Gli scienziati scrivono al governo:”clima terroristico, mettete fine all’emergenza sanitaria”

di Cesare Sacchetti

Una lettera dettagliata nella quale si chiedono punto per punto chiarimenti precisi sull’intera gestione della crisi da Covid.

E’ l’iniziativa presa da scienziati e medici che hanno deciso di scrivere al presidente del Consiglio, al ministro della Salute e ai governatori delle Regioni per chiedere chiarimenti su molti punti controversi di questa situazione.

Nel gruppo dei firmatari ci sono il professor Pasquale Bacco, la dottoressa Antonietta Gatti, il dottor Mariano Amici, la professoressa Carmela Rescigno, il dottor Fabio Milani e la dottoressa Maria Grazia Dondini.

Nella missiva, si parte subito da un primo presupposto fondamentale. Il Covid-19 non è il mostro che è stato descritto all’opinione pubblica.

Gli scienziati, a questo proposito, tendono subito ad evidenziare che questo agente patogeno non si è rivelato affatto più mortale dei precedenti virus influenzali.

Crediamo in primo luogo che sia necessario chiarire in modo univoco, chiaro e scientificamente credibile che il Covid-19 ha dimostrato di essere una forma influenzale non più grave degli altri Coronavirus stagionali: nonostante l’OMS abbia dichiarato l’emergenza pandemica l’11 Marzo, le cifre ufficiali dei deceduti, dei contagiati e dei guariti contraddicono la definizione stessa di “pandemia.”



Se si prendono in considerazione infatti le statistiche ufficiali riportate dallo stesso ISS, quanto scritto nel documento trova ampio riscontro.

I dati in questione dicono che il 96% delle persone decedute con il Covid era già portatore di altre gravi patologie e attribuire la causa dei decessi esclusivamente all’agente virale è altamente discutibile sotto il profilo scientifico.

Se si fossero mostrati questi numeri all’opinione pubblica sin dal principio, probabilmente l’intera percezione dalla cosiddetta emergenza Covid avrebbe assunto una prospettiva completamente diversa.

Un altro aspetto fondamentale sollevato dagli scienziati riguarda i metodi utilizzati fino ad ora per rilevare i contagi.

Il test al tampone ha presentato un’elevata inaffidabilità dal momento che sono stati numerosi i casi di falsi positivi. Il caso più eclatante riguarda quello dei 17 infermieri di un ospedale di Nuoro risultati tutti falsi positivi e sottoposti a quarantena sulla base di una diagnosi completamente errata.

“I tamponi effettuati per rilevare la positività al virus danno una percentuale di “falsi positivi” e “falsi negativi”, per cui possono risultare “contagiati” soggetti che non lo sono; di conseguenza, le percentuali ricavate dal numero dei tamponi vanno interpretate e spiegate tanto agli operatori sanitari quanto ai media e alla popolazione, evitando inutili allarmismi.”

Se dunque questo test continua a sfornare falsi positivi, perchè il governo continua a farne uso? Fin dal primo momento di questa crisi, l’esecutivo infatti non solo ha adottato protocolli medici discutibili ma ha anche mostrato atteggiamenti ambigui e poco trasparenti.




Il caso più emblematico è quello delle autopsie che sono state quasi vietate in una circolare ministeriale ingenerando confusione ed evitando di poter fare chiarezza su cosa avesse realmente determinato la morte dei pazienti.

Ed è proprio questa la domanda che viene rivolta al governo su questo punto.

Per quale motivo si sono impediti gli esami autoptici, che si sono invece rivelati, quando effettuati, una fonte insostituibile di preziosissime informazioni e che hanno consentito di scoprire che la causa principale dei decessi non era la virulenza della patologia, ma una sua errata cura.”

Se le autopsie fossero state eseguite sin dal primo momento, probabilmente molti elementi utili sarebbero stati subito messi a disposizione della comunità medica e la patogenicità del virus si sarebbe potuta gestire con riferimenti scientifici certi.

Gli esami autoptici avrebbero evitato con ogni probabilità anche di seguire protocolli sanitari errati come quello dei respiratori artificiali che in molti casi hanno aggravato la condizione dei pazienti.

Se c’era la volontà di tutelare davvero la salute pubblica, perchè il governo Conte ha diramato queste istruzioni quantomeno ambigue che hanno di fatti impedito di fare chiarezza fin da subito.

Soprattutto, si chiedono i firmatari dell’istanza, quali sono “i titoli e l’autorevolezza” del comitato tecnico-scientifico che ha guidato le decisioni del ministero riguardo a queste decisioni.

Perchè i pazienti Covid sono stati mandati nelle case di riposo?

I medici avanzano un’altra osservazione fondamentale riguardo agli anziani. Com’è noto, questa è certamente la categoria più esposta alle conseguenze del virus.

Ma preso atto di questa evidenza, come si concilia la decisione di diverse regioni, tra le quali Lombardia, Lazio ed Emilia, di trasferire i pazienti nelle case di riposo, nei luoghi dove proprio gli anziani già portatori di altre patologie si trovano?

Le autopsie che il governo non voleva fare hanno dimostrato, tra l’altro, come il Covid sia curabile con farmaci anti-infiammatori a basso costo.

Questo porta a concludere che l’ospedalizzazione e i trasferimenti dei pazienti Covid nelle RSA non solo sono stati inutili, ma dannosi perchè hanno dirottato risorse pubbliche alla cura di persone che potevano essere trattate da casa e hanno messo a rischio gli anziani presenti in queste strutture.

La fase 2 non è fondata su alcun principio scientifico

Allo stato dell’arte, le disposizioni del governo sulla gestione della fase 2 non sono ispirate in base a dei sicuri e affidabili criteri scientifici.

Gli scienziati su questo sono piuttosto chiari.

“Per quale motivo si continua ostinatamente a “minacciare” futuri, possibili scenari di inasprimento delle misure di contenimento, come se l’epidemiologia dipendesse solo dalla mancata ottemperanza di disposizioni sanitarie la cui efficacia è quantomeno dubbia: nessuna evidenza scientifica permette di affermare che in questo stadio dell’epidemia sia ancora necessario mantenere le distanze di sicurezza, usare mascherine, indossare guanti oltre a curare l’igiene delle mani.”

La fase due, non differentemente dalla fase uno, sembra pertanto animata da un clima di minaccia costante nei confronti dei cittadini che non si conformano a queste procedure che nulla hanno di scientifico.

Gli stessi medici non possono fare a meno di notare come “si sia attuata una politica del terrore ed una grave mistificazione della realtà” sulla rappresentazione del Covid raffigurato come un mostro.

Una politica del terrore che sembra mossa da una volontà precisa di incutere timore e alimentare terrorismo psicologico tra la popolazione.

Una strategia che non pare avere nulla a che fare con la tutela della salute dei cittadini, dal momento che stanno aumentando di fatto i suicidi e le patologie di carattere psicologico.

Le mascherine sono inutile e dannose

Un altro aspetto controverso è quello delle mascherine. Perchè si stanno imponendo degli strumenti che non solo non sono efficaci, ma che stanno provocando danni alla salute delle persone?

Gli effetti collaterali del loro uso sono riportati dallo stesso ministero della Salute che cita come controindicazioni l’ipercapnia e l’infezione da microrganismi.

L’imposizione delle mascherine quindi mette a rischio la salute di chi le utilizza.

Ma il governo non solo continua a prescrivere il loro uso, ma ha approvato, si legge nel documento, “un numero impressionante di obblighi e divieti che non trovano alcuna legittimazione scientifica e tantomeno giuridica nonostante un quadro sanitario nettamente positivo.”

Gli scienziati a questo punto lanciano un appello finale al governo. Una volta prese in considerazione le evidenze mediche che dimostrano come l’intera politica adottata dal governo non risponda in alcun modo a seri criteri scientifici, chiedono di mettere fine a questa situazione surreale e di restituire la libertà ai cittadini.

Ci sono scienziati seri e indipendenti che vogliono davvero servire la comunità e che si mettono a sua disposizione per uscire quanto prima da queste misure irrazionali e incostituzionali.

Se il governo non ascolta questi scienziati, sarà chiaro quello che probabilmente era già da tempo.

L’intera gestione del Covid non ha nulla a che vedere con la salute dei cittadini. L’intera gestione del Covid sta facendo del male agli italiani e sembra avere un fine preciso. Strappare la libertà al popolo e trasformare il Paese in una dittatura dietro il falso pretesto dell’emergenza sanitaria.

La scienza in questa storia non c’entra nulla. C’è un virus più pericoloso che si è diffuso nel Paese e non ha le sembianze del Covid. Ha le sembianze di un regime autoritario.

Questo blog si sostiene con le donazioni dei lettori. Se vuoi aiutare anche tu la libera informazione, clicca qui sotto.

https://www.paypal.me/CesareSacchetti

74 pensieri riguardo “Gli scienziati scrivono al governo:”clima terroristico, mettete fine all’emergenza sanitaria”

  • 28 Maggio 2020 in 10:09
    Permalink

    Bisogna convincere Medici e Operatori Sanitari a boicottare e protestare contro tutto ciò che sta avvenendo

    Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 12:19
      Permalink

      Serve infatti una disobbedienza da parte dei medici e di tutte le comunità come anche professori dove circolano bambini alunni serve una risposta seria e reale è chiaro il piano criminale imperativo ora nessuno dorma

      Rispondi
      • 28 Maggio 2020 in 23:15
        Permalink

        I gravissimi danni a bambini e famiglie oltre che a strutture private chiuse dal 24 febbraio e ancora senza risposte? Genitori, bambini, titolari, educatori in una snervante attesa del nulla e donne che rimarranno senza lavoro… E poi vogliamo parlare della violazione della libertà di salute e privacy che ci viene imposta per capire se abbiamo contratto il virus? Una spesa che si aggira intorno ai 120-150€ per l’obbligo di un tampone che non sappiamo quanto sia attendibile… E non si può fare se non si fa il sierologico…se fosse stata una vera epidemia non si sarebbe costruita tutta questa impalcatura a pagamento…che tristezza…

        Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 15:16
      Permalink

      Dal momento in cui hanno deciso di chiudere le attività ed hanno chiuso in casa i cittadini facendoli perseguitare dalle forze dell’ordine, la prima cosa che ho scritto al mio sindaco è stata che era una dittatura oltre che una follia. Mi conforta il fatto che ora se sne stiano accorgendo in tanti. È bastato
      conoscere la storia per capire.

      Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 22:27
      Permalink

      Viviamo immersi in un campo di vergognose menzogne: come possiamo uscire da questo incubo, creato da “scienziati”, politici/amministratori e professionisti dell’informazione vistosamente corrotti, che ci hanno svenduti agli intetessi economici delle case farmaceutiche?

      Rispondi
    • 29 Maggio 2020 in 3:17
      Permalink

      Siamo persi in un labirinto nel quale ci hanno messo x far si che restiamo innocui, ingenui, impauriti!

      Rispondi
      • 31 Maggio 2020 in 23:38
        Permalink

        Siete in diversi a lamentarvi di “vergognose menzogne”, “persi in un labirinto”, “creduloni”.
        Avete presente il film Matrix della “pillola rossa” e “pillola azzurra”?
        Pensate sia fantasia distopica? No! È realtà.
        Con la prima sono tuoi occhi che vedono la realtà e quello che vedono gli occhi ascoltano anche le tue orecchia. Con la seconda sono le orecchie che vedono la realtà e i tuoi occhi ascoltano, e quello che vedono è nient’altro che creduloneria alle tue orecchia.
        Aprite gli occhi… la realtà è visibile con gli occhi, col cuore e con la mente.

        Rispondi
        • 10 Luglio 2020 in 23:22
          Permalink

          Salve a tutti, e grazie innanzitutto a Cesare Sacchetti per il suo alato contributo alla conoscenza, e a tutti coloro che credono alla verità, e alla giustizia, ma oggi più di ieri esse appaiono ancille dei poteri occulti… “agathou idea meghiston mathema…” (Rep., L. VI, 505a), l’idea del buono è la massima conoscenza…” pontificava Platone ponendo al centro della sua ontologia il “buono”, ente noetico (pensiero puro come lo definisce Platone) … noi moderni perdendo di vista questo fine alato cui deve mirare ogni nostra azione rischiamo il deterioramento dell’umanità se non la distruzione del nostro stesso pianeta. Pertanto valga l’apoftegma, lanciato come strale profetico, non contro, ma a favore dell’umanità, come sprone … dal sommo Eraclito:
          “Non dobbiamo temere tanto il fuoco quanto la dismisura”…
          credo che l’espressione “la realtà supera la fantasia” (in questo caso quasi diabolica) sia perfettamente calzante a descrivere la situazione in cui si trova attualmente immerso l’intero globo terracqueo … occorre come direbbe sua Eccellenza Cardinale Ersilio Tonini un “cambiamento radicale”, una conversione, operata da ognuno di noi, interiormente … chiudo con un pensiero unificante, che è ciò che deve caratterizzare il nostro operare che deve essere un “operare luminoso”, una “luce operativa” come amavano dire gli scolastici in primis Tommaso d’Aquino e Bonaventura da Bagnoreggio …
          “Ut unum sint”, affinché siano una cosa sola
          Gv. 17, 20-23

          Rispondi
      • 1 Luglio 2020 in 2:11
        Permalink

        Sono. Pienamente d’accordo con questo articolo.

        Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 10:35
    Permalink

    sicuramente verranno ignorati o considerati dei complottisti..

    Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 16:01
      Permalink

      Hanno già dimostrato con chi non era d’accordo con l’obbligo vaccinale cosa succede non adeguars.

      Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 10:51
    Permalink

    E ancora ci sono milioni di fresconi italiani che credono alla storiella del virus mortale, quando ormai anche i sassi hanno capito che i morti di Bergamo e Brescia sono stati dovuti a cause iatrogene (vaccini prima, cure errate poi) e inquinamento elettromagnetico. Il Covid si può curare tranquillamente a casa, lo vogliamo capire o ancora no??

    Spieghino e al più presto PERCHÉ non hanno eseguito autopsie e cremato i pazienti immediatamente, ci sono cose che se scoperte faranno crollare miseramente tutto il sistema di menzogne in cui il popolo italiano è intrappolato suo malgrado ormai da troppo tempo?

    Il Governo DEVE rispondere di TUTTI i morti e di TUTTI i malati che ci sono stati finora su TUTTO il territorio nazionale, e non deve né può cavarsela con la solita immunità parlamentare, quella stessa immunità che a noi non concedono se non con un vaccino velenoso e mortale e in attesa del quale le nostre vite sono sotto sequestro!

    Medici onesti che fate il vostro lavoro con coscienza, INSORGETE contro questi criminali venduti ai poteri stranieri e aiutateci a salvare questo paese da costoro!

    Rispondi
    • 30 Maggio 2020 in 13:39
      Permalink

      I medici onesti curano le persone, anche te, purtroppo Fatti un giro nelle rianimazioni poi ne parliamo. E anche in psichiatria già che ci sei.

      Rispondi
      • 30 Maggio 2020 in 17:59
        Permalink

        La mascherina t’ha già danneggiato il cervello vedo.
        Respira ossigeno ogni tanto!

        Rispondi
        • 31 Maggio 2020 in 15:53
          Permalink

          Classica risposa da “bar dello sport”. Bisogna averlo un cervello per ossigenarlo. Il mio lo è più del 99% (appena misurato). Voi riempite la scatola cranica intanto.

          Rispondi
    • 30 Maggio 2020 in 18:16
      Permalink

      il tuo limite sta nel ritenere che le cose vadano capite e non dimostrate

      Rispondi
      • 31 Maggio 2020 in 7:52
        Permalink

        Capire è già una dimostrazione che i neuroni lavorano bene.
        Le dimostrazioni a cui ti riferisci tu invece sono atto dovuto di chi dice che esiste una epidemia-pandemia.
        Però posso farlo tranquillamente anch’io: 6 milioni di contagiati e poco più di 300.000 morti in un mondo di 7.700.000.000 di abitanti è chiara dimostrazione che non c’è alcuna pandemia e che tutta questa storia è una farsa gigantesca per resettare il mondo e instaurare dittature filo cinesi.

        Fatti e non chiacchiere, ok…Ok?

        Rispondi
        • 31 Maggio 2020 in 16:15
          Permalink

          Non hai, come al solito, capito i numeri nè inquadrato la situazione, che viene dipinta a livello di asilo,forse meno, ma questo è il livello di comprendonio. E’ evidente che di quei 369.000 morti te ne frega poco, e non hai avuto nessuno tra essi. Complimenti. La distribuzione della malattia intanto non è omogenea, quindi dovresti calcolarla solo sulla popolazione potenzialmente infettabile allo stato attuale, e priva di protezione, individuale e collettiva (per es. confronto tra Brasile e Germania). Con questi numeri di contagiati, anche ammettendo solo un 10% di casi gravi (600.000) si saturerebbero gran parte degli ospedali e si sbriciolerebbe parte del tessuto della società. Anche il tuo, qualsiasi lavoro tu faccia (direi ragioniere o geometra promosso con 36). Ti si blocca la centralina internet, che ti permette di sparare stupidaggini, ed il tecnico non c’è, come fai a propagare il tuo verbo ? Un tuo caro si ammala ma il pronto soccorso o la rianimazione sono saturi , che fai ? Si tratta di non saturare la struttura sanitaria che potrebbe salvare anche il tuo culo in questo momento, magari per un attacco di bile :-). La struttura che porta il tuo cibo bio o la cura minchiopatica agli adepti del culto. E così via. O vorresti una bella febbre emorragica per far quadrare i tuoi numeri ? La tua è una (a dir poco) banalizzazione, Ma tant’è, sfuggirà di sicuro il contenuto di questa reply.

          Rispondi
      • 31 Maggio 2020 in 15:57
        Permalink

        Questa risposta fa ridere. Per capirle bisogna conoscerle, e magari dimostrarle agli scettici, o almeno per sè stessi. Sennò uno capisce quello che vuole. Come succede spesso tra gli adepti.

        Ma parlate tutti allo stesso modo, lo sapete ? Zero argomentazioni, ironia al limite dell’offesa, saccenteria da bar dello sport. Scienza zerovirgolazeroqualcosa. Come fa il mondo a privarsi di tanta intelligenza ? Boh…

        Rispondi
        • 1 Giugno 2020 in 6:31
          Permalink

          @ Mocion, Ok

          Mi è bastato vedere i tuoi nickname per saltare i tuoi commenti a piè pari.
          Tu sei il perditempo che va a intasare anche il blog del Dr. Montanari con le sue frescacce, usando chissà quanti account.

          Abbiamo già capito chi ti manda, fai pena. E fatti una vita.

          Rispondi
          • 3 Giugno 2020 in 11:01
            Permalink

            @Iris

            Come tutti i tuoi simili non ribatti con argomentazioni. Non ribatti se non con frasi generiche e offensive o, se va VERAMENTE BENE, con frasi di una genericità assoluta (vedi il tuo esempio di numeri) , che personalmente neanche mi arrivano a toccare. Senza prove, tra l’altro, di quanto affermi, ovvero se mi manda qualcuno e se ho una vita. La risposta è non mi manda nessuno ed ho una vita BELLISSIMA. Proprio ieri ero ad arrampicare, libero come l’aria mentre tu eri a fare qualche commento su blog no-vax. Sono una mente libera che pensa con la SUA testa e non con quella di Montanari o di qualche santone no-vax, a differenza di molti di voi, che poggiano le prorpie certezze suule opinioni di altri. A differenza di voi, che avete il vuoto interstellare nella scatola cranica, leggo, valuto, mi pongo delle domande e cerco delle risposte basandomi sulla mia conoscenza scientifica e non su leggende metropolitane o siti copie di altri siti e copie di altri siti. Scommetto che credi anche alle scie chimiche. E ti sfido ad argomentare con cose serie.Ho visto i tuoi commenti, da adolescente e sempre di una vacuità carratteristica. Ma so già la risposta, se hai visto anche i miei post sul sito del farmacista: sei un venduto, sei del sistema ecc ecc. non vale la pena rispondere ad uno come te ecc.ecc. Le risposte dei perdenti che non hanno nulla da contrapporre. D’altronde la violenza (verbale, spero) è la classica risorsa degli incapaci. Dei nessuno senza cultura che sono solo capaci di vedere video su youtube e che non hanno criterio per valutare, che si trovano su un blog, si danno pacche sulle spalle e che non ammettono voci diverse dalla loro. Fantastici, vi adoro.
            A me piacerebbe tanto che la libertà di vaccinazione ci fosse, eccome. Ma assieme anche ad un documento dove, nel caso vi ammalaste della malattia di cui si è rifiutata la vaccinazione, vi venissero addebitate le cure in toto, o un bel superticket per danno sanitario.
            In altre parole vi beccate il covid, c’è un vaccino, e non lo fate? OK, va bene. Poi non vi intubiamo. Non vi curiamo. Vi pagate tutte le medicine ed il ricovero, altro che SSN. Sarebbe splendido. Ma ahimè vagamente incostituzionale direi.
            Ve la fareste sotto tutti se fosse così, leononi da tastiera. Te per prima.

          • 3 Giugno 2020 in 12:02
            Permalink

            Ma invece i tuoi argomenti quali sono a parte etichettare le persone come no vax e altre amenità del genere?

  • 28 Maggio 2020 in 11:05
    Permalink

    Qui ci dobbiamo mettere d’accordo. Parliamo di salute. Non di destra sinistra, o interessi personali. C’è stata una causa. C19. Un effetto che ora grazie a Dio sta regredendo, ma non del tutto passato. Inutile parlare di governo di dittatura, qui nessuno si sente in dittatura. Ma semplici azioni d’igiene che dovrebbero essere fatte sempre, e non solo quando gira un virus. Le responsabilita’ ci sono. Gli scienziati dovrebbero scrivere agli scienziati. Fare una riunione fra loro trovare un punto d’ intesa. E poi consigliare al governo. I cittadini devono fare i cittadini comportarsi con rispetto e liberta’ verso gli altri e loro stessi. Le polemiche lasciamole fuori da questi contesti. Qui si parla solo di salute.

    Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 11:26
      Permalink

      IL COVID19 HA UN ANDAMENTO IDENTICO ALLE EPIDEMIE ANNUALI DI INFLUENZA!!!
      https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2961025893983820&id=100002293147361

      ISS DATI INFLUENZA 2018/2019
      “Si stima che le epidemie annuali causino da 3 a 5 milioni di casi di influenza e da 290.000 a 650.000 morti in tutto il mondo”
      https://www.epicentro.iss.it/ben/2019/luglio-agosto/sorveglianza-integrata-influenza-2018-19
      DATI COVID19
      casi totali? morti?
      https://gisanddata.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/bda7594740fd40299423467b48e9ecf6

      #truffacovid #dittaturasanitaria #TheGreatAwakening

      Rispondi
      • 28 Maggio 2020 in 14:44
        Permalink

        Ho 63 anni ed ho anche una malattia respiratoria cronica, pertanto sarei uno di quelli destinati ad una morte prematura, secondo quanto si diceva nelle prime settimane di diffusione del virus in Italia. Questa è stata la terapia del terrore che è stata somministrata a me e alla mia famiglia. Essendo un ingegnere, esperto e anche insegnante di “sicurezza nei luoghi di lavoro”, fin dai primi giorni ho capito che la protezione civile ed i cosidetti esperti, nelle loro azioni e nei loro proclami, si dimostravano impreparati (nonostante il largo preavviso avuto dalla situazione cinese), incapaci, inconcludenti, forse talvolta anche in malafede. Inoltre alcuni di loro potrebbero essere in evidente situazione di “conflitto di interessi” rispetto ai loro rapporti con aziende private interessate a speculare sulla paura di una pandemia e/o su tutto ciò potrebbe cambiare sul piano economico, farmacologico etc, a causa della paura di essa. Ciò che maggiormente mi ha insospettito è stata la decisione, addirittura del ministero, di prevedere la cremazione di numerosissimi defunti, senza farne prima l’autopsia. Ora riguardo la mancata autopsia, si potrebbe obiettare che non vi erano medici sufficienti per farne tante, o ancora che sarebbe stato pericoloso eseguirne tante. Se volessimo considerare queste ipotesi credibili, mi domando come mai non sia stato applicato il regolamento nazionale di polizia mortuaria , seppellendo quei cadaveri nei campi di inumazione (cioè prati) di cui tutti i cimiteri d’Italia sono dotati per una misura non inferiore al 40% della loro potenzialità, proprio nella previsione di eventuali pestilenze, guerre, catastrofi naturali etc. Perché esporre i militari e gli addetti al pericolo di infezione, pur di fare la cremazione, anche trasportando i corpi a decine/centinaia di chilometri di distanza? A voler pensare male, potrebbe sembrare che si volessero impedire gli accertamenti autoptici anche per il futuro. Inoltre, perché tanta pubblicità e accanimento contro le voci e gli organi di informazione “non allineati”? Perché si sta cercando di approvare una norma che liberi esperti, dirigenti e politici da ogni responsabilità civile e penale?

        Rispondi
        • 28 Maggio 2020 in 23:13
          Permalink

          Ma chi sei tu per dire di cosa si deve parlare! arresti domiciliari, tso violenti,
          Ragazzi portati di peso in caserma da poliziotti, posti di blocco, multe da capogiro, autocertificazioni ridicole illegali,
          Un economia stroncata. Ma chi te lo paga lo stipendio a te, tempo sei mesi prendiamo tutti l’assegno di cittadinanza se continua così, altro che questione di salute!!!!!

          Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 11:51
      Permalink

      Caro , gli scienziati hanno scritto al governo , perché indipendenti . I presunti scienziati delle task forze governative non hanno nessun interesse ad aprire un dialogo per scopi puramente economici. la professoressa Antonietta gatti e la più grande studiosa mondiale di nanoparticelle, e ci sono suoi studi che dicono che i vaccini non sono puliti ma pieni di alluminio , mercurio e quant’altro . Ma in Italia danno voce solo a personaggi corrotti , la dottoressa gatti non è mai stata invitata in una tv italiana . Ma viene premiata a livello mondiale insieme al marito dott Montanari, alla scoperta della causa delle morti da covid19 causa principale tromboembolie.

      Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 12:04
      Permalink

      Il governo ha fatto una politica di terrore su questo virus.anche se andimo a spiegare che è una bufala tanti non c credono.il terrorismo mediatico e politico ha convinto la maggior parte della popolazione a credere la falsapandemia.chi sa a quali scopi?mi è piaciuta liniziativa di voi ,medici ecc.di scrivere al presidente del consiglio,…qui bisogna DENCIARE ,L’OMS,IL PRESIDENTE DEL CONDIGLIO E TUTTI I RESPONSABILI.

      Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 12:34
      Permalink

      O invece si, tantissime persone in Italia si sentono in dittatura inclusa me, perché credere ancora nel 2020 che una epidemia-pandemia che non ha i numeri per essere nessuna delle due cose si elimini mettendo sotto sequestro 60 milioni di cittadini significa non avere per niente chiaro cosa sia un protocollo sanitario e tantomeno coss dica la Costituzione al riguardo.

      E tanto per chiarire, un Presidente del Consiglio che scavalca un Parlamento e fa valere ordinanze amministrative come leggi dello Stato a casa mia si chiama colpo di stato, non solo a cass mia ma in quella di tanti avvocati che hanno sporto denuncia.

      Smettiamola con queste storie di virus e pandemie per giustificare la deriva totalitaria di questo paese a opera di incompetenti collusi con i poteri finanziari, qui non è stato fatto NULLA di sanitario e TUTTO di politico.
      Ma su una coss concordo: Non esistono destra o sinistra da anni in questo paese, esistono solo pupazzi messi in Parlamento dall’alto che rispondono solo ai loro padroni, non al popolo italiano. Ma lo faranno molto presto, ci conti.

      Rispondi
      • 28 Maggio 2020 in 14:20
        Permalink

        Sono d’accordo con te Iris…..siamo in dittatura…..!!!!

        Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 12:53
      Permalink

      Guarda non ho parole a ciò che affermi…. continua a dormire tu…. ma non puoi obbligare il popolo a restare sotto dittatura!

      Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 14:58
      Permalink

      Certo gentile Vanni, ma se dal governo arrivano, attraverso i media a pensiero unico, informazioni distorte e decisioni arbitarie ingiustificate, gli scienziati che lavorano sul campo prima, rilevando incongruenze sostanziali tra la narrazione degli esperti assunti dal governo e la realtà, e i cttadini poi, con il buon senso di apprensione della realtà e con senso civico di difesa della Carta, hanno ben donde (considerata anche la feroce battaglia contro il pensiero ciritico di giornalisti, pensatori, giuristi, medici operata ultimamente da una delle tante task force del governo preposta ad imbavagliare chi si permette di porre dubbi su ciò che è accaduto e sta accadendo) e diritto ( non vuoi conoscere gli evidenti conflitti di interesse di alcuni esperti assunti dal governo Conte? Non vuoi sapere su quali basi scientifiche Giuseppe Conte ha di fatto sospeso lo stato democratico annullando ben più di un articolo della Costituzione? Non vuoi conoscere la reale portata di questo virus, in un confronto con veri scienziati che lavorano in prima linea e non in prima serata sulle reti tv?) di interpellare il governo sulle azioni sin qui adottate, chiedendo, in un confronto pubblico, dettagliate giusitifcazioni scientifiche del suo agire. Io voglio conoscere la verità, e plaudo alla forza e al coraggio di questi medici.

      Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 17:08
      Permalink

      nessuno ha parlato di politica e il tuo (citato amichevolmente C19) è ed è stato lo strumento per imporre la dittatura sanitaria, in tempi non troppo lontani imponevano la dittatura ideologica, diverse nel nome ma uguali nella sostanza, oserei dire, nel rispetto di chi tanto ha combattuto per la libertà, questa è anche peggio perchè il presunto nemico è invisibile. Per le tue semplici azioni d’igiene fatti una camera iperbarica e aspetta che venga il tuo momento, ma lascia in pace chi la vita la vuole vivere.

      Rispondi
      • 30 Maggio 2020 in 11:03
        Permalink

        Da anni la sinistra ha blaterato contro la dedtra accusandola di fascismo di volere il potere autoritario e questa cortina di fumo ha impedito ,almeno fDONNIAMO all’inizio ,a molti di capire che la falsa pandemia era solo il cavallo di troia per instaurare uno stato di polizia che azzerasse le libertà civili a modello
        dello stato Cinese cui il governo di sta ispirando.

        DOBBIAMO IMPEDIRLO A TUTTI I COSTI

        Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 23:11
      Permalink

      Ma chi sei tu per dire di cosa si deve parlare! arresti domiciliari, tso violenti,
      Ragazzi portati di peso in caserma da poliziotti, posti di blocco, multe da capogiro, autocertificazioni ridicole illegali,
      Un economia stroncata. Ma chi te lo paga lo stipendio a te, tempo sei mesi prendiamo tutti l’assegno di cittadinanza se continua così, altro che questione di salute!!!!!

      Rispondi
    • 29 Maggio 2020 in 7:55
      Permalink

      No, caro Vanni, qui non si parla affatto di salute, ma di ENORMI risvolti economici.
      Io sono un medico che per prima scrissi, quando ancora non era stata dichiarata la pandemia, che questo virus non era quel mostro che volevano farci credere. Quando la gente ha paura le puoi imporre qualsiasi cosa se le fai percepire che è per il suo bene, ed è esattamente quello che sta succedendo: tenere ancora tutti attanagliati da un’epidemia ormai risolta per poterli obbligare ad una vaccinazione di massa in tempi record; questo l’obiettivo, non altro.

      Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 11:12
    Permalink

    Molti lo stanno già facendo e lo pagano con la radiazione dall’albo professionale. @Cesare Sacchetti: l’ipercapnia e l’infezione da microrganismi non compaiono nel link al ministero della salute.

    Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 11:12
    Permalink

    Il punto è che le terapie efficaci stanno per essere boicottate dall’alto.
    L’atto è assolutamente criminale.

    Ci si chiede come sia possibile, che un Governo si pieghi agli interessi economici di colossi del farmaco, o di miliardari senza scrupoli; come sia concepibile, barattare migliaia di vite in cambio di carriere.
    Infatti non c’è SOLO questo; la deriva verso il baratro dell’inumanità, è la conseguenza della perdita della sovranità monetaria: se uno Stato per finanziarsi (compresi stipendi, pensioni, sanità e quant’altro), è costretto a mendicare nei mercati, è OVVIO che siano questi a dettare le regole.
    Non obbedisci? Non avrai i quattrini per curare nessuno.
    Obbedisci? Bene, con il vaccino (per dire) salverai delle vite E FARAI BRILLANTE CARRIERA.
    Ecco fatto. Non c’è altro che questo.

    Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 13:31
      Permalink

      Vanni.. Non hai capito una beata con il tuo ingiustificato commentino.. dici addirittura che non siamo in dittatura..?!?

      Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 11:37
    Permalink

    Ma che dire secondo me il covid 19 una grandissima pagliacciata non ho parole perché condivido quello che dicono questi signori le autopsie non sono mai state fatte non stavi che cosa sono morte puntualmente mi è scontrato con un signore su Facebook dove mi diceva che sono morti dei suoi parenti di covid 19 allora gli ho fatto la domanda ma ha fatto l’autopsia non mi hai risposto ha fatto il punto interrogativo allora gli ho detto scusami ma tu stai parlando con un deficiente una persona che sta facendo veramente degli studi approfonditi per quanto riguarda quel discorso di virologia perché tu non sai nemmeno che così professor Montanari la professoressa gatti e sparò il professor tarro il professor montagne capito un Opel tutti han detto che non è grandissima stupidaggine e allora delle volte mi viene da pensare no quando vado al supermercato la mascherina sembra che sono un terrorista che entra per rubare qualcosa ti devi mettere i guanti per oggi ho detto scusami ma c’è la disinfestazione per i guanti no allora devo uscire fuori per disinfettare mi si è messa a ridere se vado che mi prendeva lui in giro a me ma non si è reso conto che è un emerito deficiente è ignorante con una capito niente si devono ribellare se farmi deficiente ho le pecore come l’euro un avanti e uno dietro perché Roma nobru li aveva fatto una cosa buona l’uomo che sta davanti lo prende da dietro e noi così abbiamo fatto siamo diventati un branco di pecore ammansite che nessuno ci potrà mai dire niente io sono l’unico italiano ho molti italiani che credono che la mascherina fa soltanto Male l’ho detto dall’inizio e torno a ripeterlo la schedina fa male i guanti altrettanto e quindi che dire ho espresso la mia visione se qualcuno mi vuol contraddire gli può anche contraddire ma io penso che i virologi non sono deficiente e perché non li chiamano in TV perché sono molto preparati e perché la tv e boicottata per quale motivo legge legge essere un attimino internet potrebbero capire tante cose però purtroppo siamo sono un branco di ignoranti non voi quelle persone che non ascoltano e vi ringrazio un abbraccio a tutti e scusate non ho fatto. Il conteggio pure giù mi piace parlare per scrivere meglio perché quando devo scrivere non dire troppo grandi scusate non è per cattiveria ti ringrazio a tutti

    Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 11:37
    Permalink

    Condivido l’iniziativa e a tal fine allego mia mail agli organi costituzionali per il pieno ripristino del diritto allo studio e l’abolizione della didattica a distanza in un contesto non più emergenziale. Genitori e studenti, fate valere i vostri diritti!
    “Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e a tutti gli organi costituzionali italiani mi permetto di ricordare che il diritto allo studio è un diritto fondamentale ed inalienabile dell’individuo, riconosciuto sia dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo dell’ONU sia dalla nostra Costituzione. Questo diritto è già stato fortemente e lungamente limitato e compresso a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, non costituendo la didattica a distanza un efficace strumento sostitutivo della didattica in presenza.

    Tale premessa è necessaria in quanto ad oggi ancora non ci sono indicazioni chiare ed univoche sulla riapertura della scuola a settembre; anzi, su alcuni quotidiani nazionali si legge addirittura che per i licei questa riapertura potrebbe addirittura non avvenire, in quanto, ad avviso di sedicenti esperti, i ragazzi più grandi, date le loro competenze tecnologiche, possono continuare tranquillamente con la dad. Da genitore, cittadino pensante ed esperta in diritti umani sono sconcertata da affermazioni del genere: in questo modo lo Stato, anziché contrastare la dispersione scolastica, la vuole forse agevolare? Prima considerazione: in non tutte le famiglie italiane è presente una connessione in grado di supportare la didattica da remoto; in non tutte le famiglie italiane è presente un computer; gli schermi dei cellulari sono troppo piccoli per consentire di seguire con sufficiente agio e concentrazione una videolezione. Seconda considerazione: la didattica a distanza è intrinsecamente demotivante, perché si svolge in un contesto asettico, spogliato della componente della socialità che è anch’essa funzionale all’apprendimento. Per non parlare della componente “sperimentale” (laboratori di chimica, di informatica, di cucina, etc.) propria di molti istituti tecnici: per sua stessa natura, non replicabile in un contesto casalingo.

    Altra premessa necessaria: il 31 luglio termina lo stato di emergenza. Se la situazione epidemiologica resta quella attuale (non siamo più in un contesto emergenziale), su quali basi giuridiche si può proporre una continuazione della didattica a distanza senza contemporaneamente incorrere in una flagrante violazione del diritto allo studio internazionalmente e costituzionalmente garantito?

    Invito il Governo e tutte le autorità preposte a riflettere sulle conseguenze non immediate delle proprie decisioni, le quali tuttavia potrebbero avere un effetto devastante sul futuro di un’intera generazione; un futuro già drammaticamente offuscato dalla crisi economica incombente. Deve essere interesse prioritario di uno Stato fornire ai propri giovani tutti gli strumenti necessari affinché le loro potenzialità si affermino – e il primo di questi strumenti è la scuola, così come l’abbiamo sempre intesa e conosciuta, tra i banchi, diretta e partecipativa, e non mediata dallo schermo di un pc o di un cellulare.

    Resta inteso che di fronte ad una nuova ed acclarata emergenza sanitaria, la didattica a distanza potrà essere sempre recuperata per il periodo di tempo necessario a contenere tale emergenza; ma in assenza dell’emergenza stessa, il diritto costituzionale allo studio deve essere ripristinato e garantito nella sua pienezza. Il timore del contagio di molti non può e non deve, in un’ottica puramente preventiva, costituire una deroga generalizzata ad un diritto fondamentale tutelato dalla nostra Costituzione e che costituisce la base stessa della società civile.

    Giada Bigetti

    Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 12:00
    Permalink

    3 misure in ogni caso da adottare: distanza guanti e mascherine. Fino a quando? fino alla quasi totale diminuzione contagi (certi)e per aree.Poi intervento immediato a casa con farmaci adeguati e gestione oculata. RSA va da sè.
    In caso di recrudescenza voi pensate che si stanno facendo dei piani in caso di qualche focolaio, stabilendo il da farsi facendo una mappatura di risorse in modo da eseguire interventi coordinati e non a caxxxx?

    Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 12:45
      Permalink

      I guanti e la mascherina a 40 gradi all’ombra mettiteli pure tu, che io non ho alcuna voglia di morire per la follia di incompetenti, grazie.

      Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 13:32
    Permalink

    Buongiorno, sonoun Chiropratico D.C., Ph.D condivido in pieno la battaglia contro l’ignoranza scientifica e sono convinto del terrorismo che stanno attuando contro la popolazione mondiale al fine di una sottomissione a fini politico e finanziario.

    Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 13:45
    Permalink

    Io, dall’alto della mia ignoranza medica, applico un semplice ragionamento logico/matematico che qui nessuno si pone e legge dati senza una loro analisi compelta a 360 gradi.

    Nell’articolo si dice che il covid-19 ha avuto gli stessi numeri di una comunissima influenza. Bene, vengono però tralasciati due fattori fondamentali che invalidano questa tesi:
    -Fattore di contagio x2
    -Lockdown con blocco delle iterazioni sociali.

    Di norma un’influenza la si lascia “circolare” come se nulla fosse.
    Nel caso del codiv-19, dopo l’aumento vertiginoso dei contagiati nel primo focolaio (fattore contagio x2, il che vuol dire che se un infetto ti tossisce addosso o ti parla troppo vicino, la tua probabilità di contagio è pressochè del 100%) è stato avviato il lockdown. Questo ha bloccato le iterazioni fra le persone (soprattutto negli eventi di grandissima agregazione come sport, concerti, discoteche ecc) cosa che non viene fatto con l’influenza normale.

    Ecco questi 2 fattori hanno un ruolo importantissimo e portato a ridurre almeno, stando molto bassi, i numeri che si sarebbero pututi avere di almeno un fattore 10 o 20 (traduzione: si potevano avere numeri 10 o 20 volte più alti se non oltre).

    Da qui è facile capire che confrontare i numeri covid-19 con un’influenza normalissima senza apportare le giuste proporzioni tramite un’appropriata stima comporta commettere un errore enorme.

    Altro fattore fondamentale che non viene mai conteggiato. Se avessimo portato al collasso i posti di terapia intensiva in tutta l’Italia, si sarebbero dovuti contare tutti i morti derivati per la mancanza di cure. Non sarebbero morti per covid-19 ma per colpa delle mancate cure a causa del covid-19.

    Poi potrei pontificare su molte parti dell’articolo dove non vengono riportate fonti e nomi, ma basta la tesi sopra per invalidarlo.

    Buona giornata.

    Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 13:55
      Permalink

      Tutto questo lungo commento si smonta facilmente con un semplice fatto: il Giappone non ha fatto nessun lockdown e non ha avuto nessuna impennata di contagi né di congestioni al pronto soccorso. Ergo l’errore enorme sta nel suo commento, non nell’articolo. Le fonti sono presenti in tutto il testo linkate.
      https://www.newsweek.com/japan-ends-coronavirus-emergency-850-deaths-no-lockdown-1506336?utm_term=Autofeed&utm_medium=Social&utm_source=Facebook&fbclid=IwAR3wGl73MkLRf5EVvvDPbhVIxsh50FPqHshQA29mOfcniA-tLZHpJEDVDPo#Echobox=1590420735

      Rispondi
      • 28 Maggio 2020 in 14:48
        Permalink

        Il Giappone l’ha fatto il lockdown. Ha dichiarato lo stato d’emergenza ai primi di aprile in alcune regioni e poi l’ha esteso al resto del paese, anche se il numero dei contagiati e dei morti era un decimo di quello dell’Italia. Mi sono scritta con delle amiche giapponesi, perciò lo so per certo. Non capisco da dove ha preso le fonti l’autore (o l’autrice) dell’articolo di Newsweek!

        Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 18:57
      Permalink

      Peccato Giorgio tu non abbia capito che questo virus influenzale è stato aiutato da vaccini e inquinamento elettromagnetico in determinate zone prescelte.
      E se magari ti fossi fin da subito fatto la domanda cardine di tutto, ovvero: Perché proprio in certe zone della Lombardia? Perché non al Sud?

      Dopodiché, una volta trovata la facilissima risposta, tutto il tuo discorso decade miseramente da solo.

      Questo virus di per sé non è nulla di che, prima di scrivere cercare di documentarsi sulle vere epidemie e pandemie sarebbe quantomeno arricchente dal punto di vista culturale. Qui non ci sono i numeri di una pandemia, sono morte nel mondo in totale meno persone di quante ne muoiono solo in Italia ogni anno fra malattie, infarti e incidenti.

      Ma poi contagiati da che? Ma che davvero si parla di un virus come fosse la peste?
      Qui c’è solo la volontà di instaurare una dittature mondiale basata su crisi sanitarie dettate da uno scientismo che è l’unica vera epidemia attualmente in corso (cit. Sara Cunial).

      Rispondi
    • 3 Giugno 2020 in 23:36
      Permalink

      Caro Giorgio mi hai risollevato perché leggendo i commenti cominciavo a credere che tutti fossero impazziti inziando dai presunti grandi scienziati che cambiano idea ogni giorno. Al tuo brillante commento posso solo aggiungere che il grado di mortalità naturale di un virus si valuta in base alla risposta del sistema immunitario, non in base ai posti liberi in ospedale, al tempo che hanno i medici e alla qualità delle cure. Se il Covid fosse stato libero di circolare come se fosse una normale influenza, in un paio di settimane gli ospedali si sarebbero riempiti e si poteva fare vera Scienza per stabilire il grado di mortalità causato dal Covid ma difficilmente ce la saremmo cavata con meno di 1 milione di morti.

      Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 14:11
    Permalink

    Sono convinta che mantenere e alimentare uno stato di terrore aiuti un governo a tenere soggiogati i cittadini e a potersi permettere qualunque richiesta e imposizione assurda . Purtroppo sono riusciti ,grazie a questo virus arrivato fortunatamente ad aiutarli, a mettere in atto tutte le misure per il eludere la costituzione e negare i diritti umani fondamentali . Spero che la gran parte della popolazione che non ha ancora capito questo subdolo meccanismo si risvegli presto perché non possiamo lottare insieme con le forze dimezzate

    Rispondi
    • 28 Maggio 2020 in 15:23
      Permalink

      Su questo non ci conterei, ma ricordiamoci di Elsa Morante: “Valgono più quattro gatti coi c…i intatti o quarantamiliardi di castrati?” La maggioranza degli italiani è impazzita, c’è poco da fare, ma le idee chiare e il coraggio contano più del numero.

      Rispondi
  • 28 Maggio 2020 in 16:55
    Permalink

    Dobbiamo attendere che il parlamento europeo dia un osso da spolpare a questi cialtroni, altrimenti non si finisce più ma oltre a questo ora il problema è negli USA dove i democratici stanno facendo una campagna elettorale proCovid per spiazzare Trump.

    Rispondi
  • 29 Maggio 2020 in 0:20
    Permalink

    Su con la Testa. Non come certi cialtroni (e proposta)
    Oggi stesso 28 dei quattro scienziati dell’articolo di Cesare Sacchetti ho inviato, dopo molta fatica, con oggetto «La guerra civile che Mafiopoli sta portando a danno del Popolo Sovrano Italiano al tempo del Coronavirus. L’antimafia devozionale e festa della repubblica».
    Ci sono 140 indirizzi di Istituzione (tra cui Sanità e governatore della Lombardia che pure sono in indirizzo degli scienziati – scienziati è detto senza alcuna ironia ma con ringraziamento per il coraggio delle ragioni e sprezzo della loro carriera per muovere accuse a questi abusivi governativi snaturanti della Repubblica e della Costituzione). Personalmente ho sempre scritto a questi banditi non da medico ma per quello che vedo e che chiunque può vedere, ciò anche senza specializzazione medica di cui mai mi sono vantato, perché i loro crimini si possono vedere a occhio nudo, o con l’aiuto di un avvocato, che ha, però, sempre specialità pari al medico che io non ho.
    L’avvocato, oramai il nome è qui superfluo, ha proposto il 04 aprile 2020 una Istanza di autotutela e il motivo principe è un Comitato Tecnico Scientifico ispiratore dei DPCM ma che non ha alcun potere per farlo e se lo fa questo è totalmente invalido per diventare valore di legge del DPCM oltre che escluso dalla valutazione del parlamento.
    Per tali motivi i DPCM sono doppiamente incostituzionali e proprio per questo è guerra civile che il “popolo” subisce passivamente, con eccezioni, per es. gli scienziati, che vanno amplificate.
    Un esempio unico . Chi ancora, come in questo articolo, si vanta di smontare facilmente con un semplice fatto dovrebbe sapere anche quest’altro semplicissimo fatto:
    il dr. Brusaferro (anche in indirizzo degli scienziati) il 13 febbraio ebbe da un giornalista domanda precisa «…se ad oggi ci può confermare se c’è un numero effettivo che ISS ha certificato di morti per coronavirus escludendo le altre patologie» https://www.youtube.com/watch?v=jy_arbNKcww&feature=youtu.be&t=529 minuto 9, cui avrebbe dovuto susseguire altrettanto risposta secca e precisa “non lo so” oppure “100”.
    Invece la risposta fu ‘i morti hanno 1, 2, 3 e più patologie’ e ciò sarà ripetuto in tutti i Report ISS dove risulta che i morti sono con 1, 2, 3, e più patologie, sono oltre il 90 per cento e… la media di età dei morti è 81 anni.
    Allora domando: si può fare sinergie di due conoscenze, quella tecnica degli scienziati, e questa semi tecnica di chi invia la istanza di autotutela sul valore legale dei DPCM?
    Gli indirizzi si prendono dalla lettera degli scienziati, una casella pec con aruba costa 5 o 6 € e se Cesare rende disponibile, e da scaricare, il testo di autotutela (come fecero i giornali web pratesi) chiunque, e quanti più, può inviare istanza di autotutela precompilata e in più con riferimento anche all’autorevolezza degli scienziati cui mettere anche loro per conoscenza?
    Ciò corrisponde a solidarietà e unione di intenti… e se può essere secondario, anche autostima.
    Succederà qualcosa, come succederà qualcosa alla Istanza degli scienziati?
    Non lo sappiamo noi, ma non lo sanno neanche loro… cosa certa è che l’unione, che negli anni venti del ‘900 chiamavano unione di lavoratori del “braccio” e della “mente”, fa paura.
    Se si vuole, come in Franckstein Junior, “SI Può’ FARE”.

    Rispondi
    • 29 Maggio 2020 in 19:52
      Permalink

      Volevo aderire anch’io all’istanza di quell’avvocato, ma poi ho pensato che sarebbe stato meglio presentare un ricorso alla Corte Costituzionale e ho lasciato perdere. Però, se aderissimo in tanti…In quanti saremmo? Il testo ce l’ho ancora.

      Rispondi
      • 30 Maggio 2020 in 18:50
        Permalink

        l’istanza di autotuela ha valore di legge solo se poi è presentata alla AG, nel senso che se non è di massa, con valore politico, il destinatario la può usare come scendiletto.
        Ai tempi furono in tanti a inviarla (almeno in tanti lo dichiararono).
        Il ricorso alla Corte Costituzionale non lo decide il ricorrente che fa il ricorso alla AG ma il magistrato che riceve il ricorso e a sua discrezione decide se merita o non merita.
        Poichè il magistarto è un cittadino come noi noi pure lui porebbe fare ricorso… ma si è visto mai?
        L’unica è unire i lavoratori del “braccio” e della “mente”, approfittare delle congiunture, e sperare che ne nasca qualcosa di bello… diversamente saremo, come pure scrive Antonio sotto, noi stessi a condannarci al Divide et Impera.

        Rispondi
          • 30 Maggio 2020 in 22:08
            Permalink

            autorità giudiziaria. In pratica in italia il cittadino non pò ricorrere in prima persona alla Corte Costituzionale… deve rivolgersi al tribunale e solo se durante la controversia giudiziaria (una causa) il giudice ha dubbi di costituzionalità solo allora egli chiede lumi alla Corte Costituzionale (che però, ed è un paradosso nel paradosso, può non vedereli e di conseguenza nenanche apre un procedimento).
            Per incenderci per tre volte il ricorso di Aldo Buozzi per l’abolizione del Porcellum fu disconosciuto dal tribunle di Milano. Solo al quarto tentativo il tribunale investì la Corte Costituzionale da cui poi il referendum che abolì il Porcellum….

          • 31 Maggio 2020 in 13:11
            Permalink

            Grazie del chiarimento. Allora la presenterò. L’avvocato in questione non mi aveva spiegato tutto questo.

  • 29 Maggio 2020 in 8:11
    Permalink

    La storia ci insegna che la forza di un gruppo coeso è sempre stata risolutiva di fronte a qualunque evento. La discordia dei popoli soggetti giova solo a chi vuol dominarli, secondo il motto attribuito a Filippo il Macedone ” divide et impera”. Dunque auspico vicinanza e supporto coeso intorno a tutti gli uomini di buona volontà, a tutti coloro in qualunque settore sociale che in questo momento di dolore si espongono con coraggio e Amore per tutti noi. Grazie di cuore.

    Rispondi
  • 2 Giugno 2020 in 23:38
    Permalink

    Salve a tutti,in anzi tutto a mio umile parere e parlo da profano questo è un articolo interessante e istruttivo.
    Posso solo esprimere una cosa e mi correggano se mi sbaglio con i numeri.
    In questo ( https://www.google.com/amp/s/www.agi.it/fact-checking/news/2020-02-20/coronavirus-influenza-stagionale-7136419/amp) articolo del 20 febbraio 2020 si parlava del covid e della comune influenza e si davano dei numeri di qui il tasso di mortalità di uno è del altro.
    Prendendo i dati (https://www.google.ch/search?sxsrf=ALeKk03oVMdkRncM9gDhaL8n1PrlCgztPA%3A1591136181906&source=hp&ei=tc_WXt20NJqMwPAP7_myiAk&qcovid+italia&oq=Covid+ita&gs_lcp=ChFtb2JpbGUtZ3dzLXdpei1ocBABGAAyBAgjECcyBAgjECcyAggAMgIIADICCAAyAggAMgIIADICCAA6BwgjEOoCECc6BAguEEM6BAgAEEM6BQgAEIMBUN8LWNwmYLEsaABwAHgAgAH2AYgBtwySAQUwLjkuMZgBAKABAbABDw&sclient=mobile-gws-wiz-hp#wptab=s:H4sIAAAAAAAAAONgVuLVT9c3NMwySk6OL8zJecTYwMgt8PLHPWGp8klrTl5jLOQS901NyUzOzEt1ySxOTSxO9clPTizJzM8T0uNic80rySypFFLhEpRCNUeDQYqfC1VISI2LA65XiotHikM_V9_AuCgrC6iYiwvO49nFxO2RmphTkhFcklhSvIhVpxhIZxaXZCZnpCoUpeYAOWWpCokKzvlF-XmJZZlFpcUKmXkKniWJOZmJALDdv4_SAAAA) che danno per l’italia dei contagiati (i numeri potrebbero maggiori) e delle vittime da covid si potrebbe avere un idea su il reale impatto paragonabile ad una comune influenza.

    Scusate se la lettura è confusionaria.

    Attendo vostri pareti e risposte.

    Grazie mille.

    Rispondi
  • 2 Giugno 2020 in 23:57
    Permalink

    Salve a tutti,in anzi tutto a mio umile parere e parlo da profano questo è un articolo interessante e istruttivo.
    Posso solo esprimere una cosa e mi correggano se mi sbaglio con i numeri.
    In questo ( https://www.google.com/amp/s/www.agi.it/fact-checking/news/2020-02-20/coronavirus-influenza-stagionale-7136419/amp) articolo del 20 febbraio 2020 si parlava del covid e della comune influenza e si davano dei numeri di qui il tasso di mortalità di uno è del altro.
    Prendendo i dati ( https://www.google.ch/search?sxsrf=ALeKk03oVMdkRncM9gDhaL8n1PrlCgztPA%3A1591136181906&source=hp&ei=tc_WXt20NJqMwPAP7_myiAk&q=covid+italia&oq=Covid+ita&gs_lcp=ChFtb2JpbGUtZ3dzLXdpei1ocBABGAAyBAgjECcyBAgjECcyAggAMgIIADICCAAyAggAMgIIADICCAA6BwgjEOoCECc6BAguEEM6BAgAEEM6BQgAEIMBUN8LWNwmYLEsaABwAHgAgAH2AYgBtwySAQUwLjkuMZgBAKABAbABDw&sclient=mobile-gws-wiz-hp#wptab=s:H4sIAAAAAAAAAONgVuLVT9c3NMwySk6OL8zJecTYwMgt8PLHPWGp8klrTl5jLOQS901NyUzOzEt1ySxOTSxO9clPTizJzM8T0uNic80rySypFFLhEpRCNUeDQYqfC1VISI2LA65XiotHikM_V9_AuCgrC6iYiwvO49nFxO2RmphTkhFcklhSvIhVpxhIZxaXZCZnpCoUpeYAOWWpCokKzvlF-XmJZZlFpcUKmXkKniWJOZmJALDdv4_SAAAA)
    che danno per l’italia dei contagiati (i numeri potrebbero maggiori) e delle vittime da covid si potrebbe avere un idea su il reale impatto paragonabile ad una comune influenza.

    Scusate se la lettura è confusionaria.

    Attendo vostri pareti e risposte.

    Grazie mille.

    Rispondi
    • 3 Giugno 2020 in 15:02
      Permalink

      Provo a risponderti…
      Come scritto poco sopra per i morti per o da Covid 19… il 15.02.2020 (prima del primo link che alleghi)
      «…se ad oggi ci può confermare se c’è un numero effettivo che ISS ha certificato di morti per coronavirus escludendo le altre patologie» https://www.youtube.com/watch?v=jy_arbNKcww&feature=youtu.be&t=529 minuto 9…. ISS al posto di rispondere in maniera altrettanto diretta ha detto che i morti hanno 1, 2 , 3 e più patologie…
      ISS dal 13.03.2020 al 21 maggio 2020 ha emesso 17 report… In cui ha mantenuto la stessa reticenza del 15.02.2020.
      Dal 21 maggio i report si presentano come lo vedi alla data di oggi 03.06.2020 a http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5351&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto: dei morti età mediana 82, in percentuale per pregresse patologie che sono il 95,9% mentre quelli con zero patologie sono il 4,1% (e teoricamente solo questi sono morti certamente per il Covid. Ma non è spiegato nulla oltre la NUDA percentuale, che in ogni caso equivale a 1374 su sessanta milioni… e la chiamano PANDEMIA).
      Trascrivo questo dato del report 21.05.2020 punto 9 che getta un’altra luce sul dato precedente:
      «Al 21 maggio sono 347 dei 31.096 (1,1%) pazienti deceduti SARS-CoV-2 positivi di età inferiore ai 50 anni. In particolare, 78 di questi avevano meno di 40 anni (52 uomini e 26 donne con età compresa tra 0 e 39 anni). Di 11 pazienti di età inferiore ai 40 anni non sono disponibili informazioni cliniche, gli altri 53 presentavano gravi patologie preesistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità) e 14 non avevano diagnosticate patologie di rilievo».
      Questo dato realistico, risponde pure a chi vede la contagiosità fulminante: esauriti gli anziani di età mediana 82 anni e con 1, 2, 3 e più patologie… la “pandemia” scema in relazione alla scorta di anziani….
      Non sono cinico io, è cinico il Governo golpista che ti fa credere nella bestia Covid 19 sempre in agguato a colpire e uccidere tutti… è il Governo che strumentalizza la vita di questi anziani per creare PAURA

      Rispondi
  • 3 Giugno 2020 in 18:16
    Permalink

    1. Status of COVID-19

    As of 19 March 2020, COVID-19 is no longer considered to be a high consequence infectious diseases (HCID) in the UK.

    The 4 nations public health HCID group made an interim recommendation in January 2020 to classify COVID-19 as an HCID. This was based on consideration of the UK HCID criteria about the virus and the disease with information available during the early stages of the outbreak. Now that more is known about COVID-19, the public health bodies in the UK have reviewed the most up to date information about COVID-19 against the UK HCID criteria. They have determined that several features have now changed; in particular, more information is available about mortality rates (low overall), and there is now greater clinical awareness and a specific and sensitive laboratory test, the availability of which continues to increase.

    The Advisory Committee on Dangerous Pathogens (ACDP) is also of the opinion that COVID-19 should no longer be classified as an HCID.

    Riferimento e proseguimento:

    https://www.gov.uk/guidance/high-consequence-infectious-diseases-hcid

    Quindi il 19 Marzo 2020 il governo britannico dichiara che il Covid-19 non è da considerare come una malattia altamente infettiva in UK, però dopo pochi giorni c’è il lockdown per tutti i cittadini britannici e in tutto questo pure da loro TV e giornaloni a fare titoloni sensazionalistici e per giunta senza mai mettere in evidenza una gigantesca contraddizione del genere.

    Insomma, pure in UK Orwell gli spiccia casa per usare un eufemismo!!

    Ovviamente TV e giornaloni italiani non hanno mai riportato una notizia bomba del genere, chissà come mai……

    Da notare anche che a oggi in UK il relativo totale decessi è maggiore che in Italia per circa 5Mila morti in più.

    2. Complimenti per l’ottimo articolo.

    3. Cordiali saluti e buona serata.

    TheTruthSeeker

    Rispondi
    • 4 Giugno 2020 in 14:38
      Permalink

      Beppe pal … Premesso che un morto è morto e francamente me ne infischia che abbia 82 anni o 25 …figuriamoci 36 Mila. Gli obesi in Italia sono circa il 50% della popolazione per cui direi che il problema di fondo è che la categoria che non soffre di alcuna patologia è piuttosto esigua.
      Quanto ai numeri del Covid sono parziali, già è ovvio che i contagiati sono molti di più, c’è chi ipotizza ad esempio che in Lombardia sia stato un 40% della popolazione, state semplicemente dando dei numeri in base proprio ai tamponi che poi avete pure criticato 😂, sui morti pure il conto è ampiamente in difetto, ma potete star certi che le cifre arriveranno abbastanza presto al milione. Non ci vuole Nostradamus per capirlo.

      Rispondi
  • 4 Giugno 2020 in 14:21
    Permalink

    A leggere alcuni altro che terrorismo, siete complottisti esistenziali.
    I numeri dell’influenza non destano troppa preoccupazione perché esistono un vaccino, molte cure, e abbiamo già in linea di massima degli anticorpi. Le percentuali di morte a causa dell’influenza sono sotto lo zero. Il Covid19 ampiamente sopra, non esiste un vaccino, ad oggi nemmeno una vera cura. Questa è storia, come il fatto che è stata dichiarata la pandemia, se ne facciano una ragione pure i medici tali sopra, che evidentemente hanno qualche problema di conoscenza in materia e magari sono tra quelli che avevano sentenziato che non c’era pericolo, morivano solo quattro vecchi con patologie pregresse. Ma entrando nel merito mezza popolazione ha almeno una patologia pregressa, che sia di tipo respiratorio, cardio vascolare, o di peso, fumo, eccetera… vi assicuro campavano tutti e magari molto bene fino a quando non è arrivato mister Covid19. Smettetela di dar la colpa ad altre patologie, i morti li ha portati mister Covid, non c’è autopsia che possa dire il contrario. A parte l’evidente inutilità di fare autopsie a persone che già è più che chiaro sono morte a causa del virus, non si capisce perché dovevano ammassare migliaia di corpi e dove? Per infestare il pianeta? Questione di numeri e soprattutto di buon senso. Ma ahimè, un sacco di gente ne è sprovvista. Non vi dimenticate che i morti sono 360 mila perché nella maggioranza dei casi covid c’è stato chi ha curato, ricoverato e magari intubato perché il paese era chiuso e c’era posto per loro. Con l’Italia contagiata come la Lombardia i morti erano per moltiplicazione. Nemmeno l’economia sarebbe uscita meglio di ora, soprattutto sarebbe crollata la sanità.
    Non ultimo fa scuola il caso Svezia, credevano di aver scoperto l’acqua calda, hanno lasciato aperto ed è record di morti con tanto di stupore e dispiacere delle autorità.

    Rispondi
    • 5 Giugno 2020 in 12:08
      Permalink

      egr. lory69rg,
      non so da dove provenga ma lo immagino.
      personalmente a chi crede che i ciucci volano non dò alcuna considerazione. Lo stesso a chi crede che un contagiato è già un uomo morto.
      Se ella ci crede è un fatto suo.
      Io non ci credo.
      I fatti diranno.

      Rispondi
      • 6 Giugno 2020 in 0:02
        Permalink

        È lei ad avere troppa fantasia. Crede ai complotti quindi non farà fatica a vedere i ciucchi che volano.
        In realtà quando non avete argomentazioni valide puntate sempre sul fantasy.
        E per la Costituzione un ottantenne ha diritto di vivere ed essere curato quanto un ventenne.
        Lo aggiunga nelle sue fantasie, non si tratta di un optional.

        Rispondi
    • 10 Giugno 2020 in 14:18
      Permalink

      Che logica inoppugnabile! Un master della comunicazione e della scenza esatta! Lory for president!!! NOW!🤣🤣🤣

      Rispondi
  • 7 Giugno 2020 in 21:52
    Permalink

    egr. Giuseppi di nome lory69rg
    Trollare oh, oh, ohoo… nel web dipinto di blu, felice di stare lassù…a quella poltrona e trollando, trollando, trollanndo….DPCMnando DPCPMnando, DCPMnando il cielo a righe blu fai vedere agli Italiani.

    Rispondi
  • 14 Luglio 2020 in 18:44
    Permalink

    Questo post è fantastico, leggo il vostro blog ogni
    giorno e condivido tutti gli articoli interessanti anche con i miei follower su Facebook e la mia lista di e-mail.
    Vi prego di continuare a pubblicare, grazie.

    Rispondi
    • 7 Agosto 2020 in 16:37
      Permalink

      Forse ti può interessare questo fatto. Sin da quando l’uomo costruì il primo coltello metallico, lo studio e la conoscenza della Natura decidono il potere delle armi. La pandemia di “Covid-19” può solo aver aperto definitivamente la corsa alle armi virologiche con libertà e finanziamenti alla ricerca militare ma ovviamente gli stolti di questo mondo versano soldi a favore della salute pubblica senza sapere che per ogni servizio fornito alla salute pubblica ce ne saranno almeno cento forniti all’Ingegneria militare. Gli USA hanno accolto a braccia aperte la pandemia con milioni di contagiati per giustificare la necessità d’investire molto sulla ricerca virologica. Questo mondo è cieco.

      Rispondi

Rispondi a Giorgio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *