Gli immigrati clandestini e i terroristi islamici saranno la milizia del mondialismo contro gli italiani

di Cesare Sacchetti

E’ durato tutto pochi attimi.

La quiete della canicola estiva di un tranquillo pomeriggio di Milano è stata interrotta dall’irruzione di uno straniero nel Duomo.

L’uomo, un egiziano di 26 anni, ha preso in ostaggio una guardia giurata e gli ha puntato alla gola un coltello, minacciando di sgozzarlo.

Le autorità approfittando di un momento di distrazione dell’uomo hanno disarmato l’aggressore e l’incubo, per fortuna, è finito presto.

Al momento, sono ancora ignote le motivazioni del gesto anche se le autorità si sono precipitate a smentire che possa trattarsi di un gesto legato al terrorismo islamico, nonostante ancora non si sappia molto di quello che ha spinto l’uomo a minacciare lo sgozzamento della guardia giurata.

In un primo momento, sembravano esserci tutti gli elementi che potevano far pensare ad un episodio legato all’islamismo radicale, per il solo fatto che il luogo dell’agguato è il Duomo, una delle Chiese più importanti in Italia.



Si è avuta la sensazione per un istante di rivedere quanto accaduto al prete francese padre Jacques Hamel, sgozzato da due militanti dell’ISIS mentre celebrava la messa nella chiesa di Seine-Meritime.

Padre Hamel è stato un martire, ormai dimenticato dalla chiesa anticattolica bergogliana che si vergogna persino del titolo di Vicario di Cristo per appellare la figura del pontefice, in un gesto che sembra semplicemente confermare che Bergoglio non può e non vuole rappresentare Cristo, nella cui divinità nemmeno crede, come ha già fatto intendere in più di un’occasione.

Ad ogni modo, c’è da chiedersi se l’episodio di Milano possa essere la spia che annuncia che l’immunità di cui ha goduto l’Italia dagli attentati del terrorismo islamico stia in qualche modo per giungere al termine.

Alcuni osservatori in passato avevano parlato di una sorta di convenzione occulta che ha tenuto fino a questo momento al riparo l’Italia dalle stragi islamiste.

Un patto stretto ai massimi livelli tra elementi dei servizi saldamente nelle mani dell’establishment mondialista e le frange dell’islamismo radicale.

Fino a questo momento, i Paesi in Europa che sono stati più colpiti da questo fenomeno sono stati in particolare la Francia, la Germania e il Belgio.

Bruxelles, la capitale belga e dell’Unione europea, è nota, tra l’altro, per ospitare il famigerato quartiere di Molenbeek, considerato un rifugio dei musulmani più radicali, dove spesso nemmeno la polizia si spinge.




L’UE ha allevato nel suo seno il centro del terrorismo, nel quale sono cresciuti molti dei terroristi che eseguirono i sanguinosi attentati di Parigi del 2015.

Il fatto che nel cuore delle istituzioni europee il fenomeno dell’islamismo sia più marcato non è affatto una contraddizione, dal momento che l’UE, nonostante si fregi del nome europea, non lo è in nessun modo e al contrario Bruxelles ha sempre rifiutato fermamente qualsiasi accostamento alle radici cristiane della vera Europa.

La missione dell’UE difatti è quella di rimuovere la storia, la cultura e le tradizioni europee che dovranno definitivamente sparire per poter giungere al superstato europeo.

Allo stesso tempo, le generose procedure di concessione della cittadinanza di Francia, Germania e Belgio hanno permesso agli immigrati di seconda e terza generazione di avere in tasca il passaporto di Paesi dei quali non solo non si sentono cittadini, ma che odiano e detestano profondamente tanto da avergli dichiarato guerra.

L’esempio più vivo viene dalla Francia dove nelle banlieue si combatte una guerriglia quotidiana, completamente taciuta dai media mainstream, tra questi europei artificiali e le istituzioni del Paese dove sono nati.

Tutto quello che sta accadendo attualmente non è altro che quanto pianificato dal conte Kalergi, una figura venerata a Bruxelles per aver partorito l’idea stessa di Unione europea, descritta nella sua opera degli anni’20 “Idealismo pratico”, nella quale immaginava che i futuri popoli che abiteranno l’UE prima e gli Stati Uniti d’Europa poi non saranno europei etnici, ma il prodotto di una mescolanza eugenetica tra africani e asiatici.

I nuovi europei non avranno dunque nulla in comune con i veri europei. Saranno un prodotto artificiale del mondialismo che vuole servirsene per costruire un popolo deeuropeizzato senza identità e senza legami con il vecchio continente.

Il mainstream mediatico promuove e incoraggia apertamente il meticciato per questa ragione, perchè il nuovo ordine mondiale non potrà vedere la luce senza prima aver colpito il cuore dell’Occidente cristiano e le sue radici, ovvero l’Europa.

L’immigrazione riveste quindi in questo senso una funzione essenziale nell’ottica dei piani del mondialismo, e il terrorismo islamico è una sua diretta conseguenza dal momento che molti dei nuovi europei aderiscono all’Islam e sono praticanti di questa religione.

Tramite l’avanzamento dell’Islam, le élite europee raggiungono il fine di colonizzare l’Europa e di privarla del tutto della sua anima cristiana.

Il processo è già in fase avanzata e non è raro trovare già delle vere e proprie enclavi nei Paesi europei dove gli abitanti non hanno nulla di europeo. A Trappes, una cittadina vicino Parigi, c’è un chiaro esempio di quanto sta accadendo perchè se si fa un giro per le sue strada, sarà una impresa quasi impossibile trovare donne che non siano vestite secondo la tradizione islamica e macellerie che non siano halal.

Una volta che si varcano le soglie di Trappes, si esce dall’Europa e si entra in un califfato islamico.

La vera Europa dunque sta progressivamente sparendo per lasciare il posto alla falsa Europa e senza dubbio il liberalismo è stato il cavallo di Troia che ha permesso e che ha accelerato questa sostituzione etnica e culturale.

Le élite liberali europee si sono servite dell’Islam per minare le radici dell’Europa cristiana

Il liberalismo si fonda in primo luogo infatti sul principio della secolarizzazione e sulla rinuncia ad ispirarsi alla religione, soprattutto quella cattolica e cristiana, nel governo della cosa pubblica.

Lo stesso principio liberale di separazione tra religione e politica viene meno d’incanto però quando si tratta della religione islamica.

In quel caso, il liberalismo non solo non invoca alcuna separazione tra Islam e politica ma al contrario predica la rinuncia definitiva in qualsiasi contesto della pratica della religione cristiana per non turbare la nuova religione entrante, ovvero l’Islam.

Il compito della dottrina liberale è stato quello di creare un vuoto culturale e religioso che ora viene riempito dalla nuove culture allogene che stanno conquistando l’Europa.

Allo stesso tempo, il liberalismo ha alimentato il senso di colpa dell’appartenenza alla razza europea e ha avallato una storiografia nella quale si dipinge l’Europa come la fonte di ogni male, omettendo completamente tutti gli enormi progressi spirituali e materiali che l’Occidente ha costruito nel corso della sua storia.

Tutto questo va esattamente nella direzione auspicata dal piano kalergiano che prevedeva appunto una scomparsa della vera Europa che sarà sostituita da un’altra falsa che sarà in antitesi completa con la prima.

Il terrorismo islamico non è dunque altro che la naturale conseguenza di un processo di colonizzazione che le élite liberali europee hanno permesso e che continuano a incoraggiare.

Sono state in passato già rilevate tracce di una zona grigia di contiguità che vede una comunicazione e una collaborazione tra questi due mondi, sulla carta opposti ma nella pratica alleati e uniti da uno scopo comune.

L’esempio di questa collaborazione viene dall’attentato al supermercato Kosher di Parigi eseguito da Amedy Koulibaly.

Le armi di cui disponeva il terrorista autore della strage erano di tipo militare e, secondo gli inquirenti francesi, erano state fornite da una “rete costituita da forze dello Stato”.

Non si fece in tempo a fare luce sulla vicenda che calò il segreto di Stato, posto dall’allora ministro dell’Interno, Cazeneuve, che insabbiò l’inchiesta della magistratura francese.

Tutto questo evoca sotto certi aspetti un fenomeno piuttosto simile a quello della strategia della tensione nata dopo il Patto Atlantico.

La prima strategia della tensione vedeva infatti una contiguità attiva tra il deep state di Washington e le due frange rosse e nere del terrorismo del secondo dopoguerra.

In quell’ottica, il terrorismo aveva una funzione di contenimento e di destabilizzazione controllata per dare alle autorità la possibilità di paventare una minaccia esterna, l’URSS in quel caso, e impedire così ad uno dei membri del Patto di allontanarsi dall’orbita della NATO.

Questa seconda strategia della tensione sembra avere piuttosto una funzione espansiva. La minaccia esterna è sempre presente, stavolta rappresentata dal pericolo islamista, ma l’establishment europeo se ne serve in funzione progressiva, o meglio per spingere l’Europa verso la soluzione auspicata dalle élite, gli Stati Uniti d’Europa.

Nell’ambito delle minacce esterne che le élite globaliste hanno bisogno di paventare e alimentare per il conseguimento dei loro piani, è giunta la crisi Covid che in questo senso ha consentito al nuovo ordine mondiale di fare enormi passi in avanti verso la sua definitiva realizzazione.

L’Italia, come già detto, è stata messa al centro di questo esperimento di ingegneria sociale che è stato pensato per partorire la nuova società del totalitarismo globale, soprattutto per il ruolo che essa riveste nella strategia del mondialismo e costituisce, a tutti gli effetti, il laboratorio “privilegiato” della incombente dittatura mondiale.

Allo stesso tempo, il punto di massima sollecitazione che potrebbe portare all’esplosione della bomba sociale in Italia si sta avvicinando rapidamente.

I dati economici sono lì e continuano a dire che ciò che sta per arrivare non ha precedenti.

Ad ottobre, quattro italiani su dieci non avranno risorse per fare la spesa.

Il bollettino di Bankitalia di giugno parlava di un 55% di italiani a rischio povertà.

In pieno Ferragosto, il regime mediatico ha già iniziato a girare verso l’alto la manopola del terrorismo sanitario per consentire così al governo fantoccio PD-M5S di avere il pretesto di alimentare una falsa emergenza e reprimere così con la forza qualsiasi protesta che potrà scoppiare.

Lo stesso governo sa perfettamente che in autunno la situazione sarà fuori controllo ed è per questo che serve ripararsi dietro lo spauracchio del Covid e giustificare così misure simili all’attuazione della legge marziale.

Una qualche reazione ci sarà e sarà inevitabile perchè di fronte all’eventualità di non avere più il pane sulla tavola, non ci sarà più nulla da perdere.

Alcuni reagiranno probabilmente con atti di autolesionismo come avvenuto fino ad ora, morti suicidi schiacciati dal peso dell’euro che ha imposto austerità e ha distrutto la ricchezza di questa nazione.

Altri invece non commetteranno gesti contro la propria persona, ma colpiranno altri, probabilmente rappresentanti delle istituzioni di prossimità, quelle locali in primis, ed eventualmente anche quelle nazionali.

Sarà quello il momento in cui il regime eserciterà tutta la sua brutale ferocia e scatenerà una repressione senza precedenti.

Gli immigrati clandestini e il terrorismo islamico come mezzo di repressione del dissenso

Da un lato, metterà al bando ogni forma di manifestazione o protesta nascondendosi dietro la falsa emergenza sanitaria.

Dall’altro, potrebbe servirsi dell’enorme bacino di immigrati clandestini che sono, ad oggi, i candidati migliori per divenire la milizia di questa dittatura globalista contro gli italiani dissidenti.

Ecco perchè quanto accaduto a Milano non va affatto sottovalutato.

Gli immigrati, clandestini e non, servono certamente nell’ottica della globalizzazione a minare le identità dei Paesi europei ma potrebbero assumere allo stesso tempo la funzione di esercito irregolare da scatenare contro gli italiani e gli europei che non accetteranno di soccombere in silenzio.

Il sistema ha già dato nei mesi precedenti segnali di voler regolarizzare la posizione dei clandestini per potergli consentire di agire nelle migliori condizioni possibili, ancora una volta ricorrendo alla scusa del Covid.

Il governo fantoccio PD-M5S, in questo senso, non ha fatto nulla per arrestare l’invasione dei migranti, ma al contrario gli ha messo a disposizione delle navi per poter soggiornare in Italia in attesa di essere trasferiti altrove.

Nei mesi scorsi lo stesso governo ha concesso gli arresti domiciliari a dei pericolosi boss mafiosi e rischia di delinearsi a questo proposito uno scenario devastante per le sue conseguenze.

Potrebbe essere dato il compito ai boss della criminalità organizzata di arruolare i vari immigrati, in particolare quelli più pericolosi appartenenti al terrorismo islamico, e poi utilizzare questi tagliagole contro gli italiani che cercheranno di difendere i propri diritti, la propria sopravvivenza e quella delle loro famiglie.

Sembra uno scenario proveniente da un inquietante film distopico, ma la crisi da Covid ha dimostrato che si stanno abbattendo rapidamente barriere e superato confini che una volta si pensavano inimmaginabili.

La progressione del nuovo ordine mondiale prevede una destabilizzazione completa e totale delle nazioni che dovranno essere condotte alla rovina e alla disperazione prima di poterle costringere a lasciare il posto al supergoverno mondiale sognato dalla cabala globalista.

Ecco perchè la lunga immunità dell’Italia da attentati di islamisti o di immigrati islamici potrebbe finire, proprio perchè ora il sistema potrebbe avere bisogno di un fenomeno che ha accolto e ospitato sul suo territorio, e coltivato con cura nel corso del tempo.

Viene in mente a questo proposito un romanzo di uno scrittore francese, Laurent Obertone, intitolato “Guerriglia” che descrive un possibile conflitto etnico-razziale tra francesi autoctoni e migranti.

I servizi francesi descrissero come molto plausibile quello scenario e la Francia appare come una delle candidate più probabili a far deflagrare questo tipo di conflitto tra europei e immigrati, proprio per il suo alto numero di musulmani sul suo territorio.

L’Italia rischia di prendere il posto della Francia come Paese nel quale le élite potrebbero scegliere di far deflagrare questa bomba proprio perchè il Paese in autunno vedrà emergere maggiormente le conseguenze devastanti di mesi di chiusure e del numero dei disoccupati, salito di mezzo milione in tre mesi dopo il colpo di Stato sanitario attuato dal governo Conte.

Se fino ad ora dunque l’Italia è stata usata come laboratorio per sperimentare l’esecuzione della incombente dittatura globale, ora potrebbe esserlo per la nuova guerra civile tra autoctoni e stranieri.

Le élite non farebbero nulla per fermare lo scontro e si schiererebbe apertamente dalla parte dei secondi per arrivare al processo di definitiva de-europeizzazione degli Stati europei.

Un fatto è certo. Ovunque si accenda la miccia, gli immigrati negli altri Paesi potrebbero prontamente emulare i loro fratelli nel tentativo di conquistare l’Europa.

Il mondialismo non vuole altro che la distruzione definitiva dell’Europa ed è per questo che ha aperto le porte del continente agli immigrati e ai musulmani.

L’Italia rischia di veder esplodere questo conflitto sul suo territorio. L’Italia in autunno sarà la vittima dell’assedio coordinato del nuovo ordine mondiale e se vorrà sopravvivere dovrà iniziare a combattere come non è abituata a fare da decenni, sperando che possa arrivare un colpo al sistema da uno dei suoi avversari più feroci, Donald Trump.

L’Italia e l’Europa stanno per combattere una battaglia che deciderà della loro stessa esistenza.

Questo blog si sostiene con le donazioni dei lettori. Se vuoi aiutare anche tu la libera informazione, clicca qui sotto.

26 pensieri riguardo “Gli immigrati clandestini e i terroristi islamici saranno la milizia del mondialismo contro gli italiani

  • 14 Agosto 2020 in 14:58
    Permalink

    Insomma, da quel che capisco il Nuovo Ordine Mondiale fra pochi mesi trionferà definitivamente con una vittoria strepitosa.
    Tanto vale mettere il cuore in pace.

    Rispondi
    • 14 Agosto 2020 in 15:02
      Permalink

      Una speranza ancora c’è, Lorenzo. Trump può colpire il mondialismo con lo spygate e assicurandosi un secondo mandato.

      Rispondi
  • 14 Agosto 2020 in 15:51
    Permalink

    Houellebecq non mi è mai stato simpatico, ma debbo riconoscere che in “Sottomissione” aveva ampiamente descritto l’insipienza delle élite intellettuali di fronte all’islamizzazione e scristianizzazione dell’Europa.
    E in Italia? In tutti questi mesi c’è stato un silenzio assordante di coloro che dovrebbero essere un faro di coscienza critica e di sprone della società civile. Se non nei termini di un’acquiescenza per tornaconto personale e per mancanza di fede – proprio come François, il protagonista del romanzo.
    Del resto, cosa pretendere da “un esercito di artisti senza talento, scrittori senza originalità,  pensatori senza spessore, scienziati incompetenti, tutti però accomunati da una smisurata ambizione e un sordo rancore e da un desiderio di rivalsa e di vendetta”, come li definisce Lamendola in uno dei suoi ultimi contributi?
    È anche qui la morte cerebrale di un Paese. Il vero mostro non è il Padrone dell’Universo di turno – ieri Hitler, oggi Gates, domani chissà -, ma chi lo applaude.

    Rispondi
    • 14 Agosto 2020 in 16:49
      Permalink

      ottime osservazioni, anche a me è venuto in mente Houellebecq leggendo l’articolo

      Rispondi
    • 17 Agosto 2020 in 15:18
      Permalink

      Meglio ancora e con un congruo anticipo rispetto ai tempi, il libro di Jean Raspail “Il campo dei santi (1973). E’ impressionante come Raspail, che è un cattolico conservatore morto da poco, avesse di pari passo preconizzato anche la crisi spirituale nella chiesa. Oltretutto è un libro difficile da trovare nelle biblioteche pubbliche e nelle librerie. Chi lo leggesse, capirebbe subito il perché.
      Sacchetti con ogni probabilità deve averlo letto.

      Rispondi
      • 31 Agosto 2020 in 10:42
        Permalink

        Proprio perché tocchiamo con mano la crisi spirituale nella chiesa dovremmo invocare protezione dall’ alto, Non sono una bigotta, sono una praticante,alcune volte anche incostante ma le mie fragilità non mi vietano di capire questo meraviglioso passo “Il Signore è con me, è mio aiuto, sfiderò i miei nemici. È meglio rifugiarsi nel Signore che confidare nell’uomo” Questo abbandono sortirebbe il capovolgimento della situazione che ci opprime, la Madonna nelle sue apparizioni chiede di continuo la nostra totale adesione al Figlio, non è possibile stare con due piedi in una scarpa.

        Rispondi
  • 14 Agosto 2020 in 15:58
    Permalink

    Ho letto con attenzione la sua è un analisi ineccepibile. Penso che il movente del piano Kalergi resti la lotta contro Dio e la vittoria in terra del Principe del Male. L’ossessione dell’ NWO passa da questo. Dio ci sottopone ad una prova dura, sta a noi a questo punto comprendere.

    Rispondi
    • 14 Agosto 2020 in 19:07
      Permalink

      Ma io mi chiedo, ma questi fano tutto quest per un credo religioso? Mi sembra assurdo!!!

      Rispondi
      • 15 Agosto 2020 in 14:43
        Permalink

        Dobbiamo svegliarci dal sonno profondo che cattura le nostre reazioni
        Smetteiamo di sognare che qualcuno, magari dall’esterno, venga a trarci in salvo,il nostro destino il futuro dei nostri figli e’ nelle nostre mani.

        Rispondi
        • 15 Agosto 2020 in 15:40
          Permalink

          Questo sicuramente. Ma infatti in un mondo di problemi materiali come guerre, fame,ingiustizie, inquinanento, stermini di massa e guerre batteriologiche, mi sono stancato di sentire parlare di profezie e scenari biblici. Sembra appunto una presa in giro o la beffa oltre al danno.

          Rispondi
  • 14 Agosto 2020 in 18:12
    Permalink

    Intanto, con le solite operazioni di PNL, stanno portando gli italopitechi a chiedere LORO restrizioni sui porto d’armi:

    https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/non-fate-pistola-ndash-morte-cerebrale-bimbo-ferito-roma-244618.htm

    A gennaio, avendo ben chiaro il “Piano” per filo e per segno, in ogni dettaglio (ogni passo si è poi, finora, verificato, come so esattamente il futuro prossimo, vedi il pregevole articolo di Cesare), mi ero informato nella Questura della mia città per il rilascio del porto d’armi.

    Mi è stato risposto che i rilasci erano sospesi “a tempo indeterminato”.

    A gennaio, ripeto…

    Quindi il “Piano” era in preparazione da tempo, ovviamente.

    Come del resto, gli acquisti, a novembre, di mezzi nuovi fiammanti per le FdO per angariare gli italiani (e non abbiamo ancora visto niente, credetemi…)
    A proposito di “Ci manca la benzina per le pattuglie”….

    Sapevano già tutto…

    Rispondi
  • 14 Agosto 2020 in 18:40
    Permalink

    Non è sia d’accordo..: è OVVIO che i servi al governo (ed all’opposizione), il Vaticano, la UE, i media… hanno ricevuto l’ordine di cancellare l’uomo bianco dall’Europa.
    Nello specifico, l’immigrazione di terroristi islamici e immigrati negri, specialmente i mafiosi nigeriani, servono per ricreare uno scenario siriano, infatti le elitè apolidi, amano rimettere in scena lo stesso copione.

    Ora occorre individuare il NEMICO, perchè i mussulmani ed i negri, se ne starebbero a casa loro a bere piscio di cammello (Maometto docet) o in Africa a scannarsi, in Europa non sarebbero mai venuti, dunque chi ha organizzato l’INVASIONE?
    Domanda retorica: gli stessi che hanno organizzato la guerra in Siria, ad esempio, o in Libia, ad esempio, o le “rivoluzioni colorate”, per restare negl’ultimi decenni

    Vero che il liberalismo sia stato il cavallo di Troia, anzi, direi che fu la rivoluzione francese a dare inizio alla distruzione dell’Europa ed ha anche il LORO “marchio di fabbrica”: il massacro dei religiosi cristiani, che si ripetè con il comunismo.

    Cosa succederà… quello che è successo in Siria: i GOLEM vengono scatenati, un esercito armato ed addestrato dalla Turchia e dagli USA col loro supporto logistico (130 basi militari americane qui in Italia) dei mercenari, delinquenti, fanatici, che vengono infiltrati come “profughi” conquistano pezzi di territorio italiano, mentre i media che sono cosa LORO, si inventano una “storia” dove gl’italiani sono i cattivi razzisti, una nuova rivolta di Spartaco, anzi, magari il “capo” di questi delinquenti verrà chiamato proprio SPARTACO, che lotta contro i razzisti italiani.

    Ricordo che per 1.000 anni i mussulmani hanno saccheggiato i paesi mediterranei, prendendo schiavi europei a milioni, andarono fino in Islanda a rapire schiavi bianchi, dunque NOI europei dovremmo essere ancora un po’ “indispettiti” visto che la pirateria i saccheggi continuarono fino al 1830 quando i francesi, esasperati occuparono le nazioni dei barbari mussulmani e liberarono centinaia di schiavi europei, ma questo NESSUNO lo insegna, come nessuno insegna chi fosse Maometto il tagliagole, ladro, rapitore, stupratore, schiavista… ed un mussulmano per andare in paradiso NON deve compiere buone azioni, ma DEVE essere un delinquente come Maometto, questo è l’islam, infatti in Siria i mercenari islamici, non avevano nulla da rimproverarsi, dal punto di vista mussulmano: si comportavano esattamente come Maometto.

    Così, abbiamo un esercito che si è già infiltrato, dei traditori interni, che sono i mafiosi al sud ed i sinistri compagni al nord, come durante la conquista dell’italia nella seconda guerra mondiale e LORO che controllano i media mondiali, l’obbiettivo, questa volta, è però di annientarci, ucciderci tutti, tranne le donne che verranno ridotte in schiavitù sessuale, come in Siria ed i bambini che “servono” come incubatori di organi per i trapianti, come in Siria.

    Un sistema che LORO amano molto per sterminare i popoli è la fame l’Holodomor e ci stanno di nuovo “lavorando”: in USA, granaio del Mondo, gl’agricoltori stanno fallendo a raffica e presto anche qui, quindi tra caos, povertà, razzie etc. mancherà il cibo.
    La differenza con la situazione siriana è che qui in Italia non possiamo nemmeno sperare in un aiuto dei russi, potremmo sperare che vinca Trump e che voglia vendicarsi dei politici italiani che hanno tramato contro di lui, ma anche Trump è dalla LORO parte, vedi Siria, Libia…
    Dunque… ho scritto e riscritto il finale a questo post un “tot” di volte, ma sembro sempre troppo pessimista.

    Rispondi
    • 14 Agosto 2020 in 21:55
      Permalink

      @ Re Patàn

      Commento perfetto. Molto amaro, ma è tutto vero.

      Tutto parte , continua (e terminerà) da “LORO”.

      Ci odiano in quanto europei e cristiani.
      E discendenti dei Romani che, esasperati, nel 70 d.C, hanno raso al suolo la loro città.
      “LORO” non dimenticano…

      Rispondi
  • 14 Agosto 2020 in 23:01
    Permalink

    se può interessare a te e a Iris: in Italia c’è stato il più grande partito comunista ( intendo di popolo) e se gli autori da Portella della Ginestra… via via fino alle stragi dei treni, della Banca dell’Agricoltura…fino al 1993 avessero avuto la scusante “islamica” al posto di quella certa di fascisti (impuniti)…
    avrebbe detto dal 1948 che erano gli “islamici”. Ora chi sono i padri di tali “islamici”: lo sai, almeno, immaginare?
    Questo è avvenuto solo in Italia mentre in altri paesi il terrore è stato creato già con la scusante “islamica”.

    Rispondi
  • 17 Agosto 2020 in 15:03
    Permalink

    Sunto, il video di un ora e piu’ , molto ben documentato, sulle spy ops del gov/deep state usa, con diverse testimonianze di insiders a viso scoperto con nomi e cognomi e’ stato girato da millie weaver , che poche ore dopo la diffusione del video , si e’ vista arrivare a casa la polizia, che la ha arrestata , per furto, manomissione, intralcio alla giustizia e violenze familiari.
    Video bannato da yt .
    Quindi, video fruibile solo da chi ha buona conoscenza della lingua inglese, sarebbe utile che qualche sito o blog italiano ne fornisse una versione sottotitolata.
    Siamo sempre piu’ in merda, inutile aspettare redentori, congiunzioni astrali , o uomini mandati dalla divina provvidenza, o muoviamo il culo oppure….
    Miloni in piazza , stile berlino , tanto per cominciare, e non sara’ comunque una passeggiata, otherwise ………. son cazzi, time over,final last call.
    Siamo a meta’ agosto e gia’ cominciano con il refrain di un nuovo lock down.
    Per non parlare del redivivo pupazzone di rignano sull arno, che si segnala per le seguenti dichiarazioni:

    L’ex premier, dalle colonne del Corriere della Sera, non risparmia una bordata contro Giuseppi spiegando di essere assolutamente favorevole all’obbligatorietà del vaccino. “Con tutto quello che abbiamo passato, se arriva il vaccino che facciamo? Lasciamo la libertà di scelta e chiudiamo tutti in casa altri tre mesi?”, ha affermato Renzi. L’ex rottamatore poi ha aggiunto: “Se si arriverà al vaccino, per me è scontato che dovrà essere assolutamente obbligatorio. I vaccini non sono un optional: se ci sarà un vaccino riconosciuto dovrà essere obbligatorio. Altrimenti che senso ha?”.

    Rispondi
  • 17 Agosto 2020 in 21:56
    Permalink

    @eva, @mass, @filippo spano
    Renzi teme la vendetta di Trump e quella di chi scrive queste cose.
    Per la vendetta: v. https://matricedigitale.it/notizie_192/post/esclusiva–occhionero-la-vendetta-di-trump-fa-tremare-politica-magistratura-ed-intelligence-italiana_853.html.
    Feccia da Libro ha cancellato il seguente commento adducendo che si si erano impossessati del mio account (aperto solo per poter scrivere il commento) e che se volevo continuare avrei dovuto inviare un documento valido per dimostrare che ero io. Gli ho fatto l’indice medio e detto che i Fake News sono però tutti anonimi.

    “In tema di Occhionero-Trump-Renzi, governo e altri… sotto sintetizzo quanto niente di nuovo:
    1 Renzi è qui sul sito di un ex giudice Costituzionale e nei miei commenti è autore di un Colpo di Stato, tentato ma non riuscito (https://www.attuarelacostituzione.it/2018/05/31/il-debito-ingiusto-o-detestabile-o-odioso-e-la-impossibilita-della-prestazione/#comments) .
    2 La conferma del tentato Colpo di Stato (la foto di riedizione referendum che in 1 è lo “sfruculiamento”) è in questo sito di massoni che si dicono progressisti (https://blog.movimentoroosevelt.com/blog/2188-povera-patria-ultimate.html?tmpl=component&print=1&layout=default).
    La tessera elettorale di cui in 1 e due vale per re e Presidenti ed è ciò che chiunque può verificare con la propria… fino a Trump che in tal modo può meglio pesare le responsabilità connesse in Italia con l’intrigo internazionale e il tentato Colpo di stato a suo danno .
    3 Il Palamaravirus (ovvero la saga Palamara dal 2019 ai 133 testi di difesa) è in realtà un PDalamarivurus è qui copia cahe di ciò che sa il Palamaravirus (http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:PJHFUfbrGJ8J:https://debernardi.wordpress.com/2020/06/28/il-losco-personaggio-e-sempre-stato-referente-del-deep-state-in-italia-la-trattativa-doveva-anche-nascondere-la-verita-sulle-stragi-di-stato/&hl=it&gl=uk&strip=1&vwsrc=0). È normale informazione ma genera il terrore, che scade pure a forme piaggeria.
    Il PDalamaravirus è evidente ab ovo la vicenda di Palamara, e del tutto evidente perché se si legge per sommi capi https://toghe.blogspot.com/2020/07/la-lista-testi-del-dott-lpalamara.html risulta che molti sono esponenti di spicco del PD ma più di ogni altra cosa Renzi-Boschi sono “il convitato di pietra”… come a dire facciamo credere che a “cadere è la magistratura” ma non si tocchi Renzi-Boschi… e relativa Cabala Italica.
    4 il governo M5S-PD è succube di Bill Gate-Soros che a loro volta sono intimamente legati a doppio filo con Yes We Can Usa.

    Che Renzi, protetto dal PDalamararavirus, faccia il “pompiere” per il Covid 19, è poi evidente dimostrazione che il Covid è un diversivo dal Russia Gate che in Italia è pompato dal maggiore coinvolto italopiteco. Non lo dico solo io: lo dice pure “Mata Hari” https://www.adhocnews.it/russiagate-la-mata-hari-mangiante-ecco-perche-litalia-e-centrale/
    La centralità dei fatti è inversamente proporzionale alla maniera in cui scatta la censura e l’autocensura… e i fatti spariscono.
    Ma sappiate che dipende solo da noi, “popolo minuto” che dal 1378 dei “Ciompi” è il terrore del “popolo grasso” (Renzi è una nullità… ma le regole dell’informazione sta a noi violare).
    Il migliore aiuto che si può dare a Trump è fare quanto è in potere di fare qui in Italia.

    Rispondi
  • 18 Agosto 2020 in 16:10
    Permalink

    Adesso vado in Chiesa alla faccia dei musulmani strumentalizzati dai dominanti. Poi continueremo a fare proselitismo come lo chiama Bergoglio. Proselitismo, per i polemici che salverà, anche i musulmani .

    Rispondi
    • 18 Agosto 2020 in 18:33
      Permalink

      Naturalmente è un commento scherzoso.Non c’è la minima volontà di una contesa religiosa.

      Rispondi
  • 19 Agosto 2020 in 11:20
    Permalink

    Sacchetti perdonami ma l’incipit del tuo articolo stavolta fa storcere parecchio il naso.
    Pare un racconto medievale del tranquillo villaggio scosso dall’arrivo di forestieri.

    So che tu lo sai già, ma vorrei ricordare a tutti che “la quiete della canicola estiva di un tranquillo pomeriggio di Milano” non dovrebbe essere tale, però lo è perché gli italiani e in particolare i residenti di Milano sono per lo più una massa di addormentati lobotomizzati che stanno accettando passivamente tutte le schifezze messe in atto da un governo indegno persino di Topolinia e Paperopoli, e non dovrebbe essere l’arrivo dello straniero a sconvolgere la quiete dell’attività cerebrale milanese bensì tutto quello che da 6 mesi il governo riesce a far ingoiare al popolo con cagate strombazzate sui media su finti virus, contagiati, sani asintomatici, contagiosi e cluster. Qualcos’altro?
    Comunque fino alle 18 tutta vita eh, poi museruola fino all’alba che si sa questi sono virus da pipistrelli notturni!

    E se quello straniero si è potuto permettere di fare ciò che ha fatto è perché la Lega prima e Salvini poi non hanno MAI fatto davvero NIENTE per risolvere il problema immigrazione selvaggia.
    Vogliamo citare la legge Bossi- Fini e farci due risate?
    Perché gli immigrati sono strumentali a questa lega di falliti e scappati di casa stipendiati dagli stessi che manovrano PD e 5 stelle, senza immigrati come farebbe Salvini a ottenere consensi da altri scappati di casa ignoranti che pensano con tutto tranne che con il cervello, visto che è il suo unico, perenne cavallo di battaglia acchiappa voti?

    A proposito, dove si trova l’opposizione da agosto 2019 ad oggi? Ma in ferie ovviamente, dove volete che sia.
    E basta con le storielle penose che non hanno i numeri, non hanno la maggioranza e quindi non possono fare nulla.
    Persino Sgarbi e la Cunial riescono a dirne quattro all’intero Parlamento, ed è gente che nemmeno seguo o mi interessa o piace, ma diciamo che stanno raccattando migliori figure del trio lescano nano di Arcore – chihuahua Meloni- porchettaro Salvini, che pensano solo a farsi i cavoli loro assicurandosi di restare ben aggrappati all’Europa e all’Euro come cozze allo scoglio.

    Ma con gli italiani basta poco che ce vo’, diceva Giobbe Covatta: basta dire loro che tutti i problemi del mondo sono dati dagli immigrati e si dimenticano subito che da sei mesi portano la museruola, i loro figli andranno presto a scuola con scafandro e plexiglass e ci attendono almeno 7 vaccini diversi anti Covid, perché vuoi mettere di non provarli tutti su noi carne da macello per vedere qual è il migliore e dimostrare che quello russo è una cagata?

    Mi raccomando, restate intrappolati nel dualismo destra- sinistra e continuate a votare questa gente, poi supplicate Trump e Putin, che hanno ben altri problemi che un popolo di acefali come quello italiano, di salvarci quando non siete capaci di salvare voi stessi da quando siete al mondo.

    In quanto a Bergoglio vicario di Cristo, non mi risulta che nessun Papa tranne Celestino V sia mai stato vero vicario di una vera divinità, basterebbe leggere i libri di Proclamato sulle tre ottave scoperte proprio nella Basilica di Collemaggio all’Aquila, ove Celestino V volle essere fatto Pontefice, per capirlo.

    Rispondi
    • 19 Agosto 2020 in 12:24
      Permalink

      Iris, che la massa sia lobotomizzata è evidente, e che non dovrebbe esserci una situazione di quiete anche, ma purtroppo quell’incipit descrive solo uno stato di cose che, come sai, non dipende certo da me.

      Rispondi
  • 19 Agosto 2020 in 11:55
    Permalink

    Dimenticavo:

    Scommetto che naturalmente l’immigrato non portava la museruola, giusto?

    Ma si sa, anche a Milano e nel resto della repubblica delle banane (sarà per questo che arrivano tanti africani!) le forze dell’ordine devono dare la caccia a pensionati, invalidi e ragazzini comminando multe assurde e già stralciate dai vari giudici di pace e costituzionali, non hanno certo il tempo per arrestare veri criminali di ogni nazionalità e mafiosi…e mentre la gente non vede la cassa integrazione da maggio, loro aumento stipendio di 300€ se non erro.
    E Salvini esulta, a lui guai a toccare le forze dell’ordine e la kippah per cui scodinzola felice.

    Ma l’Italia merita davvero la salvezza?
    Ci sto ripensando seriamente, visto il disgustoso teatrino in atto da mesi con pecore felici di andare al macello.

    Salvini for President!
    Tanto è il meglio che questo paese riesce a produrre.
    Tenetevelo!

    Rispondi
  • 19 Agosto 2020 in 18:29
    Permalink

    Un piccolo e mesto sorriso sui tempi che corrono?
    Per chi lo accetta—-
    Il corona vien di notte
    con ragazzi a frotte a frotte
    con lo stato che ce le suona,
    comoda disgrazia ‘sto corona!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *