? Daniele Secondo
        NB. Qui può trovare altri miei commenti che parlano di Ceschino (per gli amici)
        AU REVOIR??

        Rispondi
  • 15 Novembre 2020 in 4:26
    Permalink

    * 8 DICEMBRE, DEADLINE PER RISOLVERE LE DISPUTE. Entro questa data dovranno essere concluse le eventuali controversie, a partire da quelle sul voto per posta poste dalla campagna di Trump. Il termine vale anche per l’eventuale riconteggio dei voti nei singoli Stati, per le cause nei tribunali e per l’eventuale ricorso alla Corte Suprema.
    * 14 DICEMBRE, L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE
    Spetta al collegio elettorale formato da 538 grandi elettori (per vincere: la metà + 1 è 270). Ogni candidato, Stato per Stato, ha scelto quali grandi elettori dovranno rappresentarlo nel collegio. Questi si incontreranno ciascuno nel proprio Stato e voteranno per il candidato che li ha scelti. I grandi elettori che lo tradiscono (caso raro) vengono chiamati “elettori infedeli”.
    * 3 GENNAIO, AL VIA IL NUOVO CONGRESSO. Il 117esimo Congresso debutterà prima del Presidente: Camera dei Rappresentanti (a maggioranza dem) e Senato (probabilmente ancora a maggioranza repubblicana) si insedieranno il 3 gennaio 2021 a mezzogiorno.
    * DICEMBRE/GENNAIO, LA TRANSIZIONE. E’ il processo per il trasferimento formale dei poteri dal presidente uscente al presidente eletto. Questo processo avviene solitamente tra la proclamazione del nuovo presidente e l’Inauguration Day, data dell’insediamento alla Casa Bianca. Se ne occupano i ‘transition team’ dei due candidati.
    * 20 GENNAIO, IL GIURAMENTO. E’ l’Inauguration Day. Il Presidente inizierà il suo mandato presidenziale il 20 gennaio 2021, con la cerimonia del giuramento a Capitol Hill, sede del Congresso americano, in genere alla presenza degli ex presidenti.

    Rispondi
  • 15 Novembre 2020 in 9:23
    Permalink

    cesare ti avevo fatto delle domande in un mio messaggio del 14 novembre alle ore 6 e 24 minuti, per favore mi potresti risponderle perchè voglio capire per bene.

    Rispondi
    • 15 Novembre 2020 in 11:56
      Permalink

      Ciao Filippo, quali erano le domande?

      Rispondi
      • 15 Novembre 2020 in 12:50
        Permalink

        Per Cesare da Filippo commento del 14 novembre alle ore 6 e 24 minuti: “il tampone produce 90 per cento di falsi positivi e rileva parti di virus morte in che senso? se possibile mi puoi spiegare per bene in un riassunto senza link, articoli, video.
        IL tampone è invalido per capire se si è contagiato da coronavirus, quali sono gli strumenti veri per capire se si è contagiato da coronavirus?“.

        Rispondi
        • 15 Novembre 2020 in 14:40
          Permalink

          Filippo, sotto quel commento c’è un altro commento di una persona che ti ha risposto in maniera esaustiva mettendo tutte le informazioni necessarie.

          Rispondi
    • 15 Novembre 2020 in 11:58
      Permalink

      Ciao Marco, so quello che già è stato rivelato dal deputato repubblicano. Credo che a breve vedremo nuovi sviluppi.

      Rispondi
  • 15 Novembre 2020 in 11:32
    Permalink

    Buongiorno a tutti,
    Non so se sia solo una mia impressione da semplice spettatore della grancassa mediatica, ma filtrando la musica propinata su tutti i canali del pifferaio magico, mi sembra che lor signori stiano passando da:
    a) Biden ha vinto le elezioni; b) Trump parla di brogli senza prove; c) Trump non vuole cedere il potere; d) Trump vuole fregare le elezioni a Biden.
    Il punto d) ha cominciato a farsi sentire (trattasi ancora di piccoli segnali) non appena Trump ha iniziato a portare le prove nei vari tribunali e, soprattutto, dopo la questione frode informatica che sta emergendo, credo nitidamente, soprattutto dall’altro ieri.
    Io non so come andrà a finire, ma avevo fatto una scommessa che prevedeva che prima si sarebbe detto che Trump non ha presentato le prove e una volta portate avrebbero detto che le prove sono false.

    Rispondi
  • 15 Novembre 2020 in 17:12
    Permalink

    Buonasera Cesare. Forse sarà al corrente che il sito di debunking NewsGuard spesso ospitato da Repubblica ha fatto una lista degli “inaffidabili” ovvero propagatori di quelle che loro chiamano “fake news” nei quali ci sono dentro molti dei siti che spesso consultiamo per avere un’informazione che non sia irregimentata o appiattita al regime mondialista e al mainstream. Lo ha pubblicato Blondet dove provocatoriamente e giustamente li ha chiamati i siti “affidabili” da consultare. Ci sono dentro un po’ tutti: da byoblu, a il Primato nazionale, allo stesso Blondet, Pandora, Imola Oggi e pure il suo “La cruna dell’ago”. Poi si va all’estero e “segnala” tutti i siti sovranisti internazionali. Ha tutta l’aria di essere una maxi lista di proscrizione.
    Come si sono ridotti, questi guardoni da social, nonostante le corazzate ammiraglie di cui dispongono!

    https://www.maurizioblondet.it/lutilissima-lista-di-353-siti-inaffidabili-per-avere-notizie-affidabili/

    Rispondi
  • 15 Novembre 2020 in 18:13
    Permalink

    Buonasera Cesare,
    Lei dice “L’ultima parola ce l’ha la Corte Suprema”, ma non saranno dei venduti come i magistrati italiani e quindi capaci di ribaltare tutto?

    Rispondi
    • 15 Novembre 2020 in 18:27
      Permalink

      La maggioranza della Corte è conservatrice, Laura, e tre degli ultimi giudici sono stati nominati da Trump.

      Rispondi
  • 15 Novembre 2020 in 19:27
    Permalink

    E pero’ uno di questi giudici conservatori ha votato a favore della legge attuale del voto postale I repubblicani volevano riformarla . Infatti la votazione e’ finita quattro a quattro ,i giudici erano otto in quel momento la decisione e’ stata cosi’ demandata alla Corte Suprema della Pennsilvania la quale ha deciso di non abolirla , figuriamoci .
    L’ho sentita dalla conversazione di Umberto Pascali e Margherita Furlan sulla Casa del Sole tv .

    Rispondi
    • 15 Novembre 2020 in 23:12
      Permalink

      Ora è 5 a 4 con la Barrett.

      Rispondi
  • 15 Novembre 2020 in 21:12
    Permalink

    Buona serata a tutti,
    posto un video che vale un milione di parole!!
    Buona visione.

    https://www.facebook.com/patrizia.rametta/videos/10221595629752116/UzpfSTEwMDAwMTM4MTIwNzEzMjozNjkyMTEzMzI3NTExMzM4/?comment_id=3692890300766974&reply_comment_id=3692978454091492&notif_id=1605466467832082&notif_t=comment_mention&__cft__%5B0%5D=AZXvK2vXjyw9Z3bHSOhsw8Rhf72hhU_j3LqZWFyVfVTdoefnWwJLWZCI82pxY7VdEUtmqvWthpMpbP0cXKBcdc_zcX6-0asMgOVAi6oafpIi2JJPDNO7FUeK_cuObgPoJklOs9HMv9gx27509j-PjSvNrOXkwR4KGzwGg78NhHVJTQ&__tn__=R%5D-R

    Rispondi
  • 16 Novembre 2020 in 6:27
    Permalink

    Ci sarà una guerra in ogni caso, temo, è inevitabile. Trump e i vertici militari conservatori, sapendo quanto sarebbe devastante e pericoloso cedere il controllo dell’esercito americano, dell’arsenale nucleare e della finanza statunitense ai pedosatanisti del Deep State, non penso saranno così folli da lasciare le chiavi a Biden e soci. Sarebbe un punto di non ritorno. E quei poteri Oscuri, si scatenaneranno a quel punto, tireranno fuori ogni arma e strumento a loro disposizione per sopravvivere. La Guerra ci coinvolgerà tutti. Le grandi conquiste del gente umano hanno sempre un prezzo di sangue……. Ma è necessario chr sia così. Senza le sofferenze di questi anni, non avremmo la capacità di ricostruire un Mondo più giusto e più devoto alla Gloria Divina.
    Shanti Di Lieto Uchiyama
    La Riserva Aurea Ecovillaggio

    Rispondi
  • 17 Novembre 2020 in 10:01
    Permalink

    Le voci della verità:

    Nella marea montante di menzogne diffuse a piene mani dai media mainstream (TV e giornali, locali e nazionali, laici e falsamente religiosi), complici del golpe massonico di Joe Biden & C., e cassa di risonanza della massoneria satanista al potere nei governi dell’Occidente e nella Chiesa ex Cattolica (anche se solo con dei prestanome, commedianti prezzolati) queste voci emergono come fari nella notte che avvolge il mondo intero per colpa dei satanisti massoni e dei loro complici conniventi, tutti tesi all’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale e della Religione Unica Mondiale (senza SS.ma Trinità, Cristo unico salvatore degli uomini, Madonna, Santi, Chiesa Cattolica) :
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video-del-decimo-toro/9654-vigano-e-i-brogli-contro-trump
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video-del-decimo-toro/9666-video96
    facebook.com/…hiaramente-/10221595629752116/
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video-di-francesco-lamendola/9670-video2
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/contro-informazione/le-grandi-menzogne-editoriali/9674-lei-e-medievale (ringraziamenti dei numerosi ascoltatori)

    Rispondi
  • 17 Novembre 2020 in 11:56
    Permalink

    Io mi chiedo invece, se Trump viene rieletto, e su questo ne sono sicuro perché se si passa tutto alla Corte Suprema – vista anche la presenza del giudice Thomas Clerence, umiliato nel 1991 dall’allora senatore Biden che lo accusò di molestie sessuali perché non voleva sottostare al dictat dei democratici di farsi corrompere, e il giudice Clerence umilierà lui, vedrete – mo chiedo come farà Donald Trump a far sapere a tutti i mainstream da oltre oceano a far sapere questo grande scandalo, quando i tg qui da noi è i giornali sono corrotti e merce avariata che raccontano false notizie? Sperano sempre che non lo facciano fuori prima, anche se io penso che lui si sia premunito anche su questo. Qualcuno avrebbe qualche idea? (complimenti per questo blog)

    Rispondi
    • 17 Novembre 2020 in 13:31
      Permalink

      Salve,
      non penso che per Trump sarà così facile uscire dall’empasse (se mi sbaglio, ne sarò strafelice).
      Quello che è sicuro, è che se Biden continuerà ad essere acclamato Presidente, prima della chiusura della vicenda, significherà la pietra tombale per i processi democratici. D’ora in poi, saranno i media (o meglio chi li ha in pugno) a decidere l’esito dei risultati elettorali. Del resto il bipolarismo e la coptazione di tutte forze in campo, non offrono abbastanza garanzie: può sempre esserci una “cellula impazzita” che alla fine fa di testa sua (Trump).
      Aggiungere come ultima istanza l’incoronazione mediatica, è un modo sicuro per controllare i risultati, continuando la farza delle elezioni democratiche.

      Rispondi
  • 18 Novembre 2020 in 18:58
    Permalink

    L’attesa sta diventando troppo lunga e forse non è un bene per Trump.
    Adesso i soliti media stanno strillando all’unisono per il congedo di Chris Krebs, il capo della cybersecurity, che è diventato un martire.
    Speriamo che in tutto questo tempo gli avvocati di Trump stiano confezionando al meglio la torta.

    Rispondi
  • 21 Novembre 2020 in 14:43
    Permalink

    Purtroppo Trump ha perso.
    E perde tutte le cause.
    Il Deep state è anche nel partito repubblicano…

    Rispondi
    • 21 Novembre 2020 in 14:57
      Permalink

      Non ha perso nulla. La Corte Suprema deve ancora pronunciarsi.

      Rispondi
      • 21 Novembre 2020 in 14:59
        Permalink

        Spero che tu abbia ragione.
        Non conosco funzionamento della corte e non metto bocca

        Rispondi
  • 27 Novembre 2020 in 15:33
    Permalink

    I Media di ogni bandiera stanno facendo di tutto per affermare che NON vi sono stati brogli
    alle elezioni più importanti del Pianeta
    Indecenti, ignobili senza pudore e privi di lealtà
    abbiamo oramai chiaro in molti quanto è lo schifo dell’essenza di tutti gli
    individui che rappresentano le Televisioni: giornalisti, conduttori, opinionisti in primis
    ma anche e forse ancora più vermi e servi, vallette star televisive testimonial venduti allo sporco gioco del Nuovo Ordine Mondiale per quattro monete ed un po’ di visibilità
    Una volta che Trump riuscirà a vincere non solo le elezioni ma anche questa
    ‘Guerra al Nuovo Ordine’
    sarà necessario RIFORMARE immediatamente tutto l’apparato informativo

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *