Il nuovo appello di Viganò a Trump contro il Grande Reset del Nuovo Ordine Mondiale:”preghiamo per lei, Presidente, le forze della luce prevarranno.”

This post is also available in English

di Cesare Sacchetti

Dopo l’appello dello scorso giugno nel quale monsignor Viganò metteva in guardia il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sui piani della massoneria e dei figli delle tenebre di trascinare il mondo verso il totalitarismo del Nuovo Ordine Mondiale, arriva una nuova potente missiva dell’ex nunzio apostolico contro il Grande Reset, l’assalto finale del mondialismo.

Sono ore decisive per le sorti dell’umanità e del mondo. Viganò spiega perfettamente come Trump in questo momento rappresenti l’ultimo bastione politico contro l’avvento definitivo della dittatura mondiale fondata su una neo-religione esoterica e anti-cristiana.

Ancora una volta si sta rafforzando e consolidando quella che è tutti gli effetti una alleanza spirituale e politica contro il Nuovo Ordine Mondiale tra Viganò e Trump.

Questa battaglia non è infatti solo contro le istituzioni politiche asservite a questo piano. E’ molto di più. Sono le parole stesse di San Paolo nella sua lettera agli Efesini a spiegare qual è il vero senso di questo scontro.

“La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti.”



Questa è la battaglia nella quale si trova l’umanità in questo momento storico. Viganò si dice convinto che alla fine le forze della luce prevarranno. Il male contiene in sè il seme della sua stessa distruzione.

Ecco il testo integrale della sua missiva al presidente Trump.

 

 

LETTERA APERTA

al Presidente degli Stati Uniti d’America Donald J. Trump

 

Domenica 25 Ottobre 2020

                                                                                                                                                         Solennità di Cristo Re

 

Signor Presidente,




mi consenta di rivolgermi a Lei, in quest’ora in cui le sorti del mondo intero sono minacciate da una cospirazione globale contro Dio e contro l’umanità. Le scrivo come Arcivescovo, come Successore degli Apostoli, come ex-Nunzio apostolico negli Stati Uniti d’America. Le scrivo nel silenzio delle autorità civili e religiose: voglia accogliere queste mie parole come la «voce di uno che grida nel deserto» (Gv 1, 23).

Come ho avuto modo di scriverLe nella mia Lettera dello scorso Giugno, questo momento storico vede schierate le forze del Male in una battaglia senza quartiere contro le forze del Bene; forze del Male che sembrano potenti e organizzate dinanzi ai figli della Luce, disorientati e disorganizzati, abbandonati dai loro capi temporali e spirituali.

Sentiamo moltiplicarsi gli attacchi di chi vuole demolire le basi stesse della società: la famiglia naturale, il rispetto per la vita umana, l’amore per la Patria, la libertà di educazione e di impresa. Vediamo i capi delle Nazioni e i leader religiosi assecondare questo suicidio della cultura occidentale e della sua anima cristiana, mentre ai cittadini e ai credenti sono negati i diritti fondamentali, in nome di un’emergenza sanitaria che sempre più si rivela come strumentale all’instaurazione di una disumana tirannide senza volto.

Un piano globale, denominato Great Reset, è in via di realizzazione. Ne è artefice un’élite che vuole sottomettere l’umanità intera, imponendo misure coercitive con cui limitare drasticamente le libertà delle persone e dei popoli. In alcune nazioni questo progetto è già stato approvato e finanziato; in altre è ancora in uno stadio iniziale. Dietro i leader mondiali, complici ed esecutori di questo progetto infernale, si celano personaggi senza scrupoli che finanziano il World Economic Forum e l’Event 201, promuovendone l’agenda.

Scopo del Great Reset è l’imposizione di una dittatura sanitaria finalizzata all’imposizione di misure liberticide, nascoste dietro allettanti promesse di assicurare un reddito universale e di cancellare il debito dei singoli. Prezzo di queste concessioni del Fondo Monetario Internazionale dovrebbe essere la rinuncia alla proprietà privata e l’adesione ad un programma di vaccinazione Covid-19 e Covid-21 promosso da Bill Gates con la collaborazione dei principali gruppi farmaceutici.

Aldilà degli enormi interessi economici che muovono i promotori del Great Reset, l’imposizione della vaccinazione si accompagnerà all’obbligo di un passaporto sanitario e di un ID digitale, con il conseguente tracciamento dei contatti di tutta la popolazione mondiale. Chi non accetterà di sottoporsi a queste misure verrà confinato in campi di detenzione o agli arresti domiciliari, e gli verranno confiscati tutti i beni.

Signor Presidente, immagino che questa notizia Le sia già nota: in alcuni Paesi, il Great Reset dovrebbe essere attivato tra la fine di quest’anno e il primo trimestre del 2021. A tal scopo, sono previsti ulteriori lockdown, ufficialmente giustificati da una presunta seconda e terza ondata della pandemia. Ella sa bene quali mezzi siano stati dispiegati per seminare il panico e legittimare draconiane limitazioni delle libertà individuali, provocando ad arte una crisi economica mondiale.

Questa crisi serve per rendere irreversibile, nelle intenzioni dei suoi artefici, il ricorso degli Stati al Great Reset, dando il colpo di grazia a un mondo di cui si vuole cancellare completamente l’esistenza e lo stesso ricordo. Ma questo mondo, Signor Presidente, porta con sé persone, affetti, istituzioni, fede, cultura, tradizioni, ideali: persone e valori che non agiscono come automi, che non obbediscono come macchine, perché dotate di un’anima e di un cuore, perché legate tra loro da un vincolo spirituale che trae la propria forza dall’alto, da quel Dio che i nostri avversari vogliono sfidare, come all’inizio dei tempi fece Lucifero con il suo «non serviam».

Molti – lo sappiamo bene – considerano con fastidio questo richiamo allo scontro tra Bene e Male, l’uso di toni “apocalittici”, che secondo loro esasperano gli animi e acuiscono le divisioni. Non c’è da stupirsi che il nemico si senta scoperto proprio quando crede di aver raggiunto indisturbato la cittadella da espugnare.

C’è da stupirsi invece che non vi sia nessuno a lanciare l’allarme. La reazione del deep state a chi denuncia il suo piano è scomposta e incoerente, ma comprensibile. Proprio quando la complicità dei media mainstream era riuscita a rendere quasi indolore e inosservato il passaggio al Nuovo Ordine Mondiale, vengono alla luce inganni, scandali e crimini.

Fino a qualche mese fa, sminuire come «complottisti» coloro che denunciavano quei piani terribili, che ora vediamo compiersi fin nei minimi dettagli, era cosa facile. Nessuno, fino allo scorso febbraio, avrebbe mai pensato che si sarebbe giunti, in tutte le nostre città, ad arrestare i cittadini per il solo fatto di voler camminare per strada, di respirare, di voler tenere aperto il proprio negozio, di andare a Messa la domenica.

Eppure avviene in tutto il mondo, anche in quell’Italia da cartolina che molti Americani considerano come un piccolo paese incantato, con i suoi antichi monumenti, le sue chiese, le sue incantevoli città, i suoi caratteristici villaggi.

E mentre i politici se ne stanno asserragliati nei loro palazzi a promulgare decreti come dei satrapi persiani, le attività falliscono, chiudono i negozi, si impedisce alla popolazione di vivere, di muoversi, di lavorare, di pregare. Le disastrose conseguenze psicologiche di questa operazione si stanno già vedendo, ad iniziare dai suicidi di imprenditori disperati, e dai nostri figli, segregati dagli amici e dai compagni per seguire le lezioni davanti a un computer.

Nella Sacra Scrittura, San Paolo ci parla di «colui che si oppone» alla manifestazione del mistero dell’iniquità, il kathèkon (2Tess 2, 6-7). In ambito religioso, questo ostacolo è la Chiesa e in particolare il Papato; in ambito politico, è chi impedisce l’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale.

Come ormai è evidente, colui che occupa la Sede di Pietro, fin dall’inizio ha tradito il proprio ruolo, per difendere e promuovere l’ideologia globalista, assecondando l’agenda della deep church, che lo ha scelto dal suo gremio.

Signor Presidente, Ella ha chiaramente affermato di voler difendere la Nazione – One Nation under God, le libertà fondamentali, i valori non negoziabili oggi negati e combattuti. È Lei, Caro Presidente, «colui che si oppone» al deep state, all’assalto finale dei figli delle tenebre.

Per questo occorre che tutte le persone di buona volontà si persuadano dell’importanza epocale delle imminenti elezioni: non tanto per questo o quel punto del programma politico, quanto piuttosto perché è l’ispirazione generale della Sua azione che meglio incarna – in questo particolare contesto storico – quel mondo, quel nostro mondo, che si vorrebbe cancellare a colpi di lockdown. Il Suo avversario è anche il nostro: è il Nemico del genere umano, colui che è «omicida sin dal principio» (Gv 8, 44).

Attorno a Lei si riuniscono con fiducia e coraggio coloro che La considerano l’ultimo presidio contro la dittatura mondiale. L’alternativa è votare un personaggio manovrato dal deep state, gravemente compromesso in scandali e corruzione, che farà agli Stati Uniti ciò che Jorge Mario Bergoglio sta facendo alla Chiesa, il Primo Ministro Conte all’Italia, il Presidente Macron alla Francia, il Primo Ministro Sanchez alla Spagna, e via dicendo.

La ricattabilità di Joe Biden – al pari di quella dei Prelati del “cerchio magico” vaticano – consentirà di usarlo spregiudicatamente, consentendo a poteri illegittimi di interferire nella politica interna e negli equilibri internazionali. È evidente che chi lo manovra ha già pronto uno peggiore di lui con cui sostituirlo non appena se ne presenterà l’occasione.

Eppure, in questo quadro desolante, in questa avanzata apparentemente inesorabile del «Nemico invisibile», emerge un elemento di speranza. L’avversario non sa amare, e non comprende che non basta assicurare un reddito universale o cancellare i mutui per soggiogare le masse e convincerle a farsi marchiare come capi di bestiame.

Questo popolo, che per troppo tempo ha sopportato i soprusi di un potere odioso e tirannico, sta riscoprendo di avere un’anima; sta comprendendo di non esser disposto a barattare la propria libertà con l’omologazione e la cancellazione della propria identità; sta iniziando a capire il valore dei legami familiari e sociali, dei vincoli di fede e di cultura che uniscono le persone oneste. Questo Great Reset è destinato a fallire perché chi lo ha pianificato non capisce che ci sono persone ancora disposte a scendere nelle strade per difendere i propri diritti, per proteggere i propri cari, per dare un futuro ai propri figli.

L’inumanità livellatrice del progetto mondialista si infrangerà miseramente dinanzi all’opposizione ferma e coraggiosa dei figli della Luce. Il nemico ha dalla sua parte Satana, che non sa che odiare. Noi abbiamo dalla nostra parte il Signore Onnipotente, il Dio degli eserciti schierati in battaglia, e la Santissima Vergine, che schiaccerà il capo dell’antico Serpente. «Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?» (Rm 8, 31).

Signor Presidente, Ella sa bene quanto gli Stati Uniti d’America, in quest’ora cruciale, siano considerati l’antemurale contro cui si è scatenata la guerra dichiarata dai fautori del globalismo. Riponga la Sua fiducia nel Signore, forte delle parole dell’Apostolo: «Posso tutto in Colui che mi dà forza» (Fil 4, 13). Essere strumento della divina Provvidenza è una grande responsabilità, alla quale corrisponderanno certamente le grazie di stato necessarie, ardentemente implorate dai tanti che La sostengono con le loro preghiere.

Con questo celeste auspicio e l’assicurazione della mia preghiera per Lei, per la First Lady, e per i Suoi collaboratori, di tutto cuore Le giunga la mia Benedizione.

God bless the United States of America!

 

+ Carlo Maria Viganò

Arcivescovo Titolare di Ulpiana

già Nunzio Apostolico negli Stati Uniti d’America

 

Questo blog si sostiene con il contributo dei lettori. Se vuoi aiutare anche tu la libera informazione, clicca qui sotto.

https://www.paypal.me/CesareSacchetti

74 pensieri riguardo “Il nuovo appello di Viganò a Trump contro il Grande Reset del Nuovo Ordine Mondiale:”preghiamo per lei, Presidente, le forze della luce prevarranno.”

  • 30 Ottobre 2020 in 11:04
    Permalink

    Che la forza di DIO onnipotente sia riposta in ogni guerriero di luce affinché le tenebre siano spazzate dalla divina misericordia che schiaccerà ora e per sempre la malvagità delle serpi di Satana

    Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 12:10
    Permalink

    Il pensiero di Vigano’ da’ voce alla sofferenza di ogni essere umano che vive il sacrificio della sua proprio cultura e identita’. L’onesta’intellettuale di Trump dara’voce alla onesta’e desiderio di pace di tutti I popoli

    Rispondi
    • 30 Ottobre 2020 in 15:32
      Permalink

      È ormai evidente quanta importanza rivestono le future elezioni statunitensi. L’ora del redde rationem si avvicina e tutti noi cristiani pregheremo incessantemente perché il piano diabolico di Satana sostenuto dell’elite finanziaria trovi una dura e severa opposizione e veda trionfare con l’intercessione della Madre Celeste presso Dio Onnipotente il presidente Donald Trump. Il nemico ha oramai gettato la maschera, tuttavia, ne sono sicuro il mondialismo luciferino verrà ricacciato negli inferi e in questo momento cruciale per l’umanità intera la stessa avrà piena consapevolezza da che parte stare. I nemici di Dio hanno le ore contate e seppur in prossimità della sommità della Chiesa come ci annunciò la Madonna de la Salette portae inferi non preavalebunt!!! Preghiamo perché la mano di Dio accompagni in questa cruenta battaglia il presidente Donald Trump, affinché la testa del serpente sia schiacciata e si torni con fede profonda alla glorificazione di Nostro Signore.

      Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 13:27
    Permalink

    Quando la Luce avrà vinto, rimarrà un problema pratico da risolvere. Eliminare il nemico affinché non si possa più riorganizzare, e sradicando le sue organizzazioni arrivate ai gangli delle varie istituzioni mondiali.
    Sarà poco cristiano, ma non vedo ragioni per non farlo.

    Rispondi
    • 30 Ottobre 2020 in 15:31
      Permalink

      È ormai evidente quanta importanza rivestono le future elezioni statunitensi. L’ora del redde rationem si avvicina e tutti noi cristiani pregheremo incessantemente perché il piano diabolico di Satana sostenuto dell’elite finanziaria trovi una dura e severa opposizione e veda trionfare con l’intercessione della Madre Celeste presso Dio Onnipotente il presidente Donald Trump. Il nemico ha oramai gettato la maschera, tuttavia, ne sono sicuro il mondialismo luciferino verrà ricacciato negli inferi e in questo momento cruciale per l’umanità intera la stessa avrà piena consapevolezza da che parte stare. I nemici di Dio hanno le ore contate e seppur in prossimità della sommità della Chiesa come ci annunciò la Madonna de la Salette portae inferi non preavalebunt!!! Preghiamo perché la mano di Dio accompagni in questa cruenta battaglia il presidente Donald Trump, affinché la testa del serpente sia schiacciata e si torni con fede profonda alla glorificazione di Nostro Signore.

      Rispondi
    • 31 Ottobre 2020 in 16:48
      Permalink

      “La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti.”

      Questa è la parte che fatico ad accettare. Ovviamente non sono credente o meglio non credo che dio sia quello nella Bibbia. E siccome non ho altri strumenti sulla sua esistenza, sospendo il giudizio è quindi ad oggi non credo.
      Ciò non toglie che il clan delle serpi va schiacciato con tutte le forze. Sempre se davvero esiste una parte in contrapposizione e non sia tutto solo un bluff…..
      Vedremo…

      Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 14:26
    Permalink

    Volevo chiedere a Cesare Sacchetti se il blogger Mitt Dolcino e’ in malafede perche’ ha riportato la lettera di Mons Vigano’ ma ha tolto di proposito il nome di Conte per l’Italia,sappiamo tutti che e’ un supporter di Conte ma tagliare e cucire un testo non e’ una cosa corretta e fa disinformazione

    Rispondi
    • 30 Ottobre 2020 in 14:33
      Permalink

      Se ha fatto questo, è stato estremamente scorretto perche monsignore cita espressamente Conte nella sua lettera.

      Rispondi
      • 30 Ottobre 2020 in 14:48
        Permalink

        Ho visto che spesso su twitter prende spunto su quello che scrivi e commenta i tuoi twitt, potresti chiedere spiegazioni perche’ modifica una fonte ufficiale?Sono stufo di prendere parole sul suo blog quando gli faccio appunti che quello che scrive non e’ sempre veritiero….

        Rispondi
      • 30 Ottobre 2020 in 15:08
        Permalink

        Il 25 ottobre, non è la solennità di Cristo Re…
        Qualquadra non cosa…

        Rispondi
        • 30 Ottobre 2020 in 18:03
          Permalink

          Nel rito vecchio, è la penultima settimana di ottobre.

          Rispondi
          • 30 Ottobre 2020 in 19:13
            Permalink

            La Solennità di Cristo Re è nel calendario del rito antico l’ultima domenica di ottobre quindi quest’anno era domenica scorsa 25 ottobre. Ho partecipato personalmente alla Santa Messa di Cristo Re in rito tradizionale antico detto anche rito straordinario (in latino). Nel rito ordinario moderno invece Cristo Re è attualmente nella 34esima domenica del tempo ordinario che è l’ultima domenica dell’anno liturgico e conclude anche il tempo ordinario. Precede la prima domenica d’Avvento. Quest’anno è domenica 22 novembre nel rito ordinario moderno. Claudio

          • 30 Ottobre 2020 in 19:20
            Permalink

            Alla fine Maria Santissima, la nostra Mamma Celeste prevarra’, recitiamo sempre il Rosario, se sapeste cosa può fare un Rosario recitato con fede… Dovremmo affrontare il calvario fratelli e sorelle mie, rimaniamo sempre con Gesù e tutto passerà come un brutto sogno. Dobbiamo guadagnarci il Regno dei Cieli, dove li sarà la nostra vittoria. Coraggio!!!

    • 30 Ottobre 2020 in 17:33
      Permalink

      Di questi tempi si taglia e cuce volentieri ☹️

      Rispondi
    • 30 Ottobre 2020 in 22:16
      Permalink

      Controlli bene perché non è così, magari hanno corretto dopo aver letto il suo commento.

      Rispondi
      • 31 Ottobre 2020 in 23:47
        Permalink

        Hanno corretto dopo sicuramente su segnalazione di Cesare Sacchetti secondo me,i 2 spesso si parlano tra di loro,infatti adesso nel sito il nome di Conte compare, comunque si dimostrano dei tifosi di Conte ma se Viganò ha scritto questo non possono cambiare quello scritto da altri…

        Rispondi
        • 1 Novembre 2020 in 13:23
          Permalink

          Io veramente non parlo mai con lui..

          Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 14:47
    Permalink

    Buongiorno sig. Sacchetti e complimenti per il suo eccellente lavoro.
    Come già le scrissi a suo tempo, io tendo istintivamente a propendere per Trump e per il suo operato, malgrado alcune contraddizioni (due per tutte: il suo, perlomeno apparente, legame col sionismo e con i Rotschild), così come tendo a fidarmi di Mons. Viganò, che vede in Trump uno strumento della Provvidenza, la quale nondimeno, si manifesterà in tutta la sua Potenza quando i suoi veicoli terreni avranno esaurito il loro compito. Tornerà il Re dei Re, e trionferà il Cuore Immacolato della Vergine. Non ho dubbi su questo.
    Ma per ciò che riguarda gli accadimenti che si svolgono davanti ai nostri occhi (e che, beninteso, non sono che manifestazioni visibili di una Realtà Altra) tendo per mia natura a mantenere un sano margine di dubbio. Non vorrei infatti, che Trump, si rivelasse infine, la definitiva manifestazione di quel potere oscuro al quale sembra apparentemente contrapporsi. Forse lo dico solo per estrema prudenza. Non vorrei infatti essere ingannato, ben sapendo che l’ingannatore sa essere molto, molto sottile, anche perché proprio il sottile è il suo terreno di gioco privilegiato. Mi domando ad esempio, come sia possibile che un gruppo di potere scaltro e radicato come quello del deep state, abbia potuto pensare di contrastare veramente un uomo come Trump, contrapponendogli un candidato ridicolo come Biden. Malgrado tutta la campagna ostile che si è messa in moto contro il presidente in carica, a volte ho come l’impressione che una pallida figurina quale è quella del candidato dem, nonché l’eccesso di demonizzazione scatenato contro il presidente, sia invece funzionale proprio a Trump stesso. Probabilmente è soltanto una mia fisima, e ovviamente mi auguro con tutto il cuore di sbagliare, anzi, è senz’altro così. Ma, tanto per fare un esempio, ho visto un paio di quelle foto che in teoria agevolerebbero non poco la rielezione di Trump: la card della figlia di Obama con le strisce di cocaina (se tale è) e il figlio di Biden dormiente, con in bocca una pipa per anfetamine. Ebbene, mi sembra tutto troppo facile. Questi tipi realizzano foto così compromettenti, rischiando incriminazioni e scandali devastanti, e se le fanno sfuggire di mano? La figlia di Obama ad es. posiziona la card vicino alle strisce bianche, con tanto di suoi dati in bella vista e poi scatta una foto ricordo? Mi sembra tutto quantomeno singolare. Ma forse lei saprà darmi una risposta adeguata.
    Concludo con una mia riflessione riguardo l’attuale emergenza legata alla pandemia. Quello che infatti risulta evidente, almeno per coloro i quali hanno un sia pur minimo aggancio con il Trascendente e con la dimensione del Sacro, è che la mera sopravvivenza fisica (che va in ogni caso salvaguardata con le unghie e con i denti), è solo un problema secondario. Ciò che l’avversario sta operando, con un’accelerazione veramente incredibile (cosa che ne sancirà inevitabilmente anche la fine rovinosa, visto che la fretta è del diavolo e la lentezza è di Dio) non riguarda (o non solo) il possesso dei corpi, ma soprattutto delle anime. E ciò gli è possibile utilizzando a più non posso l’arma della paura, come tutti noi possiamo riscontrare in questo infausto periodo. Coloro che cedono completamente alla paura, proteggendo costantemente se stessi con mascherine, gel, sanificazioni, evitando i contatti umani, disumanizzandosi in maniera sempre più accentuata, accusando coloro che a tutto questo tentano di opporsi con metodi anche coercitivi e quant’altro, per il solo scopo della sopravvivenza fisica, non fanno che perdere la parte più importante di se stessi: la loro Anima, regalandola di fatto su un piatto d’argento al principe di questo mondo. Questo è a mio avviso il punto cruciale, e non mi interessa se alcuni dei suoi lettori mi giudicheranno un pazzo visionario. Quello che voglio dire è che il Giudizio, a mio avviso, è già iniziato, nella divisione di coloro che tentano di resistere e di preservare la loro parte più profonda, da coloro che, completamente immersi nell’inconsulto terrore di perdere la vita biologica, si concentrano soltanto su quella, non pensando che una breve vita terrena è ben poca cosa a cospetto dell’Eternità. Su questo conta il nemico, come aveva ben intuito il mio amatissimo J.R.R.Tolkien, in quello che non è soltanto un semplice libro di narrativa popolare, ma una precisa visione della fine di un mondo (vedere a questo proposito il bellissimo articolo di Maurizio Blondet). Che fortunatamente egli chiude con la vittoria della Luce sulle tenebre per mezzo della Provvidenza e con Il Ritorno del Re.
    Sia chiaro, tutta questa filippica, che immagino farà storcere il naso a molte persone, non è fatta per sfoggiare saggezza da parte di qualcuno che la sa lunga, ma è una riflessione rivolta innanzitutto a me stesso, che lotto in prima persona ogni giorno per non soccombere alla paura e per cercare di salvare la mia parte più profonda.
    Cordiali saluti.

    Rispondi
    • 1 Novembre 2020 in 8:18
      Permalink

      Massimiliano, la vedo esattamente come te e non avrei saputo esprimere meglio i concetti. L’inganno è cosí sottile che non riusciamo a vedere con chiarezza chi sta dalla parte del bene e chi dalla parte del male. Ma quello che possiamo e dobbiamo fare in questo momento per non cedere vantaggio al male, è salvaguardare la nostra anima non cedendo alla paura e alla rabbia. Con forza di volontà ogni giorno, restiamo e coltiviamo Fede e Speranza, mantenendo la nostra anima vicino a Dio la Luce alla fine vincerà.

      Questo pensiero di Rudolf Steiner in cui mi sono imbattuta in questi gg è stato per me illuminante:

      «Ciò che verrà, ciò che anche la prossima ora, il prossimo giorno mi potranno portare incontro, sebbene mi sia del tutto sconosciuto, non lo posso cambiare mediante alcuna paura o timore. Io l’attendo con il più profondo silenzio dell’anima, con la più assoluta calma del mare del sentire.
      Colui che può andare incontro al futuro con tale calma, e tuttavia non lasciar venir meno in alcun modo la sua energia, la sua forza d’azione, in costui le forze dell’anima possono svilupparsi nel modo più intenso e nella forma più libera. È come se davanti all’anima cadessero al contempo impedimenti su impedimenti, quando essa viene compenetrata sempre più da quell’atmosfera di dedizione di fronte agli eventi che fluiscono dal futuro.
      La nostra evoluzione viene ostacolata dalla paura e dal timore perché noi, attraverso le onde della paura e del timore, respingiamo quello che il futuro vuole far entrare nella nostra anima.
      La dedizione a ciò che viene chiamata “saggezza divina” presente negli eventi, la sicurezza che ciò che verrà deve essere e che, in qualche direzione, darà frutti fecondi, l’evocazione di tale atmosfera nelle parole, nei sentimenti e nelle idee: questo è lo stato d’animo della preghiera di devozione. Nella nostra epoca è veramente necessario imparare a saper vivere con vera fiducia senza alcuna preventiva rassicurazione esistenziale, con la fiducia nell’aiuto sempre presente del mondo spirituale.
      In verità, affinché oggi il coraggio non venga meno, non resta che “divenire sovrani” nella nostra volontà con la giusta disciplina e cercare il risveglio interiore ogni mattina e ogni sera.»

      Rispondi
      • 5 Novembre 2020 in 12:17
        Permalink

        Grazie Cristina. Anch’io concordo pienamente con lei! Illuminante il pensiero di Steiner. Siamo solo all’inizio dell’Apocalisse (Rivelazione, Svelamento) ma qualcosa comincia ad incrinarsi, e in alcuni in misura maggiore che in altri. Nessuno però si senta Realizzato o già in possesso della Verità (benché in qualcuno ciò sia anche possibile). Anche quello può essere un inganno dell’avversario. Ci vuole umiltà e coscienza dei propri limiti. Mattone dopo mattone, infine il muro cadrà. Consiglio peraltro la lettura de Il Regno della Quantità e i Segni dei Tempi, di René Guénon, dove veramente sono delineati in modo profetico, i tempi che stiamo vivendo e la loro conclusione. Specialmente negli ultimi capitoli.
        Teniamo duro. Cordiali Saluti!

        Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 14:50
    Permalink

    cesare sacchetti il tuo blog è illuminante e ottimo, ti chiedo una domanda se trump vince il nuovo ordine mondiale verrà alla luce punto interrogativo

    Rispondi
    • 30 Ottobre 2020 in 14:54
      Permalink

      Ciao Filippo, ti ringrazio molto. A mio parere se Trump vince le elezioni, non avranno modo di andare avanti con il loro piano. Non possono fare il Nuovo Ordine Mondiale senza la prima potenza economica e militare.

      Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 15:53
    Permalink

    La vendetta non è esattamente un sentimento Cristiano ma io prego per una nuova Norimberga. Perché tutti coloro che hanno fatto scempio dei nostri valori e della nostra patria devono pagare di fronte agli uomini prima che difronte a Dio.

    Rispondi
    • 30 Ottobre 2020 in 16:18
      Permalink

      Non si tratta di vendetta, ma di giustizia.

      Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 18:41
    Permalink

    Stefano , in realta’ tutto quadra ,la solennita’ di cristo re dell universo, nel rito tridentino(o forma straordinaria della liturgia, ancora e tuttora ammessa,dopo il cv2) si festeggia l ultima domenica di ottobre.
    data della celebrazione
    Nella forma ordinaria del rito romano la festa coincide con l’ultima domenica dell’anno liturgico.

    Nella forma straordinaria la festa coincide con l’ultima domenica di ottobre.

    Vigano’ ha voluto dare un ulteriore significanza alla sua lettera.
    Capisci?
    Calendario liturgico del rito tridentino e NON del rito post cv2.
    Scusate ma la cosa ha la sua importanza, direi che si tratta di un segnale inequivocabile, basta saperlo cogliere, buffo che sia un anticonciliare come me ( a partire da quello di nicea)a dovervelo spiegare.
    Siate candidi come colombe ma…. accorti come il serpente. Mt 10 16
    Voi pensate solo a schiacciare la testa del serpente ma come scrive Mt.
    Anche dal serpente si puo’ imparare qualcosa di utile.
    L accortezza.
    Accortezza che su’ questa pag. pare scarseggiare.
    Datosi che essendo solo candide colombe, vi preoccupate solo di candeggiare e sbiancare( vedi il lavandaio greco)
    Rischiando cosi’ di non cogliere importanti sfumature.

    Rispondi
    • 30 Ottobre 2020 in 18:57
      Permalink

      Sacchetti aveva colto il particolare,la sua risposta e’ uscita mentre compilavo la mia ,
      Chapeau a Cesare.

      Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 19:30
    Permalink

    Buona sera Dott. Cesare Sacchetti

    quanto scrive Monsignor Viganò qualcun’ altro lo aveva già scritto a partire dal 1990, facendo riferimenti e nomi BEN PRECISI!!
    Pochi di lingua italiana non sanno o FINGONO di non sapere chi è stato questo GRANDISSIMO connazionale molto temuto da coloro che oggi pomposamente vengono definiti “FIGLI DELLE TENEBRE” che scrivono in italiano molto meglio di me, più almeno tre lingue!!
    Saremo salvati? Certamente sì, ma quando?? La profezie della SACRA BIBBIA, quella VERA (1) si sono sempre avverate e continueranno ad essere veritiere.
    In questo caso fa fede DANIELE 8.23, 8.24 “Alla fine del lor regno, quando gli scellerati saranno venuti al colmo…” oggi come oggi sono già venuti al colmo??
    Scusate ho problemi, devo fermarmi.

    Rispondi
  • 30 Ottobre 2020 in 19:38
    Permalink

    Massimiliano, hai le mie stesse perplessita’.
    Non si capisce (o meglio forse …si capisce) per quale motivo i dem. abbiano scelto un anatra zoppa come biden con una caterva di scheletri nell armadio , suo e di famiglia, parrebbe una scelta suicida.
    A meno che ………. il vero piano sia quello di consentire l elezione di Trump per poi scatenare una situazione di guerra civile in usa, situazione che potrebbe impedire agli usa ( guidati da un trump troppo occupato a sedare focolai di rivolta a casa) di intervenire tempestivamente sulla scena internazionale ,se e quando cina( contro taiwan) o turchia( contro la grecia o contro l armenia,nb, la situazione in nagorno karabak e’ tornata esplosiva ) dovessero commettere atti di forza .
    Come si schiererebbe il pentagono se dopo il 3/11 venisse fuori uno scenario senza un nuovo presidente legalmente riconosciuto? E cosa potrebbe succedere negli usa se per una evenruale decisione riguardo a un risultato contestato, la sentenza arrivasse dopo il 20/1, data del giuramento del nuovo presidente eletto?
    Secondo la costituzione ,sarebbe la speaker del congresso ( nancy pelosi) a guidare protempore gli usa?
    Sarebbe uno scenario inquietante.
    Bisogna considerare che coi milioni di voti via posta, i dem. potrebbero inventarsi un pretesto per non riconoscere o contestare, un eventuale vittoria di trump nelle urne.
    Secondo me , le elite’ hanno creato le premesse per una situazione di incertezza, con diverse opzioni praticabili.

    Rispondi
    • 31 Ottobre 2020 in 9:50
      Permalink

      Filippo dimentichi un piccolo particolare: chi deciderà nel caso di dubbi sulla elezione, è la Corte Suprema degli Stati Uniti che peraltro con la recente nomina del giudice Barrett (fedelissima di Trump) ratificata dal Senato, è nettamente a maggioranza repubblicana pro Trump.

      Rispondi
  • 31 Ottobre 2020 in 9:39
    Permalink

    non sembra esserci traccia sulla pagina twitter di trump della lettera di viganò; la cosa non mi quadra, non è da trump snobbare un personaggio conosciuto in america che può orientare migliaia di voti a pochi giorni dalle elezioni. Viene da chiedersi perchè, probabilmente il contenuto è forzatamente complottista, una metodologia comunicativa inusuale per un alto prelato cattolico

    Rispondi
  • 31 Ottobre 2020 in 9:42
    Permalink

    Buon giorno e buon fine settimana,
    premesso che l’idea di vedere un DEM, ossia paladino della globalizzazione, a capo degli USA mi fa rabbrividire, vorrei porre all’attenzione due articoli che ho letto ieri:
    https://m.ilgiornale.it/news/politica/fondo-monetario-vuole-imporre-altri-lockdown-ripresa-1897052.html
    Qui, si evidenzia come il FMI inviti gli Stati a nuove chiusure perchè avrebbero “effetti complessivi positivi sull’economia”; è un tale il controsenso che è impossibile non leggere la malafede.
    Poi questo:
    https://www.maurizioblondet.it/il-fmi-prevede-di-introdurre-un-nuovo-sistema-monetario/
    dove parrebbe che il FMI (quindi i Rothschild), con la FED, porterebbero avanti un Reset globale che prevede comunque la supremazia americana. Questo potrebbe avvallare l’ipotesi di una vicinanza tra Rothschild e Trump? Naturalmente, stiamo facendo congetture, ma come farne a meno?

    Rispondi
  • 31 Ottobre 2020 in 9:43
    Permalink

    Cesare Sacchetti: in effetti coi caratteri così giganti, la lettura è difficile. Molto meglio i caratteri consueti. Da ieri sera improvvisamente c’è un nuovo carattere gigante. Può farci sapere per favore? È una cosa voluta? Grazie

    Rispondi
    • 31 Ottobre 2020 in 12:30
      Permalink

      C’è stato un problema con gli aggiornamenti. Ora dovrebbe essere ritornato tutto normale.

      Rispondi
  • 31 Ottobre 2020 in 10:55
    Permalink

    Bellissimo Appello di Vigano’ per un Mondo Migliore,ma si deve anche Andare Oltre la dualistica Bene/Male,e se andiamo Oltre vediamo che la Causa del Caos che sta’ venendo fuori e’ nelle Nostre Menti Ottenebrate.

    Rispondi
  • 31 Ottobre 2020 in 14:29
    Permalink

    Il giudizio che di Bergoglio diede tanti anni fa il Preposto Generale dei Gesuiti, P. Kolvenbach, quando gli fu chiesto un parere sulla possibilità di promuoverlo vescovo era il seguente: Padre Kolvenbach accusava Bergoglio di una serie di difetti, che vanno dall’uso abituale di linguaggio volgare, alla doppiezza, alla disobbedienza nascosta sotto una maschera di umiltà e alla mancanza di equilibrio psicologico. Nell’ottica di una sua idoneità come futuro vescovo, la relazione sottolineava che come provinciale dei Gesuiti era stata una persona che aveva portato divisione nel suo ordine.
    Oggi tutti i difetti messi in luce da P. Kolvenbach si sono aggravati e soprattutto, nell’attuale ruolo svolto da Bergoglio, sono forieri di distruzione e danni incalcolabili per la nostra Chiesa, Una Santa Cattolica Apostolica.

    Rispondi
  • 31 Ottobre 2020 in 20:25
    Permalink

    Cesare Sacchetti, le chiedo un commento (anzi sarebbe bello leggere un suo articolo) sulla mutazione incredibile di Salvini.
    Salvini negli ultimi mesi ha prima proposto il Governo nazionale con tutti poi ha proposto Draghi. C’è da dire che è ricattato su 3 fronti: 49 milioni. Caso Russia Savoini. Processi pendenti per i migranti quando era al Viminale. La Magistratura ce l’ha per le palle e gli dice: se fai il bravo, no condanne e processi. Ma se non ubbidisci, ti ritrovi in prigione. Il Senato ha già votato l’autorizzazione a procedere e si è già detto che per la Legge Severino, Salvini decadrebbe anche da Senatore come già accaduto a Berlusconi in passato. Questi aspetti sono da considerare. Avevo scritto così in un mio vecchio commento. Non riesco a spiegarmi la completa inversione di marcia di Salvini: o è malato di schizofrenia o è ricattato o assetato di potere. È una contraddizione unica: ieri è passato in un giorno dal sì lockdown al no o forse poi ancora al sì. Come può un leader politico cambiare così tanto tanto? Forse è davvero ricattato. Una delusione incredibile. Aveva illuso tanti tanti. Forse nella Lega ormai comanda Giorgetti del deep State, Giorgetti che prende ordini dall’amico Draghi. Non esiste l’opposizione. Eppure Salvini era no euro, no Unione Europea, molto attento sui vaccini.. ora è uno del PD con l’aggravante che con realtà dovrebbe essere all’opposizione. Ma davvero cosa è successo? Se può per favore esprimere il Suo prezioso come sempre contributo. Ecco 3 suoi articoli coi 3 link del Salvini che fu. Grazie. Claudio

    https://lacrunadellago.net/2020/07/28/le-elite-hanno-deciso-di-sostituire-salvini-con-la-meloni-salvini-si-rivelera-funzionale-al-sistema-o-fara-saltare-il-banco/

    https://lacrunadellago.net/2019/06/19/litalia-con-gli-usa-e-la-russia-isola-lue-nel-mondo/

    https://lacrunadellago.net/2019/06/10/litalia-si-prepara-a-lasciare-leuro-con-laiuto-di-trump/

    Rispondi
    • 31 Ottobre 2020 in 22:06
      Permalink

      Penso che sia stata una grande facciata, Claudio. Hanno messo su un gatekeeper che ha ingannato molte persone e poi, una volta raggiunto lo scopo, hanno riconvertito il partito alla vecchia Lega. Infatti ora si apprestano a sostenere un governo Draghi.

      Rispondi
    • 31 Ottobre 2020 in 22:07
      Permalink

      Penso che sia stata una grande facciata, Claudio. Hanno messo su un gatekeeper che ha ingannato molte persone e poi, una volta raggiunto lo scopo, hanno riconvertito il partito alla vecchia Lega. Infatti ora si apprestano a sostenere un governo Draghi. Il processo sui migranti è pura farsa per continuare a far credere che stia lottando contro il sistema. Non verrà mai condannato.

      Rispondi
      • 1 Novembre 2020 in 11:41
        Permalink

        Grazie ….
        bellissimo blog, molto esauriente, volevo farvi vedere alcuni segmenti della nuova puntata per halloween dei simpson, voi sapete che hanno nell’arco degli anni, fatto molte previsioni che si sono avverate….
        https://m.youtube.com/watch?v=iSstUEovYmA

        Rispondi
        • 1 Novembre 2020 in 19:08
          Permalink

          Laura: Grazie mille! Ho visto io video dei Simpsons sul 3 novembre 2020 giorno delle elezioni presidenziali americane e sul 20 gennaio 2021 giorno del giuramento del nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America. Ho visto bene fotogramma per fotogramma al rallentatore e col fermo immagine. È davvero inquietante!! Alla fine ci sono guerre e incendi e 3 cartelli: pestilenza, carestia, guerra e case sugli alberi dell’orrore. Ci sono anche tante frasi contro Trump in scorrimento.

          Rispondi
          • 2 Novembre 2020 in 9:56
            Permalink

            Salve, se le interessa qui c’è più o meno tutta la puntata di halloween
            https://youtu.be/_jn2zZPirLw
            Allora prima parte bart versione toy story, la storia è lui che tortura i giocattoli, mi colpisce solo quel pupazzo col simbolo di radioattivo (qualche esposione? uranio?)
            Poi andiamo avanti homer è nella centrale nucleare a lavorare, sono finiti i dolci e lui si ritrova con tanti se stessi, un orso yogi (allusione alla russia, l’orso) non so….
            Poi lisa compie 9 anni, qui è chiaro il riferimento al numero 9…. se lei nota qualche cosa ce lo faccia sapere
            saluti

        • 1 Novembre 2020 in 19:09
          Permalink

          Laura: Grazie mille! Ho visto il video dei Simpsons sul 3 novembre 2020 giorno delle elezioni presidenziali americane e sul 20 gennaio 2021 giorno del giuramento del nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America. Ho visto bene fotogramma per fotogramma al rallentatore e col fermo immagine. È tutto davvero inquietante!! Alla fine ci sono guerre e incendi e 3 cartelli: pestilenza, carestia, guerra e case sugli alberi dell’orrore. Ci sono anche tante frasi contro Trump in scorrimento.

          Rispondi
        • 2 Novembre 2020 in 11:58
          Permalink

          Laura ho provato ora col nuovo link che hai mandato, ma è bloccato. Grazie
          Laura: “ Salve, se le interessa qui c’è più o meno tutta la puntata di halloween
          https://youtu.be/_jn2zZPirLw “.

          Rispondi
          • 2 Novembre 2020 in 14:01
            Permalink

            Stavo pensando forse cercano di censurare per non far trapelare nulla, ma che furboni…. ma se vogliono tenere le cose nascoste che facessero a meno di metterle in bella mostra in canzoni, cartoni … che la gente mica è stupida … 😂

      • 1 Novembre 2020 in 14:04
        Permalink

        Cesare Sacchetti: Grazie per la Sua opera di Carità Intellettuale. Dio la benedica! Claudio

        Rispondi
  • 31 Ottobre 2020 in 20:34
    Permalink

    Mons. Viganò ha scritto la lettera a Trump il 25 ottobre SOLENNITÀ (nel rito tradizionale tridentino) DI CRISTO RE DELL’UNIVERSO

    Come Papa Pio XI ha esposto nella sua enciclica “Quas primas”, il laicismo è la negazione radicale della regalità di Cristo. Organizzare la vita sociale come se Dio non esistesse genera l’apostasia delle masse e conduce le masse alla rovina, come dimostra il fallimento dell’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche.

    Rispondi
  • 3 Novembre 2020 in 0:50
    Permalink

    faccio appello a chi ha doti e doni speciali..accendete candele, incensi, meditate, usate i cristalli, pregate, evocate entità buone per il nostro pianeta
    dobbiamo elevare il mondo, siamo in un momento di buio assoluto, come recitava il titolo di un vecchio film…Buio Omega

    Rispondi
  • 3 Novembre 2020 in 0:51
    Permalink

    domani vado in Chiesa ad accendere dei ceri (prima che chiudano anche quelle)

    Rispondi
  • 3 Novembre 2020 in 14:37
    Permalink

    Buona giornata.
    Sento la necessità di condividere alcuni pensieri, che hanno preso forma nella mia mente, come quelle immagini in 3D fatte di puntini.
    Ieri sono successe tre cose: sono stata con mio padre ad accudire vecchie sepolture, ho visto da un amico l’ennesimo orribile film Netflix e ho appreso dell’attentato a Vienna. Tutto ha a che fare con la bellissima lettera di Monsignor Viganò.

    Trump: «Il mondo libero, deve abbracciare le proprie tradizioni…» (da link di Claudio)

    Vecchi cimiteri, cipressi centenari, racconti di gesta perse nel tempo.
    Le vecchie pietre custodiscono il nostro passato, è questo il compito importante dei sepolcri. Cosa siamo noi, se non i figli di quel tempo e di quelle persone. Come potremmo amare noi stessi e la nostra terra, senza conoscere e rivivere le vicende dei nostri avi? Guardiamo con amore, il nostro passato, anche le contraddizioni che ci hanno fatto geniali. Difendiamo nostre radici cristiane. Non dobbiamo essere cattolici per forza, ma accettiamo che senza la chiesa, non avremmo avuto la pietà di Michelangelo, o la Divina Commedia. Senza conflitto con una chiesa intransigente, Michelangelo non avrebbe nascosto un cervello nel Giudizio Universale, rendendolo un’opera tutta da scoprire, che affascina e intriga ancora, dopo 500 anni. E perdoniamoci anche per la guerra civile, noi siamo figli dei fascisti e anche dei partigiani. Siamo i figli che ce l’hanno fatta, nonostante tutto.

    Trump: «… non deve tentare di cancellarle o sostituirle.» (da link di Claudio)

    Quando è iniziata questa violenta aggressione al buon gusto e al senso di giustizia?
    Politicamente corretta, la Netflix ci abitua ad accettare le perversioni. Omosessualità sbandierata in ogni dove; droga e alcol legate indissolubilmente al conceto di “gioventù” e “divertimento”; femminismo alla Lady Gaga. Omofobia… ma che significa? che significa “omosessualità”? Riguarda l’amore tra persone dello stesso sesso? No! Omosessualità, significa attrazione SESSUALE per persone dello stesso sesso. Essendo una pratica sessuale, deve essere soddisfatta in privato. Questa morbosa ostentazione, non è un cercare il sostegno altrui per le proprie insicurezze? Guai a noi, cadere in confusione seguendo l’altrui follia, e non provare orrore per quella mostruosa pratica che è l’utero in affitto. Non temiamo di ribellarci alla violenza di imporci pratiche oscene. Ed eccoci a femminismo alla Lady Gaga, che vuole le donne emancipate nel mostrarsi in pose da pornostar, e le ragazzine in atteggiamenti da prostitute, dimentiche di sè come donne senzienti. E che dire dello strisciante rinforzo negativo dei simboli cristiani? Ormai, ho imparato a riconoscere il cattivo in tutte le serie TV e nuovi film: cerca il crocifisso, e lì trovi il male. Ma naturalmente, a Jorge Mario Bergoglio, la cosa sfugge, è troppo impegnato con i gay e gli ospiti delle ONG. Si condanni l’omofobia! ancor di più l’antisemitismo e magari pure l’islamofobia, ma a nessuno venga a mente di nominare la cristianofobia (ssshhh!!! sotto voce che ci sentono!).

    Trump: «Il futuro non appartiene ai globalisti, il futuro appartiene ai patrioti.» (da link di Claudio)

    Accogliere l’immigrazione irregolare, attentati, islamofobia e globalismo.
    L’unica parola che accompagna quella di “immigrazione irregolare” è “accoglienza, accoglienza, accoglienza”. La mia posizione sull’immigrazione irregolare è di massima intransigenza, non mi dilungherò; chi mi crede tenera a riguardo, per ciò che sto per dire, vada sul sito immigrazionista “Coniare Rivolta” e veda i miei interventi, giusto per togliere ogni dubbio. L’islam non è una realtà granitica, ma un insieme di singolarità molto diverse. Il mondo musulmano è fatto in gran parte di gente moderata. La differenza spesso, la fa il livello culturale. Da noi, guarda caso, stanno spalancando le porte alla parte peggiore, fatta di debosciati senza istruzione, che sognano l’eldorado senza fatica. E glielo fanno anche annusare per un po’ con alberghi, diritti senza doveri, avvocati “aggatis” e promesse. Tutte cose che finiscono con loro, sotto il ponte all’addiaccio, dove nasce l’invidia e la rabbia. Questo provoca fenomeni odiosi, che vanno dall’intolleranza agli attentati e che suscitano in noi una repulsa uguale e contraria all’imposizione buonista. Torno un attimo alla violenza fatta in silenzio alla nostra cultura, alle nostre tradizioni e quindi a noi, attraverso giornali, spot “rieducativi” e soprattutto tv private, che persino paghiamo per umiliarci. Qualcuno a visto “Dirilis: Ertugrud”? Credo di no, non è tradotta e neanche ha i sottotitoli (ma guarda un po’…). È una serie tv realizzata (è musulmana) in risposta all’abbrutimento dei disvalori che corrodono l’occidente. L’importanza della famiglia, dell’amore, la difesa dei più deboli dall’arroganza dei forti, l’orgoglio, l’onore, la ferrea volontà di proteggere le tradizioni (“lasciar morire le nostre tradizioni, non è forse come morire?”), la fede in Dio. Ora chiedo a tutti voi: vi ritrovate in questi principi? Perchè quelli che ce li negano con insulti quotidiani, sono gli stessi che vogliono l’immigrazione dei peggiori, lo scontro di civiltà, l’annichilimento di una resistenza comune. Cosa c’è di meglio, a fronte di due nemici con forti tradizioni, che aizzarli uno contro l’altro perchè facciano a brandelli i reciproci baluardi? Guai sarebbe, per gli sparuti dissolutori, trovare comune resistenza.

    Rispondi
    • 3 Novembre 2020 in 15:48
      Permalink

      Forse hai dimenticato una cosa riguardo all’immigrazione: paramilitari!!!
      C’è da chiederisi chi sta mettendo musulmani contro cristiani in un giochino ormai vecchio ma a quanto pare ancora vantaggioso.
      Io un’idea ce l’ho e credo pure voi.

      Rispondi
      • 4 Novembre 2020 in 11:39
        Permalink

        Buongiorno a tutti, sento di voler condividere questo mio pensiero, attualmente il mondo, almeno buona parte del mondo, è in mano a dei leader, politici che seguono gli ordini come burattini di personaggi nascosti, il “governo ombra” che dietro le quinte tira i fili di questa buffonata…. loro però(questi leader)non sanno che eseguire gli ordini non li salverà dalla distruzione mondiale che hanno pianificato …. non sanno che il covid è solo fumo negli occhi per distrarre la popolazione dai veri intenti che prevedono lo spopolamento terrestre….
        non ne avranno nulla in cambio…
        Saluti

        Rispondi
    • 3 Novembre 2020 in 21:19
      Permalink

      Graziella, grazie di cuore per ogni tua singola parola. Claudio

      Rispondi
  • 3 Novembre 2020 in 21:56
    Permalink

    SCRITTO ANCORA OGGI SU FB:

    “CORAGGIO, sta per alzarsi un vento nuovo, DOBBIAMO MERITARCELO!! Scritto più volte: alcuni proveranno paura e vergogna al solo uscire di casa!!
    Chiamo in causa la Sig.ra MARA: chi ha doti particolari…
    Vede Signora, chi ci può aiutare, vuole aiutarci, è molto triste, perché non ci meritiamo più di tanto!
    Ci aiuterà? Penso proprio di si, ma è DOVEROSO da parte nostra cambiare ASSOLUTAMENTE ROTTA!! Assieme e pochi altri lo ripetiamo da decenni, con priorità al vis a vis. Risultati? DECISAMENTE SCORAGGIANTI!!
    Prego tutti Voi di riattivare: l’umiltà, il garbo italico, il mutuo soccorso, l’onestà morale/intellettuale, comprensione, tolleranza, il saper ascoltare, bandire per SEMPRE il turpiloquio, NON VENIRE MAI MENO ALLA PAROLA DATA (la mia Cultura contadina me lo impone da sempre) ecc. ecc.
    Non mi dilungo oltre per non tediare/infastidire eventuali lettori.
    Buona Salute ai sinceri e agli onesti, Daniele.

    Rispondi
    • 4 Novembre 2020 in 14:39
      Permalink

      francamente non ho capito molto di quello che hai scritto e in che modo c’entri con il mio intervento e perfavore non chiamarmi signora perché non sono ancora così vecchia…
      io ho semplicemente detto che in questo momento è importante alzare le energie e richiamare la luce, ognuno di noi e più chi appunto ha dei doni e quindi più potere energetico
      per esempio io l’altro giorno ho sentito un forte bisogno di accendere una candela e pregare, solo dopo ho visto il video di Monsignor Viganò che invitava a fare come i bambini nigeriani, cioè accendere una candela e pregare nei giorni antecedenti al 3 Novembre
      non posso reputare questa cosa una casualità, qualcuno ci sta chiamando e dobbiamo rispondere

      Rispondi
      • 5 Novembre 2020 in 10:11
        Permalink

        Grazie per essersi palesata subito SIGNORINA Mara,
        prometto che non mi permetterò MAI PIÙ di citarla.
        Cordialità.

        Rispondi
  • 4 Novembre 2020 in 10:45
    Permalink

    Le minacce a Donald Trump di Nancy Pelosi, Hilary Clinton, Al Gore: “Joe Biden sarà presidente, quale che sia il risultato elettorale”. E poi Trump sarebbe il fascista, il razzista, il populista? Che faccia tosta ! Sono proprio assatanati, pazzi da legare, colmi di delirio di onnipotenza. In America alcuni giornalisti hanno commentato “si va verso una seconda guerra civile?” :
    https://gloria.tv/post/pd77NWpQZi1h4YzoEqsbqhups
    …. e poi… Primo discorso di Trump sul risultato elettorale:
    https://gloria.tv/post/EnYr8YCdsCCf2jYD6TxQtFM8y

    Rispondi
  • 4 Novembre 2020 in 13:54
    Permalink

    Non permetteranno mai che Trump vinca le elezioni.
    “Joe Biden sarà presidente, quale che sia il risultato elettorale”.
    Lo hanno detto loro, non sono io che lo dico.

    Rispondi
    • 5 Novembre 2020 in 10:20
      Permalink

      Buongiorno Sig.re Lorenzo,
      mi permetto riportare un piccolo stralcio del mio commento subito sopra:
      “…chi ci può aiutare, vuole aiutarci, è molto triste, perché non ci meritiamo più di tanto!
      Ci aiuterà? Penso proprio di si, ma è DOVEROSO da parte nostra cambiare ASSOLUTAMENTE ROTTA!! Assieme e pochi altri lo ripetiamo da decenni, con priorità al vis a vis. Risultati? DECISAMENTE SCORAGGIANTI!!
      Prego tutti Voi di riattivare: l’umiltà, il garbo italico, il mutuo soccorso, l’onestà morale/intellettuale, comprensione, tolleranza, il saper ascoltare, bandire per SEMPRE il turpiloquio, NON VENIRE MAI MENO ALLA PAROLA DATA (la mia Cultura contadina me lo impone da sempre) ecc. ecc.
      Le auguro Buona Salute.

      Rispondi
    • 5 Novembre 2020 in 11:41
      Permalink

      Cesare, ci stai lasciando troppo soli…
      Io non sono su FB né Twitter, fatti vivo qui x favore🙏

      Rispondi
      • 5 Novembre 2020 in 12:53
        Permalink

        Ciao Alda, è in arrivo un nuovo articolo.

        Rispondi
        • 5 Novembre 2020 in 17:09
          Permalink

          Buon pomeriggio Dottor Sacchetti,
          non si danni l’anima! è palese che sono giorni MOLTO concitati…e non solo per Lei!
          Superstivale è con noi, vedrà…
          Come sempre Buona Salute a tutti i moralmente onesti!!
          { …sarà tolto il chiodo…andrà in ruina… } ( ISAIA 22.25 )
          PS. In verità ci meritiamo poi molto? Veda mio commento precedente…

          Rispondi
  • 5 Novembre 2020 in 9:36
    Permalink

    Paolo Mieli, ex di lotta continua, ogni tanto non riesce a negare la realtà dei fatti e, durante una delle tante trasmissioni televisive sulle elezioni americane inevitabilmente orientata a dare addosso a Trump, ha esclamato:” non sono assolutamente d’accordo con la raffigurazione di un Trump che ha fallito in tutto ciò che ha fatto, in economia è stato determinante per un boom economico come non si vedeva da decenni in America, in politica estera è stato rivoluzionario raggiungendo dei risultati impensabili nel processo di pace in medio Oriente con diversi Stati Arabi che hanno riconosciuto Israele, ed il tutto senza sparare un colpo ! Bisogna ammettere che esiste, nel nostro mondo dell’informazione un grande pregiudizio per tutto ciò che non è di sinistra, è sempre stato così !” Paolo Mieli ha messo il dito nella piaga ed ha alzato, per in attimo, il velo che nasconde, sempre più malamente, tutto un sistema, oramai mondiale, che regge il sacco al mondo radical chic, a quel mondo che in occasione di eventi politici di grande portata si salda e fonde in unico blocco raccontando una unica storia ben lontana dalla verità, con l’unico obiettivo di tirare la volata alla propria parte politica! Il cosiddetto “Quarto Potere” ,quello dell’informazione, è “costantemente schierato a sinistra, da sempre ” parole sue, ” con pregiudizio “, cioè raccontando il falso ed alterando la realtà delle cose, pur di favorite la sinistra! A tutto il mondo della classica informazione oggi si sono aggiunti anche i colossi mondiali del web, Facebook e Twitter, che censurano le notizie sgradite al mondo della sinistra, e lo hanno fatto, in queste elezioni, finanche con Trump! In altri termini abbiamo l’informazione mondiale nelle mani di un solo uomo, un capitalista proprietario di Facebook che decide ciò che possiamo dire, ciò che possiamo sapere! È una realtà molto inquietante, per ovvi motivi, ben lontana dalla democrazia, esiste un sistema di potere trans nazionale, nel mondo occidentale, che domina il mondo dell’informazione e detta la linea su ciò che il mondo deve sapere, il tutto allo scopo di impedire all’avversario politico di intaccare minimamente il sistema stesso! Con le dittature del secolo scorso c’era almeno la possibilità di fuggire all’estero, ma oggi con questa cappa che opprime tutto il mondo occidentale, dove scappi?
    Domenico Napolitano
    5 novembre 2020 08:02

    Rispondi
  • 5 Novembre 2020 in 14:59
    Permalink

    Io l’ho visto di sfuggita ieri sera, Mieli, che insieme a Purgatori pietivano il povero Biden che ha perso due figli…
    Del delinquentone, visto che non c’è da lacrimare, silenzio assoluto..

    Rispondi
  • 5 Novembre 2020 in 20:33
    Permalink

    Deep State and Deep Church – I massoni alla conquista del mondo
    (l’ultima battaglia del diavolo contro Cristo, la Sua Chiesa, l’umanità)

    Un quadro riepilogativo nelle parole di un grande Vescovo cattolico :
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/chiesa-cattolica/9645-messaggio-di-mons-c-m-vigano
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/chiesa-cattolica/9618-lettera-di-vigano-a-trump
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/chiesa-cattolica/9608-mons-vigano
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/chiesa-cattolica/9597-il-punto-di-mons-c-m-vigano
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/chiesa-cattolica/9593-vigano-sul-docufilm-francesco
    https://gloria.tv/post/73vdfknnzcAd3pgLdM2xcC3TZ (The Great Reset)
    “Spero nella riconferma di Trump, l’argine estremo al «Nuovo Ordine Mondiale» capeggiato dalla dittatura della Cina capital-comunista.
    Spero che domani gli americani riconfermino Donald Trump Presidente degli Stati Uniti. Da cittadino italiano impegnato nel riscatto della sovranità nazionale dell’Italia e nella rinascita della nostra civiltà laica e liberale dalle radici ebraico-cristiane, considero Trump l’alleato di maggior rilievo sulla scena internazionale.
    Perché Trump si è espresso a favore del riscatto della sovranità nazionale dell’Italia e contro lo strapotere dell’euro che è lo strumento principale con cui veniamo sottomessi alla dittatura dell’Eurocrazia dei banchieri e dei burocrati.
    Perché Trump è decisamente schierato a favore della morale naturale che coincide con i precetti della fede cristiana sui temi della vita e della famiglia che sostanziano la quintessenza della nostra umanità.
    Spero nella vittoria di Trump perché è l’argine estremo all’avvento del «Nuovo Ordine Mondiale», assoggettato alla grande finanza speculativa globalizzata che promuove un’unica moneta virtuale mondiale che consentirà di riciclare i «titoli derivati» o «titoli tossici» il cui ammontare è risultato nel 2018 pari a 33 volte il Pil (Prodotto interno lordo) mondiale; il superamento degli Stati nazionali abbattendo le frontiere nazionali e scardinando le identità localistiche; l’omologazione e l’omogeneizzazione dell’umanità in un meticciato universale senza più radici e identità promuovendo l’immigrazionismo e il multiculturalismo; la digitalizzazione di ogni dettaglio della nostra vita riducendo la persona a un codice nella Rete; la trasformazione antropologica della persona in un tubo digerente, semplice strumento di consumo della materialità prodotta prevalentemente dai robot elargendo un «reddito di cittadinanza universale» deciso dall’oligarchia finanziaria.
    Contro Trump sono schierati quasi tutti i poteri forti sulla scena mondiale: innanzitutto la Cina capital-comunista, una ferrea dittatura comunista e un sistema economico iper-capitalista, che è la vera guida del «Nuovo Ordine Mondiale»; poi l’Unione Europea e le Nazioni Unite; la Chiesa di Papa Francesco e gli Stati islamici ad eccezione di quelli schierati contro l’Iran e la Turchia di Erdogan; la multinazionale della farmaceutica capeggiata da Bill Gates; i grandi mezzi di comunicazione e di condizionamento dell’opinione pubblica a livello mondiale.
    (Magdi Cristiano Allam)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *