Colpo di Stato negli USA: il Nuovo Ordine Mondiale non vuole lasciare andare l’America. Trump pronto alla controffensiva

This post is also available in English

di Cesare Sacchetti

Stava tutto procedendo apparentemente senza alcun intralcio. Il conteggio delle schede nel cuore della notte elettorale americana del 3 novembre sembrava procedere senza particolari difficoltà.

Ad un tratto, qualcosa di imprevedibile è accaduto. In cinque diversi stati chiave che da sempre sono decisivi per assegnare la presidenza degli Stati Uniti, gli scrutatori smettono di contare.

Tutti quanti, allo stesso identico momento.

Non si è mai visto in una elezione americana. In quel momento, Trump aveva guadagnato già 213 grandi elettori contro i 225 di Biden.

Trump era in vantaggio in tutti e cinque gli stati chiave.



Se il conteggio fosse andato avanti senza intralci, il presidente in carica avrebbe superato agevolmente la quota necessaria di 270 voti per restare alla Casa Bianca.

Invece è arrivato il segnale. Tutti hanno smesso di contare.

Occorreva sabotare la probabile vittoria di Trump. E’ stato in quel momento che si è messa in moto quella che probabilmente può essere definita la più grande macchina di frode elettorale mai vista negli USA.

Joe Biden, il candidato democratico campione di gaffe, se l’era lasciato scappare prima delle elezioni americane.

Aveva confessato che il suo partito e il deep state avevano allestito “la più grossa organizzazione di frode elettorale” mai vista nella storia d’America.

Non appena il conteggio si è interrotto e sono iniziati ad arrivare nel cuore della notte i famigerati voti postali, non è stato difficile capire che quanto detto da Joe Biden stava iniziando ad avverarsi.

In Wisconsin, sono arrivati ad urne chiuse 169mila voti postali e tutti sono andati a Joe Biden. Il 100%. Biden dunque sembra essere il primo candidato della storia che è stato in grado di non lasciare agli avversari nemmeno un voto.




In Michigan, altro stato chiave, sono arrivati a notte fonda altri 200mila voti postali che sono andati tutti anch’essi a Joe Biden.

A quanto pare, tutti quelli che votano per posta sono “stranamente” tutti elettori di Biden.

Il sospetto di frode elettorale è iniziato a diventare sempre più concreto.

Trump si è presentato davanti alla telecamere e ha iniziato a denunciare quanto stava accadendo.

Non si era mai visto che il conteggio fosse sospeso contemporaneamente e che fossero conteggiati voti che invece non avrebbero dovuti essere nemmeno presi in considerazione perché giunti a tempo scaduto.

La portata della frode elettorale sembra avere dimensioni ancora più grandi di quelle già riscontrate.

Sono state mostrate le prove di come abbiano votato per posta persone morte nel 1984 e che oggi, se fossero in vita, avrebbero 120 anni.

La macchina della frode elettorale che vuole mettere a tutti i costi Joe Biden nella Casa Bianca è stata in grado di far votare i morti per il suo candidato.

Gli stessi esponenti del partito lo avevano annunciato.

Nancy Pelosi, già nota per aver avviato il tentativo illegale di impeachment contro Trump rovinosamente naufragato al Senato, aveva detto chiaramente che indipendentemente dal conteggio dei voti, Biden il 20 gennaio avrebbe giurato come prossimo presidente degli Stati Uniti.

Il deep state dunque aveva già preso la sua decisione.

Trump, in un modo o nell’altro, doveva lasciare la Casa Bianca.

Gli annunci e i piani del sistema erano stati condivisi già nei mesi passati. Il think-tank “Transition Integrity Project”, del quale fanno parte massimi esponenti dell’establishment come John Podesta, già consigliere di Hillary Clinton, aveva elaborato uno scenario che prevedeva l’intervento delle forze armate qualora Trump si fosse rifiutato di lasciare la Casa Bianca in caso di sconfitta.

La sconfitta nella loro idea sarebbe stata il risultato di una elezione truccata.

Il deep state ovviamente già sapeva che Trump non avrebbe accettato la frode e si sarebbe opposto e qui, secondo i piani dei falchi di Washington, dovrebbero entrare in gioco gli elementi militari del Pentagono al soldo del deep state per rimuovere il comandante in capo con la forza.

Il tentativo di golpe in atto dunque era stato ampiamente preparato e i media mainstream ne fanno parte pienamente.

Sono loro infatti che stanno completamente censurando le notizie e i fatti che riguardano i brogli avvenuti in America, e sono sempre loro che stanno facendo passare il falso messaggio di un Joe Biden che si avvicina alla Casa Bianca senza la minima ombra di irregolarità.

I media ormai hanno assunto la funzione di agenti della sovversione impegnati platealmente nel tentativo di rovesciare un capo di Stato.

I social si sono uniti nel piano quando in questo stesso momento stanno censurando apertamente i tweet del presidente degli Stati Uniti.

E’ una manovra a tenaglia. Tutte le derivazioni del sistema stanno attaccando in branco Donald Trump per costringerlo a firmare la resa e a lasciare la Casa Bianca.

Trump comunque non era impreparato a questa eventualità. Sapeva che la palude del deep state avrebbe cercato di rimuoverlo con la forza.

Sapeva che tutte le istituzioni asservite da tempo al mondialismo avrebbero dato vita al più grande tentativo di sovversione mai visto in America e nel mondo.

Il presidente ha preso le sue dovute contromisure. Nelle schede elettorali sembra siano stati inseriti degli isotopi non radioattivi per distinguerle dalle schede fasulle che sono in circolazione.

Fonti molto vicine all’amministrazione Trump hanno fatto sapere allo stesso tempo che le prove di questo complotto sono semplicemente enormi e che il presidente risolverà la questione nel giro di 1-2 settimane davanti alle corti competenti.

Trump non si lascerà rubare l’elezione. Il comandante in capo sapeva già in anticipo che avrebbero tentato questa enorme frode, e ha lasciato che il deep state andasse avanti.

Ora avrà l’occasione di dimostrare al mondo intero quanto è corrotto il sistema e potrà dare un altro colpo mortale agli eversori presenti nei palazzi del potere.

Trump, più semplicemente, ha dato abbastanza corda al deep state perché potesse impiccarsi con le sue mani.

Il Nuovo Ordine Mondiale non vuole perdere l’America

Questo è comunque il disperato e, probabilmente ultimo, colpo di coda di un sistema profondamente marcio e infetto.

Il mondialismo ha scatenato tutta la sua furia e ha dato il segnale ai suoi agenti infiltrati praticamente in ogni istituzione nazionale per rovesciare l’esito del voto.

Il mondialismo sta giocando questa ultima carta per cercare di riprendersi disperatamente il controllo dell’America.

Non era previsto, nei loro piani, che la Casa Bianca finisse in un mano ad un uomo che ha interrotto il duopolio dei presidenti repubblicani e democratici scelti tra le stanze del gruppo Bilderberg o tra i boschi della California nel raduno del Bohemian Grove, dal quale sono usciti almeno quattro presidenti come Nixon, Reagan, Clinton e Bush.

L’America è stata per decenni saldamente nelle mani del Nuovo Ordine Mondiale.

E’ stato questa rete di potere bancario, finanziario, industriale e militare a decidere il percorso di questa nazione.

Prima ancora che la seconda guerra mondiale volgesse al termine, la massoneria aveva già stabilito da tempo che l’America avrebbe avuto la missione di condurre il mondo verso il Nuovo Ordine Mondiale.

Manly P. Hall, uno dei massoni più influenti al mondo, scrisse nel 1944 un libro intitolato “Il destino segreto dell’America”, nel quale spiegava perfettamente quali erano le intezione delle élite massoniche per l’America.

Il destino segreto di questa nazione era quello di farsi guida del disegno mondialista.

La superpotenza economica e militare di questo Paese è stata utilizzata come arma di disciplina nei confronti delle altre nazioni che non hanno voluto obbedire agli ordini di Washington.

Il deep state è stato il braccio armato operativo che ha avuto il compito di rovesciare i governi e invadere militarmente i Paesi che si rifiutavano di servire gli interessi della cabala globalista.

L’interventismo americano è stato una diretta conseguenza della volontà mondialista.

Occorreva un gigante militare ed economico che fosse in grado di schiacciare tutti coloro che si fossero messi sulla strada del Nuovo Ordine Mondiale.

Il potere massonico scelse l’America.

Chiunque si sia messo sulla strada del Nuovo Ordine Mondiale ha pagato un caro prezzo.

Salvador Allende, il presidente del Cile, fu rovesciato in un colpo di Stato nel 1973 orchestrato dalla CIA e supervisionato da Henry Kissinger, allora segretario di Stato nell’amministrazione Nixon, per via della sua intenzione di nazionalizzare le riserve di rame.

Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana e già ministro degli Esteri, fu rapito e ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978 dopo aver ricevuto minacce di morte proprio dallo stesso Kissinger che lo considerava un intralcio verso i piani del potere mondialista per l’Italia stabiliti dal club di Roma.

Il club di Roma, altro potentissimo organo del globalismo fondato da Rockefeller, decretò infatti già negli anni’70 che l’Italia avrebbe dovuto essere deindustrializzata e denatalizzata per favorire la definitiva ascesa del Nuovo Ordine Mondiale, verso il quale l’esistenza della culla del cristianesimo mondiale e dell’Antica Roma, rappresenta un maggiore ostacolo.

La storia degli Stati Uniti non è stata altro pertanto che quella di una nazione caduta nelle mani di una camarilla di politici corrotti asserviti ai desiderata di questo disegno.

Gli USA, in altre parole sono stati, loro malgrado, il sicario del mondialismo.

La presidenza Trump ha segnato il divorzio dell’America dal globalismo

Il settimanale britannico l’Economist, partecipato dai Rothschild, la famiglia più potente tra quelle mondialiste, e dagli Elkann, lo scrisse chiaramente qualche tempo fa.

La presenza di Trump alla Casa Bianca mette a rischio il proseguimento del Nuovo Ordine Mondiale.

Donald Trump stesso ne spiegò le ragioni in un consesso dell’ONU, la struttura deputata nell’idea globalista a diventare la base del futuro governo mondiale.

Trump in quell’occasione disse che la missione di una nazione era quella di difendere la propria sovranità, non di rinunciarvi per accondiscendere ad un interesse sovranazionale.

Soprattutto, il presidente americano disse in quel contesto che occorreva guardarsi dalle insidie della governance globale quanto da quelle di altre forme di coercizione.

E’ un discorso che ha delle analogie straordinarie con quella di un’altra orazione tenuta proprio da Salvador Allende nel 1972 sempre davanti alle Nazioni Unite.

Il presidente del Cile disse in quell’occasione che un nuovo nemico stava nascendo tra la comunità internazionale.

Un nemico che non aveva le sembianze di una potenza nazionale, ma piuttosto quelle di una cabala occulta composta da potere bancario, industriale e militare.

E’ questo club privato che minaccia la vita e la prosperità delle nazioni e che vuole schiavizzare l’umanità intera.

Questo sistema composto dalle grandi famiglie di banchieri internazionali, su tutti i Rothschild e i Rockefeller, e da tutti i gruppi di pressione da loro finanziati, come l’Aspen Institute o il Consiglio delle Relazioni Estere, è la più grave minaccia che incombe sul mondo e sui popoli di tutti le nazioni.

L’ideologia che ispira queste grandi famiglie e questi gruppi è profondamente anticristiana e si richiama apertamente all’esoterismo satanico.

Questa epoca storica che si sta vivendo è una nella quale stanno emergendo alla luce del giorno le pratiche del satanismo.

La abominevole pratica della pedofilia, un tempo bandita, inizia ad essere sdoganata apertamente.

Ovunque pullulano i richiami al satanismo e si vedono delle riviste che tessono gli elogi della Chiesa di Satana, fondata da Anton LaVey, occultista molto vicino al mondo di Hollywood.

Ora questo sistema è pronto a tutto pur di arrivare al suo obbiettivo e ha annunciato apertamente qual è il proposito finale.

Il Grande Reset non sarà possibile senza l’America

Il mondialismo vuole arrivare al Grande Reset dei debiti privati che non è altro che la maniera definitiva per spogliare l’umanità di tutti i suoi beni e giungere così alla fine della proprietà privata.

Coloro che si opporranno saranno deportati nei campi di concentramento sanitari fino a quando non accetteranno le condizioni economiche impostegli e la somministrazione del vaccino obbligatorio.

L’ultimo passaggio del Nuovo Ordine Mondiale è quello che porta alla schiavitù totale.

Questa ideologia non ammette dissenso. Non c’è libero arbitrio in questo mondo, ma solo automi privati delle loro facoltà intellettive capaci solo di eseguire degli ordini, anche i più brutali e insensati.

Per poter arrivare però alla realizzazione di questo disegno autoritario globale, occorre riprendersi la Casa Bianca.

Il Grande Reset non potrà manifestarsi se la superpotenza americana lascerà definitivamente il mondialismo e userà tutta la sua forza per impedire che il mondo cada nelle mani del totalitarismo più oppressivo e criminale della storia dell’umanità.

E’ per questo che negli Stati Uniti c’è un colpo di Stato in atto. E’ la mossa eversiva della disperazione che questa società occulta sta tentando per forzare disperatamente la mano.

L’operazione coronavirus ha aperto quella finestra di opportunità che il sistema stava cercando da tempo.

David Rockefeller alle Nazioni Unite nel 1994 disse che era necessario una sorta di evento catalizzatore per costringere le nazioni ad accettare il Nuovo Ordine Mondiale.

Quella crisi è arrivata. L’operazione terroristica del Covid si può definire l’11 settembre del mondo.

Il tempo però sta stringendo. Klaus Schwab, uno degli esponenti più influenti di Davos, altro gruppo in prima fila del mondialismo, ha parlato di una “stretta finestra di opportunità” messa a disposizione dalla falsa emergenza sanitaria.

Quella finestra potrebbe richiudersi molto in fretta se Trump resta alla Casa Bianca.

Le forze occulte dunque si sono scatenate nel tentativo di rovesciare il presidente in carica.

Ora in questo momento occorre restare con i nervi saldi. Monsignor Viganò, nella sua ultima lettera, ha esortato chiaramente a non lasciarsi prendere dallo sconforto.

Era prevedibile che l’altra parte desse vita a qualcosa del genere.

Questa cabala incarna il male assoluto e ordisce qualsiasi inganno pur di arrivare ai propri scopi.

La battaglia tra i figli della luce e quelli delle tenebre è giunta dunque al momento decisivo.

Adesso occorre resistere più che mai. Lo scontro contro le forze occulte si intensificherà ancora di più nei prossimi giorni.

Il Nuovo Ordine Mondiale può ancora essere fermato.

La partita non è ancora chiusa.

Questo blog si sostiene con il contributo dei lettori. Se vuoi aiutare anche tu la libera informazione, clicca qui sotto.

https://www.paypal.me/CesareSacchetti

 

 

 

158 pensieri riguardo “Colpo di Stato negli USA: il Nuovo Ordine Mondiale non vuole lasciare andare l’America. Trump pronto alla controffensiva

  • 6 Novembre 2020 in 10:27
    Permalink

    “Trump aveva guadagnato già 213 grandi elettori contro i 225 di Biden.
    Trump era in vantaggio in tutti e cinque gli stati.”
    c’è un refuso?

    Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 11:50
      Permalink

      Credo intendesse che Trump era in vantaggio nei 5 stati che sono l’ago della bilancia delle elezioni in cui sono stati bloccati i conteggi

      Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 12:18
      Permalink

      Credo intendesse che, al netto dei 5 Stati, in quel momento la situazione era Biden 225, Trump 213.
      Nei 5 Stati (i quali davano parecchi grandi elettori) Trump era in netto vantaggio e quindi, conquistandoli, avrebbe raggiunto velocemente quota 270.

      Rispondi
      • 6 Novembre 2020 in 15:18
        Permalink

        Buongiorno,
        Forse vi può interessare …
        In questa canzone di settembre, di ozuna, cantante latinoamericano, si vedono la casa bianca in fiamme, e attacchi forse vogliono gettare gli usa nel caos, attentati guerra civile…
        https://youtu.be/yYtg0VZcrLs
        Si chiama “nemici occulti”

        Rispondi
          • 8 Novembre 2020 in 13:15
            Permalink

            Alex: Cosa significa quanto scrivi: “Aldo dice 26 X 1 ?”

          • 10 Novembre 2020 in 14:45
            Permalink

            Ci vediamo sulla variante all’uscita di Torino.

        • 8 Novembre 2020 in 9:30
          Permalink

          Che Dio ci aiuti!!!
          Trump riuscirá a sconfiggere la Cabala???
          IL BENE VINCERÁ,I FIGLI DELLA LUCE FARANNO RISPLENDERE QUESTA TERRA E TUTTA L’UMANITÁ che crede in Gesù e nei suoi insegnamenti. AMEN!!

          Rispondi
      • 8 Novembre 2020 in 12:53
        Permalink

        A me la notizia ,sicuramente falsa, che putin sia malato la trovo preoccupamte, hanno in mente qualche cosa, penso che vogliono liberarsi di entrambi, putin e trump, perché di intralcio ai loro piani, ma non credo sia una cosa facile, la russia non si pieghera mai, allora devono creare un caos, una guerra da entrambe le parti, perché è l unico modo, in uno stato di guerra per cambiare radicalmente la società …. almeno la penso più o meno così….

        Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 20:14
      Permalink

      Nessun refuso, i 5 stati di cui si parla erano ancora da assegnare e Trump era in vantaggio in tutti e 5.
      Piu chiaro ora?

      Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 8:25
      Permalink

      Grazie Cesare. Strepitoso il Tuo bellissimo articolo!!! Speriamo che Trump – Iddio, con la Santa Vergine, lo possa aiutare in questo – che ha fatto uscire allo scoperto il deep state (così come BXVI con le sue invalide dimissioni ha fatto uscire allo scoperto la falsa chiesa, la deep church, con il suo falso papa, smarcando in tal modo la vera chiesa di Cristo da quella dell’anticristo) riesca a vincere la battaglia legale, così che il popolo americano e il mondo, veda di quale infamia è capace il deep state, creatura abominevole dell’infame e maledetto suo padrone che è satana, il quale poveraccio, pure lui ha le ore contate e trema, perché, presto, ancorchè ci sarà ancora molto sa soffrire, sarà il cuore Immacolato di Maria a trionfare e l’orgoglioso satana a finire incatenato PER SEMPRE negli abissi del suo maledetto inferno, lui e tutti i suoi compagni di merende.

      Rispondi
      • 7 Novembre 2020 in 11:25
        Permalink

        La battaglia è ancora lunga…non abbassare mai la guardia!

        Rispondi
        • 7 Novembre 2020 in 20:46
          Permalink

          Ma quale battaglia. Dio ci ha abbandonati. Punto. Vorrei buttarmi giù dal balcone…qualcuno dice: “Esiste ancora la Russia”. Già. Stanno però cercando di accerchiarla mediante “rivolte per la democrazia” in Bielorussia. Credo che se Dio ci fosse, non avrebbe mai permesso certe schifezze.

          Rispondi
          • 7 Novembre 2020 in 21:03
            Permalink

            La russia avrà 42 mesi cui governerà il mondo…

          • 7 Novembre 2020 in 21:07
            Permalink

            Dio non ha abbandonato il campo (la luce).
            Il cavaliere bianco ha il suo esercito…il comandante al momento giusto…dichiarerà guerra al male pubblicamente…da allora in poi…

          • 9 Novembre 2020 in 11:29
            Permalink

            Appezzo il tuo realismo!

          • 12 Novembre 2020 in 13:21
            Permalink

            Fede speranza e amore
            Dio non abbandona nessuno devi credere e fidarti ciecamente 🙏

    • 7 Novembre 2020 in 11:08
      Permalink

      È giusto perché ogni stato non vale uno ma ha un valore che dipende dal numero dei grandi elettori di cui dispone.

      Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 11:12
      Permalink

      Un gran bell’articolo, ma vi siete dimenticati di dire che gli organismi occulti americani hanno pianificato il più grave disastro mondiale di tutti i tempi e cioè lo scoppio della seconda guerra mondiale convincendo il Governo Americano ad aggredire con la complicità di Francia, Gran Bretagna e Unione Sovietica quegli Stati ( Italia, Germania e Giappone ) che avevano adottato una politica economica utile per il proprio popolo, ma dannoso per chi voleva acquisire il controllo dell’economia Mondiale. Facendo abilmente credere, alla fine della guerra, di essere i liberatori a tutta la popolazione mondiale e che i reali sconfitti ( i cattivi ) erano i responsabili dello scoppio della seconda guerra mondiale. I disinformati non hanno mai capito che lo scopo del Deep State era di sottomettere tutti i Paesi assoggettandoli al loro potere Finanziario. Devo dire che ci sono riusciti perfettamente. Purtroppo credo che anche Trump mettendosi contro questo centro del potere Finanziario Statunitense usuraio, sarà sconfitto.

      Rispondi
      • 11 Novembre 2020 in 12:16
        Permalink

        hanno forzato troppo la situazione , Trump è l’uomo più potente del Mondo controlla esarcito servizi polizia , l’America profonda è dalla sua parte sapeva che era in atto una truffa colossale si è premunito , i media controllati dalla finanza gracchiano , ma più strilano più perdono di credibilità , questi vogliono l’omologazione globale , ma questa è contro la legge di natura e le teorie contro natura hanno perso tutte …. ci sarà battaglia , ma alla fine vincerà la civiltà

        Rispondi
    • 11 Novembre 2020 in 12:20
      Permalink

      Lia condivido, parola per parola…ottima visione

      Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 10:43
    Permalink

    Grazie, bellissimo articolo, non sapevo nulla di questo sabotaggio che sta avvenendo, a questi livelli, cmq trump penso sia preparato…. il mondialismo ha un altro nemico cmq la russia….
    ottimo blog di informazioni….

    Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 11:31
      Permalink

      Preghiamo xke Dio aiuti a dio Trump, l’america, e il mondo intero da questi sciacalli. Mondialisti. Libertà e bene x tutto il mondo intero.

      Rispondi
    • 10 Novembre 2020 in 17:04
      Permalink

      Anche se restasse trump, ormai la situazione è compromessa, l occidente da solo fino al secolo scorso che dominava da secoli sul mondo, è passato ad un declino inesorabile, le potenze da tempo oramai sono in asia, russia, cina e india e questa crisi poi ci sta facendo slittare ancora più in basso, tra un po’ al terzo mondo, gli usa sono falliti …. questa è la percezione generale, ma non vogliono saperne che il mondo è cambiato, che non dominano più nulla… ma è la realtà…

      Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 10:56
    Permalink

    … sembra siano stati inseriti degli isotopi…
    Bisogna dimostrarlo.

    … le prove di questo complotto sono semplicemente enormi…
    Bisogna dimostrarlo.

    Finora non è emersa nessuna prova.
    Tutti codesti discorsi avranno un valore quando si potrà affermare:
    1 – SONO stati inseriti degli isotopi (e NON “sembra siano stati inseriti degli isotopi”),
    2 – le prove enormi di questo complotto SONO le seguenti:
    segue elenco.

    Per essere sincero, non nutro nessuna speranza.

    Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 12:25
      Permalink

      Mi unisco al tuo commento.
      Di questi isotopi inseriti, si legge ovunque ormai in rete (forza dei tam tam da social). Io vorrei tanto leggerlo o sentirlo dire da un esponente della campagna di Trump. Mi piacerebbe tantissimo sia vero, ma purtroppo non ne ho idea se lo sia o è solo una delle tante cose lette in rete.
      Sono molto demoralizzato, sono certo di questi brogli giganteschi, ma ho il timore che non si riesca a dimostrarli senza ombra di dubbio (si, perchè davanti ad una mastodontica macchina bellica così agguerrita, non bastano delle semplici prove, ma ci vogliono prove inconfutabili e dimostranti una gravità inaudita di colpe).
      Comunque ringrazio molto Cesare Sacchetti per i suoi articoli in questo blog e i suoi messaggi su Twitter….ti seguo, ma non sono iscritto e quindi non posso interagire. Oggi ho deciso di scrivere un commento anche per ringraziarti.

      Preghiamo

      Rispondi
        • 8 Novembre 2020 in 10:34
          Permalink

          Come si sapeva trump non vuole mollare, speriamo solo che non arrivino a ucciderlo, quelli sono capaci di tutto ….

          Rispondi
      • 7 Novembre 2020 in 18:03
        Permalink

        Look What I ‘VE found👀😎https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=139371807878641&id=100054174680178
        Qui c è La TESTIMONIANZA DEGLI ISOTOPI…… di più non scrivo, guardare il Video! E tradotto in italiano ma si capisce, chi conosce un po’ d inglese!!!

        Rispondi
        • 7 Novembre 2020 in 20:05
          Permalink

          C’è troppo silenzio per poter dire di avere speranza…
          E tutti i nostri media ormai considerano Biden nuovo inquilino della Casa bianca… Neanche l’intercessione del Monsignore è giovata, si vede che ci meritiamo tutto quello che andrà a succedere😭😭

          Rispondi
          • 7 Novembre 2020 in 20:55
            Permalink

            Siamo ancora in piena battaglia. Non vi lasciate scoraggiare dal nemico. La frode verrà smascherata.

          • 7 Novembre 2020 in 20:57
            Permalink

            Concordo

          • 8 Novembre 2020 in 14:52
            Permalink

            Ma chi ci assicura che la corte suprema sia incorruttibile?
            La Corte Suprema infallibile e’ solo quella Celeste

      • 8 Novembre 2020 in 16:01
        Permalink

        Ma non ci doveva essere il black aut per informare il popolo del mondo di cosa sono capaci questi maledetti pedo satanisti di compiere le piu crudeli orrori sui bambini ? e anche rivelare che jfk e ancora vivo e anche Diana , Elvis , Mickael Jackson ecc…eccc…..?

        Rispondi
        • 8 Novembre 2020 in 19:57
          Permalink

          Maria Grazia sei un altro noioso troll intruso , vattene in un altro blog e min prenderci in giro!!!!

          Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 10:59
    Permalink

    Trump un genio: nessuno sapeva che nei seggi erano presenti infiltrati con telecamere negli occhiali e nessuno era al corrente che le schede buone hanno innesti di isotopi di dimensione nanometrica, e sono rintracciabili via satellite una per una. Quelle usate per truffa “voto postale” sono state fatte in Cina. Esiste la tecnologia e la possibilità per eliminare dal conteggio tutte le schede contraffatte. Gli stati truffaldini hanno usato e inviato a casa schede stampate all’estero non distinguendole da quelle stampate dai federali. Ed è per questo che Trump ha invitato i suoi ad andare ai seggi. Chi ha partecipato ai brogli rischia 20 anni di galera. Già ieri mattina hanno arrestato diversi dirigenti postali, di cui non ci hanno dato notizia i nostri media. Domani sapremo di sicuro qualcosa di più

    Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 11:21
      Permalink

      Se degli “infiltrati” avevano telecamere nascoste negli occhiali, immagino che vi siano anche dei filmati.
      Fintanto che i filmati non vedono la luce, e che dai filmati non emerge qualche cosa di censurabile, si tratta soltanto di una affermazione.
      Uguale per gli isotopi.
      Occorre dimostrarlo.
      I dirigenti postali arrestati:
      – dove?
      – nomi e cognomi
      – quanti?
      – quale è l’accusa precisa?

      Rispondi
      • 7 Novembre 2020 in 21:49
        Permalink

        Lorenzo, stai menando gramo dall’inizio del thread… Finiscila un po’!!

        Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 17:28
      Permalink

      grazie di questa notizia! spero sia vera e che la fonte sia attenndibile al100%

      Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 10:59
    Permalink

    e la cosa piu’ strana e’ che questi sono sempre gli stessi che contano i morti d’ infarto come morti covid… ,,stan in ogni luogo come il prezzemolo

    Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 12:13
    Permalink

    Il voto postale si è sempre e dovunque prestato a facili brogli.
    Il Covid-19 ha offerto giotta opportunità per approfittarne abbondantemente. Stavo giusto chiedendomi come è possibile che Trump non abbia preso in tempo contromisure, quando ho letto degli isotopi nelle schede. Sono completamente ignorante in materia e stento a capire di cosa si tratti; fosse vero, serebbe una cosa fantastica, ma realisticamente credo che le contromisure da prendere sarebbero state altre e più terra-terra. Possibile che di un’operazione di quella portata non fossero a conoscenza anche gli avversri? Come Lorenzo, tempo che il tutto si riveli una bolla di sapone.
    Speriamo bene, a questo punto anche sperare è un lusso 🙁 .

    Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 12:52
      Permalink

      Ci saranno attacchi e contro-attachi; ma alla fine si andra’ nello scontro armato.
      Negli USA questo scontro sara’ anche e sopratutto razziale.

      Rispondi
      • 6 Novembre 2020 in 17:18
        Permalink

        Ciao Maksi ! Sei quello bannato (come me, ma lì avevo un altro nick) dal sito del Gatekeeper ? (M.M. per intenderci).

        Rispondi
        • 7 Novembre 2020 in 13:48
          Permalink

          Ciao.

          Si, sono io.

          Mazzucco, volontariamente o meno, non ne ha azzeccata una in questi mesi.

          Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 18:08
      Permalink

      Nulla di strano… Qst isotopi consentono di rintracciare dove sono finite le schede. Mai sentito parlare, mai visti o nuovi francobolli per cartolina che ti consentono di sapere DOVE si trova la cartolina se non arrivata dopo un po’ di tempo a Destinazione?? Io ne sono venuta a conoscenza l anno scorso, 2019, in occasione di un giro turistico qua da noi in Italia, quando ho comperato le cartoline da spedire ad amici e parenti.

      Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 12:39
    Permalink

    Onestamente, non credo Trump riuscirà nell’intento di smascherare la frode. Semplicemente perchè nel passato recente ha dimostrato di non avere la forza (o le entrature giuste) per portare alla luce gli scandali del mondo Dem (o meglio, pedodem, vedi Pizzagate), gli scandali legati a Biden e figlio, la perversa operazione del Russiagate, giustamente ribattezzata Obamagate. Ho seguito queste vicende con attenzione, ho sperato che l’inchiesta giudiziaria portata avanti da Barr e Durham portasse a risultati concreti (si parlava di un coinvolgimento diretto degli allora in carica governanti italiani) e che questi risultati venissero resi pubblici. Ho seguito le interviste che il canale YouTube di Vox Italia ha concesso a George Lombardi (persona vicina agli ambienti del tycoon) e sperato che l’imminenza delle rivelazioni tanto sbandierata avesse un riscontro nella realtà. Ma niente di tutto questo è accaduto. Eppure, chiunque era in grado di capire che, avendo di fronte un nemico di questa portata (e cioè tutto l’apparato del deep State, media inclusi), era necessario fare di tutto per portare a galla la melma che circonda quell’ambiente. Chiaramente mi auguro di sbagliarmi: pur non condividendo in toto le posizioni di Trump, ho ben compreso il peso e l’alto valore simbolico di questa tornata elettorale. Ma adesso, questa controffensiva del POTUS mi sembra più un ultimo grido disperato che una strategia concreta di ribaltamento dello status quo. Doveva spendersi molto di più prima che tutto questo accadesse. Doveva esporre tutte le malefatte dei Dem con la forza delle prove giuridiche derivanti dalle inchieste per garantirsi un margine di consensi più ampio. Questo lo avrebbe messo al riparo dalla prevedibilissima azione fraudolenta dei voti postali. Purtroppo non è accaduto. E adesso l’imminente vittoria di Biden assesterà un colpo definitivo alle speranze di rallentare il progetto globalista. Ci aspettano tempi duri, tempi oscuri. Un saluto a Cesare Sacchetti e complimenti per il suo lavoro di informazione.

    Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 15:40
      Permalink

      Purtroppo ha msn contro e loro censorono tutto.
      Non c’e possibilita’ di dire liberamente tutt

      Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 12:59
    Permalink

    Meno male che è pronto alla controffensiva…
    Seguendo altri blogger sembra quasi che ormai non ci sia più speranza🙏🙏
    Grazie per il tuo prezioso lavoro…

    Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 14:08
    Permalink

    Cesare Sacchetti come al solito OTTIMO articolo, semplice chiaro per tutti, con esempi !
    Bravo veramente bravo

    Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 15:15
    Permalink

    E’ di poco fa la notizia che Putin, gravemente malato (parkinson) sta per lasciare la presidenza della Russia. (Ora in prima pagina su Corriere e altri quotidiani on line). Ma è possibile che una tale notizia esca proprio mentre Trump sta per essere estromesso con un colpo di stato? Cosa ci può essere dietro secondo Lei?

    Ne approfitto per chiedere: ma se altri stati come Russia, India, Brasile, etc.. non riconoscessero Biden presidente allo stesso modo in cui è stato fatto con Maduro in Venezuela riconsocendo invece l’autoproclamato Guaido?

    Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 15:42
      Permalink

      Non credete a queste notizie. Il mondialismo vuole far credere che sono vicini a rimuovere Trump e Putin.

      Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 15:50
    Permalink

    Ottimo articolo, grazie Sacchetti. Ho aperto il link della rivista Rolling Stone , quella stessa che, guarda caso, ospitò Bergoglio in copertina. Sì, vi si tessono esplicitamente gli elogi della chiesa di Satana. E vi si legge: “Francisco nel 1966 da Anton Szandor LaVey, nato nel 1930, morto nel 1997. Predica l’assoluta libertà personale, nei limiti del rispetto altrui e, colpo di scena!, non crede in alcuna divinità, né nel paranormale, ed è contraria al proselitismo. Per la Chiesa di Satana, Satana non esiste: è solo il simbolo della capacità umana di ribellarsi alle regole imposte dall’alto. “.
    Sono tutte astute mistificazioni. Anton LaVey (translitterazione in inglese di Levi), comparve, eccome, in veste di Satana nel film di Polanski “Rose Mary’s Baby” nella scena terribile in cui si accoppia con la protagonista (Mia Farrow) durante un Sabba con altri demoni. Qualcuno farà spallucce e dirà: ma è solo un film! Ricordo però che Roman Polanski fu seguace della chiesa di Satana e pure allontanato dagli Usa per un episodio di stupro di minorenne.
    E’ evidente che per non inquietare e rassicurare la gente e magari cooptarla alla causa, hanno bisogno di affermare che il diavolo con corna, pelo, zoccoli caprini e coda non esiste, è un’iconografia, e che loro si rifanno all’ingegno, alla Dea Ragione, alla ratio ecc. comune a tutti gli esseri umani.
    Ma essi hanno la loro magia, i loro simboli, riti esoterici, la loro gnosi. Tutto ciò si palesa in questi giorni tremendi con la loro architettura dell’inganno e dell’oppressione. In Usa come in Europa e in special modo, qui da noi.

    Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 17:27
      Permalink

      Bel commento, Nessie.
      Per collegarmi, ricordo che Sharon Tate è vissuta per un periodo a Verona, inizialmente presso la sede della SETAF (forze armate USA occupanti). Nella caserma c’era una loggia massonica, dove si celebravano “strani riti” (eufemismo) con lei presente, si dice.

      La stessa caserma, guarda caso (la “Passalacqua”) che gli americani, trasferitisi a Vicenza, fu la sede del Battaglione di Guerra Psicologica “Monte Grappa”. In molte sentenze (non sono chiacchiere, ma sentenze e istruttorie) si provò che gli ordini e le bombe per la strategia della tensione partirono da lì.

      Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 16:29
    Permalink

    Ricordo come nelle scorse elezioni presidenziali austriache fu effettivamente accertata una frode elettorale.
    Le elezioni furono annullate e furono ripetute.
    Le frodi elettorali sono comunissime.
    L’Italia è una repubblica grazie alla frode perpetrata durante il referendum istituzionale del 1946 fra monarchia e repubblica. Vi sono diverse pubblicazioni al riguardo, fra le quali quelle recenti di Franco Malnati, che lo provano.

    Chiunque sa che il solo sospetto di una frode non basta, bisogna fornire le prove della frode.

    Finora Trump non ha fornito nessuna prova.
    Se ha delle prove che cosa aspetta a fornirle? qualche mese? non si è accorto che il deep state ha una fretta birichina di intronizzare il suo fantoccio?

    Bisogna poi vedere se l’apparato giudiziario americano è disposto a comportarsi con equità. Non ne abbiamo la sicurezza matematica.
    Il deep state è potentissimo. Non dico onnipotente per non esagerare.

    In Italia, nel 1946, non ci fu niente da fare.
    Umberto II partì per l’esilio senza abdicare, lanciando un bellissimo proclama alla nazione, nel quale spiegava che partiva per l’esilio senza abdicare, nonostante le frodi perpetrate a danno suo e dei monarchici, per non causare una (nuova) guerra civile.
    Un grave errore, a mio avviso.
    La monarchia in Italia finì così.

    Se Trump ha delle prove, sta aspettando troppo tempo per sciorinarle.

    Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 16:44
    Permalink

    Cosa sai Cesare dell’operazione Sting?

    Rispondi
    • 6 Novembre 2020 in 16:48
      Permalink

      Le mie fonti di dicono che è confermata.

      Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 17:06
    Permalink

    ciao cesare, per iscriversi al tuo blog è gratuito si o no punto interrogativo, queste elezioni americane come andranno a finire verrà alla luce il nuovo ordine mondiale o trump vincerà e spazzerà via il mondialismo punto interrogativo, se trump vincerà verrà ucciso dal nuovo ordine mondiale per dare inizio al loro piano di dittatura mondiale punto interrogativo.

    Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 17:16
    Permalink

    Bell’articolo, grazie.
    Vi lascio qualche video della megatruffa elettorale.
    https://www.youtube.com/watch?v=qgmq6enVZVo
    Donna che vota 6 volte! ripresa.

    https://www.youtube.com/watch?v=6JKss6-TK-I
    Votante di Trump che non ha potuto votare!

    A Georgia “hanno trovato” 30.000 nuovi voti, 2 giorni dopo
    https://www.thegatewaypundit.com/2020/11/go-state-officials-find-25000-35000-ballots-georgia-6-830/?ff_source=Twitter&ff_campaign=websitesharingbuttons

    Voti di Trump nella spazzatura
    https://m.youtube.com/watch?v=sA8a7dVUN0I

    https://twitter.com/JamesOKeefeIII/status/1324554873095000064
    The fraud is happening as we speak…they are going to be collecting and back-dating ballots in Pennsylvania TOMORROW according to our whistleblower

    In questo video si vede chiaramente l’imbroglio. Questa persona rompe i voti di Trump. Stalin disse una volta “non importa chi vota, ma chi conta i voti”.
    https://www.youtube.com/watch?v=rPmXk_j1Lko

    Trovano 23.000 nuovi voti a Filadelfia. Tutti per Biden. Statisticamente impossibile!
    https://www.thegatewaypundit.com/2020/11/pennsylvania-update-23277-votes-found-philly-go-biden/?ff_source=Twitter&ff_campaign=websitesharingbuttons

    https://twitter.com/Pabloeliecer89/status/1324133300550717443
    Voti per Trump nella spazzatura e buttati per strada!

    e un lungo ecc. Megafrode

    Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 19:40
    Permalink

    Non sapevo che Sharon Tate avesse vissuto anche a Verona con la sua famiglia. Sulla strage di Bel Air e la sua tragica morte, sono stati versati fiumi di inchiostro. Ci fu anche un articolo di Blondet che lascia trasparire l’idea che fosse un sacrificio umano già designato e che l’assenza di Polanski nella notte della strage non fosse poi del tutto casuale. L’articolo è a mio avviso, un po’ troppo ingarbugliato, ma traccia delle corrispondenze e dei parallelismi con altri ebrei-polacchi di successo in Usa, assai inquietanti. L’ho recuperato qui:

    https://groups.google.com/g/free.it.politica.destra/c/IgulBFaZsko?pli=1

    Rispondi
  • 6 Novembre 2020 in 20:11
    Permalink

    Su Gloria. Tv c’è un’interessante notizia su questa operazione Sting (non sono riuscita a trasferire qui il link, sono una capra con la tecnologia 😞)

    Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 0:29
    Permalink

    Il Prof. Eugenio Capozzi , professore di Storia Contemporanea dell’Università degli Studi di Napoli Federico II si esprime sulla situazione attuale:

    “Il lockdown generale è già stato deciso da tempo.
    Tutte le oscillazioni di queste settimane sono soltanto gioco del poliziotto buono e cattivo, tattica per imporre la decisione gradualmente, testando volta a volta le reazioni.
    Il progetto è chiaro.
    Non ha niente a che vedere con la situazione sanitaria, che è sotto controllo (salvo le solite inefficienze di certe regioni) e che vede una pressione sugli ospedali inferiore a quella che si verifica abitualmente ogni anno per le epidemie stagionali di influenza.
    Morti e terapie intensive sono evidentemente in gran parte anziani ammalati di altro, spesso già ricoverati – i dati emergono su scala locale anche se il governo si guarda bene dal chiarirlo a livello nazionale. Se si volesse affrontare seriamente la protezione delle fasce di cittadini a rischio (chiarissimamente individuabili per via statistica) basterebbe monitorare gli anziani con patologie specifiche attraverso medicina di base e Usca, somministrare loro terapie ormai note ai primi sospetti di virus, fornire servizi per evitare loro il più possibile di uscire di casa, e raccomandare ai loro familiari di adottare con loro il più rigoroso distanziamento.
    Ma chiaramente di questo a chi governa non importa nulla. Il progetto già pianificato dalla primavera è un altro, e tutto politico: un esperimento di ri-disciplinamento autoritario delle società funzionale ad un modello economico ben preciso.
    È un progetto non solo italiano ma europeo, che parte dall’asse franco-tedesco e da Bruxelles, e di cui il governo italiano è solo uno tra gli esecutori. Non bisogna essere complottisti per individuarlo: esso è già palese nella torsione paternalista, eticizzante delle istituzioni Ue di cui Ursula von der Leyen è la garante.
    L’obiettivo di queste classi politiche è enfatizzare a dismisura il virus per distruggere quel che resta della piccola e media impresa, del terziario autonomo, degli spazi di formazione, socialità e cultura “fisici”, e sostituirli con consumi, intrattenimento, didattica, socialità integralmente digitalizzati, completamente inglobati dalle grandi corporations hi tech globali.
    La narrazione terroristica del Covid e i lockdown sono lo strumento per rimpiazzare del tutto la socializzazione con i social, le comunità di scuola e università con la didattica su piattaforma, l’amore e il sesso con il dating virtuale, i ristoranti e i bar con il food delivery, i cinema e i teatri con Netflix, lo shopping con Amazon, i concerti con le dirette a distanza, lo sport con il “workout” casalingo gestito da app, il lavoro con sussidi statali di semi-indigenza, il culto religioso comunitario con una spiritualità solitaria senza nessun rilievo sociale. E, soprattutto, per eliminare ogni forma di associazione culturale, circolo, movimento civico e politico libero, non controllabile, trasformando la società civile in una pluralità di individui isolati che si limitano ad essere followers dei leader politici, in un quotidiano reality show, “profilati” e sottoposti al continuo martellamento delle news unanimi di regime selezionate per loro dai social media depurandole di quelle che loro chiamano fake news, cioè di ogni fonte che non sia approvata dal complesso politico-mediatico mainstream.
    L’accelerazione di questa trasformazione permetterebbe, per le élites europee, la saldatura tra il mega-tecno-capitalismo d’oltreoceano, lo statalismo burocratico Ue a economia sussidiata e il modello di mercato autoritario cinese.
    L’unico ostacolo che può ancora frapporsi tra il progetto e la sua attuazione è la reazione, la resistenza, la mobilitazione delle società civili europee, dei ceti e delle fasce sociali che si è deciso di sacrificare. Dalla loro capacità di ribellione, dalla loro capacità di coordinarsi, dando vita a un blocco sociale e politico coerente in sostituzione di una rappresentanza politica ormai inesistente, dipende se l’esperimento tecno-autoritario riuscirà o sarà dichiarato fallito, o quanto meno dilazionato.”

    Eugenio Capozzi

    Professore Storia Contemporanea
    Università degli Studi Napoli

    Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 11:15
      Permalink

      Video rimosso,peccato!

      Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 2:08
    Permalink

    Trump sta’ rischiando la vita,se come penso abbia le prove,sara’ ancora piu’ in pericolo.la battaglia contro “l’apocalisse” la possono vincere solo coloro che riconoscono nella stirpe le loro qualita’ non piu’ barattabili.Gianantonio Valli scriveva:”essi” saranno capaci non solo di annientare l’uomo,ma l’intera vita su questo pianeta,pur di raggiungere i loro scopi”.

    Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 6:06
    Permalink

    cesare ti avevo fatto delle domande nel mio commento mi puoi rispondere per favore punto interrogativo

    Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 7:55
      Permalink

      Scusami, qual era? Ci sono molti messaggi e ci metto un po’a rispondere a tutti.

      Rispondi
      • 7 Novembre 2020 in 8:03
        Permalink

        era il messaggio del 6 novembre all’ ora 17 e 6 minuti

        Rispondi
      • 7 Novembre 2020 in 8:25
        Permalink

        filippo
        6 Novembre 2020 in 17:06
        Permalink Filippo: “ciao cesare, per iscriversi al tuo blog è gratuito si o no punto interrogativo, queste elezioni americane come andranno a finire verrà alla luce il nuovo ordine mondiale o trump vincerà e spazzerà via il mondialismo punto interrogativo, se trump vincerà verrà ucciso dal nuovo ordine mondiale per dare inizio al loro piano di dittatura mondiale punto interrogativo.”. Filippo

        Rispondi
        • 7 Novembre 2020 in 9:41
          Permalink

          L’iscrizione è gratuita. Se Trump riuscirà a sventare il golpe in corso, a questo giro il Nuovo Ordine Mondiale non andrà probabilmente a buon fine.

          Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 7:05
    Permalink

    Posso avere l’ articolo sui brogli elettorali in USA, in lingua inglese, per favore?
    Colpo di Stato negli USA: il Nuovo Ordine Mondiale non vuole lasciare andare l’America. Trump pronto alla controffensiva

    Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 8:05
    Permalink

    ciao
    ho cercato un po sul www ma non trovo riscontro a arresti per frode di dirigenti postali…puoi indicarmi qualche fonte grazie.

    Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 9:39
      Permalink

      Ciao, io ho condiviso su Twitter la notizia di un impiegato postale arrestato al confine canadese. Su quella sui dirigenti non so.

      Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 10:43
    Permalink

    cesare, trump se riuscirà a sventare i brogli elettorali dal deep state e vincere le elezioni americane verrà ucciso si o no punto interrogativo

    Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 12:40
      Permalink

      La mia idea è che non ci riusciranno, Filippo. Ovviamente poi non ho la sfera di cristallo..

      Rispondi
      • 8 Novembre 2020 in 14:31
        Permalink

        Sono ridicoli, gli usa sono finiti, già da tempo, il declino è stato inesorabile, non contano più nulla, non sono più una superpotenza, l occidente non conta più nulla, non è più una democrazia, è allo sfascio totale, putin lo sottolineava nel suo ultimo discorso “l unica cosa di cui ci preoccupiamo e non prendere un raffreddore al vostro funerale”….

        Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 16:03
    Permalink

    Alle 17,30 di oggi ora italiana
    Donald J. Trump: “Big press conference today in Philadelphia at Four Seasons Total Landscaping — 11:30am!”
    Lingua originale: inglese. Traduzione di
    Grande conferenza stampa oggi a Filadelfia al Four Seasons Total Landscaping – 11:30!
    3:45 PM · 7 nov 2020·Twitter for iPhone

    Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 16:10
    Permalink

    CONTROLLO SOCIALE
    1 – La strategia della distrazione. Consiste nel distogliere l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche.
    2 – Creare il problema e poi offrire la soluzione. Si crea un problema, una “situazione” che produrrà una determinata reazione nel pubblico in modo che sia questa la ragione delle misure che si desiderano far accettare.
    3 – La strategia della gradualità. Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, col contagocce, per un po’ di anni consecutivi.
    4 – La strategia del differire. Un altro modo per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come “dolorosa e necessaria” guadagnando in quel momento il consenso della gente per un’applicazione futura.
    5 – Rivolgersi alla gente come a dei bambini. Quanto più si cerca di ingannare lo spettatore, tanto più si tende ad usare un tono infantile.
    6 – Usare l’aspetto emozionale molto più della riflessione.
    7 – Mantenere la gente nell’ignoranza e nella mediocrità.
    8 – Stimolare il pubblico ad essere favorevole alla mediocrità.
    9 – Rafforzare il senso di colpa.
    10 – Conoscere la gente meglio di quanto essa si conosca

    Rispondi
  • 7 Novembre 2020 in 18:33
    Permalink

    Biden è già stato proclamato presidente degli U. S. A.
    Per i giudici non c’è stato nessun broglio.
    L’operazione sting è pura fantasia.
    Ormai, è tutto finito.
    Purtroppo è così.

    Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 18:46
      Permalink

      Mi sembra che sei giunto a conclusioni un po’ affrettate. . La battaglia legale ancora deve iniziare e Biden ufficialmente e legalmente non è presidente. C’è ancora da ricontare moltissime schede e i ricorsi alla corte Suprema devono ancora iniziare.

      Rispondi
      • 12 Novembre 2020 in 12:02
        Permalink

        Io ho l impressione che siamo in una grave crisi del sistema, mi spiego … è una questione d supremazia degli usa, in primis e occidente al seguito, una crisi di tutto l apparato, non so bene i motivi, non sono un esperta d economia, ma lo percepisco, tutto il sistema sta collassando …. siamo in un vicolo cieco e non sanno come uscirne, per di più siamo sempre di più 8 miliardi di persone, solo all inizio del 900 eravamo 1 miliardo, il blocco asiatico che si è sviluppato molto… credo siano questi i motivi ….
        e loro vogliono le risorse del pianeta ….

        Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 18:47
      Permalink

      Sul sito ufficiale della CISA si parla chiaramente di schede dotate di codici e filigrane speciali.

      Rispondi
      • 7 Novembre 2020 in 20:34
        Permalink

        Signor Sacchetti potrebbe gentilmente mettere il link dove questo si puo’ dedurre, ovvero che ci sono questo tipo di schede, grazie. Luigi

        Rispondi
    • 7 Novembre 2020 in 20:52
      Permalink

      Sono i media, CBS e CNN, che hanno decretato la vittoria. E così facendo si sono suicidati. Questa è l’unica cosa evidente.

      Rispondi
      • 7 Novembre 2020 in 23:41
        Permalink

        Ma che felicità!! Tutti quegli zombi lobotomizzati che festeggiano negli usa, bene…. adesso si è perso anche troppo tempo, si pentiranno molto presto …devono tornare a fare ciò che han sempre amato, la guerra, anche se con le armi attuali dubito resterà ancora qualche cosa di vivente sulla terra ….

        Rispondi
      • 8 Novembre 2020 in 11:50
        Permalink

        Purtroppo non si sono suicidati,
        hanno apparecchiato con cura e per tempo, hanno cucinato Trump e ora hanno messo il coperchio.
        Lo dico con le budella attorcigliate, perchè lo spettacolo di conferenze irrispettosamente troncate (alla fine Trump è ancora Presidente), la censura dei social (che mostrano l’interferente aggressività di alcuni privati nei confronti delle istituzioni), la proclamazione di Biden su TUTTI i media quale presidente eletto (nonostante i riconteggi non siano ancora avvenuti, nè il riconoscimento del Presidente “uscente”) palesano le mostruose dimensioni del potere DEM, ormai totalmente pervasivo. Pare nessuno si chieda, tra gli estimatori DEM, cosa potrebbe accadere se le loro intenzioni non fossero così buone. Ieri ho chiesto ad un amico, felice dell’esito delle elezioni, cosa gli piacesse di Biden. Risposta: “non è Trump”. Ciò non dimostra l’ottusità degli elettori di Bidem, ma la raffinata acutezza della narrazione avversaria: il loro popolo li vota tifando, e non si chiede perchè. Tutto questo, non è opera di sprovveduti, ma di gente molto, molto determinata a non perdere gli enormi privilegi acquisiti.

        Per troppo tempo (anche in Italia), è stata sottovalutata la pericolosità di lascire tutte le cariche in mano ad uno schieramento, credendo ingenuamente che fosse solo una questione di “arraffare poltrone e stipendi”. Ora che è tardi, ci si comincia ad accorgere che la democrazia esiste solo se le magistrature sono indipendenti, se i mass media e i giornalisti sono indipendenti, se i gangli del potere non sono accentrati.

        Rispondi
        • 8 Novembre 2020 in 12:50
          Permalink

          Pensi davvero che Trump sia stato così fesso da non prendere le dovute contromisure? Adesso viene il bello. Trump smaschererà la frode e resterà alla Casa Bianca.

          Rispondi
          • 8 Novembre 2020 in 13:20
            Permalink

            Cesare: Volevi dire fesso o fisso?

          • 8 Novembre 2020 in 14:58
            Permalink

            Cesare ti bacerei👏👏👏
            (mi permetto perché potresti essere mio figlio)..

          • 8 Novembre 2020 in 15:00
            Permalink

            Non credo sia fesso. Affatto.
            Credo che abbia sottovalutato la pervasività del nemico.

  • 7 Novembre 2020 in 20:51
    Permalink

    ormai sembrano tutti zombies, tutti uniformati al pensiero unico..ho perso la speranza

    Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 14:28
      Permalink

      Fortebraccio: Mi sa che hai sbagliato di nuovo, dovresti dire in italiano: “Spero che non me la tolgano”.

      Rispondi
  • 8 Novembre 2020 in 11:45
    Permalink

    Avete notato che il presidente non sembra più quello di qualche mese fa? Nelle ultime apparizioni pubbliche appare meno energico, più abbacchiato, non ha più il vigore di un tempo.
    Questa mattina ho scoperto perché. Ho saputo da fonti affidabili, che quando si è “ammalato” di covid in realtà era tutta un’orchestrazione per toglierlo dalla scena pubblica per qualche giorno con la scusa del virus. Quello che è accaduto in realtà è che il presidente è stato catturato e gli è stato somministrato il vaccino con la forza. Trump si aspettava qualcosa del genere, ma il piano era stato ordito magistralmente e lui e le sue guardie del corpo sono stati colti di sorpresa. Lo hanno portato in un ospedale militare dove lo hanno tenuto fermo mentre gli iniettavano il vaccino, mentre al pubblico dicevano che il presidente aveva il covid. Poi lo hanno anestetizzato e gli hanno cancellato la memoria. Il vaccino è stato fatto in modo da attivarsi lentamente e arrivare alla completa attivazione qualche giorno dopo le elezioni. Infatti abbiamo visto tutti come Trump, in principio combattivo e pronto a denunciare la frode elettorale, in questi giorni abbia diminuito leggermente la sua grinta. E’ qualcosa di quasi impercettibile se non sai bene dove guardare. Per esempio, non gesticola più con lo stesso vigore, tiene le braccia molli lungo i fianchi, perché questo è uno dei primi effetti del vaccino. Nelle prossime settimane vedremo che piano piano il presidente smetterà di combattere completamente e entro gennaio sarà costretto a abbandonare la casa bianca.
    Putroppo sembra che questa volta abbia vinto la cabala, con questa mossa insospettabile.
    Dobbiamo denunciare questo complotto, in modo che tutti possano sapere quello che hanno fatto al presidente!

    Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 12:48
      Permalink

      Mi sembra una ricostruzione totalmente priva di attinenza con i fatti. Palesemente falsa e surreale.

      Rispondi
      • 8 Novembre 2020 in 15:00
        Permalink

        Questo mi puzza di troll…
        Chissà perché non vanno a pascolare altrove🙄🙄

        Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 13:15
      Permalink

      secondo me è solo molto preoccupato per il futuro dell’umanità
      è partita la macchina del fango contro di lui inarrestabile e la gente ormai sembra non ragionare più
      del resto con questo bombardamento mediatico continuo e la vita ridotta allo stato larvale, ci stiamo spegnendo

      Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 13:58
      Permalink

      Ugo, siamo già tutti tesi. Un po’ di serietà!! Non stiamo qui a raccontare storielle fantasy! E quali sarebbero le tue fonti molto affidabili? I tuoi sogni notturni? Trump non è mai stato in forma, forte ed energico come negli ultimo mesi e negli ultimi giorni! Il contrario di ciò che stai sparando tu! Serietà e non prenderci in giro con queste fandonie. Così chi legge, ci prende pure in giro. Hai scritto cose oggettivamente ridicole.

      Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 15:36
      Permalink

      Ugo troll intruso, scrivi che hanno cancellato la memoria a Trump. Forse l’hanno cancellata a te la memoria.

      Rispondi
  • 8 Novembre 2020 in 14:24
    Permalink

    https://www.ilpost.it/2020/11/08/trump-vittoria-biden-elezioni-usa/

    il 14 dicembre i cosiddetti «grandi elettori», quelli scelti da ciascuno stato in base ai risultati elettorali, indicheranno Biden come il prossimo presidente. Il 6 gennaio 2021 il vicepresidente Mike Pence certificherà il voto al Senato. Il 20 gennaio scadrà il mandato da presidente di Trump. Nessuno si aspetta che gli eventuali ricorsi di Trump per contestare il voto vadano da qualche parte, oppure che il presidente in carica si rifiuti di cedere il potere pacificamente.

    Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 14:58
      Permalink

      Vedo che state gettando la spugna quando ancora deve arrivare la risposta di Trump..Vu ricordo che la corte suprema è a netta maggioranza conservatrice..

      Rispondi
  • 8 Novembre 2020 in 14:27
    Permalink

    Caro Sacchetti, questa e’ la scansione del calendario per la successione presidenziale.
    Ovvero Trump in caso le cose stiano come lei sostiene, non ha molto tempo per presentare ricorso,presso tribunale federale o corte suprema che sia.
    Le roboanti dichiarazioni servono a nulla, se non si fa’ ricorso.
    Attenzione ,Biden regge l anima( ammesso ne abbia una) coi denti, e Kamala e’ in agguato
    Doppia attenzione , la scelta del deep state potrebbe essere non tra biden o trump, ma addirittura tra la pelosi e la harris, o meglio una prima fase dove la pelosi assuma temporaneamente i poteri presidenziali a seguito di una contestazione dei risultati , nel frattempo biden potrebbe avere problemi di salute tali da portare la harris a diventare la nuova presidente.
    Per ora a parte le dichiarazioni di pieczenick a info wars, tutto tace, ovvero secondo lui ci sarebbero state ddirittura 20.000 guardie nazionali ad eseguire sequestri di schede e arresti, ma la notizia non trova altra conferma che la sua dichiarazione ad info wars.
    Idem la notizia sulla tracciabilita’ delle schede, notizia alla quale Trump finira non ha accennato.
    E siamo gia’ al 8 di novembre,

    Queste le tappe che portano all’insediamento di chi, tra Donald Trump e Joe Biden, guidera’ la Casa Bianca nei prossimi quattro anni

    * 8 DICEMBRE, DEADLINE PER RISOLVERE LE DISPUTE. Entro questa data dovranno essere concluse le eventuali controversie, a partire da quelle sul voto per posta ancora in fase di spoglio in alcuni stati. Il termine vale anche per l’eventuale riconteggio dei voti nei singoli stati, per le cause nei tribunali e per l’eventuale ricorso alla Corte Suprema.

    * 14 DICEMBRE, L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE: spetta al collegio elettorale formato da 538 grandi elettori. Ogni candidato, stato per stato, sceglie quali grandi elettori dovranno rappresentarlo nel collegio. Questi poi si incontrano ciascuno nel suo stato e votano per il candidato che li ha scelti. I grandi elettori che lo tradiscono (caso raro) vengono chiamati “elettori infedeli”

    * 3 GENNAIO, AL VIA IL NUOVO CONGRESSO. Il 117/mo Congresso debutterà prima del presidente: Camera dei Rappresentanti e Senato si insedieranno il 3 gennaio 2021 a mezzogiorno.

    * 6 GENNAIO, LO SCENARIO PELOSI. La speaker della Camera, terza carica dello stato, ha spiegato che se lo stallo per l’elezione del presidente dovesse sorprendentemente perdurare entro quella data dovrà essere la Camera dei Rappresentanti del Congresso americano (rimasta in mano ai democratici) a decidere.

    * DICEMBRE/GENNAIO, LA TRANSIZIONE. E’ il processo per il trasferimento formale dei poteri dal presidente uscente al presidente eletto, se questi dovesse cambiare, dunque se dovesse vincere Joe Biden. Questo processo avviene solitamente tra la proclamazione del nuovo presidente e l’Inauguration Day, data dell’insediamento alla Casa Bianca. Se ne occupano i ‘transition team’ dei due candidati.

    * 20 GENNAIO, IL GIURAMENTO. E’ l’Inauguration Day. Il vincitore delle elezioni inizierà il suo mandato presidenziale il 20 gennaio 2021, con la cerimonia del giuramento a Capitol Hill, sede del Congresso americano, in genere alla presenza degli ex presidenti

    Se il deep state ha messo in programma disordini e guerra civile in usa, lo scenario di fondo dovra’ essere quello di una situazione di incertezza che si presti a fomentare le ragioni di entrambi gli schieramenti.
    Forse hanno in mente scenari ed eventi a livello internazionale , che richiedono una temporanea paralisi delle capacita’ di intervento militare esterno da parte degli usa.

    Ovvero lasciare temporaneamente campo libero a turchia e cina, far scoppiare scontri militari in asia e medioriente , avendo un pretesto per evitare che gli usa ne prendano parte , far degenerare la situazione internazionale, per aver poi il pretesto per un pacificatorio governo mondiale che metta in atto un reset politico ,economico e sociale.
    Se il deep state vuole una depopolazione e se ha in mente di attuarla a breve………
    La cosa piu’ logica e’ far scatenare un conflitto nucleare tra i paesi piu’ popolosi, e dotati di armi atomiche,ovvero …
    Cina, india ,pakistan.
    Nb se si mettono assieme cina india pakistan indonesia bangladesh turchia e stati del sud est asiatico
    Nel complesso si parla di quasi 4 miliardi di persone.
    Piu’ di meta’ della popolazione mondiale.
    Temo che vogliano cominciare da li.

    Rispondi
    • 8 Novembre 2020 in 14:56
      Permalink

      La guerra civile non è l’obbiettivo, ma il mezzo per rovesciare Trump. Questa teoria frana rovinosamente anche contro il fatto che la Cina sostiene e finanzia i Biden da anni. I ricorsi alla Corte suprema non durano certo mesi, ma poche settimane proprio per garantire la continuità di governo. Non possono tenere ritardare a lungo l’intervento di Trump se vince i ricorsi. Una volta confermata l’elezione, il presidente ha tutti i mezzi per sopprimere le rivolte di Antifà e BLM.

      Rispondi
  • 8 Novembre 2020 in 15:54
    Permalink

    Leggetevi i tweet ufficiali del Presidente degli Stati Uniti d’America attualmente in carica Donald J. Trump!! Fino al 20 gennaio Trump è il Presidente e può in ogni caso usare i suoi poteri presidenziali! Ricordatevelo!! Biden è stato eletto solo dai giornali che però non contano nulla!!! Ufficialmente e legalmente Biden NON è stato eletto!!!!! Trump: un combattente!
    https://mobile.twitter.com/realdonaldtrump

    Rispondi
  • 8 Novembre 2020 in 19:28
    Permalink

    Mi permetto di scrivere per condividere il dispiacere di questa truffa ai danni di Trump. Purtroppo il primo round è stato vinto da una consorterìa criminale e corrotta assetata del potere che il globalismo darebbe per dominare sul pianeta: dittatura sanitaria, controllo della mandria umana tramite l’uso immorale delle tecnologie AI, e imposizione di una moneta unica e digitale. Dispiace rilevare che anche Fox News, come gran parte dei media mainstream internazionali, si sia allineata ai vincitori sospettati di frode. Soltanto una decina di leaders, quasi tutti europei (fra gli altri v.PdR, PdC e politici di casa nostra), hanno provveduto con solerzia a congratularsi con l’automa democratico. Non potevano aspettare ? Gli altri Capi di Stato, giustamente, attendono l’esito dei ricorsi che, domani, gli avvocati di Trump inoltreranno alla Corte Suprema. Le PROVE, e i TESTIMONI CI SONO, ma non vanno sbandierati ADESSO
    .
    L’Avv. Sidney Powell intervistata su Sunday Morning Futures ha dichiarato: “…. C’è stato uno sforzo imponente e programmato per rubare queste elezioni a “We The People” degli Stati Uniti d’America per delegittimare e distruggere i voti per Donald Trump. Produrre voti per Joe Biden. L’hanno fatto in tutti i modi immaginabili, dall’ utilizzare un numero record di defunti votanti, alla creazione in modo assolutamente fraudolento di schede solo per votare Biden. Abbiamo identificato oltre 450.000 schede che, miracolosamente, hanno UN SOLO VOTO per Joe Biden e NESSUN ALTRO CANDIDATO… Si sono anche serviti di un algoritmo per calcolare il numero di voti di cui avrebbero avuto bisogno per ribaltare (il risultato). Ed hanno usato la rete web per trasferire quei voti da Trump a Biden e anche da altri candidati repubblicani ai loro concorrenti…. ” – Jim Hoft Pubblicato l’ 8 novembre 2020 11:06
    .
    https://www.thegatewaypundit.com/2020/11/identified-450000-ballots-miraculously-vote-joe-biden-sidney-powell-drops-bomb-sunday-morning-futures-video/
    .
    “Ci sono episodi di frode” – Rudy Giuliani: il Trump Team intraprenderà azioni legali contro la Pennsylvania lunedì per violazione della legge federale – 800.000 voti COMPLETAMENTE NON VALIDI! ” – Di Jim Hoft ·
    Pubblicato 8 novembre 2020 9:18
    .
    https://www.thegatewaypundit.com/2020/11/facts-fraud-rudy-giuliani-trump-team-file-lawsuits-pennsylvania-monday-violating-federal-law-800000-votes-completely-invalid-video/
    .
    Pregate (Colui in cui credete)) per Trump, inviategli pensieri positivi, chiedete alle forze della Luce di proteggere quest’uomo dalle trappole e dai traditori. Il pensiero è una forma di energia potente, soprattutto quando sono in tanti a volere il medesimo risultato.

    Rispondi
  • 8 Novembre 2020 in 21:10
    Permalink

    Sacchetti ,i ricorsi a prescindere da quanto durano, prima vanno fatti, finora non sono stati fatti e piu’ Trump aspetta, piu’ tardi avra’ il giudizio.
    Che poi i 6 giudici di nomina repubblicana della corte suprema , in caso di ricorso,siano tutti dalla parte di trump, e’ qualcosa in cui lei spera, ma che e’ tutta da dimostrare.
    Ad esempio,Kavanaugh di nomina trumpiana e Roberts ,ora entrambi giudici alla corte suprema, erano tra gli avvocati del team bush jr. nel 2000 ai tempi del contenzioso risolto a favore di bush jr contro gore per i voti contestati in florida, ovvero al di la’ della facciata repubblicana ,Roberts, Alito e Thomas furono eletti dai due bush ,non da Trump e potrebbero essere dalla parte del deep state e non di Trump.
    Roberts ,ovvero il capo della corte suprema , piu’ di una volta ha avuto modo di scontrarsi con Trump.
    Sacchetti, lei afferma convinto, io ipotizzo non teorizzo .
    Quanto alla cina , beh se il deep state ha intenzione di depopolare il pianeta, dubito che lasceranno vivere il miliardo e mezzo di cinesi, dato che oltretutto la cina ha un alto tasso di incremento demografico.
    Il deep state non sta’ e non e’ mai stato dalla parte di chicchessia, il deep state usa le nazioni per i suoi piani ,poi le scarica senza remore.
    Lo scenario preparato dal deep state secondo me, e’ volutamente funzionale allo scoppio di una guerra civile negli usa,che possa essere usata come espediente per tenere occupato l esercito usa da problemi di sicurezza interna, lasciando libero il campo internazionale .

    Concludendo la guerra civile usa non e’ il fine, come non lo e’ la sconfitta trump.
    Il fine e’ la depopolazione del pianeta e a seguire un reset politco,sociale,spirituale ed economico globale.
    L elezione o meno di trump, le contestazioni e un eventuale stato di guerra civile in usa, sono solo tra i mezzi per arrivare al risultato finale.
    Gli useranno,gli stanno gia’ usando.
    Col pretesto del covid, altro mezzo impiegato, stanno distraendo l attenzione e imponendo limitazioni alle espressioni di dissenso e alle liberta’ personali, variano e aggiustano i mezzi (e le persone) da impiegare in corso d opera.
    Mezzi e persone , alcune consapevoli di essere usate, altre no.
    Su una cosa concordo con lei, hanno fretta, temono che la finestra temporale a loro disposizione si chiuda,temono di perdere il momento opportuno.
    Cronos Aion…… e Kairos

    Rispondi
    • 9 Novembre 2020 in 9:18
      Permalink

      Scolari, innanzitutto cerchi di non scrivere papelli di mezzo metro, altrimenti ci vuole mezza giornata. I ricorsi, per sua informazione, sono già partiti. Lei sta affermando convintamente che Trump sia parte del gioco. Non sta “ipotizzando”. Io sostengo il contrario, e ho già spiegato le mie ragioni. Nulla di nuovo, quindi.

      Rispondi
  • 9 Novembre 2020 in 10:30
    Permalink

    Cesare Sacchetti, Le chiediamo per favore anche a nome di altri se può scrivere i tweet in inglese ANCHE in italiano. Le traduzioni di Google Traduttore non sono buone. Aspettiamo Sua cortese risposta. GRAZIE

    Rispondi
    • 9 Novembre 2020 in 12:06
      Permalink

      Venga su Telegram: @CesareSacchetti
      Lì scrivo solo in italiano.

      Rispondi
      • 9 Novembre 2020 in 12:41
        Permalink

        Grazie. Ma chiediamo di nuovo: può scrivere su Twitter i Tweet sia in italiano sia in inglese? Lei è italiano e si rivolge sia ad un pubblico anglosassone sia però anche ad un pubblico italiano. O non è tecnicamente possibile? Nell’ultimo mese i suoi tweet sono quasi solo in inglese per via delle elezioni presidenziali americane. Ripeto la traduzione di Google non è buona. E non tutti hanno Telegram. Grazie!

        Rispondi
        • 9 Novembre 2020 in 13:36
          Permalink

          Bisognerebbe fare tweet doppi. Li sto scrivendo in inglese per raggiungere un pubblico più vasto. Telegram glielo consiglio. È gratuito e facile da usare.

          Rispondi
          • 9 Novembre 2020 in 14:05
            Permalink

            Ecco sì le chiederemmo proprio così se può almeno provare a fare i tweet doppi (in Italiano e in inglese). Come fa già per gli articoli di questo blog. Il pubblico Italiano apprezzerebbe. Grazie per l’attenzione e la comprensione

  • 9 Novembre 2020 in 14:28
    Permalink

    Altrimenti difatti si lascia fuori una parte del pubblico italiano. Anche perché l’inglese, per capirlo tutto il tweet in inglese, bisogna saperlo bene anche con le forme idiomatiche eccetera. C’è chi sa nulla di inglese, c’è chi lo sa ma poco, non abbastanza per capire tutto bene.

    Rispondi
  • 9 Novembre 2020 in 21:06
    Permalink

    Importante commento di Padre Livio Fanzaga Direttore di Radio Maria sulle elezioni americane e sul prossimo futuro.

    📢 ASCOLTATE Padre Livio….

    Dal minuto 27′ esprime tutto è una BOMBA…parla chiaramente dell’ élite, della dittatura sanitaria, pedofilia, dal progetto satanico della distruzione della famiglia….

    p.s. Livio Fanzaga su Radio Maria: minuto 27, da ascoltare: https://radiomaria.it/puntata/martedi-03-novembre-2020/
    https://www.facebook.com/362494797700891/posts/714419479175086/?sfnsn=scwspwa

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=714419479175086&id=362494797700891

    Rispondi
    • 10 Novembre 2020 in 17:35
      Permalink

      Trump vuole smascherare la frode elettorale e continuare con il secondo mandato. Non dia retta alla balle del Corriere.

      Rispondi
  • 10 Novembre 2020 in 13:45
    Permalink

    Cesare… Mi sono tolta da Telegram perché gli argomenti si accavallano e i commenti anche, magari é un mio limite…
    Ti prego di non trascurarci “di qua”…

    Rispondi
  • 11 Novembre 2020 in 11:07
    Permalink

    Non c’è niente da fare amici, quelli che hanno permesso a Trump di arrivare alla Casa Bianca, adesso ci riportano Biden. Trump serviva x “scontentare tutti” coi suoi attacchi al Deep State – sostenuto anche da tutti gli ignari benpensanti, e quindi riportare il mondo nel solco previsto. Come Salvini in Italia (che però ha fatto meno di Trump), bella mossa x spianare la strada al santo gesuitico Conte- mani di forbice. Finché quelli che condividono le idee del bravissimo Sacchetti sono una minoranza, il mondo lo comandano gli altri. Ci dobbiamo dare dentro col risveglio e le azioni connesse, tipo zero vaccini ecc. ecc., pazienza, fiducia, meno ego e più amore disinteressato. Anche il covid ha generato una bella presa di coscienza, sempre x ora minoritaria. Hanno fatto molte pentole, ma mancano sempre + i coperchi. Magari accadrà quando noi non ci siamo più, ma la gente alla fine si sveglierà e arriverà a capire che Babbo Natale è un imbroglio, compresa buona parte della “scienza medica” imperante. E’ già molto condividere, dai, facciamoci coraggio!

    Rispondi
    • 11 Novembre 2020 in 12:21
      Permalink

      Il commento parte da una premessa completamente sbagliata perché Biden non ha vinto nulla. Salvini non c’entra assolutamente nulla con Trump. Salvini è una operazione di marketing creata dalla Lega stessa per intercettare i voti dei sovranisti, mentre Giorgetti è il vero leader del partito. Il deep state da anni sta provando a togliere di mezzo Trump per una ragione semplice. Trump è una vera minaccia per il sistema.

      Rispondi
      • 11 Novembre 2020 in 16:38
        Permalink

        Buona sera,
        a proposito di Biden “non è ancora Presidente”, leggo qua e là articoli incoraggianti. Ma solo in rete!
        Secondo lei come potrebbe finire, visto che i media a tappeto (e anche capi di Stato “disinteressati”) hanno già incoronato Biden Presidente? C’è la via d’uscita da quest’oceano di prepotenza?
        È una prova di forza delle èlite (e i loro mezzi) contro la democrazia e quello che mi fa temere il peggio è la copertura mediatica sulla quale possono contare. Siamo davvero al Davide contro Golia…

        Rispondi
        • 11 Novembre 2020 in 19:53
          Permalink

          Salve Graziella, Trump ha già conquistato la Carolina del Nord e l’Alaska. Giuliani oggi ha confermato che si sono fatti avanti testimoni di Dominion, il software che ha gestito il processo elettorale in molti stati e che ha spostato milioni di voti da Biden a Trump. C’è abbastanza materiale per far pensare che Trump alla fine possa vincere le elezioni.

          Rispondi
          • 11 Novembre 2020 in 20:29
            Permalink

            Cesare, cosa intendi che si sono fatti avanti testimoni? Persone che lavorano/lavoravano per il software Dominion che testimonieranno la frode elettorale della loro azienda?

          • 11 Novembre 2020 in 22:01
            Permalink

            Sí, esattamente.

          • 12 Novembre 2020 in 10:45
            Permalink

            Sarebbe magnifico. :))
            Dico la verità, iniziavo a temere la dittatura mediatica come strumento di conquista.

      • 11 Novembre 2020 in 22:10
        Permalink

        Cesare che mi dici del tuo ultimo tweet su Conte che si congratula con Biden,ancora una volta Mitt Dolcino cerca di confondere le acque dicendo che Conte è uomo di Trump,mi hai detto che non lo conosci ma perchè continua a cercare di smentire i tuoi post?

        Rispondi
        • 12 Novembre 2020 in 8:24
          Permalink

          Marco,evidentemente il tizio ha questo ruolo. Ti sei risposto nella tua domanda. Deve confondere le acque, ma quelli che credono alla bufala di Conte uomo di Trump sono veramente pochini, se esistono.

          Rispondi
  • 11 Novembre 2020 in 15:13
    Permalink

    Proprio oggi, solennità di San Martino, un coraggioso cattolico antimodernista impegnato nella Resistenza alla falsa chiesa di Bergoglio & C., è uscito con un articolo veramente magistrale, una dura reprimenda alla (falsa) enciclica Fratelli Tutti, capolavoro di propaganda massonica mascherata da (falso) buonismo cattolico. L’articolo è il seguente: http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/la-contro-chiesa/9660-fratelli-tutti

    Rispondi
  • 11 Novembre 2020 in 15:35
    Permalink

    Certo che Trump come Messia non ce lo vedo proprio…Beati voi che ce lo vedete.

    Rispondi
    • 11 Novembre 2020 in 19:54
      Permalink

      Credo proprio che nessuno qui lo veda come Messia. Ma questo non significa che non possa essere uno strumento della Provvidenza. Per chi è credente ovviamente.

      Rispondi
    • 11 Novembre 2020 in 21:42
      Permalink

      Il Messia noi ce l’abbiamo già e fra un po’ ne celebriamo il Santo Natale : è Gesù Cristo Nostro Signore, quello di sempre e non quello della “chiesa conciliare”.
      Viva Cristo Re!

      Rispondi
      • 11 Novembre 2020 in 22:34
        Permalink

        Bellissimo commento Lorenzo. Un toccasana trovarlo in lettura alla fine di tutti i commenti.
        Sia lodato Gesù Cristo! Viva Cristo Re!

        Rispondi
    • 12 Novembre 2020 in 11:30
      Permalink

      Buon giorno Lisa,
      io non vedo in Trump neanche un uomo di spiccata spiritualità, ciò nonostante è senza dubbio preferibile.
      Incarna valori molto più vicini ai nostri, rispetto a quelli della rigata Biden; Trump ha una visione della famiglia tradizionale, mente la Premiata-Ditta-Bidè, la vede come un ostacolo al progresso verso un mondo informe, dove tutto si può avere (basta avere i soldi!), ivi compresi il sesso e i figli. Trump ha capito che con un’immigrazione incontrollata, non possono esserci politiche sociali; diversamente, secondo la Premiata-Ditta-Bidè, il diritto di ognuno ad andare dove desidera, non genera conflitti e attriti culturali nè problemi di gestione della povertà; per loro è sufficiente azzerare le reciproche culture e spoliare la classe media per mantenere la crescente platea di poveri. Trump rappresenta il capitalista “di casa”, cioè quello che necessita della domanda interna e che vede nella competitività sleale un pericolo (Cina e Germania…). La Premiata-Ditta-Bidè, ha una visione stile “locusta”, ossia, di un capitalismo libero di razziare ovunque nel mondo, e quando le cose si mettono male, esige soccorso dagli Stati (vedi salvataggi bancari). Il Gran Reset è per loro un modo “illuminato” di risolvere più problemi allo stesso tempo: far scomparire i debiti (non i nostri 2 spicci, ma la LORO mostruosa bolla finanziaria) sottraendo a noi i risparmi… e così la finiamo anche di inquinare, con il nostro stile di vita “vizioso”, riservando le preziose risorse rimaste, alla salvifica globalizzazione, che consentirà ai canadesi di mangiare vermi del Botswana e agli europei hamburger di scarti vegetali, prodotte con stampanti 3D cinesi… e a loro, di non rendere conto del disastro provocato.
      Per quel che mi riguarda, ho le idee chiare su quale visione del mondo sia preferibile.

      Rispondi
      • 12 Novembre 2020 in 13:24
        Permalink

        qui c’e’ tuto il succo della questione …se poi non si vuol vedere la realta’.. continuamo pure a sognare la globalizzazione come la presentano questi nuovi umanisti.. un mondo di pace e amore ,senza nessuna differenza culturale,di pelle ,sesso o religione… tutti felici sotto i loro piedi

        Rispondi
  • 12 Novembre 2020 in 2:00
    Permalink

    Mi auguro che lei abbia ragione. Non sono cristiano, ma ne so abbastanza per affermare con sicurezza che dall’esito di questa battaglia dipende il destino dell’umanità. Ho fiducia che il Bene vincerà e con esso la nostra libertà e i nostri diritti. Anche se non credente mi ritrovo spesso a pregare in questi giorni cupi. Posso chiederle come mai Trump non ha ancora ufficializzato la sting operation, se essa è reale? Grazie

    Rispondi
  • 12 Novembre 2020 in 21:13
    Permalink

    Buonasera a tutti,
    per comprendere i termini della questione, degli interessi in campo e, soprattutto, del tipo di battaglia che si sta combattendo, la cui posta in gioco ci è stata già splendidamente “raccontata” da Cesare Sacchetti in questo blog e da Monsignor Viganò con i suoi appelli (quello ai cattolici, quello agli americani, quello ultimo a Trump), vi invito a leggere questa “lettera” scritta nel dicembre 2016 da un altro sacerdote, Monsignor Williamson.
    Si erano appena concluse le elezioni americane del 2016 e Williamson scriveva questo, descrivendo già da allora la battaglia in corso.

    http://www.unavox.it/Documenti/Doc0991_Williamson_10.12.2016.html

    Mi preme sottolineare questo passaggio che mi colpì da allora, tutta la lettera è “edificante”, ma questo passaggio è per me centrale:

    “…..Perciò egli ora deve tenere duro. È diventato il nuovo Presidente in forza del dignitoso istinto contro l’ideologia liberale. Ma questo è un fuoco di paglia, perché lottare con l’istinto contro l’ideologia è come combattere contro i carri armati con le pistole a pallini. Per combattere una falsa ideologia è necessaria una vera ideologia, e per lottare contro la guerra a Dio è necessaria la pace con Dio, mantenuta nei termini di Dio e non dell’uomo. Ora, Dio è onnipotente e infinitamente buono, e può annullare il peggio che i suoi nemici possono tentare contro di Lui, con il minimo gesto del Suo mignolo, per così dire. Ma Egli non intende concedere la vittoria sulla Sinagoga di Satana se sa che la gente è pronta a ritornare quanto prima a Satana. La gente deve abbandonare Satana e deve ritornare sinceramente a Dio, che non si lascia ingannare”.

    Rispondi
  • 12 Novembre 2020 in 23:50
    Permalink

    A proposito del forum di Davos nel 21 gennaio scorso, ANCORA (per poco) in uno scenario pre-pandemia, ecco il bel discorso di Trump che suscitò le ire delle oligarchie globaliste:

    https://www.youtube.com/watch?v=h2O3Z3IAkUc&feature=youtu.be

    i “maligni” dicono che il virus cinese glielo abbiano gettato loro, bell’apposta. Comunque sia andata, suggerisco di leggere i commenti sottostanti al video. Molti hanno capito che Trump ha parlato in nome del popolo sovrano e non delle élites.

    Rispondi
  • 13 Novembre 2020 in 9:01
    Permalink

    Magistrale analisi politica di Mons. Viganò :
    “la democrazia è considerata dalla Sinistra come uno strumento di potere. Se i cittadini, abilmente persuasi dai media, si lasciano convincere a votarli, trionfa il popolo; se non cedono all’indottrinamento martellante e alle promesse utopiche dei politici, se votano per un partito o un candidato non di Sinistra, il popolo diventa incapace di scegliere da chi farsi governare; e un’élite, un’aristocrazia decide al suo posto cosa è bene e cosa è male per le masse. “
    http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2020/11/scandali-finanziari-e-sessuali-e.html

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *